Domanda da 'gnurante

I colori preferiti, le miscele sperimentate, le misture autoprodotte. Tutto sull'inchiostro che utilizzate nella vostra fedelissima stilografica!
Rispondi
Quozzamax
Touchdown
Touchdown
Messaggi: 93
Iscritto il: giovedì 28 dicembre 2017, 14:21
La mia penna preferita: Monteverde Invincia
Il mio inchiostro preferito: Pelikan 4001 + profumo
Misura preferita del pennino: Fine
Località: Drena TN
Sesso: Uomo
Contatta:

Domanda da 'gnurante

Messaggio da Quozzamax » venerdì 5 gennaio 2018, 22:47

Ciao a tutti.

Oggi, vi farò sorridere con una domanda da neofita: :lol: :lol:

Se io posseggo un inchiostro azzurro, ma la tonalità è per i miei gusti, troppo "blù", e lo volessi più chiaro/fluorescente/vivo, etc...
c'è modo di chiarire il pigmento, allo stesso modo che per scurirlo, aggiungendo blu?

So che è una domanda stupida, ma mi hanno regalato dell'azzurro della pelikan, e lo vorrei chiarire in modo da farlo diventare turchese, possibilmente bello "vivo"...

Prima di rivolgermi al signor Iroshizuku, vorrei vedere se c'è qualche modo di sfruttare questa serie di cartucce...
qualcuno di voi ha esperienza?

Avatar utente
Lele15120
Snorkel
Snorkel
Messaggi: 181
Iscritto il: martedì 3 gennaio 2017, 11:25
La mia penna preferita: Sailor Procolor 500 Shikisai
Il mio inchiostro preferito: Sailor Sei Boku
Misura preferita del pennino: Fine
Località: Puglia
Sesso: Uomo

Domanda da 'gnurante

Messaggio da Lele15120 » sabato 6 gennaio 2018, 0:56

Un modo (più costoso) potrebbe essere utilizzare una penna dal flusso magro. Io ho usato il pelikan 4001 su una faber castell school carbon e sembrava quasi slavato. Su una twsbi era blu intenso, invece.
Per la tonalità non saprei.
Come blu/turchesi potresti considerare l’edelstein topaz o il diamine asa blue.
Emanuele
Immagine

Quozzamax
Touchdown
Touchdown
Messaggi: 93
Iscritto il: giovedì 28 dicembre 2017, 14:21
La mia penna preferita: Monteverde Invincia
Il mio inchiostro preferito: Pelikan 4001 + profumo
Misura preferita del pennino: Fine
Località: Drena TN
Sesso: Uomo
Contatta:

Domanda da 'gnurante

Messaggio da Quozzamax » sabato 6 gennaio 2018, 2:50

Grazie Emanuele.
Seguirò i tuoi consigli. Ho già provato a mettere il turchese su una parker Urban Brown edition, pennino fine.
Appena posso lo collaudo sulle lunghe distanze... Sulle frasi singole, mi pare non cambi molto...

riccardo92
Touchdown
Touchdown
Messaggi: 24
Iscritto il: sabato 28 ottobre 2017, 15:35
La mia penna preferita: pointed nib pen
Il mio inchiostro preferito: walnut
Località: forlì
Sesso: Uomo

Domanda da 'gnurante

Messaggio da riccardo92 » sabato 6 gennaio 2018, 13:46

ciao Quozzamax, l'unica possibilità che mi è venuta in mente è quella di provare ad aggiungere della tempera bianca, per sfruttare il suo pigmento buianco senza per avere gomma arabica o addensanti come nella guache che renderebbero l'inchiostro più denso e non adatto all'uso con stilografica, poi magari giocare con il colore provando ad aggiungere del filetto , sempre in acquarello (poi non so perche essendo daltonico non saprei dirti come si fa di preciso il turchese ma non essendo un colore primario mi viene da pensare che si potrebbe comunque realizzare.... l'unica cosa certa che posso dirti è di fare magari delle prove con solo 5Ml per vari motivi: cosi non rischi di rovinare molto inchiostro e cosi hai un punto di riferimento chiaro per fare poi ua proporzione con dosi maggiori di inchiostro (a:b=c:d) basta che annoti solo le quantità di altri colori o liquidi in volume.... spero di esserti stato utile! l'idea dell'acquarello non l'ho letta da nessuna parte quindi non so quanto sia giusto o meno :) in bocca al lupo! :thumbup:

Quozzamax
Touchdown
Touchdown
Messaggi: 93
Iscritto il: giovedì 28 dicembre 2017, 14:21
La mia penna preferita: Monteverde Invincia
Il mio inchiostro preferito: Pelikan 4001 + profumo
Misura preferita del pennino: Fine
Località: Drena TN
Sesso: Uomo
Contatta:

Domanda da 'gnurante

Messaggio da Quozzamax » sabato 6 gennaio 2018, 14:03

riccardo92 ha scritto:
sabato 6 gennaio 2018, 13:46
ciao Quozzamax, l'unica possibilità che mi è venuta in mente è quella di provare ad aggiungere della tempera bianca, per sfruttare il suo pigmento buianco senza per avere gomma arabica o addensanti come nella guache che renderebbero l'inchiostro più denso e non adatto all'uso con stilografica, poi magari giocare con il colore provando ad aggiungere del filetto , sempre in acquarello (poi non so perche essendo daltonico non saprei dirti come si fa di preciso il turchese ma non essendo un colore primario mi viene da pensare che si potrebbe comunque realizzare.... l'unica cosa certa che posso dirti è di fare magari delle prove con solo 5Ml per vari motivi: cosi non rischi di rovinare molto inchiostro e cosi hai un punto di riferimento chiaro per fare poi ua proporzione con dosi maggiori di inchiostro (a:b=c:d) basta che annoti solo le quantità di altri colori o liquidi in volume.... spero di esserti stato utile! l'idea dell'acquarello non l'ho letta da nessuna parte quindi non so quanto sia giusto o meno :) in bocca al lupo! :thumbup:
A parte il tuo bellissimo nome (che è anche quello di mio figlio), non so cosa è lecito aggiungere ad un inchiostro, per non far tappare il canale di induzione dell'inchiostro. della tempera in quantità infinitesimali, sarebbe un esperimento da provare.
ti faccio sapere cosa ne esce. :thumbup:

Avatar utente
Monet63
Artista
Artista
Messaggi: 752
Iscritto il: sabato 5 ottobre 2013, 22:34
La mia penna preferita: Delta Goldpen Mezzanotte n°52
Il mio inchiostro preferito: Nero Aurora
Misura preferita del pennino: Fine
Località: Cassino
Sesso: Uomo
Contatta:

Domanda da 'gnurante

Messaggio da Monet63 » sabato 6 gennaio 2018, 14:24

Quozzamax ha scritto:
sabato 6 gennaio 2018, 14:03
non so cosa è lecito aggiungere ad un inchiostro, per non far tappare il canale di induzione dell'inchiostro. della tempera in quantità infinitesimali, sarebbe un esperimento da provare.
ti faccio sapere cosa ne esce. :thumbup:
E' lecito aggiungere qualsiasi cosa non sia in sospensione, ma in soluzione.
Cerco di essere molto, molto conciso: i coloranti (es le aniline, il blu metilene) vanno in soluzione, nel senso che si fondono con il loro veicolo (nel caso degli inchiostri è l'acqua).
I pigmenti, invece, per poter essere utilizzati devono essere "fissati" da un legante che, una volta essiccato, li mantenga uniti evitando che spolverino. I pigmenti restano generalmente in sospensione, cioè non possono andare in soluzione, tranne casi noti (es. il carbonato basico di piombo, ovvero la comune biacca, è solubile, ovvero va in soluzione, in acido nitrico).
La tempera e l'acquerello sono materie coloranti formate da un pigmento tipicamente stabile alla luce in sospensione in un legante generalmente a base di gomma arabica, destrina, glicerolo (occasionalmente sostituito dal miele) e minime quantità di altre sostanze, come i preservanti/antifermentativi. Anche in minime dosi, io eviterei l'inserimento in una stilografica, a meno di non voler giocarci a tutti i costi e mettere in conto la possibilità (alta) di morte della penna.
I rari inchiostri - di solito indelebili - che usano un legante e un pigmento, lavorano su un filo di rasoio e hanno una formulazione mirata, che presuppone l'uso - ad esempio - di pigmenti incredibilmente fini (e adatti allo scopo specifico, ma non usati nei materiali per belle arti perché di efficacia non adeguata) chiamati "nanopigmenti".
Per rispondere alla tua domanda iniziale, se togliamo l'eventuale miscela - comunque a rischio - con un inchiostro molto saturo (come i Private Reserve e moltissimi Noodler's) di tinta adatta, non vedo soluzioni che possano arrivare a fornirti un inchiostro minimamente decente.
L’opera d’arte è sempre una confessione.
Umberto Saba

riccardo92
Touchdown
Touchdown
Messaggi: 24
Iscritto il: sabato 28 ottobre 2017, 15:35
La mia penna preferita: pointed nib pen
Il mio inchiostro preferito: walnut
Località: forlì
Sesso: Uomo

Domanda da 'gnurante

Messaggio da riccardo92 » sabato 6 gennaio 2018, 17:49

grazie Quozzamax, sei molto gentile!! :) :) io generalmente non uso stilografica ma pennino da intinzione quindi non me ne intendo proprio di stilografica... ho solo una parker che mi ha regalato mio babbo qualche mese fa, molto semplice con tratto medio ma la uso con inchiostro parker quink nero... grazie a monet63 per il suo intervento, si vede che sei un esperto!! :D mi hai dato un bellissimo spunto per delle ricerche :)

Quozzamax
Touchdown
Touchdown
Messaggi: 93
Iscritto il: giovedì 28 dicembre 2017, 14:21
La mia penna preferita: Monteverde Invincia
Il mio inchiostro preferito: Pelikan 4001 + profumo
Misura preferita del pennino: Fine
Località: Drena TN
Sesso: Uomo
Contatta:

Domanda da 'gnurante

Messaggio da Quozzamax » domenica 7 gennaio 2018, 18:20

Grazie Monet63 per la tua esaudientissima risposta.
Avevo qualche remora che fosse così facile ottenere inchiostri aggiungendo tempere e/o cosucce strane, senza nulla levare a Riccardo, che ovviamente ha dato consigli in base alle sue esperienze.

Credo che consumerò questo pseudo.-turchese per le brutte copie e prenderò qualche Iroshizuku del colore più chiaro, in effetti il buon Cristian, dove mi fornisco, ne ha una vastissima scelta.

Grazie a tutti per le vostre risposte e almeno ho imparato qualcosa in più sugli inchiostri. :thumbup: :thumbup: :thumbup:

Rispondi