WILLIAMSON TORINO anellata blu, 1940

Foto e informazioni sui modelli degli altri produttori
Avatar utente
Musicus
Collaboratore
Collaboratore
Messaggi: 2243
Iscritto il: martedì 3 dicembre 2013, 20:33
La mia penna preferita: Waterman Commando Music Nib
Il mio inchiostro preferito: Waterman Brown
Misura preferita del pennino: Flessibile
Località: Bolzano
Sesso: Uomo

Re: WILLIAMSON TORINO anellata blu, 1940

Messaggio da Musicus » lunedì 18 gennaio 2016, 23:02

sanpei ha scritto:...entro, sento subito un intenso gradevole profumo di cannella e chiedo info sulla stilo ...
Si mio nonno ha venduto penne fino agli anni '50 qui in negozio, ne abbiamo ancora qualcuna, le vedo le compero tutte
Ora al suo posto c'è una tabaccheria, ogni tanto quando passo li davanti entro compero un pacchetto di gomme
e ripenso al profumo di cannella ed alle penne che li ho trovato anni orsono...
Mi sono iscritto al Forum per ascoltare Storie, Sanpei: grazie di cuore anche per questo!!!!
Domattina alle 9 apre un negozio di numismatica che ho scovato questa sera passeggiando nella città dove mi trovo per lavoro...
Che profumo avrà?...

Giorgio
Ultima modifica di Musicus il lunedì 18 gennaio 2016, 23:24, modificato 1 volta in totale.

Avatar utente
maxpop 55
Tecnico
Tecnico
Messaggi: 8859
Iscritto il: venerdì 17 agosto 2012, 19:24
La mia penna preferita: perché una sola?
Il mio inchiostro preferito: Aurora BlacK
Misura preferita del pennino: Medio
FountainPen.it 500 Forum n.: 029
Fp.it ℵ: 016
Fp.it 霊気: 009
Fp.it Vera: 107
Località: Portici (NA)
Sesso: Uomo

Re: WILLIAMSON TORINO anellata blu, 1940

Messaggio da maxpop 55 » lunedì 18 gennaio 2016, 23:12

Giorgio hai riportato quello scritto dal GM, cosa volevi aggiungere?
Il valore di una stilografica non dipende dal costo, ma dal valore che noi le diamo.

Avatar utente
Musicus
Collaboratore
Collaboratore
Messaggi: 2243
Iscritto il: martedì 3 dicembre 2013, 20:33
La mia penna preferita: Waterman Commando Music Nib
Il mio inchiostro preferito: Waterman Brown
Misura preferita del pennino: Flessibile
Località: Bolzano
Sesso: Uomo

Re: WILLIAMSON TORINO anellata blu, 1940

Messaggio da Musicus » lunedì 18 gennaio 2016, 23:32

maxpop 55 ha scritto:Giorgio hai riportato quello scritto dal GM, cosa volevi aggiungere?
Col telefonino ci litigo tutte le volte che provo a scrivere, Massimo :oops:
:D
Credo di aver risolto, ora. Mi dispiace per l'inconveniente. :shifty:
:wave:

Giorgio

Avatar utente
maxpop 55
Tecnico
Tecnico
Messaggi: 8859
Iscritto il: venerdì 17 agosto 2012, 19:24
La mia penna preferita: perché una sola?
Il mio inchiostro preferito: Aurora BlacK
Misura preferita del pennino: Medio
FountainPen.it 500 Forum n.: 029
Fp.it ℵ: 016
Fp.it 霊気: 009
Fp.it Vera: 107
Località: Portici (NA)
Sesso: Uomo

Re: WILLIAMSON TORINO anellata blu, 1940

Messaggio da maxpop 55 » lunedì 18 gennaio 2016, 23:40

Bellissima l'aria di romanticismo quando si entra in una vecchia bottega, profumi ormai persi ............
Il valore di una stilografica non dipende dal costo, ma dal valore che noi le diamo.

Avatar utente
DerAlte
Crescent Filler
Crescent Filler
Messaggi: 1123
Iscritto il: sabato 24 ottobre 2015, 22:17
La mia penna preferita: Aurora Optima
Il mio inchiostro preferito: Aurora Black
Misura preferita del pennino: Fine
Località: Catania
Sesso: Uomo

Re: WILLIAMSON TORINO anellata blu, 1940

Messaggio da DerAlte » martedì 19 gennaio 2016, 0:45

maxpop 55 ha scritto:profumi ormai persi ............
Mah, in questi negozi più che l'aria di romanticismo si respira l'odore di stantio, concordo sul fatto che in un mondo che corre in fretta non si può non rimanere affascinati da ciò che è scomparso o va scomparendo.
Immagine

Avatar utente
Musicus
Collaboratore
Collaboratore
Messaggi: 2243
Iscritto il: martedì 3 dicembre 2013, 20:33
La mia penna preferita: Waterman Commando Music Nib
Il mio inchiostro preferito: Waterman Brown
Misura preferita del pennino: Flessibile
Località: Bolzano
Sesso: Uomo

Re: WILLIAMSON TORINO anellata blu, 1940

Messaggio da Musicus » mercoledì 20 gennaio 2016, 12:28

solido ha scritto:Bella. veramente notevole, complimenti! Il caricamento non dovrebbe essere però button filler ma del tipo vacumatic...solo un pò più ingegnoso.
Ciao Amedeo, eccomi sul pezzo... ;)
Come ti avevo anticipato: bottone.
24. W. button.jpg
Dalla Enciclopedia di Letizia Jacopini non risulta che Williamson Torino abbia prodotto dagli anni 1930 in poi penne con sistemi di caricamento diversi dalla levetta (modello Imperial, sfaccettato) e dal pulsante di fondo (modello cilindrico detto "tipo Vacumatic", quello della penna in presentazione).
Non credo che tu ti stia confondendo con Ancora (siringa e/o conversioni a pulsante di fondo): quindi forse ne hai vista una che era un prototipo Williamson? 8-) Se è così, non dirlo a Fabrizio :lol:

Giorgio

Avatar utente
Musicus
Collaboratore
Collaboratore
Messaggi: 2243
Iscritto il: martedì 3 dicembre 2013, 20:33
La mia penna preferita: Waterman Commando Music Nib
Il mio inchiostro preferito: Waterman Brown
Misura preferita del pennino: Flessibile
Località: Bolzano
Sesso: Uomo

Re: WILLIAMSON TORINO anellata blu, 1940

Messaggio da Musicus » mercoledì 20 gennaio 2016, 12:39

DerAlte ha scritto:
maxpop 55 ha scritto:profumi ormai persi ............
Mah, in questi negozi più che l'aria di romanticismo si respira l'odore di stantio...
Beh Nicolò, sono stato fortunato, allora: aroma di caffè, amabilmente servitomi dalla proprietaria... Ah, le buone maniere di una volta :angel:
25. Filatelia e Numismatica.jpg
Come puoi (intra)vedere, ho potuto valutare con la massima calma una deliziosa piccola collezione di laminate oro degli anni 1950, tutte con pennino carenato: Stilus e Zenith le migliori...
E nemmeno un granello di polvere... :lol:
:wave:

Giorgio

Avatar utente
DerAlte
Crescent Filler
Crescent Filler
Messaggi: 1123
Iscritto il: sabato 24 ottobre 2015, 22:17
La mia penna preferita: Aurora Optima
Il mio inchiostro preferito: Aurora Black
Misura preferita del pennino: Fine
Località: Catania
Sesso: Uomo

Re: WILLIAMSON TORINO anellata blu, 1940

Messaggio da DerAlte » mercoledì 20 gennaio 2016, 12:46

Musicus ha scritto: ... e dal pulsante di fondo (modello cilindrico detto "tipo Vacumatic", quello della penna in presentazione).
Scusami Giorgio, premesso che la penna ha il caricamento a pulsante di fondo, o button filler, sul libro della Jacopini c'è scritto che questo modello cilindrico viene indicato come "tipo Vacumatic"?
Se si, non vedo contraddizione in quello che ha scritto Amedeo, al più un fraintendimento.
Nicolò
Immagine

Avatar utente
DerAlte
Crescent Filler
Crescent Filler
Messaggi: 1123
Iscritto il: sabato 24 ottobre 2015, 22:17
La mia penna preferita: Aurora Optima
Il mio inchiostro preferito: Aurora Black
Misura preferita del pennino: Fine
Località: Catania
Sesso: Uomo

Re: WILLIAMSON TORINO anellata blu, 1940

Messaggio da DerAlte » mercoledì 20 gennaio 2016, 13:40

Musicus ha scritto:Beh Nicolò, sono stato fortunato, allora: aroma di caffè, amabilmente servitomi dalla proprietaria... Ah, le buone maniere di una volta :angel:
Come puoi (intra)vedere, ho potuto valutare con la massima calma una deliziosa piccola collezione di laminate oro degli anni 1950, tutte con pennino carenato: Stilus e Zenith le migliori...
E nemmeno un granello di polvere... :lol:
anita al caffè 1 bassa.jpg
:sick:
Allora, aspetterò pazientemente nuove recensioni.

Così come ho avuto modo di scrivere in altri post, i motivi che mi tengono lontano dal vintage sono la mancanza di conoscenze specifiche e la quasi certezza che acquistando al di fuori della cerchia degli amatori o dei negozi specializzati si dovrà, nella più rosea delle ipotesi, approntare un ripristino.
Poi c'è da considerare che una stilografica d'epoca è stata progettata per funzionare con inchiostri più densi e non più in commercio, questo ne complica un eventuale utilizzo.
Certo c'è il fascino dell'oggetto, dei pennini flessibili..
Evito di proseguire prima di attirarmi gli improperi di qualche serio collezionista.
Magari, partecipando ad un Pen Show, sotto la guida di un esperto mentore, potrei colmare queste lacune.
Nicolò
Immagine

solido
Pulsante di Fondo
Pulsante di Fondo
Messaggi: 272
Iscritto il: venerdì 13 luglio 2012, 22:55
Misura preferita del pennino: Fine
Località: Roma
Sesso: Non Specificato

Re: WILLIAMSON TORINO anellata blu, 1940

Messaggio da solido » giovedì 21 gennaio 2016, 11:51

Musicus ha scritto:
solido ha scritto:Bella. veramente notevole, complimenti! Il caricamento non dovrebbe essere però button filler ma del tipo vacumatic...solo un pò più ingegnoso.
Ciao Amedeo, eccomi sul pezzo... ;)
Come ti avevo anticipato: bottone.
24. W. button.jpg
Dalla Enciclopedia di Letizia Jacopini non risulta che Williamson Torino abbia prodotto dagli anni 1930 in poi penne con sistemi di caricamento diversi dalla levetta (modello Imperial, sfaccettato) e dal pulsante di fondo (modello cilindrico detto "tipo Vacumatic", quello della penna in presentazione).
Non credo che tu ti stia confondendo con Ancora (siringa e/o conversioni a pulsante di fondo): quindi forse ne hai vista una che era un prototipo Williamson? 8-) Se è così, non dirlo a Fabrizio :lol:

Giorgio
Effettivamente mi ero confuso con la Saratoga (similitudini nella clip) che invece monta una sistema simile al vacumatic.

Avatar utente
Musicus
Collaboratore
Collaboratore
Messaggi: 2243
Iscritto il: martedì 3 dicembre 2013, 20:33
La mia penna preferita: Waterman Commando Music Nib
Il mio inchiostro preferito: Waterman Brown
Misura preferita del pennino: Flessibile
Località: Bolzano
Sesso: Uomo

Re: WILLIAMSON TORINO anellata blu, 1940

Messaggio da Musicus » giovedì 21 gennaio 2016, 16:12

DerAlte ha scritto:
Musicus ha scritto: ... e dal pulsante di fondo (modello cilindrico detto "tipo Vacumatic", quello della penna in presentazione).
Scusami Giorgio, premesso che la penna ha il caricamento a pulsante di fondo, o button filler, sul libro della Jacopini c'è scritto che questo modello cilindrico viene indicato come "tipo Vacumatic"?
Se si, non vedo contraddizione in quello che ha scritto Amedeo, al più un fraintendimento.
Nicolò
@ Nicolò.
L'equivoco nasce dal fatto che i collezionisti battezzarono come "tipo-vacumatic" questo modello privo di nome ufficiale non in virtù del particolare sistema di caricamento, ma solo con riferimento all'aspetto esteriore: forma cilindrica, quindi, clip a freccia e, soprattutto, celluloide anellata (non semitrasparente, comunque) per molti esemplari. :thumbup:

Giorgio

Avatar utente
Miata
Levetta
Levetta
Messaggi: 663
Iscritto il: giovedì 23 giugno 2016, 14:03
Il mio inchiostro preferito: Pelikan 4001 Violet
Misura preferita del pennino: Fine
Località: Sicilia
Sesso: Donna
Contatta:

WILLIAMSON TORINO anellata blu, 1940

Messaggio da Miata » domenica 4 dicembre 2016, 23:08

Ho letto adesso la recensione di questa Williamson. Penne così mi fanno sognare... :clap:
Florinda


"Non abbiate nelle vostre case nulla che non sapete essere utile o che non ritenete essere bello" William Morris

Paolo79
Touchdown
Touchdown
Messaggi: 78
Iscritto il: lunedì 26 dicembre 2016, 14:27
La mia penna preferita: Aurora 88P
Il mio inchiostro preferito: Verde Waterman
Misura preferita del pennino: Medio
Località: Palermo
Sesso: Uomo

WILLIAMSON TORINO anellata blu, 1940

Messaggio da Paolo79 » mercoledì 1 febbraio 2017, 22:27

Leggo rapito i post che precedono! In altra sezione ho dato notizia di un ritrovamento analogo, identica misura ma di colore verde. Attualmente è dal.restauratore in attesa di tornare a nuova vita!

Avatar utente
nacanco
Snorkel
Snorkel
Messaggi: 174
Iscritto il: domenica 22 maggio 2016, 12:06
La mia penna preferita: Perry
Misura preferita del pennino: Fine
Località: Milano
Sesso: Uomo

WILLIAMSON TORINO anellata blu, 1940

Messaggio da nacanco » venerdì 3 febbraio 2017, 5:08

Grazie all'intervento di Paolo79 che precede il mio, ho riletto la recensione di partenza e tutti i contributi: anche se dopo un anno e più dalla pubblicazione, un grazie di cuore a Giorgio per il godibilissimo articolo e per aver così stimolato i successivi interventi. Ho passato una mezz'oretta di ottima lettura.
Più tardi cercherò anche la segnalazione della penna di Paolo79.
Buona giornata a tutti.
Michele

Rispondi