Regalo di Natale

Consigli, esperienze, raccomandazioni dagli utenti per gli utenti concernenti negozi e rivenditori.
Avatar utente
prats23bs
Touchdown
Touchdown
Messaggi: 54
Iscritto il: lunedì 6 novembre 2017, 8:46
La mia penna preferita: devo ancora trovarla!
Misura preferita del pennino: Medio
Località: Brescia
Sesso: Uomo
Contatta:

Regalo di Natale

Messaggio da prats23bs » giovedì 16 novembre 2017, 10:58

Ciao a tutti, da buon neofita sono qui a chiedervi ovviamente cosa sia meglio tra due penne. Vi spiego meglio: mia mamma vuole che le dica per forza cosa farmi regalare a Natale da lei e, siccome non voglio farle spendere troppo, avevo optato per due penne che mi incuriosiscono e che non ho: la Lamy Safari (che praticamente tutti avete e, anche se economica, mi sembra che siate soddisfattissimi) o una Parker che ho visto in una cartoleria (quella con la clip a forma di freccia per intenderci). Voi cosa ne pensate? Praticamente tra una e l'altra ci ballano 20€. Io pensavo di optare per la Lamy Safari, un converter e una boccetta di inchiostro rosso (che non ho). Grazie a tutti per i consigli.

Avatar utente
maxpop 55
Tecnico
Tecnico
Messaggi: 9175
Iscritto il: venerdì 17 agosto 2012, 19:24
La mia penna preferita: perché una sola?
Il mio inchiostro preferito: Aurora BlacK
Misura preferita del pennino: Medio
FountainPen.it 500 Forum n.: 029
Fp.it ℵ: 016
Fp.it 霊気: 009
Fp.it Vera: 107
Località: Portici (NA)
Sesso: Uomo

Regalo di Natale

Messaggio da maxpop 55 » giovedì 16 novembre 2017, 11:17

Intorno a quella cifra secondo me non potevi fare scelta migliore della Lamy Safari . :thumbup:
Detto tra noi io la preferisco di gran lunga alle Parker sotto i 50 euro e qualche volta anche a quelle che la superano.
Il valore di una stilografica non dipende dal costo, ma dal valore che noi le diamo.

Emelius
Sesso: Non Specificato

Regalo di Natale

Messaggio da Emelius » giovedì 16 novembre 2017, 11:22

Tra le tue due alternative Lamy Safary SENZA DUBBIO: buon pennino che non tradisce, penna da guerra, scelta dei colori e infine pennini intercambiabili (ti sei stancato del M ma i Fini già li conosci? ne prendi uno 1.1 o altre dimensioni per 5 euro e hai una nuova penna!)

Avatar utente
prats23bs
Touchdown
Touchdown
Messaggi: 54
Iscritto il: lunedì 6 novembre 2017, 8:46
La mia penna preferita: devo ancora trovarla!
Misura preferita del pennino: Medio
Località: Brescia
Sesso: Uomo
Contatta:

Regalo di Natale

Messaggio da prats23bs » giovedì 16 novembre 2017, 11:34

Più che Lamy Safari, ho visto la Al-Star, simile ma in Alluminio. Sembra praticamente identica ma cambia solo il materiale, è corretto?

Avatar utente
maxpop 55
Tecnico
Tecnico
Messaggi: 9175
Iscritto il: venerdì 17 agosto 2012, 19:24
La mia penna preferita: perché una sola?
Il mio inchiostro preferito: Aurora BlacK
Misura preferita del pennino: Medio
FountainPen.it 500 Forum n.: 029
Fp.it ℵ: 016
Fp.it 霊気: 009
Fp.it Vera: 107
Località: Portici (NA)
Sesso: Uomo

Regalo di Natale

Messaggio da maxpop 55 » giovedì 16 novembre 2017, 11:35

Esatto :thumbup:
Il valore di una stilografica non dipende dal costo, ma dal valore che noi le diamo.

aleck
Snorkel
Snorkel
Messaggi: 223
Iscritto il: lunedì 28 agosto 2017, 16:37
Misura preferita del pennino: Medio
Sesso: Uomo

Regalo di Natale

Messaggio da aleck » giovedì 16 novembre 2017, 11:37

Provate Parker Jotter, Vector e Frontier (che dovrebbero essere le penne del marchio in quella fascia lì) e in tutta onestà penso non ne valga la pena. :-) La Lamy Safari (ma anche Vista e Al-Star, senza andare sulle pur buone Nexx) è una penna solida, versatile (si veda la grande disponibilità di pennini a prezzi abbordabili!) e ben rodata. Vada per questa :thumbup: :wave:
Ultima modifica di aleck il giovedì 16 novembre 2017, 11:39, modificato 1 volta in totale.

Avatar utente
prats23bs
Touchdown
Touchdown
Messaggi: 54
Iscritto il: lunedì 6 novembre 2017, 8:46
La mia penna preferita: devo ancora trovarla!
Misura preferita del pennino: Medio
Località: Brescia
Sesso: Uomo
Contatta:

Regalo di Natale

Messaggio da prats23bs » giovedì 16 novembre 2017, 11:39

Preferisco di gran lunga il metallo allora come sensazione tattile :D penso che opterò per quella, con converter e un inchiostro... devo solo decidere quale.. E soprattutto cosa hanno nel negozio qui a Brescia.

Kyte
Snorkel
Snorkel
Messaggi: 193
Iscritto il: lunedì 21 dicembre 2015, 9:59
La mia penna preferita: Aurora Optima
Il mio inchiostro preferito: KWZ Green #5
Misura preferita del pennino: Fine
Località: Brescia
Sesso: Uomo

Regalo di Natale

Messaggio da Kyte » giovedì 16 novembre 2017, 15:40

ciao concittadino!
Lamy senza dubbio, per me.
Al-star alluminio, Safari plastica. Cambia il feeling, il peso, ecc.
Io preferisco di gran lunga la Al-star, la Safari la trovo troppo leggera.
ciao
Alex

Avatar utente
Irishtales
Moderatrice
Moderatrice
Messaggi: 8689
Iscritto il: lunedì 5 novembre 2012, 18:34
La mia penna preferita: Wahl-Eversharp Doric
Il mio inchiostro preferito: Levenger - Forest
Misura preferita del pennino: Flessibile
FountainPen.it 500 Forum n.: 087
Arte Italiana FP.IT M: 044
Fp.it ℵ: 011
Fp.it 霊気: 018
Fp.it Vera: 033
Sesso: Donna

Regalo di Natale

Messaggio da Irishtales » giovedì 16 novembre 2017, 15:53

aleck ha scritto:
giovedì 16 novembre 2017, 11:37
Provate Parker Jotter, Vector e Frontier (che dovrebbero essere le penne del marchio in quella fascia lì) e in tutta onestà penso non ne valga la pena.
Sai che sto rivalutando la Jotter? L'ho sempre lasciata da parte per il suo tratto, per me troppo spesso. Però ha un pennino fatto per scrivere da ambo i lati e il tratto del lato "secco" si è rivelato un fine scorrevolissimo. In più la finitura in metallo spazzolato non si scalfisce (e la mia ne ha viste di battaglie con tavoli, pavimenti e persino massicciate e asfalto!) e nonostante la leggerezza si sta rivelando molto robusta e affidabile.
Però è una penna di piccole dimensioni, e forse questo è un limite.
La Safari è un must. Persino io che non sono una fan sfegatata, ne ho sempre una a portata di mano.
La cosa che mi dà fastidio - ma per molti può essere un vantaggio - è l'impugnatura ergonomica, che per me diventa paradossalmente scomoda durante le lunghe sessioni di scrittura.
"Scrittura e pittura sono le due estremità della stessa arte e la loro realizzazione è identica" - Aforisma di Shitao
Daniela

aleck
Snorkel
Snorkel
Messaggi: 223
Iscritto il: lunedì 28 agosto 2017, 16:37
Misura preferita del pennino: Medio
Sesso: Uomo

Regalo di Natale

Messaggio da aleck » giovedì 16 novembre 2017, 17:35

Irishtales ha scritto:
giovedì 16 novembre 2017, 15:53
Sai che sto rivalutando la Jotter? L'ho sempre lasciata da parte per il suo tratto, per me troppo spesso. Però ha un pennino fatto per scrivere da ambo i lati e il tratto del lato "secco" si è rivelato un fine scorrevolissimo. In più la finitura in metallo spazzolato non si scalfisce (e la mia ne ha viste di battaglie con tavoli, pavimenti e persino massicciate e asfalto!) e nonostante la leggerezza si sta rivelando molto robusta e affidabile.
Forse nel mucchio la Jotter è quella che mi ha convinto maggiormente: proprio le piccole dimensioni e la costruzione solida la rendono sì una penna non "per tutti", ma le offrono anche l'opportunità di guadagnarsi una nicchia in quella fascia di prezzo. E' più solida e carina della economica Vector ma allo stesso tempo è nettamente più economica, piccola e sobria della Frontier. In generale, però, ho avuto la sensazione che costassero più del loro valore: finiture spartane e regolazioni di fino non sempre perfette le rendono - per me - poco appetibili nella fascia tra i 20 e i 30 euro, molto più "giuste" per 15 euro, euro più, euro meno. Le plastiche della Vector non sono esattamente piacevoli e qualche pennino problematico capita, soprattutto ne ho viste con pennini dalla finitura un po' grossolana.

Condivido pienamente, invece, la considerazione riguardo alla comodità del poter scrivere al contrario mantenendo una buona fluidità: la mia Jinhao X750 la uso così per un buon 70% del tempo visto il tratto importante del suo pennino M :lol:
Irishtales ha scritto:
giovedì 16 novembre 2017, 15:53
La Safari è un must. Persino io che non sono una fan sfegatata, ne ho sempre una a portata di mano.
La cosa che mi dà fastidio - ma per molti può essere un vantaggio - è l'impugnatura ergonomica, che per me diventa paradossalmente scomoda durante le lunghe sessioni di scrittura.
Neanche io sono un fan sfegatato della Safari, però, provate in negozio, mi son piaciute: son ben rifinite, danno un bel senso di solidità, scrivono bene e con la prontezza di una (buona) scolastica e hanno tutto un "ecosistema" attorno (variegato e ben distribuito, per giunta!) che rappresenta un forte punto a favore rispetto alla concorrenza :) Riguardo all'impugnatura ergonomica non posso che essere d'accordo con te. La tollero solo quando gommata e non troppo accentuata: quella della Faber Castell School +, ad esempio, non mi dà problemi mentre quella della Pelikan Twist decisamente si! Una classica impugnatura cilindrica offre molte possibilità in più, prima tra tutte quella di scrivere al contrario con certi pennini, ma anche il semplice poter cambiare leggermente il punto d'impugnatura durante le lunge sessioni di scrittura per scaricare la tensione di polso e mano. Trovo che l'impugnatura ergonomica sia fantastica per un principiante dato che lo costringe a una impostazione corretta, per il resto personalmente preferisco la libertà di movimento. Come dici, però, a molti l'impugnatura triangolare piace :thumbup: :wave:

PS. Dimenticavo una cosa, sulle Safari ho notato che i pennini bruniti vanno peggio di quelli in acciaio lucido: flusso più magro e un feedback diverso sulla carta, in generale una scrittura meno fluida. Poi non so se era un difetto di quelle che ho provato io o è fatto diffuso, però mi è dispiaciuto perchè la Umbra è altrimenti molto bella.

PPS. Perdona la logorrea :lol: Se c'è una cosa che mi manca (si... Magari fosse una sola!) è la capacità di sintesi!

Avatar utente
prats23bs
Touchdown
Touchdown
Messaggi: 54
Iscritto il: lunedì 6 novembre 2017, 8:46
La mia penna preferita: devo ancora trovarla!
Misura preferita del pennino: Medio
Località: Brescia
Sesso: Uomo
Contatta:

Regalo di Natale

Messaggio da prats23bs » giovedì 16 novembre 2017, 18:01

Kyte ha scritto:
giovedì 16 novembre 2017, 15:40
ciao concittadino!
Lamy senza dubbio, per me.
Al-star alluminio, Safari plastica. Cambia il feeling, il peso, ecc.
Io preferisco di gran lunga la Al-star, la Safari la trovo troppo leggera.
ciao
Alex
oh! piacere di conoscerti! Si, ad occhio preferirei pure io la Al-Star. Penso che farò un salto in negozio a dare un'occhiata in merito :)

Fiocchetti
Snorkel
Snorkel
Messaggi: 136
Iscritto il: domenica 17 agosto 2014, 22:19
La mia penna preferita: Molte, forse troppe
Il mio inchiostro preferito: Pelikan Edelstein Sapphire
Misura preferita del pennino: Italico
Località: Salsomaggiore Terme
Sesso: Uomo

Regalo di Natale

Messaggio da Fiocchetti » giovedì 16 novembre 2017, 20:20

Perché non fai un pensierino alla Platinum Plaisir?
Come entità di spesa ci siamo, ma la qualità mi sembra migliore.

Avatar utente
MaPe
Crescent Filler
Crescent Filler
Messaggi: 1277
Iscritto il: giovedì 24 marzo 2016, 2:32
La mia penna preferita: un giorno, forse, la troverò
Il mio inchiostro preferito: R&K Sepia
Misura preferita del pennino: Extra Fine
Sesso: Uomo

Regalo di Natale

Messaggio da MaPe » venerdì 17 novembre 2017, 0:06

Io andrei per la Al-star.
Massimo

Avatar utente
Orlandoemme
Artista
Artista
Messaggi: 1016
Iscritto il: mercoledì 19 febbraio 2014, 19:35
La mia penna preferita: Sailor 1911 naginata togi 21kt
Il mio inchiostro preferito: Sailor Sei Boku blu nero
Fp.it 霊気: 011
Fp.it Vera: 011
Località: Roma
Sesso: Uomo

Regalo di Natale

Messaggio da Orlandoemme » venerdì 17 novembre 2017, 6:53

Ciao,

Anche per me lamy, con il converter poi ti da la possibilità di scegliere gli inchiostri che preferisci.
Inoltre con pochi euro puoi facilmente sostituire il pennino con innesto a baionetta e provare anche diverse gradazioni.
Che non guasta !
Facci sapere cosa sceglierai poi.
Orlando
-----
T'insegneranno a non splendere. E TU SPLENDI, invece.
P.P.Pasolini

efreddi
Pulsante di Fondo
Pulsante di Fondo
Messaggi: 282
Iscritto il: giovedì 15 settembre 2016, 11:25
Sesso: Uomo

Regalo di Natale

Messaggio da efreddi » venerdì 17 novembre 2017, 7:25

Tra Al-Star e Safari avevo scelto (e confermo che lo rifarei) la Al-Star: pur condividendo la stessa forma e design la Al-star non ha affatto l'aspetto di una penna scolastica. Ho la versione Graphite con pennino F brunito preso a parte, il tutto fa la sua bella figura.

Ciao
Elia
----------------------------

Rispondi