Montblanc 145 con inchiostro Montblanc permanent blue

Tecniche e consigli per l'uso, la manutenzione e la riparazione delle penne stilografiche.
dom28dom
Snorkel
Snorkel
Messaggi: 101
Iscritto il: lunedì 28 gennaio 2013, 22:38
La mia penna preferita: Quella che ancora non ho
Il mio inchiostro preferito: Quello che non rovina le penne
Misura preferita del pennino: Medio
Località: Potenza

Montblanc 145 con inchiostro Montblanc permanent blue

Messaggio da dom28dom »

http://forum.fountainpen.it/download/fi ... =25801&t=1
Ho trovato questo nel forum... penso proprio che il Permanent Blue possa essere definito catrame. Quando è successo il danno ho scritto anche a Montblanc che mi ha detto di mandarla in assistenza, però a me scoccia rimanere senza la penna che uso di più per molto tempo. Oltretutto mi hanno pure detto che mi informavano dei costi del lavoro. Della serie dopo aver fatto il danno con il loro inchiostro dovrei pure pagare? :sick:
Comunque voi dite che con l'ammoniaca non si rischia di danneggiare qualcosa?

Avatar utente
Pettirosso
Crescent Filler
Crescent Filler
Messaggi: 1415
Iscritto il: martedì 6 novembre 2012, 21:54
La mia penna preferita: Aurora, per tradizione
Il mio inchiostro preferito: Aurora blu
Misura preferita del pennino: Fine
Località: Traves (TO)
Sesso:

Montblanc 145 con inchiostro Montblanc permanent blue

Messaggio da Pettirosso »

Chissà quei nanerottoli (i pigmenti) dove sono andati a fissarsi...
Appena era uscito questo inchiostro, un paio di anni fa, preso dall'entusiamo (e confidando nel marchio) ne avevo acquistato un calamaio. Poi ho iniziato a leggere le prime impressioni e non l'ho mai usato.
Comunque, se tutto quello che ti ha suggerito Maruska non ha funzionato, prova con qualche goccia di ammoniaca: effetti collaterali non ne conosco (a parte il cattivo odore). Ci sarebbe anche la candeggina (ipoclorito di sodio), ma qui sì che occorre fare attenzione all'effetto pesantemente corrosivo, su una MB non te lo consiglierei.
In realtà si va per tentativi: si tratta, in buona sostanza, di liberare i canaletti dell'alimentatore ed il pennino dalle incrostazioni dei nanopigmenti, su una penna a cartuccia non c'è altro (per fortuna).
Usare gli ultrasuoni sul gruppo pennino/alimentatore in un bagno di acqua e ammoniaca?
Separare i due pezzi e poi spazzolare con un vecchio spazzolino per denti usando ammoniaca in soluzione?
Se qualcuno ha esperienza sui nanopigmenti... Io personalmente, dopo quanto ho letto sul MB, per gli inchiostri indelebili sono tornato ai vecchi ferrogallici (almeno so come gestirli).

Avatar utente
Stilo80
Levetta
Levetta
Messaggi: 529
Iscritto il: venerdì 8 giugno 2018, 9:11
La mia penna preferita: Troppe
Il mio inchiostro preferito: Troppi
Misura preferita del pennino: Broad
Località: Milano
Contatta:

Montblanc 145 con inchiostro Montblanc permanent blue

Messaggio da Stilo80 »

Buono a sapersi stavo per comprarlo e le recensioni del Noodle's mi hanno fatto cambiare strada.

Hai provato a sottoporre la sezione a un giro di lavatrice idrodinamica a flusso controllato?

dom28dom
Snorkel
Snorkel
Messaggi: 101
Iscritto il: lunedì 28 gennaio 2013, 22:38
La mia penna preferita: Quella che ancora non ho
Il mio inchiostro preferito: Quello che non rovina le penne
Misura preferita del pennino: Medio
Località: Potenza

Montblanc 145 con inchiostro Montblanc permanent blue

Messaggio da dom28dom »

La mia preoccupazione infatti è legata proprio alla presenza dei nano pigmenti che chissà dove sono andati a finire. Comunque, durante le prove di scrittura, ho notato che la penna si blocca quando tendo a sottolineare molto e quindi a fare delle linee orizzontali continue. Invece, quando scrivo normalmente la penna tende, anche se con flusso minore rispetto a quanto ne aveva prima di aver caricato il Permanent Blue, a funzionare quasi normalmente.
In ogni caso, ad ora, dopo più di un giorno di ammollo non ho notato nel bicchiere nessuna traccia blu ed ho ripetuto i lavaggi con il converter anche più volte.

Avatar utente
Stilo80
Levetta
Levetta
Messaggi: 529
Iscritto il: venerdì 8 giugno 2018, 9:11
La mia penna preferita: Troppe
Il mio inchiostro preferito: Troppi
Misura preferita del pennino: Broad
Località: Milano
Contatta:

Montblanc 145 con inchiostro Montblanc permanent blue

Messaggio da Stilo80 »

A costo di ripetermi, val la pena realizzare u a lavatrice per stilografiche, costo quasi nullo è più semplice di quel che sembri. Se ce l'ho fatta io credo riesca a farla chiunque.... In quel caso avresti una pressione in uscita costante che il soffio o la peretta di gomma non potranno mai darti.

Avatar utente
Pettirosso
Crescent Filler
Crescent Filler
Messaggi: 1415
Iscritto il: martedì 6 novembre 2012, 21:54
La mia penna preferita: Aurora, per tradizione
Il mio inchiostro preferito: Aurora blu
Misura preferita del pennino: Fine
Località: Traves (TO)
Sesso:

Montblanc 145 con inchiostro Montblanc permanent blue

Messaggio da Pettirosso »

Dom28dom: Più che normale questo comportamento, conforta quello che penso io: parziale ostruzione. Le MB sono penne dal flusso notoriamente abbondante, una giapponese sarebbe stata irrimediabilmente inchiodata. Quando tu la usi normalmente ce la fa ancora, quando "acceleri al massimo" (sottolineatura) non più.
Stilo80: La lavatrice è un vero toccasana anche per sturare penne totalmente ostruite, ma in questo caso temo che servirebbe a poco. Dipende da cosa ha causato l'ostruzione: se causata da particelle in sospensione nell'inchiostro (come quello di china) non è efficace, semplicemente perché le particelle non sono idrosolubili. Anche i nanopigmenti dovrebbero essere tali, altrimenti a che servirebbero? Il problema è che, a quanto pare, oltre che fissarsi sulla cellulosa (che sarebbe il loro compito), si fissano anche su plastica ed ebanite, e qui nascono i problemi.
Per questo mi permettevo di suggerire un'azione in qualche modo meccanica (ultrasuoni o spazzolino).
Quasi certamente anche i nanopigmenti possono venire rimossi chimicamente (che sarebbe l'ideale: acqua + sostanza X); ma quale sostanza è in grado di farlo senza danneggiare anche plastica, ebanite ed eventualmente oro o acciaio?
Queste sono mie personali riflessioni da profano, ovviamente, ed in quanto tali valgono. Come ho già scritto, con queste diavolerie moderne non ci ho mai bazzicato.

Avatar utente
HoodedNib
Stantuffo
Stantuffo
Messaggi: 2041
Iscritto il: venerdì 16 marzo 2018, 17:39
La mia penna preferita: Quella che non ho provato
Il mio inchiostro preferito: Noodler's Black, al momento
Misura preferita del pennino: Extra Fine
Sesso:

Montblanc 145 con inchiostro Montblanc permanent blue

Messaggio da HoodedNib »

Pettirosso ha scritto:
sabato 11 agosto 2018, 11:33
Dom28dom: Più che normale questo comportamento, conforta quello che penso io: parziale ostruzione. Le MB sono penne dal flusso notoriamente abbondante, una giapponese sarebbe stata irrimediabilmente inchiodata. Quando tu la usi normalmente ce la fa ancora, quando "acceleri al massimo" (sottolineatura) non più.
Stilo80: La lavatrice è un vero toccasana anche per sturare penne totalmente ostruite, ma in questo caso temo che servirebbe a poco. Dipende da cosa ha causato l'ostruzione: se causata da particelle in sospensione nell'inchiostro (come quello di china) non è efficace, semplicemente perché le particelle non sono idrosolubili. Anche i nanopigmenti dovrebbero essere tali, altrimenti a che servirebbero? Il problema è che, a quanto pare, oltre che fissarsi sulla cellulosa (che sarebbe il loro compito), si fissano anche su plastica ed ebanite, e qui nascono i problemi.
Per questo mi permettevo di suggerire un'azione in qualche modo meccanica (ultrasuoni o spazzolino).
Quasi certamente anche i nanopigmenti possono venire rimossi chimicamente (che sarebbe l'ideale: acqua + sostanza X); ma quale sostanza è in grado di farlo senza danneggiare anche plastica, ebanite ed eventualmente oro o acciaio?
Queste sono mie personali riflessioni da profano, ovviamente, ed in quanto tali valgono. Come ho già scritto, con queste diavolerie moderne non ci ho mai bazzicato.
A meno che i pigmenti non siano di carbonio, in qual caso la sostanza X sarebbe difficile da trovare e rimarrebbe solo l'azione meccanica
“Ankh-Morpork had dallied with many forms of government and had ended up with that form of democracy known as One Man, One Vote. The Patrician was the Man; he had the Vote.”

Avatar utente
ASTROLUX
Crescent Filler
Crescent Filler
Messaggi: 1985
Iscritto il: sabato 21 aprile 2018, 12:18
La mia penna preferita: La prossima
Il mio inchiostro preferito: Il prossimo
Località: Napoli
Sesso:

Montblanc 145 con inchiostro Montblanc permanent blue

Messaggio da ASTROLUX »

Ci sono anche prodotti specifici, che non costano eccessivamente.
https://www.youtube.com/watch?v=xgzTXjMzqA0

Avatar utente
HoodedNib
Stantuffo
Stantuffo
Messaggi: 2041
Iscritto il: venerdì 16 marzo 2018, 17:39
La mia penna preferita: Quella che non ho provato
Il mio inchiostro preferito: Noodler's Black, al momento
Misura preferita del pennino: Extra Fine
Sesso:

Montblanc 145 con inchiostro Montblanc permanent blue

Messaggio da HoodedNib »

ASTROLUX ha scritto:
sabato 11 agosto 2018, 12:41
Ci sono anche prodotti specifici, che non costano eccessivamente.
https://www.youtube.com/watch?v=xgzTXjMzqA0
vero, non sono specifici per i nanopigmenti ma volendo un tentativo non costa (anche se alla fine sono una variante di acqua,sapone ed ammoniaca)
“Ankh-Morpork had dallied with many forms of government and had ended up with that form of democracy known as One Man, One Vote. The Patrician was the Man; he had the Vote.”

Maruska
Stantuffo
Stantuffo
Messaggi: 2319
Iscritto il: lunedì 11 agosto 2014, 22:49
La mia penna preferita: Pilot Capless
Il mio inchiostro preferito: Bleu Nuit J. Herbin
Misura preferita del pennino: Fine
Località: imperia (provincia)
Sesso:

Montblanc 145 con inchiostro Montblanc permanent blue

Messaggio da Maruska »

che dite di provare con la Coca-Cola? è un ottimo disincrostante
Maruska
L’egoismo non consiste nel vivere come ci pare ma nell’esigere che gli altri vivano come pare a noi.
(Oscar Wilde)

Avatar utente
ASTROLUX
Crescent Filler
Crescent Filler
Messaggi: 1985
Iscritto il: sabato 21 aprile 2018, 12:18
La mia penna preferita: La prossima
Il mio inchiostro preferito: Il prossimo
Località: Napoli
Sesso:

Montblanc 145 con inchiostro Montblanc permanent blue

Messaggio da ASTROLUX »

Se si ha a disposizione una stilo cinese da 2 spiccioli, la si carica con l'inchiostro indelebile e si sperimentano varie tecniche di pulizia...non ultimo lo sgrassante per cucina tipo chantecler.

Avatar utente
Stilo80
Levetta
Levetta
Messaggi: 529
Iscritto il: venerdì 8 giugno 2018, 9:11
La mia penna preferita: Troppe
Il mio inchiostro preferito: Troppi
Misura preferita del pennino: Broad
Località: Milano
Contatta:

Montblanc 145 con inchiostro Montblanc permanent blue

Messaggio da Stilo80 »

Maruska ha scritto:
sabato 11 agosto 2018, 14:01
che dite di provare con la Coca-Cola? è un ottimo disincrostante
Però con occhiali spessi scuri e urlando "si può fareee".

Scherzi a parte passo indietro rispetto ai veterani del forum, di certo hanno visto più "pazienti" del sottoscritto. ;) vada per i mezzi meccanici dunque!

Per la coca cola dipende, magari ti ritrovi col design della skeleton ed avrai un pezzo unico veramente...

Perdonate l'humor irriverente da prolungata esposizione al sole cocente in realtà sono vicino a chi trema in questo momento per la sua non tanto piccola penna di lusso.

Maruska
Stantuffo
Stantuffo
Messaggi: 2319
Iscritto il: lunedì 11 agosto 2014, 22:49
La mia penna preferita: Pilot Capless
Il mio inchiostro preferito: Bleu Nuit J. Herbin
Misura preferita del pennino: Fine
Località: imperia (provincia)
Sesso:

Montblanc 145 con inchiostro Montblanc permanent blue

Messaggio da Maruska »

Stilo80 ha scritto:
sabato 11 agosto 2018, 15:45
Maruska ha scritto:
sabato 11 agosto 2018, 14:01
che dite di provare con la Coca-Cola? è un ottimo disincrostante
Però con occhiali spessi scuri e urlando "si può fareee".

Scherzi a parte passo indietro rispetto ai veterani del forum, di certo hanno visto più "pazienti" del sottoscritto. ;) vada per i mezzi meccanici dunque!

Per la coca cola dipende, magari ti ritrovi col design della skeleton ed avrai un pezzo unico veramente...

Perdonate l'humor irriverente da prolungata esposizione al sole cocente in realtà sono vicino a chi trema in questo momento per la sua non tanto piccola penna di lusso.
sì è vero, il proprietario della Montblanc non si sta divertendo molto :roll:
Maruska
L’egoismo non consiste nel vivere come ci pare ma nell’esigere che gli altri vivano come pare a noi.
(Oscar Wilde)

dom28dom
Snorkel
Snorkel
Messaggi: 101
Iscritto il: lunedì 28 gennaio 2013, 22:38
La mia penna preferita: Quella che ancora non ho
Il mio inchiostro preferito: Quello che non rovina le penne
Misura preferita del pennino: Medio
Località: Potenza

Montblanc 145 con inchiostro Montblanc permanent blue

Messaggio da dom28dom »

Infatti, l'idea della skeleton non mi dispiace per niente!! :D :D :D
Comunque, oggi, dopo aver notato che dopo due giorni praticamente non si muoveva nulla, ho proceduto ad una primissima rimozione meccanica dei pigmenti. Come? Con uno stuzzicadenti per i lati dei rebbi lungo l'alimentatore (e qualcosa è venuto via) e con un po' di filo interdentale di quello sottile tra pennino ed alimentatore. La situazione è leggermente migliorata, però quando la penna è sotto stress (come la sottlineatura), il problema del blocco del flusso si ripropone. Forse la soluzione migliore sarebbe quella di disassemblare il gruppo pennino e procedere con una pulizia manuale delle parti. Il fatto è che non so proprio come si faccia ed ho paura di creare danni! A questo punto rimpiango le mie varie Pelikan e anche la Lamy 2000 che si fa pezzi pezzi!!

Avatar utente
ASTROLUX
Crescent Filler
Crescent Filler
Messaggi: 1985
Iscritto il: sabato 21 aprile 2018, 12:18
La mia penna preferita: La prossima
Il mio inchiostro preferito: Il prossimo
Località: Napoli
Sesso:

Montblanc 145 con inchiostro Montblanc permanent blue

Messaggio da ASTROLUX »

dom28dom ha scritto:
sabato 11 agosto 2018, 18:54
Infatti, l'idea della skeleton non mi dispiace per niente!! :D :D :D
Comunque, oggi, dopo aver notato che dopo due giorni praticamente non si muoveva nulla, ho proceduto ad una primissima rimozione meccanica dei pigmenti. Come? Con uno stuzzicadenti per i lati dei rebbi lungo l'alimentatore (e qualcosa è venuto via) e con un po' di filo interdentale di quello sottile tra pennino ed alimentatore. La situazione è leggermente migliorata, però quando la penna è sotto stress (come la sottlineatura), il problema del blocco del flusso si ripropone. Forse la soluzione migliore sarebbe quella di disassemblare il gruppo pennino e procedere con una pulizia manuale delle parti. Il fatto è che non so proprio come si faccia ed ho paura di creare danni! A questo punto rimpiango le mie varie Pelikan e anche la Lamy 2000 che si fa pezzi pezzi!!
Vista la tua esperienza, la mia MB146 un inchiostro permanente non lo vede neanche per sogno.
Il Koh-I-Noor che ho preso finirà dentro la Jinhao 500. Si intaserà? Pazienza finirà nella riciclabile.

Rispondi

Torna a “Tecnica e riparazioni”