INCHIOSTRO NERO VINTAGE

I colori preferiti, le miscele sperimentate, le misture autoprodotte. Tutto sull'inchiostro che utilizzate nella vostra fedelissima stilografica!
Rispondi
atnike
Touchdown
Touchdown
Messaggi: 55
Iscritto il: domenica 8 aprile 2018, 10:46
La mia penna preferita: Tante penne per tanti momenti
Il mio inchiostro preferito: Nero vintage
Misura preferita del pennino: Medio
Sesso:

INCHIOSTRO NERO VINTAGE

Messaggio da atnike » lunedì 9 aprile 2018, 10:45

Buongiorno,
sono un novello iscritto. Memore delle esperienze di gioventù con penna e calamaio, vi chiedo se potete consigliarmi un inchiostro nero, con sfumature di colore simili ai neri di una volta, che possa essere usato nella stilografica senza eccessivi pericoli di intasamenti o ossidazioni alle parti metalliche.
Pensavo a un inchiostro ferro gallico, ma vorrei avere vostre considerazioni ed eventualmente indicazioni su quale usare. Grazie

Avatar utente
Pettirosso
Crescent Filler
Crescent Filler
Messaggi: 1041
Iscritto il: martedì 6 novembre 2012, 21:54
La mia penna preferita: Aurora, per tradizione
Il mio inchiostro preferito: Aurora blu
Misura preferita del pennino: Fine
Località: Traves (TO)
Sesso:

INCHIOSTRO NERO VINTAGE

Messaggio da Pettirosso » martedì 10 aprile 2018, 8:22

Ciao, benvenuto.
Direi di escludere i ferrogallici: prima di tutto perché un nero ferrogallico non esiste (che io sappia), e poi perché qualche problemino lo possono dare.
Forse quello che tu hai in mente è il Pelikan 4001 nero: la formulazione mi pare sia stata modificata rispetto ad un tempo, ma di base rimane lui.
Altri ottimi inchiostri neri che mi vemgono in mente sono Aurora, Herbin e Dupont, ma ce ne sono ovviamente tantissimi.
Un tocco vintage, secondo me, lo trovi nel Pelikan 4001 blu/nero: sembra di leggere i registri scritti tanti anni fa, ma è, appunto, un blu/nero.
Tieni presente, comunque, che la combinazione ideale per la scrittura è composta da 3 elementi: inchiostro, penna e carta. Variando anche solo uno dei fattori il risultato finale varia in maniera significativa.

Avatar utente
HoodedNib
Crescent Filler
Crescent Filler
Messaggi: 1037
Iscritto il: venerdì 16 marzo 2018, 17:39
La mia penna preferita: Quella che non ho provato
Il mio inchiostro preferito: Noodler's Black, al momento
Misura preferita del pennino: Extra Fine
Sesso:

INCHIOSTRO NERO VINTAGE

Messaggio da HoodedNib » martedì 10 aprile 2018, 9:05

Se ho capito bene cerchi un inchiostro che di base sia nero ma che abbia quelle sfumature bluastre che si usavano tempo fa, insomma non un blu nero ma ma un nero "freddo". Mh su due piedi mi viene in mente il Delta che ho e ho provato, mi pare piuttosto sul secco come flusso ma ha quel tocco di blu sotto un nero non del tutto opaco che lo rende interessante
“Ankh-Morpork had dallied with many forms of government and had ended up with that form of democracy known as One Man, One Vote. The Patrician was the Man; he had the Vote.”

Avatar utente
sciumbasci
Levetta
Levetta
Messaggi: 678
Iscritto il: venerdì 23 ottobre 2015, 11:58
La mia penna preferita: Hero 616
Località: Reggio Emilia
Sesso:

INCHIOSTRO NERO VINTAGE

Messaggio da sciumbasci » martedì 10 aprile 2018, 16:51

Pettirosso ha scritto:
martedì 10 aprile 2018, 8:22
un nero ferrogallico non esiste (che io sappia)
Lo fa Stipula, c.d. "Nero Miseria"

Immagine

Avatar utente
Mightyspank
Vacumatic
Vacumatic
Messaggi: 769
Iscritto il: lunedì 23 febbraio 2015, 22:46
La mia penna preferita: L'ultima
Il mio inchiostro preferito: Pilot Iroshizuku Yu-Yake
Misura preferita del pennino: Medio
Località: Milano
Sesso:

INCHIOSTRO NERO VINTAGE

Messaggio da Mightyspank » martedì 10 aprile 2018, 17:38

HoodedNib ha scritto:
martedì 10 aprile 2018, 9:05
Se ho capito bene cerchi un inchiostro che di base sia nero ma che abbia quelle sfumature bluastre che si usavano tempo fa, insomma non un blu nero ma ma un nero "freddo". Mh su due piedi mi viene in mente il Delta che ho e ho provato, mi pare piuttosto sul secco come flusso ma ha quel tocco di blu sotto un nero non del tutto opaco che lo rende interessante
Delta è un Pelikan 4001.
Neri particolari ce ne sono diversi. Fra gli altri mi vengono in mente i seguenti.
Diamine Quartz black, nero tendente a un grigio scurissimo.
De Atramentis W. Von Goethe, nero con sfumature verdastre.
I vecchi classici Parker Ebony Black o Sheaffer Skrip Jet Black.
Sempre sul classico ma affidabilissimi:
Diamine Onyx Black, ottimo nero scuro.
J. Herbin Perle Noir dalle buone prestazioni generali.
Il più lubrificato Aurora black. Non male anche il Kaweco Black. Poi vari giapponesi Pilot, Sailor, Tag...
Questi sono solo alcuni spunti ma c'è un mondo se si vuole approfondire.
Buona ricerca

Avatar utente
MaPe
Crescent Filler
Crescent Filler
Messaggi: 1434
Iscritto il: giovedì 24 marzo 2016, 2:32
La mia penna preferita: un giorno, forse, la troverò
Il mio inchiostro preferito: R&K Sepia
Misura preferita del pennino: Extra Fine
Sesso:

INCHIOSTRO NERO VINTAGE

Messaggio da MaPe » martedì 10 aprile 2018, 18:07

atnike ha scritto:
lunedì 9 aprile 2018, 10:45
Buongiorno,
sono un novello iscritto. Memore delle esperienze di gioventù con penna e calamaio, vi chiedo se potete consigliarmi un inchiostro nero, con sfumature di colore simili ai neri di una volta, che possa essere usato nella stilografica senza eccessivi pericoli di intasamenti o ossidazioni alle parti metalliche.
Pensavo a un inchiostro ferro gallico, ma vorrei avere vostre considerazioni ed eventualmente indicazioni su quale usare. Grazie
Io proverei con il Salix della Rohrer & Klingner, tra i ferrogallici moderni è quello un po' più "gentile" con le stilografiche, ma comunque bisogna lo stesso avere delle accortezze maggiori nella pulizia più frequente delle penne, specialmente se queste non montano pennini in oro.
Tra gli inchiostri che ti hanno suggerito prova a guardare anche il blue black di casa Lamy, mi ha sempre dato l'idea di un colore "antico", non è nero ma è abbastanza scuro.
Massimo

atnike
Touchdown
Touchdown
Messaggi: 55
Iscritto il: domenica 8 aprile 2018, 10:46
La mia penna preferita: Tante penne per tanti momenti
Il mio inchiostro preferito: Nero vintage
Misura preferita del pennino: Medio
Sesso:

INCHIOSTRO NERO VINTAGE

Messaggio da atnike » martedì 10 aprile 2018, 18:37

Grazie,
mi incuriosisce anche il sepia della R & K.
Ricordo alcuni scritti, del dopoguerra, di mio papà (scritti probabilmente con un ferrogallico nero) che ora, un pò sbiaditi, hanno un fascino particolare.
Ho riscoperto un mondo affascinante...

Avatar utente
MaPe
Crescent Filler
Crescent Filler
Messaggi: 1434
Iscritto il: giovedì 24 marzo 2016, 2:32
La mia penna preferita: un giorno, forse, la troverò
Il mio inchiostro preferito: R&K Sepia
Misura preferita del pennino: Extra Fine
Sesso:

INCHIOSTRO NERO VINTAGE

Messaggio da MaPe » martedì 10 aprile 2018, 19:34

atnike ha scritto:
martedì 10 aprile 2018, 18:37
Grazie,
mi incuriosisce anche il sepia della R & K.
Ricordo alcuni scritti, del dopoguerra, di mio papà (scritti probabilmente con un ferrogallico nero) che ora, un pò sbiaditi, hanno un fascino particolare.
Ho riscoperto un mondo affascinante...
Effettivamente il R&K Sepia può fare al caso tuo :think:
Fortunatamente i R&K hanno un costo contenuto e sono inchiostri molto validi
Massimo

Rispondi