Una consulenza di particolare complessità

I colori preferiti, le miscele sperimentate, le misture autoprodotte. Tutto sull'inchiostro che utilizzate nella vostra fedelissima stilografica!
Rispondi
Polemarco
Snorkel
Snorkel
Messaggi: 191
Iscritto il: giovedì 19 gennaio 2017, 13:37
Sesso: Uomo

Una consulenza di particolare complessità

Messaggio da Polemarco » domenica 17 dicembre 2017, 14:12

Allego un autografo che risale al luglio del 1958 di una personalità importante nella scena politica di quel torno di tempo.
L'inchiostro usato è un bel verde.
A parte la singolarità della scelta di quel colore in un documento ufficiale di quella struttura politica, sapete dirmi quale potrebbe essere la marca dell'imchiostro (Aurora, Pelikan o altro) ?

Riuscite anche a desumere (anche approssimativamente) la penna usata ?
Palmiro.jpg
Grazie per la preziosa collaborazione.
Polemarco

Avatar utente
stanzarichi
Pulsante di Fondo
Pulsante di Fondo
Messaggi: 472
Iscritto il: lunedì 27 aprile 2015, 10:04
La mia penna preferita: Montblanc 149 F
Località: Modena
Sesso: Uomo

Una consulenza di particolare complessità

Messaggio da stanzarichi » domenica 17 dicembre 2017, 14:20

Quale penna usasse non lo so, sul colore ho trovato questo articolo https://albertosoave.wordpress.com/2014 ... togliatti/ . su quali fossero penna e inchiostro, invece, non ho trovato nulla.
Riccardo

Avatar utente
malina
Snorkel
Snorkel
Messaggi: 138
Iscritto il: venerdì 2 giugno 2017, 22:59
Sesso: Non Specificato

Una consulenza di particolare complessità

Messaggio da malina » domenica 17 dicembre 2017, 14:41

Da qualche parte avevo letto si trattasse di inchiostro Pelikan, sulle penne non ho idea. L'ipotesi della scelta del colore per via dei problemi di vista non è improbabile, avendo lavorato con ipovedenti confermo la preferenza per il verde.
(Non andavano già più di moda i pennini flessibili nel '58 :think: )

Rispondi