CROCKER " BLOW FILLER"

Foto e informazioni sui modelli degli altri produttori
Rispondi
lucre
Levetta
Levetta
Messaggi: 742
Iscritto il: lunedì 29 febbraio 2016, 15:10
La mia penna preferita: Una Wahl Doric prima serie
Il mio inchiostro preferito: Pelikan 4001
Misura preferita del pennino: Flessibile
Località: roma
Gender:

CROCKER " BLOW FILLER"

Messaggio da lucre »

1.JPG
2.JPG
Le foto presentano una Crocker Ink-Tite prodotta dalla Crocker Pen Company intorno al 1915, con il sistema di caricamento cosidetto blow filler, azionato dal soffio dell'utilizzatore in una sorta di tubicino in ebanite sporgente dal fondello, provocando così una compressione del serbatoio di gomma che poi nel ristendersi carica inchiostro.
3.JPG
La pubblicità dell'epoca decantava il sistema come quello " che ti lascia le mani pulite", ma io personalmente ho preferito risparmiare i polmoni e salvaguardare l'igiene, caricando la penna semplicemente svitando la sezione e stingere e rilasciare il serbatoio fra le dita.
Seth S. Crocker, cittadino americano nato nel 1849, brevettò tale sistema nel 1901 ( brevetto presente sul wiki) e a quell'anno o al successivo 1902 si è soliti riferire la data di fondazione della Crocker. Al riguardo c'è però da dire che nella nota causa fra la L.E Waterman e la A.A. Waterman , l'avvocato della A.A. Waterman, signor Bacon, dichiarò :" nel 1898-1899 noi producevamo penne per la S.S. Crocker di Boston ". Tale affermazione, riportata nella Raccolta dei Pronunciamenti della Corte Suprema Americana sembrerebbe anticipare di qualche anno l'attività della Crocker.
Del resto tutta la storia della marca non è sempre ben definita anche perché, come detto nel wiki, spesso si sovrappone a quella della S.C. Croker, azienda fondata dal figlio di Seth, Chilton, colui che negli anni venti poi produsse le magnifiche Chilton.
Come evidenziato dalle due pubblicità qui sotto, riprese dall' American Stationer del 6.10.1906 e dal Bookseller and Stationer dell'Agosto 1908 entrambe le società avevano sede in New York, all'indirizzo di Nassau Street 78-81 e probabilmente erano in stretta relazione operativa lavorando sullo stesso brevetto.
4.JPG[/attachment [attachment=6]5.jpg
La Crocker produceva penne di qualità e gli affari intorno al 1915 procedevano bene tanto che fu necessario trasferirsi in una più ampia sede al n. 163-167 di Oliver Street di Boston , in un edificio a sei piani.
Nel frattempo la Crocker aveva affiancato al sistema blow filler un nuovo sistema, dove una leva agganciata al fondello svitabile permetteva di evitare casuali spostamenti possibili nella leva tradizionale ( e di superare i brevetti già in essere ).
Purtroppo però nel 1921 la grave crisi finanziaria che si abbatté sugli USA, con un vertiginoso aumento della disoccupazione, preambolo alla crisi di fine decennio,minò le fondamenta finanziarie dell'azienda, che ricevette il colpo di grazia dall'infedeltà del duo tesoriere Edward Foster, autore di malefatte amministrative per cui fu incriminato e condannato. La società fallì ed i beni divisi fra i creditori.
La penna in presentazione è lunga 13,3 cm e si presenta ancora, benché centenaria, in una luminosa e coloratissima ebanite mottled, colorazione che rispetto alla colorazione in nero, la rende ancor più rara. Sul corpo risulta ben leggibile su due livelli la scritta " Crocker's InK- Tite/ Boston", mentre sul cappuccio, alto 6,1 cm, appare la scritta "Ink Tite" con sotto " Turn" e il profilo di una mano che indica la direzione per svitare il cappuccio.
6.JPG[/attachment [attachment=4]7.JPG
Il pennino, un F di media flessibilità, è un n.4, con adeguata cquantità di iridio e sfiatatoio a cuoricino e offre piena soddisfazione al piacere dello scrivere.
8.JPG
Nel 1924 fu effettuato un tentativo di rilancio del marchio da parte di un noto pubblicitario dell'epoca, Nicholas Zain, che lanciò sul mercato la Zain/Crocker, prodottas dalla " The Crocker Pen MFG CO", con un sistema di caricamento hatchet filler, come questa mia mod. 2S in ebanite nera riprodotta nelle prossime due foto insieme alla mottled.
9.JPG
10.JPG
Ma,per quel che so,l'iniziativa non ebbe particolare successo e non aggiunse molto alla storia della Crocker
Allegati
4.JPG
5.jpg
6.JPG
7.JPG
Avatar utente
Musicus
Collaboratore
Collaboratore
Messaggi: 2429
Iscritto il: martedì 3 dicembre 2013, 20:33
La mia penna preferita: Waterman Commando Music Nib
Il mio inchiostro preferito: Waterman Brown
Misura preferita del pennino: Flessibile
Località: Bolzano
Gender:

CROCKER " BLOW FILLER"

Messaggio da Musicus »

Grazie, Luigi, ottima presentazione di modelli rari ed estremamente interessanti tecnicamente. :clap:
Particolare la scelta di una Signora per la prima pubblicità, come a voler suggerire un contesto "tranquillo" per l'impegnativa/pericolosa (anti-igienica) procedura di ricarica. :geek:
Strana mi risulta la disposizione dei fori di aerazione sul cappuccio; bellissima l'ebanite mottled (ne ho appena presa una uguale, ma della fine degli anni Venti), ed elegantissima la sezione fino alla filettatura per il cappuccio!
Impressionante il caricamento della 2S, forse meriterebbe un approfondimento...
Bravo, Luigi, come sempre!
:wave:

Giorgio

P.s.: dovresti recuperare all'interno del testo le foto che sono "scivolate" in fondo ;)
Avatar utente
Tribbo
Crescent Filler
Crescent Filler
Messaggi: 1029
Iscritto il: lunedì 30 dicembre 2019, 15:37
La mia penna preferita: Montblanc 149 -
Il mio inchiostro preferito: Waterman Serenity Blu
Misura preferita del pennino: Extra Fine
Località: Roma
Gender:

CROCKER " BLOW FILLER"

Messaggio da Tribbo »

Ma il cannello per soffiare usciva fuori dal fusto o bisognava collegarne uno alla penna? La signora della pubblicità non si porta la penna alla bocca

Edit: …o forse si? Non capisco bene dalla foto
muristenes
Crescent Filler
Crescent Filler
Messaggi: 1102
Iscritto il: lunedì 13 maggio 2013, 22:42
La mia penna preferita: Pelikan M215
Il mio inchiostro preferito: Pelikan Edelstein Topaz
Misura preferita del pennino: Fine
Località: Cagliari

CROCKER " BLOW FILLER"

Messaggio da muristenes »

Grazie per la bella e dettagliata presentazione! :thumbup:

Sperando di fare cosa gradita ho cercato qualche pubblicità che documentasse l'esistenza della Crocker prima del 1902, tenendo fede alla dichiarazione del signor Bacon. Per il momento ho trovato solo questa:
1900-06-05 | Journal of Education Vol.52 N° 2| Pagina 46
1900-06-05 | Journal of Education Vol.52 N° 2| Pagina 46
https://babel.hathitrust.org/cgi/pt?id= ... &skin=2021

A presto e ancora congratulazioni per le penne :wave:
Avatar utente
piccardi
Fp.it Admin
Fp.it Admin
Messaggi: 12970
Iscritto il: domenica 23 novembre 2008, 18:17
La mia penna preferita: Troppe...
Misura preferita del pennino: Extra Fine
FountainPen.it 500 Forum n.: 001
Arte Italiana FP.IT M: 001
Fp.it ℵ: 001
Fp.it 霊気: 001
Località: Firenze
Contatta:

CROCKER " BLOW FILLER"

Messaggio da piccardi »

Wow, bellissima penna, e l'ebanite è splendida.
Non fate però troppo conto sul wiki, quelle pagine avrebbero bisogno di una riordinata notevole, sono state fatte parecchi anni fa, agli inizi, e credo siano emerse diverse risultanze nel frattempo (con la digitalizzazione di una caterva di archivi, allora inaccessibili). Andrebbero riviste per bene, ma nel frattempo approfitterò della foto.

Simone
PS. Per l'hatchet filler i brevetti sono in coda alla pagina relativa, https://www.fountainpen.it/Hatchet_filler ma l'immagine fa riferimento alla versione (del tutto diversa) della Holland.
Questo è un forum in italiano, per pietà evitiamo certi obbrobri linguistici:
viewtopic.php?f=19&t=3123
e per aiutare chi non trova un termine:
viewtopic.php?f=19&t=1758
kircher
Crescent Filler
Crescent Filler
Messaggi: 1282
Iscritto il: martedì 4 novembre 2014, 5:44
Località: Firenze/Venezia/Basilea

CROCKER " BLOW FILLER"

Messaggio da kircher »

Davvero interessante! Come sempre, speriamo anche nella prova di scrittura per quel pennino
lucre
Levetta
Levetta
Messaggi: 742
Iscritto il: lunedì 29 febbraio 2016, 15:10
La mia penna preferita: Una Wahl Doric prima serie
Il mio inchiostro preferito: Pelikan 4001
Misura preferita del pennino: Flessibile
Località: roma
Gender:

CROCKER " BLOW FILLER"

Messaggio da lucre »

Musicus ha scritto: giovedì 9 settembre 2021, 21:06 Grazie, Luigi, ottima presentazione di modelli rari ed estremamente interessanti tecnicamente. :clap:
Particolare la scelta di una Signora per la prima pubblicità, come a voler suggerire un contesto "tranquillo" per l'impegnativa/pericolosa (anti-igienica) procedura di ricarica. :geek:
Strana mi risulta la disposizione dei fori di aerazione sul cappuccio; bellissima l'ebanite mottled (ne ho appena presa una uguale, ma della fine degli anni Venti), ed elegantissima la sezione fino alla filettatura per il cappuccio!
Impressionante il caricamento della 2S, forse meriterebbe un approfondimento...
Bravo, Luigi, come sempre!
:wave:

Giorgio

P.s.: dovresti recuperare all'interno del testo le foto che sono "scivolate" in fondo ;)
Grazie mille Giorgio per la tua competente condivisione.
Per quanto riguarda la 2S allego un paio di foto del caricamento e del pennino che ha il riferimento a Zain per esteso, mentre su un altro paio che mi è capitato di vedere è espresso solo con una Z davanti al marchio Crocker.
DSCN5760.JPG
DSCN5761.JPG
Per quanto riguarda lo scivolamento non ti nascondo che è già la seconda volta ( la prima nel presentare una Dunn ) che ho problemi tecnici. Forse è ora che metta in preventivo di sostituire il mio ormai vecchiotto computer
Un caro saluto
Luigi
lucre
Levetta
Levetta
Messaggi: 742
Iscritto il: lunedì 29 febbraio 2016, 15:10
La mia penna preferita: Una Wahl Doric prima serie
Il mio inchiostro preferito: Pelikan 4001
Misura preferita del pennino: Flessibile
Località: roma
Gender:

CROCKER " BLOW FILLER"

Messaggio da lucre »

Tribbo ha scritto: giovedì 9 settembre 2021, 23:19 Ma il cannello per soffiare usciva fuori dal fusto o bisognava collegarne uno alla penna? La signora della pubblicità non si porta la penna alla bocca

Edit: …o forse si? Non capisco bene dalla foto
Ciao. Si, Il cannello in ebanite usciva fuori dal fusto. Furono realizzate anche Crocker che , al posto del cannello, avevano un foro convesso, ma sostanzialmente il sistema di caricamento era lo stesso.
Grazie e buona giornata
lucre
Levetta
Levetta
Messaggi: 742
Iscritto il: lunedì 29 febbraio 2016, 15:10
La mia penna preferita: Una Wahl Doric prima serie
Il mio inchiostro preferito: Pelikan 4001
Misura preferita del pennino: Flessibile
Località: roma
Gender:

CROCKER " BLOW FILLER"

Messaggio da lucre »

muristenes ha scritto: giovedì 9 settembre 2021, 23:33 Grazie per la bella e dettagliata presentazione! :thumbup:

Sperando di fare cosa gradita ho cercato qualche pubblicità che documentasse l'esistenza della Crocker prima del 1902, tenendo fede alla dichiarazione del signor Bacon. Per il momento ho trovato solo questa:
1900-06-05 - Journal of Education - Vol 52 - Num 2 - Pagina 46.jpg
https://babel.hathitrust.org/cgi/pt?id= ... &skin=2021

A presto e ancora congratulazioni per le penne :wave:
Grazie mille!! Hai fatto cosa graditissima e preziosa. Io avevo cercato inutilmente. Grazie ancora e buona giornata
Luigi
lucre
Levetta
Levetta
Messaggi: 742
Iscritto il: lunedì 29 febbraio 2016, 15:10
La mia penna preferita: Una Wahl Doric prima serie
Il mio inchiostro preferito: Pelikan 4001
Misura preferita del pennino: Flessibile
Località: roma
Gender:

CROCKER " BLOW FILLER"

Messaggio da lucre »

piccardi ha scritto: venerdì 10 settembre 2021, 1:04 Wow, bellissima penna, e l'ebanite è splendida.
Non fate però troppo conto sul wiki, quelle pagine avrebbero bisogno di una riordinata notevole, sono state fatte parecchi anni fa, agli inizi, e credo siano emerse diverse risultanze nel frattempo (con la digitalizzazione di una caterva di archivi, allora inaccessibili). Andrebbero riviste per bene, ma nel frattempo approfitterò della foto.

Simone
PS. Per l'hatchet filler i brevetti sono in coda alla pagina relativa, https://www.fountainpen.it/Hatchet_filler ma l'immagine fa riferimento alla versione (del tutto diversa) della Holland.
Grazie a te Simone per tutto quello che fai per il forum.
Luigi
lucre
Levetta
Levetta
Messaggi: 742
Iscritto il: lunedì 29 febbraio 2016, 15:10
La mia penna preferita: Una Wahl Doric prima serie
Il mio inchiostro preferito: Pelikan 4001
Misura preferita del pennino: Flessibile
Località: roma
Gender:

CROCKER " BLOW FILLER"

Messaggio da lucre »

kircher ha scritto: venerdì 10 settembre 2021, 7:45 Davvero interessante! Come sempre, speriamo anche nella prova di scrittura per quel pennino
Grazie a te per aver prestato un po' della tua attenzione ed interesse. Per quanto riguarda la prova di scrittura la mia calligrafia mortificherebbe qualsiasi pennino. Solo per non sembrarti scortese :
DSCN5792.JPG
Grazie ancora e buona giornata
Luigi
Rispondi

Torna a “Altri produttori Esteri”