Simpatico ?? e come mai ?

I colori preferiti, le miscele sperimentate, le misture autoprodotte. Tutto sull'inchiostro che utilizzate nella vostra fedelissima stilografica!

Simpatico ?? e come mai ?

Messaggioda Ottorino il giovedì 19 luglio 2012, 11:51

Qualcuno sa da dove deriva l'uso della parola "simpatico" per definire l'inchiostro che svanisce ?
C'è rimedio ? Perché preoccuparsi ? Non c'è rimedio ? Perché preoccuparsi ?
Avatar utente
Ottorino
Tecnico
Tecnico
 
Messaggi: 3417
Iscritto il: lunedì 24 novembre 2008, 9:21
Località: Firenze
M/F: Uomo
La mia penna: Quella che sto aggiustando !!
Il mio inchiostro: colorato brilante o neronerone
Il mio pennino: Stub
FountainPen.it 500 Forum n.: 096
Fp.it ℵ: 022

Re: Simpatico ?? e come mai ?

Messaggioda vikingo60 il giovedì 19 luglio 2012, 12:05

Ecco qunto ho trovaro su Focus:


"Come è composto l’inchiostro simpatico?
L’inchiostro simpatico (dal vocabolo greco che significa «che sente insieme») è un inchiostro che rimane invisibile finché non viene sottoposto a un trattamento particolare.Il più semplice è..."

"L’inchiostro simpatico (dal vocabolo greco che significa «che sente insieme») è un inchiostro che rimane invisibile finché non viene sottoposto a un trattamento particolare.
Il più semplice è quello fatto di succo di limone, che diventa visibile esponendo il foglio a una fonte di calore: questo provoca la parziale carbonizzazione del succo di limone, che compare quindi come una traccia marrone. La stessa cosa si può ottenere con acqua zuccherata. Altri inchiostri simpatici sono la soluzione acquosa di solfato rameico, che, esposto a vapori di ammoniaca, assume un colore azzurro e la soluzione acquosa di acetato di piombo che, esposta a vapori di acido solfidrico, si trasforma in solfuro di piombo (nero). Questi inchiostri simpatici dopo il trattamento rimangono visibili. Invece la soluzione acquosa di cloruro cobaltoso esaidrato, che è resa evidente col riscaldamento (per disidratazione del sale di cobalto, che diventa azzurro) ha la particolarità di poter scomparire di nuovo se raffreddata in atmosfera umida."
Alessandro
Avatar utente
vikingo60
Moderatore
Moderatore
 
Messaggi: 4377
Iscritto il: mercoledì 5 maggio 2010, 15:50
Località: Isernia
M/F: Uomo
La mia penna: Pelikan M 200
Il mio inchiostro: Aurora Black
Il mio pennino: Medio
FountainPen.it 500 Forum n.: 060
Arte Italiana FP.IT M: 060
Fp.it ℵ: 113

Re: Simpatico ?? e come mai ?

Messaggioda Andrea C il giovedì 19 luglio 2012, 14:45

Succo di limone...!!! Da quando avevo 9 anni....!!!!!
_______________________________________________________ Andrea
Avatar utente
Andrea C
Intenditore
Intenditore
 
Messaggi: 1016
Iscritto il: martedì 15 novembre 2011, 17:49
Località: Fidenza
La mia penna: Aurora Kona
Il mio inchiostro: Pelikan Royal Blue
Il mio pennino: Extra Fine

Re: Simpatico ?? e come mai ?

Messaggioda Alexander il giovedì 19 luglio 2012, 19:48

Non so se possono definirsi tecnicamente "simpatici" alcuni inchiostri della Noodler's, che sono visibili solo se illuminati con apposita luce ultravioletta.
"Ho dei gusti semplicissimi: mi accontento sempre del meglio"
O. Wilde
Avatar utente
Alexander
Saggio
Saggio
 
Messaggi: 2499
Iscritto il: sabato 19 novembre 2011, 12:24
Località: Catania
La mia penna: Sailor 1911 Standard Black HT
Il mio inchiostro: Diamine Presidential Blue
Il mio pennino: Extra Fine

Re: Simpatico ?? e come mai ?

Messaggioda vikingo60 il giovedì 19 luglio 2012, 22:07

Andrea C ha scritto:Succo di limone...!!! Da quando avevo 9 anni....!!!!!

Immagino che convenga usarlo solo con penne da battaglia o pennini ad intinzione,visto l'alto potere corrosivo.Anche io l'ho usato da bambino.
Alessandro
Avatar utente
vikingo60
Moderatore
Moderatore
 
Messaggi: 4377
Iscritto il: mercoledì 5 maggio 2010, 15:50
Località: Isernia
M/F: Uomo
La mia penna: Pelikan M 200
Il mio inchiostro: Aurora Black
Il mio pennino: Medio
FountainPen.it 500 Forum n.: 060
Arte Italiana FP.IT M: 060
Fp.it ℵ: 113

Re: Simpatico ?? e come mai ?

Messaggioda Alexander il giovedì 19 luglio 2012, 22:31

vikingo60 ha scritto:
Andrea C ha scritto:Succo di limone...!!! Da quando avevo 9 anni....!!!!!

Immagino che convenga usarlo solo con penne da battaglia o pennini ad intinzione,visto l'alto potere corrosivo.Anche io l'ho usato da bambino.


Ehehe penso che un po' tutti lo abbiamo usato da bambini!! :D :D
"Ho dei gusti semplicissimi: mi accontento sempre del meglio"
O. Wilde
Avatar utente
Alexander
Saggio
Saggio
 
Messaggi: 2499
Iscritto il: sabato 19 novembre 2011, 12:24
Località: Catania
La mia penna: Sailor 1911 Standard Black HT
Il mio inchiostro: Diamine Presidential Blue
Il mio pennino: Extra Fine

Re: Simpatico ?? e come mai ?

Messaggioda Andrea C il venerdì 20 luglio 2012, 9:29

vikingo60 ha scritto:
Andrea C ha scritto:Succo di limone...!!! Da quando avevo 9 anni....!!!!!

Immagino che convenga usarlo solo con penne da battaglia o pennini ad intinzione,visto l'alto potere corrosivo.Anche io l'ho usato da bambino.

Beh certo... Ora, col senno di poi dei miei 48 anni, non lo userei neanche su una penna da dieci euro.
Credo che il livello di acidità sia tale da distruggere un pennino piuttosto rapidamente...
_______________________________________________________ Andrea
Avatar utente
Andrea C
Intenditore
Intenditore
 
Messaggi: 1016
Iscritto il: martedì 15 novembre 2011, 17:49
Località: Fidenza
La mia penna: Aurora Kona
Il mio inchiostro: Pelikan Royal Blue
Il mio pennino: Extra Fine

Re: Simpatico ?? e come mai ?

Messaggioda Tiberio G il venerdì 3 agosto 2012, 13:16

vikingo60 ha scritto:Ecco qunto ho trovaro su Focus:


"Come è composto l’inchiostro simpatico?
L’inchiostro simpatico (dal vocabolo greco che significa «che sente insieme») è un inchiostro che rimane invisibile finché non viene sottoposto a un trattamento particolare.Il più semplice è..."

"L’inchiostro simpatico (dal vocabolo greco che significa «che sente insieme») è un inchiostro che rimane invisibile finché non viene sottoposto a un trattamento particolare.
Il più semplice è quello fatto di succo di limone, che diventa visibile esponendo il foglio a una fonte di calore: questo provoca la parziale carbonizzazione del succo di limone, che compare quindi come una traccia marrone. La stessa cosa si può ottenere con acqua zuccherata. Altri inchiostri simpatici sono la soluzione acquosa di solfato rameico, che, esposto a vapori di ammoniaca, assume un colore azzurro e la soluzione acquosa di acetato di piombo che, esposta a vapori di acido solfidrico, si trasforma in solfuro di piombo (nero). Questi inchiostri simpatici dopo il trattamento rimangono visibili. Invece la soluzione acquosa di cloruro cobaltoso esaidrato, che è resa evidente col riscaldamento (per disidratazione del sale di cobalto, che diventa azzurro) ha la particolarità di poter scomparire di nuovo se raffreddata in atmosfera umida."


Tempo fa mi venne la mania di provare un inchiostro fatto con il cloruro di cobalto che appare e scompare con acqua.
Non ci sono riuscito: dopo aver letto che il cloruro di cobalto può essere cancerogeno ho subito cambiato idea e per consolarmi ho comprato un campione di Noodler's fosforescente ( non lo ho mai nemmeno provato).
Tiberio Galbiati
Avatar utente
Tiberio G
ACPS
ACPS
 
Messaggi: 485
Iscritto il: domenica 15 gennaio 2012, 23:01
Località: Cinisello Balsamo (Milano)
M/F: Uomo
La mia penna: Parker Duofold Vacumatic
Il mio inchiostro: Sailor Nano Sei-Boku blu-nero
Il mio pennino: Medio
FountainPen.it 500 Forum n.: 015
Arte Italiana FP.IT M: 087
Fp.it ℵ: 116


Torna a Inchiostri

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 3 ospiti