Qual è l'inchiostro più affidabile ?

I colori preferiti, le miscele sperimentate, le misture autoprodotte. Tutto sull'inchiostro che utilizzate nella vostra fedelissima stilografica!
hobbit
Levetta
Levetta
Messaggi: 506
Iscritto il: mercoledì 2 marzo 2016, 23:16
La mia penna preferita: Platinum Preppy e Lamy ABC
Il mio inchiostro preferito: Lamy Blue e Montblanc Bordeaux
Misura preferita del pennino: Fine
Sesso:

Qual'è l'inchiostro più affidabile ?

Messaggio da hobbit »

Io tempo fa presi un calamaio di Lamy blue di cui sono molto soddisfatto, perché a parte la tonalità che è una questione di gusti, è tra tutti gli inchiostri che ho quello che spiuma e che sanguina meno.
Ha praticamente la stessa destinazione d'uso del 4001. Non ho mai fatto delle prove ma sarei curioso di caricare due penne identiche e metterli a confronto. Se la resa fosse paragonabile al Lamy, sarebbe un inchiostro ottimo ad un prezzo imbattibile.
Francesco

Avatar utente
Phormula
Siringa Rovesciata
Siringa Rovesciata
Messaggi: 3391
Iscritto il: venerdì 6 aprile 2012, 14:06
La mia penna preferita: Lamy 2000 F
Il mio inchiostro preferito: R&K Phormula Blau
Misura preferita del pennino: Medio
Arte Italiana FP.IT M: 006
Località: Milano

Qual'è l'inchiostro più affidabile ?

Messaggio da Phormula »

hobbit ha scritto:
giovedì 12 settembre 2019, 14:31
Io tempo fa presi un calamaio di Lamy blue ...
Lamy Blue, Waterman Serenity Blue, Pelikan 4001 Royal Blue e altri 100 Royal Blue di marche varie che si trovano nei supermercati in cartucce e qualche volta anche in calamaio sono inchiostri cancellabili scolastici. Dubito che gli studenti lavino la penna quando cambiano la marca delle cartucce.
La vita è troppo breve per usare inchiostri mediocri...

VincenzoDG
Touchdown
Touchdown
Messaggi: 72
Iscritto il: martedì 2 ottobre 2018, 22:14

Qual'è l'inchiostro più affidabile ?

Messaggio da VincenzoDG »

Leggo spesso che il Pelikan 4001 Briliant Black sia un intasa penne.

Devo dirvi che io, a parte i primi anni dell’università in cui usavo una Parker Vector e relative cartucce della stessa marca, uso da allora senza avere alcun problema.

E dall’epoca è trascorso “appena” un quarto di secolo....

Certo, ho fatto sempre una manutenzione regolare alle mie penne (solitamente delle Pelikan) ma davvero non ho mai avuto noie di intasamento.

Ma sarà vera questa cosa che il Pelikan 4001 nero è un intasa penne o solo una leggenda metropolitana?
Ultima modifica di VincenzoDG il domenica 22 settembre 2019, 17:18, modificato 1 volta in totale.

Avatar utente
Rodelinda
Levetta
Levetta
Messaggi: 521
Iscritto il: lunedì 9 aprile 2018, 23:10
La mia penna preferita: L'Aurora Hastil!
Il mio inchiostro preferito: Quello che non ho ancora!
Misura preferita del pennino: Medio
Località: Hinterland Milanese
Sesso:
Contatta:

Qual'è l'inchiostro più affidabile ?

Messaggio da Rodelinda »

VincenzoDG ha scritto:
domenica 22 settembre 2019, 16:55
Leggo spesso che il Pelikan 4001 Briliant Black sia un intasa penne.

Devo dirvi che io, a parte i primi anni dell’università in cui usavo una Parker Vector e relative cartucce della stessa marca, lo uso da allora senza avere alcun problema.

Certo, ho fatto sempre una manutenzione regolare alle mie penne (solitamente delle Pelikan) ma davvero non ho mai avuto noie di intasamento.

E dall’epoca è trascorso “appena” un quarto di secolo....

Ma sarà vera questa cosa che il Pelikan 4001 nero è un intasa penne o solo una leggenda metropolitana?
Ti posso giurare che non lo è. Quello fino a cinque/sei anni fa mi ha dato problemi su ogni singola penna su cui l'ho usato, tranne certe vintage a flusso torrenziale.

VincenzoDG
Touchdown
Touchdown
Messaggi: 72
Iscritto il: martedì 2 ottobre 2018, 22:14

Qual'è l'inchiostro più affidabile ?

Messaggio da VincenzoDG »

Però anche le Pelikan hanno un flusso abbondante.

Sarà allora per questa loro peculiarità che non si sono mai intasate con quell’inchiostro.

D’altra parte sarebbe ben strano che il binomio penna-inchiostro della stessa marca non fosse più che sperimentato.

Avatar utente
francoiacc
Stantuffo
Stantuffo
Messaggi: 2348
Iscritto il: martedì 19 dicembre 2017, 23:29
La mia penna preferita: OMAS Extra Paragon Arco Bronze
Il mio inchiostro preferito: P.W. Akkerman #5 Shocking Blue
Misura preferita del pennino: Medio
Località: Capitale del Regno delle Due Sicilie
Sesso:

Qual'è l'inchiostro più affidabile ?

Messaggio da francoiacc »

Credo che il Pelikan Nero sia fatto proprio per gli innaffiati della stessa marca. Ecco per quale motivo ad eccezione del Pelikan RB non reputo la marca affidabile. Sugli edelstein non mi pronunciò, ne ho due e vanno bene.
Al contrario qualsiasi waterman mi sento di poterlo caricare senza alcun timore su qualsiasi penna.
"E' sempre meglio vivere di rimorsi che di rimpianti"
Francesco
Immagine

Avatar utente
Phormula
Siringa Rovesciata
Siringa Rovesciata
Messaggi: 3391
Iscritto il: venerdì 6 aprile 2012, 14:06
La mia penna preferita: Lamy 2000 F
Il mio inchiostro preferito: R&K Phormula Blau
Misura preferita del pennino: Medio
Arte Italiana FP.IT M: 006
Località: Milano

Qual'è l'inchiostro più affidabile ?

Messaggio da Phormula »

Il Pelikan Brillant Black ha avuto un periodo "nero" :D
Fino al 2000 era un ottimo inchiostro, poi hanno cambiato qualcosa ed è diventato granuloso, meno saturo e intasapenne. Lo si poteva usare con il trucco del brillantante. Da qualche tempo in qua è migliorato. È ideale per gli annaffiatoi, perfetto quindi per le penne deĺla casa. Inutilizzabile sulle penne dal flusso magro, ma per queste ci sono altri neri.
La vita è troppo breve per usare inchiostri mediocri...

hobbit
Levetta
Levetta
Messaggi: 506
Iscritto il: mercoledì 2 marzo 2016, 23:16
La mia penna preferita: Platinum Preppy e Lamy ABC
Il mio inchiostro preferito: Lamy Blue e Montblanc Bordeaux
Misura preferita del pennino: Fine
Sesso:

Qual'è l'inchiostro più affidabile ?

Messaggio da hobbit »

Phormula ha scritto:
giovedì 12 settembre 2019, 19:04
hobbit ha scritto:
giovedì 12 settembre 2019, 14:31
Io tempo fa presi un calamaio di Lamy blue ...
Lamy Blue, Waterman Serenity Blue, Pelikan 4001 Royal Blue e altri 100 Royal Blue di marche varie che si trovano nei supermercati in cartucce e qualche volta anche in calamaio sono inchiostri cancellabili scolastici. Dubito che gli studenti lavino la penna quando cambiano la marca delle cartucce.
Perciò?

Comunque per mia esperienza personale è un inchiostro che si comporta estremamente bene su qualunque penna io lo carichi. Lamy, Kaweko, Platinum, Jinhao, ....
Altri inchiostri con cui mi trovo benissimo e che assolvono funzioni diverse, sono il Diamine Scarlet, che è veramente eccezionale come resa, adattissimo per evidenziare, correggere compiti, ..... e il Diamine Cool Green che oltre ad non intasare niente ha una bellissima tonalità di verde freddo.
Francesco

Avatar utente
Phormula
Siringa Rovesciata
Siringa Rovesciata
Messaggi: 3391
Iscritto il: venerdì 6 aprile 2012, 14:06
La mia penna preferita: Lamy 2000 F
Il mio inchiostro preferito: R&K Phormula Blau
Misura preferita del pennino: Medio
Arte Italiana FP.IT M: 006
Località: Milano

Qual'è l'inchiostro più affidabile ?

Messaggio da Phormula »

hobbit ha scritto:
lunedì 23 settembre 2019, 9:12
Phormula ha scritto:
giovedì 12 settembre 2019, 19:04
Lamy Blue, Waterman Serenity Blue, Pelikan 4001 Royal Blue e altri 100 Royal Blue di marche varie che si trovano nei supermercati in cartucce e qualche volta anche in calamaio sono inchiostri cancellabili scolastici. Dubito che gli studenti lavino la penna quando cambiano la marca delle cartucce.
Perciò?
Essendo inchiostri scolastici, i produttori sanno benissimo che gli studenti non si fanno le migliaia di fisime a metro quadro che ci facciamo noi appassionati, e finita una cartuccia di Waterman ne mettono una di Pelikan (e viceversa) senza sciacquare la penna. E dubito che apprezzino le differenze di sfumature e di prestazioni tra i vari Lamy Blue, Waterman Serenity Blue, Pelikan 4001 Royal Blue e altri 100 Royal Blue di marche varie che noi appassionati siamo in grado di notare e sulle quali possiamo disquisire per ore. Per me sono tutti inchiostri "no brainer", che uno studente può usare senza pensarci troppo, e questo lo considero un pregio, sapendo che ci sono invece degli inchiostri che se non lavi la penna prima di metterne un'altro, rischi di combinare guai.
La vita è troppo breve per usare inchiostri mediocri...

Vinz
Touchdown
Touchdown
Messaggi: 28
Iscritto il: venerdì 27 settembre 2019, 12:04
La mia penna preferita: Aurora duo cart, Pelikan mk60
Il mio inchiostro preferito: Aurora
Misura preferita del pennino: Extra Fine
Località: Castellammare del Golfo
Contatta:

Qual è l'inchiostro più affidabile ?

Messaggio da Vinz »

IMG_20191010_172046.jpg

Avatar utente
Monet63
Artista
Artista
Messaggi: 1590
Iscritto il: sabato 5 ottobre 2013, 22:34
La mia penna preferita: Delta Goldpen Mezzanotte n°52
Il mio inchiostro preferito: Nero Aurora
Misura preferita del pennino: Fine
Località: Cassino - Sud Europa
Sesso:
Contatta:

Qual è l'inchiostro più affidabile ?

Messaggio da Monet63 »

Il nero Pelikan 4001 ha bisogno della penna giusta, ma anche di scrivere; meglio evitare di far invecchiare una carica nel converter per un mese, lo carico solo se devo effettivamente usarlo nel giro di una settimana. Normalmente lo uso su poche penne, tutte con flusso abbondante, e lo trovo bellissimo e molto profondo. Ma la perfezione, fino ad ora, l'ho raggiunta con una Pelikan P470 Steno, anni 70 (credo), con la quale diventa il nero più bello in assoluto (e più delicato con moltissime carte, anche mediocri) che abbia mai usato (e ne ho usati...).
:wave:
L’opera d’arte è sempre una confessione.
Umberto Saba

Avatar utente
piccardi
Fp.it Admin
Fp.it Admin
Messaggi: 11916
Iscritto il: domenica 23 novembre 2008, 18:17
La mia penna preferita: Troppe...
Misura preferita del pennino: Extra Fine
FountainPen.it 500 Forum n.: 001
Arte Italiana FP.IT M: 001
Fp.it ℵ: 001
Fp.it 霊気: 001
Località: Firenze
Contatta:

Qual'è l'inchiostro più affidabile ?

Messaggio da piccardi »

Phormula ha scritto:
lunedì 23 settembre 2019, 12:34
Essendo inchiostri scolastici, i produttori sanno benissimo che gli studenti non si fanno le migliaia di fisime a metro quadro che ci facciamo noi appassionati, e finita una cartuccia di Waterman ne mettono una di Pelikan (e viceversa) senza sciacquare la penna.
Sulle fisime delle strapulizie nel cambi di inchiostro mi trovi totalmente d'accordo, però purtroppo non tutti i royal blue scolastici sono così innocui.

Il problema è chein almeno un caso mi sa che il produttore si aspettava che il suo inchiostro andasse su penne scolastiche, e non su qualche penna antica con corpo in celluloide.

E così uno degli altri 100 royal blue da battaglia (questo http://forum.fountainpen.it/viewtopic.php?t=9060), ha macchiato ben bene le finestrelle di una Aurora 88 (quella di Nizzoli), costringendo ad un lavaggio assai più robusto del preventivato per eliminarlo. Problemi mai avuti con Waterman e/o Pelikan.

Simone
Questo è un forum in italiano, per pietà evitiamo certi obbrobri linguistici:
viewtopic.php?f=19&t=3123
e per aiutare chi non trova un termine:
viewtopic.php?f=19&t=1758

Avatar utente
Phormula
Siringa Rovesciata
Siringa Rovesciata
Messaggi: 3391
Iscritto il: venerdì 6 aprile 2012, 14:06
La mia penna preferita: Lamy 2000 F
Il mio inchiostro preferito: R&K Phormula Blau
Misura preferita del pennino: Medio
Arte Italiana FP.IT M: 006
Località: Milano

Qual è l'inchiostro più affidabile ?

Messaggio da Phormula »

Io i blu "no logo" tedeschi li ho trovati un pelo più slavati e asciutti rispetto al Pelikan 4001 Royal Blue, ma sinora ho usato tantissime cartucce economiche di vari marchi, compresi quelli dei supermercati, e non ho avuto problemi; in calamaio, a parte una prova, ho usato solo il Pelikan. Al momento sto usando cartucce Carrefour.
La vita è troppo breve per usare inchiostri mediocri...

Rispondi

Torna a “Inchiostri”