un montanaro su carta nel tempo "libero"

Sei appena arrivato? Presentati e facci conoscere le tue preferenze in fatto di... penne!!
Avatar utente
geko
Levetta
Levetta
Messaggi: 576
Iscritto il: martedì 18 settembre 2018, 9:44
La mia penna preferita: Aurora 88 big
Il mio inchiostro preferito: R&K Salix
Misura preferita del pennino: Fine
Località: BZ
Sesso:

un montanaro su carta nel tempo "libero"

Messaggio da geko »

Prego :wave:
Carcavo un Q disk, sostanzialmente underground.
Molto underground.
Avatar utente
solstizio71
Snorkel
Snorkel
Messaggi: 121
Iscritto il: venerdì 22 giugno 2018, 17:34
La mia penna preferita: Sheaffer PFM
Il mio inchiostro preferito: Diamine Oxblood
Misura preferita del pennino: Flessibile
Località: Nocera Inferiore
Sesso:

un montanaro su carta nel tempo "libero"

Messaggio da solstizio71 »

Benvenuto nel forum
Avatar utente
Hiroshi
Snorkel
Snorkel
Messaggi: 231
Iscritto il: mercoledì 30 settembre 2015, 21:53
La mia penna preferita: Kaweco Dia 2
Il mio inchiostro preferito: Pelikan 4001 nero
Misura preferita del pennino: Medio
Località: Reggio Emilia
Sesso:

un montanaro su carta nel tempo "libero"

Messaggio da Hiroshi »

Benvenuto nel forum!
Oltretutto la tua vicinanza geografica con i paesi germanici ti dovrebbe rendere più facile il reperimento di materiale stilografico nei negozi.
Nella bellissima mega cartoleria di 4 piani di una casa editrice altoatesina in centro a Bolzano c'è una parete intera di cartucce...
Ho visto più assortimento di cartucce in un'edicola tabaccheria di Molveno rispetto alle cartolerie padane di città e di provincia.
Forza e onore! Massimo Decimo Meridio
Avatar utente
lucapolu
Snorkel
Snorkel
Messaggi: 153
Iscritto il: giovedì 12 novembre 2020, 15:27
Località: Bolzano
Sesso:

un montanaro su carta nel tempo "libero"

Messaggio da lucapolu »

Ciao Luca,
devo dire che anche io ho ricevuto una notevole spinta verso la scrittura dalla situazione attuale caratterizzata da restrizioni varie.
Trentino di dove? Io sono ligure di La Spezia ma vivo a Bolzano da qualche anno. Il Trentino lo conosco abbastanza bene e lo frequentavo anche prima di trasferirmi verso nord: quando mi dedicavo più alla montagna ho frequentato molto le Dolomiti di Brenta, in passato ho frequentato molto Arco per vie lunghe e falesia. Ogni tanto ci ritorno anche per nostalgia: ad Arco toccai per la prima volta la roccia. Ultimamente frequento spesso la Val Daone per fare boulder e da poco ho provato lo scialpinismo nelle montagne vicino a casa. Speriamo di poter tornare presto a dare sfogo alle nostre passioni outdoor.
A presto.
lemure88
Touchdown
Touchdown
Messaggi: 71
Iscritto il: mercoledì 24 febbraio 2021, 21:00
Sesso:

un montanaro su carta nel tempo "libero"

Messaggio da lemure88 »

lucapolu ha scritto: sabato 27 febbraio 2021, 23:30 Ciao Luca,
devo dire che anche io ho ricevuto una notevole spinta verso la scrittura dalla situazione attuale caratterizzata da restrizioni varie.
Trentino di dove? Io sono ligure di La Spezia ma vivo a Bolzano da qualche anno. Il Trentino lo conosco abbastanza bene e lo frequentavo anche prima di trasferirmi verso nord: quando mi dedicavo più alla montagna ho frequentato molto le Dolomiti di Brenta, in passato ho frequentato molto Arco per vie lunghe e falesia. Ogni tanto ci ritorno anche per nostalgia: ad Arco toccai per la prima volta la roccia. Ultimamente frequento spesso la Val Daone per fare boulder e da poco ho provato lo scialpinismo nelle montagne vicino a casa. Speriamo di poter tornare presto a dare sfogo alle nostre passioni outdoor.
A presto.
Io sono a San Michele al momento....comunque pratico attività varie in montagna ormai da un po'....faccio parte di quelli che guardano storto gli scialpinisti improvvisati nel 2021 (e attendo che vendano i loro materiali perché si son stufati di faticare ;) ).....per quanto riguarda Arco invece sono sempre stato un po' scettico, troppa gente e poco carattere nelle vie, mi sembrano tutte uguali 😅
lemure88
Touchdown
Touchdown
Messaggi: 71
Iscritto il: mercoledì 24 febbraio 2021, 21:00
Sesso:

un montanaro su carta nel tempo "libero"

Messaggio da lemure88 »

Hiroshi ha scritto: venerdì 26 febbraio 2021, 20:42 Benvenuto nel forum!
Oltretutto la tua vicinanza geografica con i paesi germanici ti dovrebbe rendere più facile il reperimento di materiale stilografico nei negozi.
Nella bellissima mega cartoleria di 4 piani di una casa editrice altoatesina in centro a Bolzano c'è una parete intera di cartucce...
Ho visto più assortimento di cartucce in un'edicola tabaccheria di Molveno rispetto alle cartolerie padane di città e di provincia.
Avrei una penna tedesca da riparare ma mi sa che la cederò a chi ne avrà voglia.....sono poco affine ai sassoni 😅
Avatar utente
lucapolu
Snorkel
Snorkel
Messaggi: 153
Iscritto il: giovedì 12 novembre 2020, 15:27
Località: Bolzano
Sesso:

un montanaro su carta nel tempo "libero"

Messaggio da lucapolu »

lemure88 ha scritto: domenica 28 febbraio 2021, 10:41 Io sono a San Michele al momento....comunque pratico attività varie in montagna ormai da un po'....faccio parte di quelli che guardano storto gli scialpinisti improvvisati nel 2021 (e attendo che vendano i loro materiali perché si son stufati di faticare ;) ).....per quanto riguarda Arco invece sono sempre stato un po' scettico, troppa gente e poco carattere nelle vie, mi sembrano tutte uguali 😅
Quando vivevo in Liguria facevo solo falesia perché la roccia di certo non manca ed è l’elemento che amo. Da quando sono in Alto Adige Südtirol ho dovuto adattarmi alla situazione che ho trovato qui: d’inverno molti scalatori non scalano per “pellare” e avendo possibilità di sciare a pochissimi km da casa mi sono detto “perché non provare”. Su pista non mi interessa, una giornata posso anche farla per farmi due risate ma nulla più. Certamente la roccia rimane il primo amore ma da queste parti mi devo adattare in base anche a chi trovo per condividere la giornata. Su Arco hai ragione ma che ci vuoi fare? Prima d’inverno scalavo sempre a Finale Ligure mentre adesso mi devo accontentare di quello che trovo da queste parti. Sulle vie lunghe di Arco, almeno quelle più facili, ti do ragione ma tanto non ne faccio praticamente più: quando va bene faccio una via in Dolomiti a stagione.
Un saluto
lemure88
Touchdown
Touchdown
Messaggi: 71
Iscritto il: mercoledì 24 febbraio 2021, 21:00
Sesso:

un montanaro su carta nel tempo "libero"

Messaggio da lemure88 »

lucapolu ha scritto: domenica 28 febbraio 2021, 21:43
lemure88 ha scritto: domenica 28 febbraio 2021, 10:41 Io sono a San Michele al momento....comunque pratico attività varie in montagna ormai da un po'....faccio parte di quelli che guardano storto gli scialpinisti improvvisati nel 2021 (e attendo che vendano i loro materiali perché si son stufati di faticare ;) ).....per quanto riguarda Arco invece sono sempre stato un po' scettico, troppa gente e poco carattere nelle vie, mi sembrano tutte uguali 😅
Quando vivevo in Liguria facevo solo falesia perché la roccia di certo non manca ed è l’elemento che amo. Da quando sono in Alto Adige Südtirol ho dovuto adattarmi alla situazione che ho trovato qui: d’inverno molti scalatori non scalano per “pellare” e avendo possibilità di sciare a pochissimi km da casa mi sono detto “perché non provare”. Su pista non mi interessa, una giornata posso anche farla per farmi due risate ma nulla più. Certamente la roccia rimane il primo amore ma da queste parti mi devo adattare in base anche a chi trovo per condividere la giornata. Su Arco hai ragione ma che ci vuoi fare? Prima d’inverno scalavo sempre a Finale Ligure mentre adesso mi devo accontentare di quello che trovo da queste parti. Sulle vie lunghe di Arco, almeno quelle più facili, ti do ragione ma tanto non ne faccio praticamente più: quando va bene faccio una via in Dolomiti a stagione.
Un saluto
....passami l'eufemismo ma...."accontentarti" di quel che c'è è quasi riduttivo....io sono perennemente in montagna e normalmente frequento molto l'alto Adige, in particolare le Dolomiti. Ogni via è un viaggio, non do molto peso al grado ma le vivo sempre come un'esperienza...un occasione per confrontarmi con me stesso perché stare attaccato in parete (come su un pendio innevato o un ghiacciaio o ancora una cascata di ghiaccio) mi estrania dal mondo....esattamente come la scrittura....è il mio modo di rilassarmi.
Avatar utente
lucapolu
Snorkel
Snorkel
Messaggi: 153
Iscritto il: giovedì 12 novembre 2020, 15:27
Località: Bolzano
Sesso:

un montanaro su carta nel tempo "libero"

Messaggio da lucapolu »

lemure88 ha scritto: domenica 28 febbraio 2021, 22:11 ....passami l'eufemismo ma...."accontentarti" di quel che c'è è quasi riduttivo....io sono perennemente in montagna e normalmente frequento molto l'alto Adige, in particolare le Dolomiti. Ogni via è un viaggio, non do molto peso al grado ma le vivo sempre come un'esperienza...un occasione per confrontarmi con me stesso perché stare attaccato in parete (come su un pendio innevato o un ghiacciaio o ancora una cascata di ghiaccio) mi estrania dal mondo....esattamente come la scrittura....è il mio modo di rilassarmi.
Sono circa 10 anni che faccio solo sport climbing e bouldering e ho passato gli ultimi 10 anni della mia vita a scalare in maglietta, in pieno inverno, su pareti assolate e roccia perfetta. Come dici te Arco è affollata e unta, le Dolomiti sono ricche di fascino ma la roccia è quella che è. La Provenza con le sue storiche falesie è lontanissima. Per questo o devo accontentarmi o scoprire nuovi orizzonti. Lo skialp mi piace, le cascate di giaccio (per ora) non mi ispirano. Magari tornerò a fare vie in Dolomiti, chissà!
lemure88
Touchdown
Touchdown
Messaggi: 71
Iscritto il: mercoledì 24 febbraio 2021, 21:00
Sesso:

un montanaro su carta nel tempo "libero"

Messaggio da lemure88 »

lucapolu ha scritto: lunedì 1 marzo 2021, 18:32
lemure88 ha scritto: domenica 28 febbraio 2021, 22:11 ....passami l'eufemismo ma...."accontentarti" di quel che c'è è quasi riduttivo....io sono perennemente in montagna e normalmente frequento molto l'alto Adige, in particolare le Dolomiti. Ogni via è un viaggio, non do molto peso al grado ma le vivo sempre come un'esperienza...un occasione per confrontarmi con me stesso perché stare attaccato in parete (come su un pendio innevato o un ghiacciaio o ancora una cascata di ghiaccio) mi estrania dal mondo....esattamente come la scrittura....è il mio modo di rilassarmi.
Sono circa 10 anni che faccio solo sport climbing e bouldering e ho passato gli ultimi 10 anni della mia vita a scalare in maglietta, in pieno inverno, su pareti assolate e roccia perfetta. Come dici te Arco è affollata e unta, le Dolomiti sono ricche di fascino ma la roccia è quella che è. La Provenza con le sue storiche falesie è lontanissima. Per questo o devo accontentarmi o scoprire nuovi orizzonti. Lo skialp mi piace, le cascate di giaccio (per ora) non mi ispirano. Magari tornerò a fare vie in Dolomiti, chissà!
...beh.....la dolomia ha un suo fascino ma ci sono vie di calcari grigi che sono fantasmagoriche...lo spigolo del velo ha una roccia da invidia, il campanil basso sembra fatto apposta per arrampicare....

...certo capitano anche i tiri di roccia marcia, personalmente uno dei tiri più duri fatti (non che abbia un grado altissimo) è un banale IV+ su gialloni che ancora mi fa rabbrividire....
Rispondi

Torna a “Presentazione dei nuovi iscritti”