La migliore penna economica per cominciare.

Recensioni, impressioni sull'uso, discussioni, sul più straordinario strumento di scrittura!

La migliore penna economica per cominciare.

Lamy Safari - Nexx - ABC
200
42%
Pelikan Grand Prix
11
2%
Pelikan Griffix
4
1%
Reform 1745
14
3%
Pilot 78G - Kakuno
69
15%
Pilot Middle Range
27
6%
Jinhao X-450/X-750
11
2%
Kaweco Sport
53
11%
Schneider Base
5
1%
Schneider ID
1
0%
Online Vision
2
0%
Platinum Preppy - Plaisir
40
8%
Hero 616
6
1%
Altro (Specificare nell'argomento)
32
7%
 
Voti totali: 475

Avatar utente
StePen
Pulsante di Fondo
Pulsante di Fondo
Messaggi: 493
Iscritto il: martedì 11 giugno 2019, 9:08
Gender:

La migliore penna economica per cominciare.

Messaggio da StePen »

balthazar ha scritto: lunedì 22 novembre 2021, 19:24 [
Stando alla foto ha veramente un bel design e sembra di più che discreta fattura.
Niente male davvero. E' una penna economica che ha delle ottime caratteristiche. Se poi piacciono le Pelikan allora ... in più - come già detto - ha la stessa filettatura dei pennini della nota - e a me molto cara - casa tedesca.
[/quote]
Cmq. economica dipende dal punto di vista... ho curiosato on line e l'ho vista a non meno di 50 euro.
Avatar utente
Gargaros
Crescent Filler
Crescent Filler
Messaggi: 1103
Iscritto il: giovedì 6 dicembre 2018, 3:54
Il mio inchiostro preferito: Al gusto fragola!
Misura preferita del pennino: Fine

La migliore penna economica per cominciare.

Messaggio da Gargaros »

StePen ha scritto: martedì 23 novembre 2021, 9:25 Cmq. economica dipende dal punto di vista... ho curiosato on line e l'ho vista a non meno di 50 euro.
Maddove? Non credo di averla mai vista al prezzo che dici :think:

Comunque, vai su Scritturaelegante, la trovi sotto i 20 euri adesso (c'è uno sconto).
Avatar utente
balthazar
Vacumatic
Vacumatic
Messaggi: 893
Iscritto il: giovedì 28 febbraio 2019, 19:20
Località: Foggia

La migliore penna economica per cominciare.

Messaggio da balthazar »

StePen ha scritto: martedì 23 novembre 2021, 9:25
balthazar ha scritto: lunedì 22 novembre 2021, 19:24 [
Stando alla foto ha veramente un bel design e sembra di più che discreta fattura.
Niente male davvero. E' una penna economica che ha delle ottime caratteristiche. Se poi piacciono le Pelikan allora ... in più - come già detto - ha la stessa filettatura dei pennini della nota - e a me molto cara - casa tedesca.
Cmq. economica dipende dal punto di vista... ho curiosato on line e l'ho vista a non meno di 50 euro.
[/quote]

Sotto i 30€ la trovi certamente, con 20€ in più il gioco potrebbe non valere la cosiddetta candela ;)
Nadia
Converter
Converter
Messaggi: 3
Iscritto il: lunedì 22 novembre 2021, 18:10
La mia penna preferita: Pelikan
Misura preferita del pennino: Fine

La migliore penna economica per cominciare.

Messaggio da Nadia »

Lamy Safari oppure Lamy Studio. Quest'ultima però la trovo un pochino pesante per scrivere a lungo e anche un pochino scivolosa in quanto la parte dell'impugnatura è in metallo.
Avatar utente
Phormula
Siringa Rovesciata
Siringa Rovesciata
Messaggi: 3884
Iscritto il: venerdì 6 aprile 2012, 14:06
La mia penna preferita: Lamy 2000 F
Il mio inchiostro preferito: R&K Phormula Blau
Misura preferita del pennino: Medio
Arte Italiana FP.IT M: 006
Località: Milano

La migliore penna economica per cominciare.

Messaggio da Phormula »

In questi giorni sto usando una Pelikan Pelikano (pennino F), che ho trovato in una cartoleria.
A parte che è la versione UP, quindi il modello lusso (la meccanica è la stessa della base, solo l'aspetto è più curato), devo dire che va bene, un vero mulo da scrittura. Tuttavia ne devo sottolineare il flusso magro, non incerto, ma parco. Il che me la sta rendendo un toccasana per scrivere sui quaderni scadenti, che sono la maggior parte dei quaderni scolastici di oggi, progettati per la biro, che invece trae vantaggio da una carta porosa.
Messa fianco a fianco con la Online Campus (pennino F) e con la Schneider Base (pennino M, ma non larghissimo), sono tutte e tre penne da uso quotidiano, la Pelikano ha il flusso più magro ed è adatta a qualsiasi carta, la Base si trova nel mezzo e la Campus delle tre è quella che ha il flusso più abbondante. Nessuna mi sta dando problemi, sono tutte e tre penne che puoi caricare una cartuccia, iniziare a scrivere e fermarti solo quando finisce l'inchiostro.
E' scientificamente provato. Acquistare penne stilografiche e scrivere con la penna stilografica sono due hobbies distinti.
Avatar utente
hobbit
Levetta
Levetta
Messaggi: 660
Iscritto il: mercoledì 2 marzo 2016, 23:16
La mia penna preferita: Online Campus Fluffy Cats
Il mio inchiostro preferito: Montbanc Corn Poppy Red
Misura preferita del pennino: Extra Fine
Località: UD
Gender:

La migliore penna economica per cominciare.

Messaggio da hobbit »

Phormula ha scritto: lunedì 6 dicembre 2021, 12:45 In questi giorni sto usando una Pelikan Pelikano (pennino F), che ho trovato in una cartoleria.
A parte che è la versione UP, quindi il modello lusso (la meccanica è la stessa della base, solo l'aspetto è più curato), devo dire che va bene, un vero mulo da scrittura. Tuttavia ne devo sottolineare il flusso magro, non incerto, ma parco. Il che me la sta rendendo un toccasana per scrivere sui quaderni scadenti, che sono la maggior parte dei quaderni scolastici di oggi, progettati per la biro, che invece trae vantaggio da una carta porosa.
Messa fianco a fianco con la Online Campus (pennino F) e con la Schneider Base (pennino M, ma non larghissimo), sono tutte e tre penne da uso quotidiano, la Pelikano ha il flusso più magro ed è adatta a qualsiasi carta, la Base si trova nel mezzo e la Campus delle tre è quella che ha il flusso più abbondante. Nessuna mi sta dando problemi, sono tutte e tre penne che puoi caricare una cartuccia, iniziare a scrivere e fermarti solo quando finisce l'inchiostro.
Con la Campus EF non ho problemi di flusso eccessivo su cartaccia. In compenso è un burro.

Mio figlio ha avuto una Primapenna che ha distrutto, tranne il pennino che è un M con un flusso abbastanza sostenuto. L'ho installato su una Perkeo (che a sua volta è compatibile con la Campus e la School+), nella quale si inserisce bene, al posto del pennino originale nero che l'ho trovato sempre abbondante ma ruvido. Ora la Perkeo è ottima, tra le penne che uso di più, il flusso complessivo non è parco. Evidentemente il pennino della Pelikano ha un'altra impostazione.
Francesco
cinturino
Snorkel
Snorkel
Messaggi: 200
Iscritto il: sabato 24 aprile 2021, 12:56

La migliore penna economica per cominciare.

Messaggio da cinturino »

io dico Noodler's Ahab perché l'utilizzo è molto piacevole e poi ha fascino ...
bienne60
Snorkel
Snorkel
Messaggi: 128
Iscritto il: giovedì 11 gennaio 2018, 16:22
Gender:

La migliore penna economica per cominciare.

Messaggio da bienne60 »

A parte le solite consigliate da tutti consiglio la schneider ceod. Con meno di 15 euro vi portate a casa una penna veramente notevole.
lapis
Touchdown
Touchdown
Messaggi: 75
Iscritto il: sabato 2 novembre 2013, 18:34
La mia penna preferita: Montblanc 146
Il mio inchiostro preferito: Sheaffer black
Misura preferita del pennino: Flessibile
Località: Modena

La migliore penna economica per cominciare.

Messaggio da lapis »

Buonasera,
io ho regalato a mio figlio una Faber Castell ergonomica School pagata circa 6€ ma e devo dire che non ha nulla da invidiare alla Lamy Safari, io personalmente mi trovo molto bene con Pilot MR e Kaweco Sport.
Avatar utente
galimba
Touchdown
Touchdown
Messaggi: 76
Iscritto il: martedì 18 febbraio 2020, 22:24
Il mio inchiostro preferito: Pelikan 4001 Royal Blue
Misura preferita del pennino: Medio
Località: Monza Brianza
Gender:

La migliore penna economica per cominciare.

Messaggio da galimba »

lapis ha scritto: venerdì 21 gennaio 2022, 18:46 Buonasera,
io ho regalato a mio figlio una Faber Castell ergonomica School pagata circa 6€ ma e devo dire che non ha nulla da invidiare alla Lamy Safari, io personalmente mi trovo molto bene con Pilot MR e Kaweco Sport.
Avendola provata personalmente confermo le ottime impressioni.
L'unica cosa è che il tratto del pennino medio è forse più tendente al broad che al medio.
Rispondi

Torna a “Penne Stilografiche”