Ho appena imparato una cosa sulla ruggine

Le origini della scrittura moderna: dalla piuma d'oca al pennino.
Avatar utente
AinNithael
Levetta
Levetta
Messaggi: 685
Iscritto il: martedì 8 novembre 2016, 23:25
La mia penna preferita: Ehm... stanno diventando tante
Il mio inchiostro preferito: blu-nero oppure viola
Località: Torino

Ho appena imparato una cosa sulla ruggine

Messaggio da AinNithael » venerdì 10 novembre 2017, 22:55

E' contagiosa!
Sapevatelo. :(
Una sessantina* di pennini contagiati da qualche pennino un po' malato. Ora la scatolina (una di legno del Petit Camembert) sembra il lazzaretto de I Promessi sposi :(

Voglio la faccina del pianto a dirotto...

* Peggio di quanto pensassi, non era la scatolina dei trenta ma quella del gruppo più numeroso.
Ultima modifica di AinNithael il venerdì 10 novembre 2017, 23:16, modificato 1 volta in totale.
Enrica
"Non essere mai codardo o crudele. Cerca di essere sempre gentile, ma non smettere mai di essere buono." Doctor Who

Avatar utente
AinNithael
Levetta
Levetta
Messaggi: 685
Iscritto il: martedì 8 novembre 2016, 23:25
La mia penna preferita: Ehm... stanno diventando tante
Il mio inchiostro preferito: blu-nero oppure viola
Località: Torino

Ho appena imparato una cosa sulla ruggine

Messaggio da AinNithael » venerdì 10 novembre 2017, 23:00

Mi ero fatta dare un po' di acido muriatico la volta scorsa per non comprarne una grossa quantità. Forse avrei dovuto prenderne una damigiana :evil:
Enrica
"Non essere mai codardo o crudele. Cerca di essere sempre gentile, ma non smettere mai di essere buono." Doctor Who

Avatar utente
ooti
Snorkel
Snorkel
Messaggi: 175
Iscritto il: mercoledì 2 marzo 2016, 10:38
La mia penna preferita: daScoprire
Il mio inchiostro preferito: comeSopra
Misura preferita del pennino: Fine
Località: Como

Ho appena imparato una cosa sulla ruggine

Messaggio da ooti » sabato 11 novembre 2017, 3:02

Ciao, scusa la domanda, ma perché pensi ti serva aumentare la scorta di acido muriatico?

Ti dico quello che ho imparato frequentando un forum di appassionati di lavorazione del legno.
In tale forum c'è una sezione dedicata a coloro che per "filosofia" amano l'utilizzo di attrezzi manuali, il che prevede che spesso tali loschi si procurino attrezzi vitage nei modi più fantasiosi, non diversi da quelli utilizzati dai pennofili. Una volta entrati in possesso di, ad esempio, una pialla metallica di marca Stanley, capita quasi sempre che se la debbano contendere con la ruggine, al cui effetto, qualora giunto in profondità, viene dato il nome di pitting che indica che la superficie che dovrebbe essere liscia, risulta invece più o meno butterata.

Di solito se non c'è pitting, durante il restauro, l'attrezzo viene semplicemente oliato (e riparato, rettificato, affilato.... ecc, secondo necessità), altrimenti secondo la tecnologia acquisita dall'amanuense in questione, viene sottoposto a un trattamento con un acido, normalmente basta un'immersione di alcune ore nell'aceto, quasi mai con acidi più aggressivi, oppure, ma raramente a un più tecnologico trattamento elettrolitico.

In tutti i casi, dopo il bagnetto acido, occorre far seguire un trattamento con un prodotto che neutralizzi l'azione dell'acido, se non ricordo male, basta del semplice bicarbonato di sodio.
C'è anche chi lascia semplicemente il paziente immerso nell'acqua pulita, e gli esperti gli dicono che così l'acido continua a mangiare.

il rottame viene accuratamente asciugato, quindi alle parti metalliche viene applicato un velo di lubrificante per impedire all'ossigeno di incontrarsi col ferro e produrre la ruggine, che comunque non è contagiosa.
A questo punto la diatriba si sviluppa, si amplia e infittisce perché sono in parecchi a detenere la formula/marca/ricetta/procedura migliore, ma nessuna sembra eterna, e ogni tanto ne occorre il rinnovo.

Un pennino su cui si sia formato del pitting credo sarebbe da buttare perché bucato e inservibile, mentre in assenza di pitting dovrebbe bastare un velo di lubrificante (non di origine vegetale), che andrebbe rimosso (a fiamma) prima dell'impiego. ciao, sandro
se vuoi catturare il coniglio......devi fare il verso della carota

Avatar utente
AinNithael
Levetta
Levetta
Messaggi: 685
Iscritto il: martedì 8 novembre 2016, 23:25
La mia penna preferita: Ehm... stanno diventando tante
Il mio inchiostro preferito: blu-nero oppure viola
Località: Torino

Ho appena imparato una cosa sulla ruggine

Messaggio da AinNithael » sabato 11 novembre 2017, 7:37

Ho riletto solo per la tua prosa divertente. :thumbup:
La mia frase sulla quantità di acido era solo dettata dall'esasperazione.
Grazie per i consigli.
Enrica
"Non essere mai codardo o crudele. Cerca di essere sempre gentile, ma non smettere mai di essere buono." Doctor Who

Avatar utente
mak97
Pulsante di Fondo
Pulsante di Fondo
Messaggi: 260
Iscritto il: sabato 10 dicembre 2016, 14:30
La mia penna preferita: Lamy CP1 Black
Il mio inchiostro preferito: R&K Blau Permanent
Misura preferita del pennino: Medio

Ho appena imparato una cosa sulla ruggine

Messaggio da mak97 » sabato 11 novembre 2017, 9:15

Puoi provare una soluzione idroalcolica di acido tannico e fosforico (funziona da convertitore per la ruggine) se ti interessano le percentuali da qualche parte le avevo scritte (è una ricetta trovata su un sito di restauri e ci ho fatto le ringhiere di casa) una soluzione simile viene usata anche per il restauro delle armature :D
P.S. Scusate la brevità ma scrivo da smartphone :(

Avatar utente
AinNithael
Levetta
Levetta
Messaggi: 685
Iscritto il: martedì 8 novembre 2016, 23:25
La mia penna preferita: Ehm... stanno diventando tante
Il mio inchiostro preferito: blu-nero oppure viola
Località: Torino

Ho appena imparato una cosa sulla ruggine

Messaggio da AinNithael » sabato 11 novembre 2017, 9:30

mak97 ha scritto:
sabato 11 novembre 2017, 9:15
Puoi provare una soluzione idroalcolica di acido tannico e fosforico (funziona da convertitore per la ruggine) se ti interessano le percentuali da qualche parte le avevo scritte (è una ricetta trovata su un sito di restauri e ci ho fatto le ringhiere di casa) una soluzione simile viene usata anche per il restauro delle armature :D
P.S. Scusate la brevità ma scrivo da smartphone :(

Grazie
E dove lo posso acquistare?
Enrica
"Non essere mai codardo o crudele. Cerca di essere sempre gentile, ma non smettere mai di essere buono." Doctor Who

Avatar utente
mak97
Pulsante di Fondo
Pulsante di Fondo
Messaggi: 260
Iscritto il: sabato 10 dicembre 2016, 14:30
La mia penna preferita: Lamy CP1 Black
Il mio inchiostro preferito: R&K Blau Permanent
Misura preferita del pennino: Medio

Ho appena imparato una cosa sulla ruggine

Messaggio da mak97 » sabato 11 novembre 2017, 10:18

Guarda la mistura che ho fatto per la ringhiera è stata 3% di acido tannico (in peso) e 35% di soluzione di acido fosforico all'85% (in peso) con acqua deionizzata e poi una 'nticchia di alcool isopropiloco. Non sono stato molto preciso (ma per quello che ho fatto io non serviva). Ho grattato via la ruggine con il frullino, poi ho aspettato un paio di giorni a ferro nudo affinché si creasse una sottile patina di ruggine, ho dato la mistura, la ruggine è dapprima diventata biancastra e poi (con l'umidità) nera. Infine ho risciacquato e verniciato. La cosa bella è stata che una parte ho tardato moltissimo a riverniciarla e non ha fatto un velo di ruggine :)
Per qualcosa di meno a "na 'nticchia" https://www.hindawi.com/journals/amse/2015/250836/

Per dove acquistare la "roba" o sulla baia, in ferramenta anche e ci sono molti siti specializzati per la vendita online di materiale da restauro :)
Per mescolare (ne ho fatto grandi quantità) ho usato una bilancia da cucina, per piccole quantità forse servirebbe qualcosa di più preciso (ma alla fine se le percentuali non sono proprio quelle non è che sia alla fine super importante e meglio diluito che troppo concentrato) ;)

Avatar utente
Ottorino
Tecnico - Moderatore
Tecnico - Moderatore
Messaggi: 7222
Iscritto il: lunedì 24 novembre 2008, 9:21
La mia penna preferita: Doric donatami da Fab66
Il mio inchiostro preferito: colorato brillante o neronero
Misura preferita del pennino: Stub
FountainPen.it 500 Forum n.: 096
Fp.it ℵ: 022
Fp.it 霊気: 022
Località: Firenze
Sesso:

Ho appena imparato una cosa sulla ruggine

Messaggio da Ottorino » sabato 11 novembre 2017, 10:26

lo scopo dell'isopropilico ? Tannini e H_3PO_4 son complessanti del Fe, ma lo scopo dell'isopropilico mi sfugge.

Comunque sui pennini con segni di corrosione tutto questo non serve se poi non li ungi o li proteggi dall'ossigeno con qualche lacca o qualche vernice.
C'è rimedio ? Perché preoccuparsi ? Non c'è rimedio ? Perché preoccuparsi ?

Avatar utente
maxpop 55
Tecnico
Tecnico
Messaggi: 9651
Iscritto il: venerdì 17 agosto 2012, 19:24
La mia penna preferita: perché una sola?
Il mio inchiostro preferito: Aurora BlacK
Misura preferita del pennino: Medio
FountainPen.it 500 Forum n.: 029
Fp.it ℵ: 016
Fp.it 霊気: 009
Fp.it Vera: 107
Località: Portici (NA)
Sesso:

Ho appena imparato una cosa sulla ruggine

Messaggio da maxpop 55 » sabato 11 novembre 2017, 10:30

Credo che passare dell'olio sui pennini o verniciarli non sia proprio una buona idea.
I pennini li pulisco con carta abrasiva sottile, poi li lucido ed al limite , se è proprio il caso gli faccio la nichelatura o doratura galvanica.
Il valore di una stilografica non dipende dal costo, ma dal valore che noi le diamo.

aleck
Snorkel
Snorkel
Messaggi: 223
Iscritto il: lunedì 28 agosto 2017, 16:37
Misura preferita del pennino: Medio
Sesso:

Ho appena imparato una cosa sulla ruggine

Messaggio da aleck » sabato 11 novembre 2017, 10:35

Con la ruggine non ho mai avuto a che fare in campo stilografico, ma ci si convive quando si parla di un'altra mia grande passione: lanterne a petrolio.
Il grande distributore americano W.T. Kirkman (quello che fornisce buona parte delle illuminazioni d'epoca alle produzioni Hollywoodiane :) ) ha stilato una bella guida di metodi efficaci nella cura delle lanterne arrugginite. Consulta la QUESTION 7 nella pagina delle FAQs: https://www.lanternnet.com/faqs.htm

Avatar utente
AinNithael
Levetta
Levetta
Messaggi: 685
Iscritto il: martedì 8 novembre 2016, 23:25
La mia penna preferita: Ehm... stanno diventando tante
Il mio inchiostro preferito: blu-nero oppure viola
Località: Torino

Ho appena imparato una cosa sulla ruggine

Messaggio da AinNithael » sabato 11 novembre 2017, 11:13

Ehm... Il tempo per la passione calligrafica è rubato ad altre attività.

Se mettessi i pennini del lazzaretto in un barattolino di vetro, vi versassi sopra l'acido muriatico e attendessi (quanti minuti? Si accettano suggerimenti) e poi munita di guanti di lattice li scolassi per impanarli nel bicarbonato?
Cosa ne pensate?
Enrica
"Non essere mai codardo o crudele. Cerca di essere sempre gentile, ma non smettere mai di essere buono." Doctor Who

Avatar utente
Ottorino
Tecnico - Moderatore
Tecnico - Moderatore
Messaggi: 7222
Iscritto il: lunedì 24 novembre 2008, 9:21
La mia penna preferita: Doric donatami da Fab66
Il mio inchiostro preferito: colorato brillante o neronero
Misura preferita del pennino: Stub
FountainPen.it 500 Forum n.: 096
Fp.it ℵ: 022
Fp.it 霊気: 022
Località: Firenze
Sesso:

Ho appena imparato una cosa sulla ruggine

Messaggio da Ottorino » sabato 11 novembre 2017, 11:17

maxpop 55 ha scritto:
sabato 11 novembre 2017, 10:30
Credo che passare dell'olio sui pennini o verniciarli non sia proprio una buona idea.
I pennini li pulisco con carta abrasiva sottile, poi li lucido ed al limite , se è proprio il caso gli faccio la nichelatura o doratura galvanica.
Pensavo a quelli da intinzione
C'è rimedio ? Perché preoccuparsi ? Non c'è rimedio ? Perché preoccuparsi ?

Avatar utente
AinNithael
Levetta
Levetta
Messaggi: 685
Iscritto il: martedì 8 novembre 2016, 23:25
La mia penna preferita: Ehm... stanno diventando tante
Il mio inchiostro preferito: blu-nero oppure viola
Località: Torino

Ho appena imparato una cosa sulla ruggine

Messaggio da AinNithael » sabato 11 novembre 2017, 11:19

Ottorino ha scritto:
sabato 11 novembre 2017, 11:17
maxpop 55 ha scritto:
sabato 11 novembre 2017, 10:30
Credo che passare dell'olio sui pennini o verniciarli non sia proprio una buona idea.
I pennini li pulisco con carta abrasiva sottile, poi li lucido ed al limite , se è proprio il caso gli faccio la nichelatura o doratura galvanica.
Pensavo a quelli da intinzione
I miei sono proprio pennini da intinzione che vorrei poi usare.
Ultima modifica di AinNithael il sabato 11 novembre 2017, 11:20, modificato 1 volta in totale.
Enrica
"Non essere mai codardo o crudele. Cerca di essere sempre gentile, ma non smettere mai di essere buono." Doctor Who

Avatar utente
Ottorino
Tecnico - Moderatore
Tecnico - Moderatore
Messaggi: 7222
Iscritto il: lunedì 24 novembre 2008, 9:21
La mia penna preferita: Doric donatami da Fab66
Il mio inchiostro preferito: colorato brillante o neronero
Misura preferita del pennino: Stub
FountainPen.it 500 Forum n.: 096
Fp.it ℵ: 022
Fp.it 霊気: 022
Località: Firenze
Sesso:

Ho appena imparato una cosa sulla ruggine

Messaggio da Ottorino » sabato 11 novembre 2017, 11:19

Col cloridrico li consumi. Attacca e scioglie anche il metallo "buono". Meglio di no. O fosforico o acido ossalico. O anche i metodi suggeriti da aleck nel link che ha messo sopra (in cui pero' non ho trovato riferimenti all'isopropilico).

Il fosforico a volte lo si trova nei disincrostanti per bagno. Leggi le etichette: contengono o muriatico/cloridrico o fosforico.
Prova su un pennino solo. Il fosforico richiede tempo, il cloridrico è immediato.
C'è rimedio ? Perché preoccuparsi ? Non c'è rimedio ? Perché preoccuparsi ?

Avatar utente
AinNithael
Levetta
Levetta
Messaggi: 685
Iscritto il: martedì 8 novembre 2016, 23:25
La mia penna preferita: Ehm... stanno diventando tante
Il mio inchiostro preferito: blu-nero oppure viola
Località: Torino

Ho appena imparato una cosa sulla ruggine

Messaggio da AinNithael » sabato 11 novembre 2017, 11:21

Ottorino ha scritto:
sabato 11 novembre 2017, 11:19
Col cloridrico li consumi. Attacca e scioglie anche il metallo "buono". Meglio di no. O fosforico o acido ossalico. O anche i metodi suggeriti da aleck nel link che ha messo sopra (in cui pero' non ho trovato riferimenti all'isopropilico).
Ho capito. Grazie
Enrica
"Non essere mai codardo o crudele. Cerca di essere sempre gentile, ma non smettere mai di essere buono." Doctor Who

Rispondi