Pelikan Level

Le recensioni: impressioni d'uso e valutazioni direttamente dagli utenti
Mikeomas
Touchdown
Touchdown
Messaggi: 63
Iscritto il: lunedì 23 aprile 2018, 20:22
La mia penna preferita: Omas Extra
Il mio inchiostro preferito: Quink Parker Black
Misura preferita del pennino: Medio
Località: Casamarciano (Na)
Sesso:

Pelikan Level

Messaggio da Mikeomas » mercoledì 9 maggio 2018, 22:06

Ciao a tutti
qualcuno ha visto questa penna PELLIKAN LEVEL?
Penna economica con inchiostro a corredo con ricarica dalla parte superiore della penna.
Cioè non dal pennino ma dal fusto.
Scusate sono nuov del forum e sicuramente non riesco a farmi capire. :lol: :lol: :lol: :lol: :lol:
Immagine
Allegati
LEVEL.jpg
LEVEL.jpg (6.29 KiB) Visto 574 volte

Mikeomas
Touchdown
Touchdown
Messaggi: 63
Iscritto il: lunedì 23 aprile 2018, 20:22
La mia penna preferita: Omas Extra
Il mio inchiostro preferito: Quink Parker Black
Misura preferita del pennino: Medio
Località: Casamarciano (Na)
Sesso:

Pelikan Level

Messaggio da Mikeomas » mercoledì 9 maggio 2018, 22:11

Ecco si carica così
LEVEL2.jpg

Avatar utente
zoniale
Crescent Filler
Crescent Filler
Messaggi: 1050
Iscritto il: domenica 16 ottobre 2016, 13:48
La mia penna preferita: Tutte, troppe, anni '40 - '60
Il mio inchiostro preferito: turchese
Località: Varese
Sesso:

Pelikan Level

Messaggio da zoniale » mercoledì 9 maggio 2018, 22:48

Quella della foto è una Level 65, destinata ad un pubblico di teenagers. La level è stata prodotta dal 1996 al 2001. Non fu un successo commerciale, malgrado il suo innovativo sistema di carica.

La capacità d'inchiostro della penna era circa tre volte superiore a quella di un normale riempimento a pistone e cinque volte a quella di una cartuccia d'inchiostro. Il serbatoio si riempiva utilizzando una bottiglia d'inchiostro speciale con un sistema di valvole.

"L'intero fusto della Level funge da serbatoio. Più vicino al pennino è il serbatoio di scrittura, che è separato da una valvola dal resto del serbatoio di stoccaggio. Una separazione del serbatoio di riserva e del serbatoio di scrittura era necessaria per garantire uno sfiato sicuro del serbatoio tramite il sistema di alimentazione dell'inchiostro.
Ruotando la rotella della valvola all'estremità del supporto si apre questo blocco e nuovo inchiostro può quindi fluire dal serbatoio di stoccaggio al serbatoio di scrittura. Tecnicamente la meccanica dei modelli a due livelli L65 e L5 è la stessa. Ma a causa della lunghezza complessiva un po 'più grande della L5, l'asta tra il pomello della valvola e la valvola è anche un po' più lunga.
Sfortunatamente la linea Level non ha soddisfatto le aspettative di Pelikan, e quindi la produzione è cessata nel 2001."

Dal solito pelikan-collectibles.de

E comunque la penna si carica si dal didietro, ma girando tutto l'accrocchio con il pennino in giu e facendo poi pressione dal calamaio per aprire l'apposita valvola.
Michele

Avatar utente
ricart
Snorkel
Snorkel
Messaggi: 203
Iscritto il: venerdì 18 agosto 2017, 14:05
La mia penna preferita: PELIKAN 120
Il mio inchiostro preferito: ADESSO J.HERBIN BLEU-NUIT
Misura preferita del pennino: Fine
Fp.it Vera: 054
Località: PROVINCIA DI UDINE
Sesso:

Pelikan Level

Messaggio da ricart » mercoledì 9 maggio 2018, 23:03

Salve,ho una Level da parecchi anni e ho sempre apprezzato il pennino molto scorrevole dal tratto abbastanza sottile.Il caricamento avviene solamente con l'apposita boccetta con l'effetto pompa e questo non è un problema grave perchè la stessa si può aprire e sostituire il tipo di inchiostro. Il vero problema è quando uno decide di cambiare l'inchiostro caricato e/o finito. La penna non è come una a stantuffo,converter o cartuccia,una volta riempita non rimane che finire la carica.Il serbatoio è molto capiente e quindi anche con uso intenso ne passa di tempo.Anche togliendo il pennino non c'è modo di scaricarla.L'unico modo è togliere il meccanismo/valvola di apertura e chiusura per il carico e sfilare il tutto.Per farlo mi sono costruito un'apposita forcella per poter premere contemporaneamente i due bottoncini laterali e far rientrare i due perni che costituiscono i blocchi.La forcella l'ho ricavata dalla molla di un molletta per appendere la biancheria ad asciugare.Il problema non sussiste se uno decide di usare lo stesso inchiostro per tutta la vita e non lavarla mai.Penso che il poco successo delle Level (questo modello e il successivo) sia dovuto a questa difficoltà di cambio inchiostro e lavaggio della penna.
Mandi da Ricart

Avatar utente
maxpop 55
Tecnico
Tecnico
Messaggi: 9747
Iscritto il: venerdì 17 agosto 2012, 19:24
La mia penna preferita: perché una sola?
Il mio inchiostro preferito: Aurora BlacK
Misura preferita del pennino: Medio
FountainPen.it 500 Forum n.: 029
Fp.it ℵ: 016
Fp.it 霊気: 009
Fp.it Vera: 107
Località: Portici (NA)
Sesso:

Pelikan Level

Messaggio da maxpop 55 » giovedì 10 maggio 2018, 8:52

Somiglia al sistema di carica della Parker 61, questo era per capillarità ma non ha avuto successo, per la bassa capienza del serbatoio e la fragilità del meccanismo, anche se era semplice caricarla/scaricarla.
Questo della Pelikan più efficiente, che permette una carica di una notevole quantità d'inchiostro e meccanismo più robusto ma con difficoltà per scaricare l'inchiostro.
Secondo me essendo una penna economica probabilmente non hanno valutato troppo il problema dello scarico dell' l'inchiostro che è più usato su penne non economiche.
Peccato sarebbe stato un bel sistema da usare su penne di qualità se perfezionato.
Il valore di una stilografica non dipende dal costo, ma dal valore che noi le diamo.

Mikeomas
Touchdown
Touchdown
Messaggi: 63
Iscritto il: lunedì 23 aprile 2018, 20:22
La mia penna preferita: Omas Extra
Il mio inchiostro preferito: Quink Parker Black
Misura preferita del pennino: Medio
Località: Casamarciano (Na)
Sesso:

Pelikan Level

Messaggio da Mikeomas » giovedì 10 maggio 2018, 16:12

Grazie per tutti questi utili dati :clap:
Ricart puoi mettere qualche foto per mostrare come si smonta?
Io per adesso la sto usando ma poi la voglio far riposare :D
Grazie

Avatar utente
ricart
Snorkel
Snorkel
Messaggi: 203
Iscritto il: venerdì 18 agosto 2017, 14:05
La mia penna preferita: PELIKAN 120
Il mio inchiostro preferito: ADESSO J.HERBIN BLEU-NUIT
Misura preferita del pennino: Fine
Fp.it Vera: 054
Località: PROVINCIA DI UDINE
Sesso:

Pelikan Level

Messaggio da ricart » giovedì 10 maggio 2018, 17:29

Devo trovare un po' di tempo,forse sabato,per domenica senz'altro.
Mandi

Avatar utente
Siberia
Levetta
Levetta
Messaggi: 744
Iscritto il: martedì 10 febbraio 2009, 20:34
La mia penna preferita: Quelle in celluloide
Il mio inchiostro preferito: Aurora Nero, Pelikan Blu-Black
Misura preferita del pennino: Medio
Località: L'Aquila-Pescara
Sesso:

Pelikan Level

Messaggio da Siberia » giovedì 10 maggio 2018, 17:53

Interessante penna... chiedo: è tutta in plastica? Grazie
Luca (renitente alla sfera, sempre)

Mikeomas
Touchdown
Touchdown
Messaggi: 63
Iscritto il: lunedì 23 aprile 2018, 20:22
La mia penna preferita: Omas Extra
Il mio inchiostro preferito: Quink Parker Black
Misura preferita del pennino: Medio
Località: Casamarciano (Na)
Sesso:

Pelikan Level

Messaggio da Mikeomas » giovedì 10 maggio 2018, 18:23

Ciao Siberia
Si è tutta in plastica..............o almeno credo :D :D :D

Mikeomas
Touchdown
Touchdown
Messaggi: 63
Iscritto il: lunedì 23 aprile 2018, 20:22
La mia penna preferita: Omas Extra
Il mio inchiostro preferito: Quink Parker Black
Misura preferita del pennino: Medio
Località: Casamarciano (Na)
Sesso:

Pelikan Level

Messaggio da Mikeomas » giovedì 10 maggio 2018, 18:39

Mi spiego meglio. A parere mio è plastica ma non ho abbastanza esperienza in merito per dirti precisamente di che materiale parliamo.
Ecco :D

Avatar utente
ricart
Snorkel
Snorkel
Messaggi: 203
Iscritto il: venerdì 18 agosto 2017, 14:05
La mia penna preferita: PELIKAN 120
Il mio inchiostro preferito: ADESSO J.HERBIN BLEU-NUIT
Misura preferita del pennino: Fine
Fp.it Vera: 054
Località: PROVINCIA DI UDINE
Sesso:

Pelikan Level

Messaggio da ricart » giovedì 10 maggio 2018, 21:45

Si il materiale è plastica
01.JPG
il corpo è trasparente e permette di controllare il livello dell'inchiostro e fa vedere il meccanismo interno e il suo movimento
05.JPG
06.JPG
questo è "l'attrezzo" usato per schiacciare contemporaneamente i due bottoncini che bloccano la valvola di carico
04.JPG
i due punti da schiacciare sono questi,il dischetto bianco
02.JPG
e quello scuro
03.JPG
l'operazione non è difficile ma presenta qualche difficoltà perchè con una mano devi sostenere la penna e schiacciare la molla, con l'altra devi estrarre il meccanismo.In due è molto più facile.
Con più calma farò delle foto per farvi vedere la sequenza. Il pennino si sfila tirando avendo un inserimento a baionetta.
Mandi da Ricart

Avatar utente
Siberia
Levetta
Levetta
Messaggi: 744
Iscritto il: martedì 10 febbraio 2009, 20:34
La mia penna preferita: Quelle in celluloide
Il mio inchiostro preferito: Aurora Nero, Pelikan Blu-Black
Misura preferita del pennino: Medio
Località: L'Aquila-Pescara
Sesso:

Pelikan Level

Messaggio da Siberia » giovedì 10 maggio 2018, 21:52

Fantastica! :thumbup:
Luca (renitente alla sfera, sempre)

Avatar utente
Pettirosso
Crescent Filler
Crescent Filler
Messaggi: 1040
Iscritto il: martedì 6 novembre 2012, 21:54
La mia penna preferita: Aurora, per tradizione
Il mio inchiostro preferito: Aurora blu
Misura preferita del pennino: Fine
Località: Traves (TO)
Sesso:

Pelikan Level

Messaggio da Pettirosso » venerdì 11 maggio 2018, 8:22

maxpop 55 ha scritto:
giovedì 10 maggio 2018, 8:52
Somiglia al sistema di carica della Parker 61, questo era per capillarità ma non ha avuto successo, per la bassa capienza del serbatoio e la fragilità del meccanismo, anche se era semplice caricarla/scaricarla.
Questo della Pelikan più efficiente, che permette una carica di una notevole quantità d'inchiostro e meccanismo più robusto ma con difficoltà per scaricare l'inchiostro.
Secondo me essendo una penna economica probabilmente non hanno valutato troppo il problema dello scarico dell' l'inchiostro che è più usato su penne non economiche.
Peccato sarebbe stato un bel sistema da usare su penne di qualità se perfezionato.
Esattamente il mio pemsiero.
Anche Waterman fece in quegli anni la X-Pen (due versioni, standard ed economica), ed anche questa fu un flop per gli stessi motivi. Addirittura, se ben ricordo, la versione economica non si poteva neppure aprire, in quando sigillata in fase di assemblaggio: quando per qualunque motivo non funzionava più la buttavi.
Io ho una vecchia (credo tempi WWII) Reform, con un interessante sistema di caricamento: c'è una lunga asticella metallica inserita al fondo del fusto. Di primo acchito parrebbe una carica a siringa rovesciata, ma non è così: carichi l'inchiostro estraendola tutta, poi la sganci (ruotandola in una specifica posizione) e la estrai. A questo punto la capacità del serbatoio, che occupa tutto il fusto (e la penna è tutt'altro che piccola) è enorme, più o meno come una eyedropper: ed ovviamente si può poi anche scaricare, reinserendo l'asticella e facendo la manovra inversa. Svantaggio: devi ricordarti dove poi riponi l'asticella, quando l'andrai a cercare dopo mesi...
Comunque, per quanto ne so anche questo sistema non ha poi avuto seguito: eppure era semplice ed efficace (stendo un pietoso velo sul fatto che io, per capirlo, ho dovuto ricorrere all'aiuto di gentilissimi amici del forum :oops: ).
Ad ogni buon conto, ora ho imparato anche come funziona la Pelikan Level: ne avevo viste in giro (la 65), ma mai acquistate.

Avatar utente
alfredop
Stantuffo
Stantuffo
Messaggi: 2215
Iscritto il: martedì 30 dicembre 2008, 17:48
Misura preferita del pennino: Extra Fine
FountainPen.it 500 Forum n.: 061
Fp.it Vera: 002
Località: Napoli
Sesso:

Pelikan Level

Messaggio da alfredop » domenica 13 maggio 2018, 11:59

C'è anche una versione nobile (tappo in argento e pennino d'oro). Eccola:
20180513_115647.jpg
20180513_115710.jpg
Alfredo
“Andare all’inferno è facile . C’è una scala. Scendi il primo gradino. Poi scendi il secondo. Poi scivoli." (Leo Ortolani, Rat-Man n. 91)

Avatar utente
maxpop 55
Tecnico
Tecnico
Messaggi: 9747
Iscritto il: venerdì 17 agosto 2012, 19:24
La mia penna preferita: perché una sola?
Il mio inchiostro preferito: Aurora BlacK
Misura preferita del pennino: Medio
FountainPen.it 500 Forum n.: 029
Fp.it ℵ: 016
Fp.it 霊気: 009
Fp.it Vera: 107
Località: Portici (NA)
Sesso:

Pelikan Level

Messaggio da maxpop 55 » domenica 13 maggio 2018, 13:40

alfredop ha scritto:
domenica 13 maggio 2018, 11:59
C'è anche una versione nobile (tappo in argento e pennino d'oro). Eccola:

20180513_115647.jpg

20180513_115710.jpg

Alfredo
.............e la tenevi nascosta , avevi paura eh, pensavi che tela facessi sparire. 8-)
Il valore di una stilografica non dipende dal costo, ma dal valore che noi le diamo.

Rispondi