Numerazione TIbaldi del dopoguerra.

Note storiche sulle penne stilografiche e sui loro produttori. Aneddoti e curiosità.
Rispondi
Avatar utente
piccardi
Fp.it Admin
Fp.it Admin
Messaggi: 13931
Iscritto il: domenica 23 novembre 2008, 18:17
La mia penna preferita: Troppe...
Misura preferita del pennino: Extra Fine
FountainPen.it 500 Forum n.: 001
Arte Italiana FP.IT M: 001
Fp.it ℵ: 001
Fp.it 霊気: 001
Località: Firenze
Contatta:

Numerazione TIbaldi del dopoguerra.

Messaggio da piccardi »

Riprendo un tema emerso in questa discussione:

viewtopic.php?f=8&t=25411

per chiedere un aiuto da parte dei fortunati possessori di Tibaldi prodotte nel dopoguerra, come la 20-L illustrata nella discussione citata.

Come emerso in quella discussione, queste penne portano stampigliato sul fusto un numero nella forma D-XXXX (per ora ho recuperato solo penne con 4 cifre ed iniziati per D, ma ... ) il cui significato è oscuro.

Al momento io sono riuscito a reperire soltanto altre due altre penne, una Tibaldi lady, che riporta il numero D-8393:

Immagine

ed una Trasp.M che riporta il numero il numero D-2333:

Immagine

cosa che, avendo la 20-L il numero D-6373, fa pensare anzitutto alla possibile esistenza di un D-4353.

Da tutto ciò una richiesta di aiuto: chi possiede di queste penne, può verificare che numero riportano? Anche una conferma dei due numeri precedenti sarebbe utile (io li ho visti solo su due esemplari singoli, sulla 20-L sembrano gli stessi per tutte, ma non è detto sia così per le altre). E ovviamente ogni nuovo numero associato ad un altro modello sarebbe comunque una informazione interessante che potrebbe aiutare a fare un po' di luce su questa numerazione assai poco chiara.

Simone
Questo è un forum in italiano, per pietà evitiamo certi obbrobri linguistici:
viewtopic.php?f=19&t=3123
e per aiutare chi non trova un termine:
viewtopic.php?f=19&t=1758
Avatar utente
netosaf
Vacumatic
Vacumatic
Messaggi: 796
Iscritto il: giovedì 31 dicembre 2015, 9:04
La mia penna preferita: Omas extra lucens
Il mio inchiostro preferito: tutti i blue
Misura preferita del pennino: Flessibile
Fp.it 霊気: 054
Località: Pistoia
Gender:

Numerazione TIbaldi del dopoguerra.

Messaggio da netosaf »

Buongiorno,
io ho tre Tibaldi. Due portano quella serie D - XXXX

Tibaldy Lady D-8393
tibaldy lady.jpg


Tibaldi Trasp. M. D-2333 (che non ha un pennino Rover 585 che non so se è stato sostituito oppure se queste penne scolastiche montavano questi pennini))
Tibaldi trasparente.jpg


Tibaldi Infrangibile (tra l'altro di una celluloide spettacolare che non riporta nessuna sigla oltre la scritta INFRANGIBILE)
tibaldi infrangibile.jpg

stefano
Si chiama penna. È come una stampante, collegata direttamente al mio cervello.
(Dale Dauten)
Avatar utente
piccardi
Fp.it Admin
Fp.it Admin
Messaggi: 13931
Iscritto il: domenica 23 novembre 2008, 18:17
La mia penna preferita: Troppe...
Misura preferita del pennino: Extra Fine
FountainPen.it 500 Forum n.: 001
Arte Italiana FP.IT M: 001
Fp.it ℵ: 001
Fp.it 霊気: 001
Località: Firenze
Contatta:

Numerazione TIbaldi del dopoguerra.

Messaggio da piccardi »

netosaf ha scritto: giovedì 11 novembre 2021, 6:11 io ho tre Tibaldi. Due portano quella serie D - XXXX
Tibaldy Lady D-8393
Grazie, questa mi conferma che anche per la Lady il numero è lo stesso indipendentemente dal fatto che la penna sia a pennino carenato (come questa) o aperto (come quella che ho potuto fotografare).
netosaf ha scritto: giovedì 11 novembre 2021, 6:11 Tibaldi Trasp. M. D-2333 (che non ha un pennino Rover 585 che non so se è stato sostituito oppure se queste penne scolastiche montavano questi pennini))
E anche questa conferma l'invarianza del numero, stavolta è la tua a pennino aperto e quella che ho fotografato io carenato.
netosaf ha scritto: giovedì 11 novembre 2021, 6:11 Tibaldi Infrangibile (tra l'altro di una celluloide spettacolare che non riporta nessuna sigla oltre la scritta INFRANGIBILE)
Queste per quanto ne so non avevano stampigliature col numero, però almeno su alcune pubblicità le versioni base a 2 verette venivano idendicate come Mod. 20. Ma credo che la numerazione D-XXXX sia solo su quelle del dopoguerra.

Simone
Questo è un forum in italiano, per pietà evitiamo certi obbrobri linguistici:
viewtopic.php?f=19&t=3123
e per aiutare chi non trova un termine:
viewtopic.php?f=19&t=1758
Avatar utente
piccardi
Fp.it Admin
Fp.it Admin
Messaggi: 13931
Iscritto il: domenica 23 novembre 2008, 18:17
La mia penna preferita: Troppe...
Misura preferita del pennino: Extra Fine
FountainPen.it 500 Forum n.: 001
Arte Italiana FP.IT M: 001
Fp.it ℵ: 001
Fp.it 霊気: 001
Località: Firenze
Contatta:

Numerazione TIbaldi del dopoguerra.

Messaggio da piccardi »

Un aggiornamento.
Grazie anche alle indicazioni di muristenes e ricerche su Internet, l'elenco dei numeri si è allungato un po', e siamo arrivati a identificare:

D-1323 -> Tibaldi C-52
D-2333 -> Tibaldi Trasp.M
D-4353 -> Tibaldi Trasp.O
D-5363 -> Tibaldi 20-O
D-6373 -> Tibaldi 20-L
D-8393 -> Tibaldi Lady

Mancano all'appello della serie D-n3(n+1)3 (che per ora sembra essere la regola della numerazione) i numeri D-3343 e D-7383. Tutti i dati comunque sono stati raccolti su questa pagina del wiki:

https://www.fountainpen.it/Numerazione_Tibaldi

dove si sono anche messe, laddove disponibili, le foto delle stampigliature, le foto delle penne possono essere trovate (quelle disponibili) nelle relative pagine (che comunque per ora fanno riferimento tutte a https://www.fountainpen.it/Produzione_finale_Tibaldi).

Simone
Questo è un forum in italiano, per pietà evitiamo certi obbrobri linguistici:
viewtopic.php?f=19&t=3123
e per aiutare chi non trova un termine:
viewtopic.php?f=19&t=1758
Avatar utente
piccardi
Fp.it Admin
Fp.it Admin
Messaggi: 13931
Iscritto il: domenica 23 novembre 2008, 18:17
La mia penna preferita: Troppe...
Misura preferita del pennino: Extra Fine
FountainPen.it 500 Forum n.: 001
Arte Italiana FP.IT M: 001
Fp.it ℵ: 001
Fp.it 霊気: 001
Località: Firenze
Contatta:

Numerazione TIbaldi del dopoguerra.

Messaggio da piccardi »

Ulteriore aggiornamento, quando la regola sembrava individuata e stavo iniziando a fare elucubrazioni sul possibile significato della numerazione D-n3(n+1)3 la realtà è crudelmente intervenuta per farmi abbassare la cresta ed è saltato fuori un codice che non c'entra nulla con lo schema precedente.

Di nuovo grazie alle indicazioni di muristenes (ed al ritrovamento dello stesso numero su un esemplare della penna) è emersa una numerazione completamente diversa, che continua a seguire lo schema del D-qualcosa, ma non più 4 cifre, e senza una apparente, almeno per me, possibile estensione delle precedenti. Sul modello Tibaldi 26-L (una versione più grande della 20-L) infatti si trova la numerazione D-65-001.

La nebbia che pareva diradarsi si infittisce ancor di più...

Simone
Questo è un forum in italiano, per pietà evitiamo certi obbrobri linguistici:
viewtopic.php?f=19&t=3123
e per aiutare chi non trova un termine:
viewtopic.php?f=19&t=1758
riccardo50
Converter
Converter
Messaggi: 3
Iscritto il: lunedì 1 agosto 2022, 16:06

Numerazione TIbaldi del dopoguerra.

Messaggio da riccardo50 »

Salve,
non sono un collezionista ma possiedo una Tibaldi serie extra lusso C52-D1323.
Vi allego le foto e se vi può servire contattatemi.
Allegati
20220801_155550.jpg
20220801_155638.jpg
20220801_155805.jpg
20220801_155842.jpg
Avatar utente
piccardi
Fp.it Admin
Fp.it Admin
Messaggi: 13931
Iscritto il: domenica 23 novembre 2008, 18:17
La mia penna preferita: Troppe...
Misura preferita del pennino: Extra Fine
FountainPen.it 500 Forum n.: 001
Arte Italiana FP.IT M: 001
Fp.it ℵ: 001
Fp.it 霊気: 001
Località: Firenze
Contatta:

Numerazione TIbaldi del dopoguerra.

Messaggio da piccardi »

E' una penna interessante, una domanda, la tua ha il pennino ordinario o il pennino coperto?

Simone
Questo è un forum in italiano, per pietà evitiamo certi obbrobri linguistici:
viewtopic.php?f=19&t=3123
e per aiutare chi non trova un termine:
viewtopic.php?f=19&t=1758
riccardo50
Converter
Converter
Messaggi: 3
Iscritto il: lunedì 1 agosto 2022, 16:06

Numerazione TIbaldi del dopoguerra.

Messaggio da riccardo50 »

Ha il pennino in oro ed e' coperto
Ho comunque una documentazione fotografica dell'anno 1968 in cui si vede chiaramente la penna nel tascino della giacca di nio nonno.
Rispondi

Torna a “Storia e Produttori”