Pagina 1 di 1

Consigli per recensire un inchiostro

Inviato: venerdì 22 novembre 2013, 8:21
da Phormula
Come recensire un inchiostro
La prima regola è… che non ci sono regole.
Non serve nemmeno essere degli esperti, chiunque può farlo.

L'unica condizione è di averlo usato abbastanza da essersene fatti una idea. La prima cartuccia o la prima ricarica dal calamaio possono essere ingannevoli, perchè nella penna possono essere presenti tracce d'acqua o residui di inchiostri precedenti, che possono falsare il giudizio. Ad esempio alcuni inchiostri sono molto sensibili all'acqua, nel senso che se si mette una cartuccia o si carica una penna che è stata precedentemente lavata e contiene ancora tracce d'acqua all'interno dell'alimentatore, possono cambiare il colore, che diventa sslavato, o il comportamento, ad esempio il tempo di asciugatura o la tenuta del colore nel tempo. Personalmente, salvo casi particolari, prima di scrivere una recensione, cerco di essere almeno alla terza cartuccia o alla terza ricarica da calamaio. Sono così sicuro che la penna e l'inchiostro sono "andati a regime" e non rischio di prendere cantonate.

Esiste un ottimo foglio di valutazione, preparato da Daniele disponibile a questo link, che si può stampare ed utilizzare come linea guida.

viewtopic.php?f=9&t=1513

Ma non siete obbligati ad usarlo, io, ad esempio, non lo faccio, preferisco seguire uno schema che ho elaborato io nel corso del tempo.

Lo scopo di una recensione è condividere con gli altri la propria esperienza con un particolare inchiostro.
Ci sono due tipi di informazioni che si possono condividere: quelle di natura tecnica e quelle di tipo personale.

Le informazioni tecniche
Partiamo dalle prime. L’inchiostro, insieme alla carta ed al pennino, è uno degli elementi fondamentali nel rapporto tra voi e la scrittura. Ogni inchiostro ha delle caratteristiche tipiche: tonalità, saturazione, sfumature, flusso, lubrificazione, feathering, bleed through, tempo di asciugatura, resistenza all’acqua, facilità di rimozione dalla penna, presenza di residui o di opacizzazioni...

In realtà è tutto molto più semplice. Basta mettersi nei panni di chi legge la recensione, immaginare di essere interessati a quel particolare inchiostro, ma di non averlo mai usato.
Sicuramente nella vostra testa ci saranno domande del tipo:
  • Se io volessi utilizzare questo inchiostro, che cosa mi posso aspettare?
    E’ un inchiostro con un bel tratto pieno o è un colore tenue, slavato?
    Che tipo di colore è, per esempio è un verde brillante o un verde scuro?
    Accanto al colore primario si possono individuare sfumature, ad esempio è un blu con una sfumatura verde o porpora?
    Il colore dell'inchiostro è uguale a quello indicato sulla confezione o nelle immagini in rete, oppure è diverso? Se è diverso, come: più chiaro, più scuro, diverso come colore?
    Mi posso aspettare un tratto uniforme, come quello di un pennarello, o cambia di tonalità nelle zone in cui il pennino mette giù più o meno inchiostro?
    Devo utilizzarlo solo su carta poco assorbente di buona qualità o va bene su qualsiasi carta?
    Se lo uso su carta comune, il tratto si allarga perchè viene assorbito dalla carta (feathering) e, girando la pagina si vede l'inchiostro sul retro (bleed through)?
    Su quale penna è meglio di usarlo, una con un pennino che mette giù un sacco di inchiostro o una con un tratto più secco?
    Meglio un pennino largo o uno fine?
    Il pennino scorre bene sulla carta, o tende a grattare?
    Il flusso è regolare oppure ogni tanto devo ripassare perchè ha saltato un tratto?
    Asciuga subito o ci mette un po?
    Dopo quanto ci si può passare sopra la mano senza sbavare?
    Se lascio la penna senza tappo per qualche minuto e ricomincio a scrivere, riparte subito o bisogna insistere?
    Se lascio una penna inchiostrata per qualche giorno, riparte subito o per farla scrivere bisogna insistere e, se si, quanto?
    Se ci verso sopra una goccia d’acqua, quel che ho scritto diventa illeggibile?
    Se lo usate da molto tempo, quel che avete scritto in passato è ancora leggibile o con il passare del tempo è sbiadito o ha cambiato colore?
    Quando si decide di cambiare inchiostro e si deve lavare la penna, è facile farlo o ci vuole un lavaggio particolarmente intenso?
    L'inchiostro ha lasciato incrostazioni nella penna o opacizzazioni, se la penna era trasparente?
    L'inchiostro provato è in cartucce o in calamaio?
    Se lo avete usato in cartucce, erano nuove o avevano una bolla d'aria evidente al loro interno, segno che non erano recentissime?
    Quanto costa? E' un inchiostro economico o di lusso?
    Secondo voi il prezzo di vendita è appropriato?
    E' facile da trovare o bisogna ordinarlo?
Prendete questa lista come una guida. Non sono tutte le domande che una persona si può porre di fronte ad un nuovo inchiostro, ma sono quelle che più frequentemente bazzicano nella testa di chi, appunto, è interessato ad usarlo ma non sa nulla. Una buona recensione risponde almeno a qualcuna di queste domande, e magari a qualcun'altra che adesso non mi viene in mente. Senza scivolare in discorsi troppo tecnici, aiuta a capire. Se io sono un amante dei tratti larghi e dei pennini con flusso abbondante, leggendola so che mi dovrò tenere alla larga da un inchiostro molto fluido, perché, soprattutto su carta scadente, sarebbe una ricetta per il disastro.
Ripeto, fate finta di avere un amico di fronte, al quale consigliare su quale tipo di penna e di carta usare questo inchiostro. Dove vi siete trovati bene e dove male. Le recensioni migliori sono come i consigli che ricevete da un amico e vi aiutano a capire se vale la pena di provare questo inchiostro oppure no. Se possibile, fate una scansione o una fotografia di un testo che avete scritto con quell'inchiostro, come sempre una immagine aiuta più di mille parole. Alcune persone scrivono la recensione su un foglio di carta, usando proprio quell'inchiostro, e pubblicano la scansione.

Se non avete abbastanza esperienza di un inchiostro o conoscenze tecniche per poter dire dove va bene e dove va male e perchè, ma trovate bene con questo inchiostro su una penna in particolare, utilizzandolo su un certo tipo di carta, va bene lo stesso. Basta spiegare con quale penna lo si usa e su quale tipo di carta si scrive abitualmente. Chi vi legge saprà che avendo una penna dalle caratteristiche simili molto probabilmente si troverà altrettanto bene.

Le informazioni personali
Se dal punto di vista tecnico ci sono poche regole, si tratta più che altro di dare dei consigli su dove usare questo o quell’inchiostro, dal punto di vista emotivo ce ne sono ancora meno. Se un inchiostro vi piace per un motivo o per una caratteristica, vi ricorda una parte della vostra vita, ci siete affezionati perché l’avete usato per scrivere la vostra prima lettera d’amore, va benissimo, gli inchiostri raccontano delle storie che meritano di essere condivise con gli altri utenti del forum. Ognuno di noi è la somma delle proprie esperienze, il sogno di un uomo è l’incubo di un altro. Se vi piace un inchiostro perché ne amate il colore brillante, fate benissimo a dirlo, chi ama i colori tenui farà altre scelte, ma non potrà mai criticare la vostra scelta.
Premesso che i gusti sono appunto personali, si possono dare consigli particolarmente utili agli utenti, ad esempio:
  • Consigliereste questo inchiostro ad uno studente per i suoi appunti o per un compito in classe?
    Lo usereste per firmare un documento ufficiale o nella corrispondenza di ufficio?
    Mandereste una nota scritta con questo inchiostro al vostro capo?
    Può essere utilizzato per sottolineare o per correggere bozze?
    Se tenete un diario o un quaderno personale, ci scrivereste sopra con questo inchiostro? Sempre o solo in particolari momenti o stsati d'animo?
    Se tenete un diario personale, lo usereste per scriverci?
    Vi sembra appropriato per scriverci un biglietto di auguri o una nota di ringraziamento?
Alla fine, recensire un inchiostro è più facile di quel che sembra, si tratta solo di raccontare perché lo si è scelto e lo si continua ad usare (o si è smesso di usarlo) e in quali condizioni ci si è trovati bene (o male), aiutando le persone a decidere se quell’inchiostro fa al caso loro. Anche se un inchiostro è già stato recensito, aggiungere un nuovo punto di vista contribuisce ad arricchire questo forum e ad aiutare le persone che ci leggono nella scelta. Buon lavoro!

Consigli per recensire un inchiostro

Inviato: venerdì 22 novembre 2013, 11:21
da blaustern
Fantastico! Grazie Luca per queste formidabili Linee-Guida! ;)

Consigli per recensire un inchiostro

Inviato: venerdì 22 novembre 2013, 13:06
da SJONES81
Grazie Phormula! Altro che stregonerie, questa è proprio una mano santa! :)

Consigli per recensire un inchiostro

Inviato: venerdì 22 novembre 2013, 13:52
da lolnarcan
Davvero eccellente

Consigli per recensire un inchiostro

Inviato: venerdì 22 novembre 2013, 13:59
da Resvis71
Grazie Phormula!Ottima guida.

Consigli per recensire un inchiostro

Inviato: venerdì 22 novembre 2013, 15:38
da Alexander
Dare consigli è difficile.. ma dare consigli su come dare consigli.. beh, hai superato te stesso!

Consigli per recensire un inchiostro

Inviato: venerdì 22 novembre 2013, 15:57
da Inky
Grazie Phormula!! Cercavo proprio dei consigli come questi!

Consigli per recensire un inchiostro

Inviato: venerdì 22 novembre 2013, 16:17
da maczadri
Che dire un gran bel vademecum grazie Luca.

Consigli per recensire un inchiostro

Inviato: venerdì 22 novembre 2013, 17:12
da piccardi
Ancora una volta complimenti per il bellissimo contributo e soprattutto grazie!
Ora con un vademecum del genere non ci sono più scuse per non darsi alle recensioni.

Simone

Consigli per recensire un inchiostro

Inviato: venerdì 22 novembre 2013, 19:03
da Fenice
Grazie Luca!
Sei un mito!

A volte mi capita di guardare i miei appunti e rimanere affascinata da un tratto e dal colore dell'inchiostro, ma di non ricordarmi assolutamente né quale penna ho usato né tantomeno quale inchiostro avevo caricato!
Adoro cambiare penne e inchiostro a seconda del mio stato d'animo in fase di "stesura appunti pallosi" in modo da diversificare e vivacizzare gli argomenti.

Quando avró risolto il mio "problema di demenza senile" ... Magari rispolvereró i tuoi consigli!

Grazie ancora!

Consigli per recensire un inchiostro

Inviato: mercoledì 19 novembre 2014, 15:36
da king91
grazie mille come sempre. Questo forum mi illumina d 'immenso :D