I due inchiostri de “La storia infinita”

I colori preferiti, le miscele sperimentate, le misture autoprodotte. Tutto sull'inchiostro che utilizzate nella vostra fedelissima stilografica!
Rispondi
Avatar utente
didons
Snorkel
Snorkel
Messaggi: 120
Iscritto il: martedì 23 luglio 2013, 13:00
La mia penna preferita: Parker Vacumatic
Misura preferita del pennino: Extra Fine
Località: Firenze
Sesso:

I due inchiostri de “La storia infinita”

Messaggio da didons » mercoledì 3 gennaio 2018, 15:55

Ciao a tutti,
questa è una domanda un po’ particolare :D
Uno dei libri che preferivo da piccola era “La storia infinita” di Michael Ende, questo libro nell’edizione Longanesi era stampato a due colori, rosso per l’ambientazione nel mondo umano e verde acqua per Fantasia. Da quando ero piccola mi piacerebbe ritrovare e usare quei colori per scrivere, mi suggerite degli inchiostri che possano assomigliare a quelli usati in questa edizione? :)
Riporto queste foto trovate su internet
2EB61C9A-089D-41B3-B1BD-6BA6EA0C2FF5.jpeg
FB2F01FA-07D6-4CF0-BFA5-4B0988BC6AE2.jpeg
FB1597DB-A093-4B82-B9BF-FEBE9FC1EE42.jpeg

Stilo18
Touchdown
Touchdown
Messaggi: 51
Iscritto il: lunedì 1 gennaio 2018, 21:31
La mia penna preferita: Lamy Aion EF

I due inchiostri de “La storia infinita”

Messaggio da Stilo18 » mercoledì 3 gennaio 2018, 17:29

Le immagini del libro sono variazioni cromatiche dello stesso colore. Almeno mi sembra guardando le foto.

Gli inchiostri K&K hanno molti colori ed anche sono miscelabili: così utili per trovare il colore e l'intensità cromatica che preferisci o che più si avvicina all'originale del libro.

Avatar utente
Monet63
Artista
Artista
Messaggi: 788
Iscritto il: sabato 5 ottobre 2013, 22:34
La mia penna preferita: Delta Goldpen Mezzanotte n°52
Il mio inchiostro preferito: Nero Aurora
Misura preferita del pennino: Fine
Località: Cassino
Sesso:
Contatta:

I due inchiostri de “La storia infinita”

Messaggio da Monet63 » mercoledì 3 gennaio 2018, 18:33

Diamine ha una gamma sterminata, ed è molto difficile non trovare il colore giusto lì in mezzo. Solo a titolo esemplificativo, per il blu-verde potrebbe andar bene Eau de Nil, mentre per il rosso ci vedo bene Crimson o Amaranth. Chiaramente la precisione è spannometrica: solo tu, dal vivo, potrai decidere cosa è più fedele, perché non avrai variabili che possono potenzialmente farti sbagliare, come ad esempio la calibrazione del monitor e altre cose simili.
Io, per quello che vedo dal mio monitor (che è calibrato con la massima cura per questioni di lavoro), sceglierei così:
- rosso: Rohrer & Klingner Alt Bordeaux, magari con una sfumatura aggiuntiva di violetto (come diceva Stilo18 si tratta di inchiostri liberamente mescolabili, a eccezione del Sepia e dei due ferrogallici);
- blu/verde: ce ne sono molti di quel tipo, è sostanzialmente un teal, o tale sembra. Userei Pelikan Edelstein Aquamarine, perché mi piace tantissimo e ce l'ho in casa. Se dovessi comprarlo, sempre considerando la miscibilità dichiarata, partirei da un Verdigris Rohrer, che modificherei alla bisogna.
L’opera d’arte è sempre una confessione.
Umberto Saba

Avatar utente
MaPe
Crescent Filler
Crescent Filler
Messaggi: 1376
Iscritto il: giovedì 24 marzo 2016, 2:32
La mia penna preferita: un giorno, forse, la troverò
Il mio inchiostro preferito: R&K Sepia
Misura preferita del pennino: Extra Fine
Sesso:

I due inchiostri de “La storia infinita”

Messaggio da MaPe » mercoledì 3 gennaio 2018, 21:15

Monet63 ha scritto:
mercoledì 3 gennaio 2018, 18:33
Diamine ha una gamma sterminata, ed è molto difficile non trovare il colore giusto lì in mezzo. Solo a titolo esemplificativo, per il blu-verde potrebbe andar bene Eau de Nil, mentre per il rosso ci vedo bene Crimson o Amaranth. Chiaramente la precisione è spannometrica: solo tu, dal vivo, potrai decidere cosa è più fedele, perché non avrai variabili che possono potenzialmente farti sbagliare, come ad esempio la calibrazione del monitor e altre cose simili.
Io, per quello che vedo dal mio monitor (che è calibrato con la massima cura per questioni di lavoro), sceglierei così:
- rosso: Rohrer & Klingner Alt Bordeaux, magari con una sfumatura aggiuntiva di violetto (come diceva Stilo18 si tratta di inchiostri liberamente mescolabili, a eccezione del Sepia e dei due ferrogallici);
- blu/verde: ce ne sono molti di quel tipo, è sostanzialmente un teal, o tale sembra. Userei Pelikan Edelstein Aquamarine, perché mi piace tantissimo e ce l'ho in casa. Se dovessi comprarlo, sempre considerando la miscibilità dichiarata, partirei da un Verdigris Rohrer, che modificherei alla bisogna.
Premessa, le foto col flash alterano abbastanza i colori.
Sul rosso concordo con @Monet63.
Sul blue/verde prova a dare un' occhiata ai Monteverde Emerald, Yosemite e California Teal
Massimo

Avatar utente
Lele15120
Snorkel
Snorkel
Messaggi: 197
Iscritto il: martedì 3 gennaio 2017, 11:25
La mia penna preferita: Sailor Procolor 500 Shikisai
Il mio inchiostro preferito: Sailor Sei Boku
Misura preferita del pennino: Fine
Località: Puglia
Sesso:

I due inchiostri de “La storia infinita”

Messaggio da Lele15120 » giovedì 4 gennaio 2018, 0:58

Nell’edizione in mio possesso il verde non è un blu-verde, ma un verde “irlandese”, quindi con una punta di giallo.
Devo confrontare con gli inchiostri in mio possesso, ma sembrano diversi.
Emanuele
Immagine

Avatar utente
didons
Snorkel
Snorkel
Messaggi: 120
Iscritto il: martedì 23 luglio 2013, 13:00
La mia penna preferita: Parker Vacumatic
Misura preferita del pennino: Extra Fine
Località: Firenze
Sesso:

I due inchiostri de “La storia infinita”

Messaggio da didons » giovedì 4 gennaio 2018, 16:47

Grazie tantissimo a tutti quanti per le risposte!
Intanto ho preso un paio di inchiostri della Diamine fra cui Amaranth citato da Monet63, ora do un’occhiata a tutti gli altri inchiostri che mi avete suggerito

Avatar utente
didons
Snorkel
Snorkel
Messaggi: 120
Iscritto il: martedì 23 luglio 2013, 13:00
La mia penna preferita: Parker Vacumatic
Misura preferita del pennino: Extra Fine
Località: Firenze
Sesso:

I due inchiostri de “La storia infinita”

Messaggio da didons » mercoledì 10 gennaio 2018, 20:46

Ciao a tutti, per quanto riguarda il rosso, ho trovato una ricetta facilissima da realizzare su un noto forum internazionale per un rosso scuro violetto davvero fenomenale: il "Binder Burgundy". Non sarà proprio uguale a quello del libro ma me lo ricorda molto ed è al momento il mio burgundy preferito. Consigliatissimo. ;)
Ecco un link al post:
http://www.fountainpennetwork.com/forum ... ?p=1510970

Rispondi