discrasia

I colori preferiti, le miscele sperimentate, le misture autoprodotte. Tutto sull'inchiostro che utilizzate nella vostra fedelissima stilografica!
Rispondi
Avatar utente
sussak
Levetta
Levetta
Messaggi: 585
Iscritto il: martedì 26 febbraio 2019, 12:02
La mia penna preferita: Parker Duofold Orange Senior,
Il mio inchiostro preferito: Diamine, Lamy Azurite
Misura preferita del pennino: Fine
Località: Milano
Sesso:

discrasia

Messaggio da sussak »

Mi succede da tempo un fatto curioso.

Scrivo abitualmente sul mio diario in modo alterno con un paio di penne, una Leonardo momento zero ed una Namisu.
Le penne sono state caricate fin da nuove con il medesimo inchiostro Lamy Azurite.
Ad entrambe ho montato lo stesso gruppo di scrittura con pennino Bock EF in titanio e lo stesso indotto.
Sono alimentate con il medesimo tipo di converter.

Il flusso di inchiostro è differente, copioso sulla Namisu e scarso sulla Leonardo.
Asciugando l'effetto cromatico ovviamente presenta una differente sfumatura di colore, più o meno carico.
Poichè sono un pignolo, la cosa mi lascia un tantino perplesso. Difetti di lavorazione di Bock ? E la precisione germanica ?
I pennini li ho acquistati contemporaneamente, e presumo siano della stessa partita, visivamente perfettamente identici.
Umberto

Se la democrazia declina è perché la lasciamo declinare. Benedetto Croce

Avatar utente
Gargaros
Levetta
Levetta
Messaggi: 529
Iscritto il: giovedì 6 dicembre 2018, 3:54
La mia penna preferita: P.Plasir (dopo cambio pennino)
Il mio inchiostro preferito: Al gusto fragola!
Misura preferita del pennino: Extra Fine

discrasia

Messaggio da Gargaros »

sussak ha scritto:
giovedì 21 maggio 2020, 10:48
E la precisione germanica ?
Un mito moderno da sfatare.

Avatar utente
zoniale
Crescent Filler
Crescent Filler
Messaggi: 1769
Iscritto il: domenica 16 ottobre 2016, 13:48
La mia penna preferita: Tutte, troppe, anni '40 - '60
Il mio inchiostro preferito: avatar by Ooti
Misura preferita del pennino: Medio
Località: Varese
Sesso:

discrasia

Messaggio da zoniale »

Buongiorno. E' l'ingegnere che ti parla.
Se prendi i due gruppi e li scambi tra loro, ovvero monti quello che oggi si trova sulla Namisu sulla Leonardo e viceversa, cosa succede?
- se tutto rimane come oggi sono le penne ad avere un diverso influsso sulla scrittura
- se tutto si inverte potremo confermare che i due gruppi danno caratteristiche diverse alla scrittura.
Da qui potremo seguitare ad elucubrare.
Michele

maylota
Snorkel
Snorkel
Messaggi: 111
Iscritto il: venerdì 28 febbraio 2020, 12:01
La mia penna preferita: Quelle che scrivono bene
Il mio inchiostro preferito: Waterman Florida Blue
Misura preferita del pennino: Medio
Località: 45°28′01″N 09°11′24″E
Sesso:

discrasia

Messaggio da maylota »

Io proverei anche ad invertire i converter, talvolta sono loro i colpevoli di questi problemi.

Avatar utente
Ottorino
Tecnico - Moderatore
Tecnico - Moderatore
Messaggi: 8566
Iscritto il: lunedì 24 novembre 2008, 9:21
La mia penna preferita: Doric donatami da Fab66
Il mio inchiostro preferito: colorato brillante o neronero
Misura preferita del pennino: Stub
FountainPen.it 500 Forum n.: 096
Fp.it ℵ: 022
Fp.it 霊気: 022
Località: Firenze
Sesso:

discrasia

Messaggio da Ottorino »

sussak ha scritto:
giovedì 21 maggio 2020, 10:48
I pennini li ho acquistati contemporaneamente, e presumo siano della stessa partita, visivamente perfettamente identici.
Qui invece il ciaccione di pennini. Basta un "nullimetro" di differenza di fessura, un "nientimetro" di curvatura del raggio della pallina e le cose cambiano. A volte anche un "alcunBar" di differenza di pressione dentro al serbatoio (altezza della colonna d'inchiostro ?)
C'è rimedio ? Perché preoccuparsi ? Non c'è rimedio ? Perché preoccuparsi ?

Avatar utente
Corvogiallo
Levetta
Levetta
Messaggi: 559
Iscritto il: giovedì 9 luglio 2015, 16:09
La mia penna preferita: Waterman Carene
Il mio inchiostro preferito: Herbin terre de Feu
Misura preferita del pennino: Fine

discrasia

Messaggio da Corvogiallo »

Io rispondo da entusiasta: “evviva! Un buon motivo per comprare altre penna alla ricerca di quella che scriva ancora meglio...sarà la prossima?” :D

Avatar utente
Phormula
Siringa Rovesciata
Siringa Rovesciata
Messaggi: 3378
Iscritto il: venerdì 6 aprile 2012, 14:06
La mia penna preferita: Lamy 2000 F
Il mio inchiostro preferito: R&K Phormula Blau
Misura preferita del pennino: Medio
Arte Italiana FP.IT M: 006
Località: Milano

discrasia

Messaggio da Phormula »

Mi associo. A me sono capitate penne identiche, stesso inchiostro e stessa misura del pennino, ma con due caratteri diversi.
Basta veramente un niente per alterare il flusso dell'inchiostro. A volte basta calcare un po' la mano nello smontare e rimontare pennino ed alimentatore per notare il cambiamento. Infatti la mia filosofia è "se non è rotto, non tentare di aggiustarlo". Quando trovo una combinazione di inchiostro e penna che va benissimo, me la segno e se torno ad usare quella penna o quell'inchiostro, ne tengo conto.
La vita è troppo breve per usare inchiostri mediocri...

Avatar utente
zoniale
Crescent Filler
Crescent Filler
Messaggi: 1769
Iscritto il: domenica 16 ottobre 2016, 13:48
La mia penna preferita: Tutte, troppe, anni '40 - '60
Il mio inchiostro preferito: avatar by Ooti
Misura preferita del pennino: Medio
Località: Varese
Sesso:

discrasia

Messaggio da zoniale »

Buongiorno, è lo psicoterapeuta che parla.
Evidentemente le penne hanno un'anima.
Quella che scrive meno bene, lo fa perché si è sentita maltrattata.
Prova a coccolarla.
Michele

Avatar utente
DRJEKILL
Pulsante di Fondo
Pulsante di Fondo
Messaggi: 283
Iscritto il: venerdì 26 aprile 2019, 10:53
La mia penna preferita: Alla continua ricerca
Il mio inchiostro preferito: Alla continua ricerca
Misura preferita del pennino: Medio
Località: Taranto
Sesso:

discrasia

Messaggio da DRJEKILL »

zoniale ha scritto:
giovedì 21 maggio 2020, 16:52
Buongiorno, è lo psicoterapeuta che parla.
Evidentemente le penne hanno un'anima.
Quella che scrive meno bene, lo fa perché si è sentita maltrattata.
Prova a coccolarla.
:lol:
"L'umorismo non ha prezzo"
TOTO'

Avatar utente
ricart
Levetta
Levetta
Messaggi: 557
Iscritto il: venerdì 18 agosto 2017, 14:05
La mia penna preferita: Pelikan 120
Il mio inchiostro preferito: Ora: Waterman blu-nero
Misura preferita del pennino: Fine
Fp.it Vera: 054
Località: Porpetto (UD)
Sesso:

discrasia

Messaggio da ricart »

Stesso modello di penna, pallino pennino uguale, tratto uguale perché non premo, stesso inchiostro, stessa carta, stessa mano,la mia, colore dell'inchiostro quando asciutto.....diverso. Io li chiamo misteri della scienza e della tecnica. Non mi interessano più di tanto, e sufficiente che la/le penne scrivano bene, con continuità e.... dormo tranquillo.

Mandi
Riccardo

Si sta come d'autunno sugli alberi le foglie (G.U.)

Avatar utente
ricart
Levetta
Levetta
Messaggi: 557
Iscritto il: venerdì 18 agosto 2017, 14:05
La mia penna preferita: Pelikan 120
Il mio inchiostro preferito: Ora: Waterman blu-nero
Misura preferita del pennino: Fine
Fp.it Vera: 054
Località: Porpetto (UD)
Sesso:

discrasia

Messaggio da ricart »

Ah dimenticavo, le tratto bene e le coccolo.

Risaluti
Riccardo

Si sta come d'autunno sugli alberi le foglie (G.U.)

Avatar utente
zoniale
Crescent Filler
Crescent Filler
Messaggi: 1769
Iscritto il: domenica 16 ottobre 2016, 13:48
La mia penna preferita: Tutte, troppe, anni '40 - '60
Il mio inchiostro preferito: avatar by Ooti
Misura preferita del pennino: Medio
Località: Varese
Sesso:

discrasia

Messaggio da zoniale »

ricart ha scritto:
giovedì 21 maggio 2020, 18:08
Ah dimenticavo, le tratto bene e le coccolo.
Q.E.D.
Michele

Avatar utente
Monet63
Artista
Artista
Messaggi: 1562
Iscritto il: sabato 5 ottobre 2013, 22:34
La mia penna preferita: Delta Goldpen Mezzanotte n°52
Il mio inchiostro preferito: Nero Aurora
Misura preferita del pennino: Fine
Località: Cassino - Sud Europa
Sesso:
Contatta:

discrasia

Messaggio da Monet63 »

sussak ha scritto:
giovedì 21 maggio 2020, 10:48
Il flusso di inchiostro è differente, copioso sulla Namisu e scarso sulla Leonardo.
Do per assunto che entrambe le penne, in ogni loro componente, converter compresi, siano in perfetto ordine.
Il fatto che la Namisu abbia un flusso copioso (e prendo il termine alla lettera) mi fa subito pensare a un minimo scarto di calibro del nottolino in cui si innesta il converter. Nella fattispecie, se quello della Namisu fosse una frazione di millimetro più piccolo, farebbe entrare quel nulla di aria sufficiente a far aumentare anche drasticamente il flusso.
Non conosco la Namisu, ma - per dire - un modello di Pilot (la Metropolitan/MR) commercializzato con innesto standard internazionale, ha una conformazione interna del nottolino tale da rendere poco sicuro l'innesto della cartuccia o converter, aumentando talvolta il flusso al punto di arrivare all'allagamento del cappuccio in seguito a svuotamento del serbatoio.
Tutto ciò per dire che, a volte, la stessa conformazione della penna può far produrre risultati anche molto diversi. In sostanza sono d'accordo con il primo intervento di Zoniale: io scambierei i due gruppi, e vedrei cosa succede, ma tendo a credere che il gruppo della Momento Zero, se montato sulla Namisu, possa produrre anch'esso un flusso copioso.
:wave:
L’opera d’arte è sempre una confessione.
Umberto Saba

Rispondi

Torna a “Inchiostri”