Aurora e Cartucce Lamy blu

I colori preferiti, le miscele sperimentate, le misture autoprodotte. Tutto sull'inchiostro che utilizzate nella vostra fedelissima stilografica!
Rispondi
Andre77
Converter
Converter
Messaggi: 18
Iscritto il: martedì 27 febbraio 2018, 15:39
La mia penna preferita: Aurora Ipsilon
Misura preferita del pennino: Medio
Località: Aosta
Sesso:

Aurora e Cartucce Lamy blu

Messaggio da Andre77 » lunedì 12 marzo 2018, 23:43

Buonasera
Passando da una vecchia cartuccia color cart blu auretta ad una blu Lamy su Aurora Ipsilon (pennino medio), ho notato che la penna ogni tanto si "mangia" qualche tratto e sembra lasciare più inchiostro sulla carta.
Ho fatto solo qualche prova con appunti vari in ufficio su carta da fotocopia e a casa su quaderno BM 80 grammi.
Devo comunque dire che l'esperienza d'uso è davvero piacevole.
È questione legata alla differenza di fluidità dei due inchiostri?
Ho controllato lo stato del pennino grazie alle informazioni sul forum e mi sembra in ottimo stato.
Ultima cosa, volendo passare al converter, qualche consiglio per un neofita al suo primo (e non troppo costoso) inchiostro in boccetta?
Grazie in anticipo.

andrea

Avatar utente
Pettirosso
Crescent Filler
Crescent Filler
Messaggi: 1031
Iscritto il: martedì 6 novembre 2012, 21:54
La mia penna preferita: Aurora, per tradizione
Il mio inchiostro preferito: Aurora blu
Misura preferita del pennino: Fine
Località: Traves (TO)
Sesso:

Aurora e Cartucce Lamy blu

Messaggio da Pettirosso » martedì 13 marzo 2018, 1:25

Il Lamy royal blue è un buon inchiostro, non particolarmente denso, e la Aurora Y un'ottima penna: non dovrebbe verificarsi nessun salto di tratto.
La prima cosa che mi verrebbe in mente di fare sarebbe un lungo (3/4 giorni) bagno dell'alimentatore in acqua a temperatura ambiente con un paio di gocce di detersivo per piatti (che è fortemente sgrassante e ne aumenta anche la bagnabilità), in modo da eliminare residui secchi di vecchi inchiostri che potrebbero avere parzialmente intasato i condotti. Praticamente prendi un bicchiere, lo riempi di quella soluzione, carichi/scarichi la penna un paio di volte ed alla fine la lasci carica immersa. Ripetere il processo una volta al giorno cambiando la soluzione è più che sufficiente, l'importante è che resti immersa. Se poi non dovesse bastare si può procedere con ammoniaca o anche candeggina, ma con molta maggiore cautela (soprattutto con la seconda!), o ancora con gli ultrasuoni, ma solitamente tutto questo non è necessario.
Quanto all'inchiostro economico in boccetta da usare con il converter, rimanendo sul blu dire che il Lamy va benissimo, come l'onnipresente Pelikan 4001; potresti provare anche il R&K, o il Waterman. L'Aurora è molto bello, un colore più saturo di quello delle colorcart, ma già più costoso (anche se alla fine, se non ne fai un uso industriale, la differenza si riduce ad un paio di euro per una boccetta che ti può durare parecchi mesi). Economici sono anche i Diamine, ma li conosco poco, e qualche blu ho letto che è piuttosto problematico. Insomma, ce ne sono tantissimi.

Andre77
Converter
Converter
Messaggi: 18
Iscritto il: martedì 27 febbraio 2018, 15:39
La mia penna preferita: Aurora Ipsilon
Misura preferita del pennino: Medio
Località: Aosta
Sesso:

Aurora e Cartucce Lamy blu

Messaggio da Andre77 » martedì 13 marzo 2018, 7:35

Grazie Pettirosso!
Oggi farò qualche altra prova più approfondita e vediamo se la mia è solo impressione o se dovrò far fare alla penna il bagno che mi hai consigliato.
Il blu Lamy in effetti è davvero un bel colore.
Rimane solo da provare. Dovrò iniziare a prendere un converter e partire.
Grazie ancora dei consigli.

andrea

Rispondi