La migliore penna economica per cominciare.

Recensioni, impressioni sull'uso, discussioni, sul più straordinario strumento di scrittura!

La migliore penna economica per cominciare.

Lamy Safari - Nexx - ABC
119
44%
Pelikan Grand Prix
5
2%
Pelikan Griffix
3
1%
Reform 1745
10
4%
Pilot 78G - Kakuno
43
16%
Pilot Middle Range
18
7%
Jinhao X-450/X-750
7
3%
Kaweco Sport
25
9%
Schneider Base
2
1%
Schneider ID
1
0%
Online Vision
1
0%
Platinum Preppy - Plaisir
15
6%
Hero 616
4
1%
Altro (Specificare nell'argomento)
18
7%
 
Voti totali: 271

Kevan
Snorkel
Snorkel
Messaggi: 224
Iscritto il: sabato 27 dicembre 2014, 21:55
Il mio inchiostro preferito: Pilot Namiki Black
Misura preferita del pennino: Fine
Sesso: Uomo

Re: La migliore penna economica per cominciare.

Messaggio da Kevan » venerdì 5 febbraio 2016, 21:45

Pure a me la prima cartuccia sulla mr1 F versione asia è stata triste.
ma poi è diventata la mia preferita post rodaggio.

No, con l ink e cartucce originali sul moleskine non ci si può scrivere. pure con l F troppo flusso.
col quink e col 4001b invece va meglio

Aliceinhell
Converter
Converter
Messaggi: 11
Iscritto il: mercoledì 3 febbraio 2016, 21:46
Sesso: Non Specificato

Re: La migliore penna economica per cominciare.

Messaggio da Aliceinhell » venerdì 5 febbraio 2016, 22:41

Perdonate l'ignoranza, ma cosa s'intende per moleskine? Io scrivo su un comune quaderno spiralato per appunti, noto una lieve resistenza del pennino, è consueto? Domani la testerò sull'album da disegno e mi auguro che voli sul foglio. Avete consigli sul tipo di inchiostro da acquistare per ovviare al problema del tratto disomogeneo? Il commerciante mi ha regalato delle ricariche Pelikan, che ha montato subito, in quanto l'inchiostro già presente era blu. Stranamente le ricariche Pilot erano troppo grandi.

Kevan
Snorkel
Snorkel
Messaggi: 224
Iscritto il: sabato 27 dicembre 2014, 21:55
Il mio inchiostro preferito: Pilot Namiki Black
Misura preferita del pennino: Fine
Sesso: Uomo

Re: La migliore penna economica per cominciare.

Messaggio da Kevan » venerdì 5 febbraio 2016, 22:53

Moleskine è una marca di agende et similia, google docet...la cui carta è molto sottile e poco compatibile con le stilo.

La tua MR carica cartucce standard e ha il pennino M. La mia è F, venduta solo in asia e con innesto pilot proprietario. La seconda differenza in fondo è poca cosa, la prima..bhe, è la differenza fra un m e un f (asiatico)
entrambe le taglie sarebbero più sottili di tratto dei corrispettivi europei: MA la pilot a mio avviso è scialacquona pure più delle nostre. Ragion per cui specialmente su carta comune userei ink densi.
pareri personali, c è chi dice invece che siano stitiche. boh

Le pelikan Blue sono evergreen, medie e regolari senza nessuna incompatibilità.
pochissimi residui, scorrono bene con tutte le penne che ho, senza alcun intoppo.

Aliceinhell
Converter
Converter
Messaggi: 11
Iscritto il: mercoledì 3 febbraio 2016, 21:46
Sesso: Non Specificato

Re: La migliore penna economica per cominciare.

Messaggio da Aliceinhell » venerdì 5 febbraio 2016, 23:08

Le cartucce sono Pelikan 4001, quali dovrei prendere per un inchiostro più denso?

Kevan
Snorkel
Snorkel
Messaggi: 224
Iscritto il: sabato 27 dicembre 2014, 21:55
Il mio inchiostro preferito: Pilot Namiki Black
Misura preferita del pennino: Fine
Sesso: Uomo

Re: La migliore penna economica per cominciare.

Messaggio da Kevan » venerdì 5 febbraio 2016, 23:16

le pelikan 4001 black sono...catrame.
e attappapenne, direi :P

In boccetta, come densità media ho il quink parker black.

Non sei vincolato all'innesto delle cartucce (standard: ovvero pelikan, waterman, herbin...). puoi siringare l'ink in una cartuccia finita o se vuoi fare professcional un converter (senza comprarlo appositamente, ogni jinhao/hero/baoer ne include uno).

XFer
Levetta
Levetta
Messaggi: 504
Iscritto il: giovedì 22 maggio 2014, 21:35
La mia penna preferita: Montblanc Meisterstuck 146
Il mio inchiostro preferito: Noodler's bulletproof black
Misura preferita del pennino: Fine
Località: Roma
Sesso: Uomo

Re: La migliore penna economica per cominciare.

Messaggio da XFer » venerdì 5 febbraio 2016, 23:22

4001 nero?
Se è così è già il più denso di tutto il globo terracqueo...! ;)

Aliceinhell
Converter
Converter
Messaggi: 11
Iscritto il: mercoledì 3 febbraio 2016, 21:46
Sesso: Non Specificato

Re: La migliore penna economica per cominciare.

Messaggio da Aliceinhell » sabato 6 febbraio 2016, 2:40

Perciò nessun margine di miglioramento sulle cartucce. Dovrei, se ho ben capito, acquistare una boccetta d'inchiostro e riempirvi le cartucce o, alternativamente, fregare un convertitore da una cinese e piazzarlo nella Pilot. Se ho preferito empietà, chiedo venia in anticipo.

Francè
Pulsante di Fondo
Pulsante di Fondo
Messaggi: 268
Iscritto il: sabato 16 febbraio 2013, 15:07
Misura preferita del pennino: Fine
Arte Italiana FP.IT M: 035
Fp.it ℵ: 015
Località: Provincia di Pisa
Sesso: Non Specificato

Re: La migliore penna economica per cominciare.

Messaggio da Francè » sabato 6 febbraio 2016, 10:07

Kevan ha scritto: ... MA la pilot a mio avviso è scialacquona pure più delle nostre. Ragion per cui specialmente su carta comune userei ink densi.
pareri personali, c è chi dice invece che siano stitiche. boh
Dipende anche dal fatto che ogni penna è diversa, non ogni marca o modello ma proprio ogni singolo esemplare.
Ad esempio la mia Pelikan M scrive come un M giapponese, sottile e molto controllata nel flusso e ho una Sailor che non ha mai scritto decentemente per un pennino difettoso che stò pensando di accantonare. A sentire "su internet" dovrebbero essere una un idrante e l'altra perfetta ed unica... ;)
Aliceinhell ha scritto:Perciò nessun margine di miglioramento sulle cartucce. Dovrei, se ho ben capito, acquistare una boccetta d'inchiostro e riempirvi le cartucce o, alternativamente, fregare un convertitore da una cinese e piazzarlo nella Pilot. Se ho preferito empietà, chiedo venia in anticipo.
Beh, direi che di margini ne hai moltissimi.
Le marche di cartucce, e quindi inchiostro, con attacco Pelikan sono tantissime.
Poi se vuoi provare il brivido, con i ferrogallici (ricerchina nel forum) di solito il flusso diminuisce in maniera apprezzabile ed in moderni non danno tanti problemi. ;)

Kevan
Snorkel
Snorkel
Messaggi: 224
Iscritto il: sabato 27 dicembre 2014, 21:55
Il mio inchiostro preferito: Pilot Namiki Black
Misura preferita del pennino: Fine
Sesso: Uomo

Re: La migliore penna economica per cominciare.

Messaggio da Kevan » sabato 6 febbraio 2016, 11:29

bhe una sailor difettosa non vuol dire che le sailor siano tutte diverse una dall'altra...le vpen pilot M che possiedo sono tutte sovrapponibili (se dello stesso colore e ink ovviamente. boh)

comunque per le cartucce standard c è un vasto assortimento, sul wiki elenca tutte le marche che ne producono.

Però si risparmia un po' con le boccette, più il piacere dello smanettamento

Francè
Pulsante di Fondo
Pulsante di Fondo
Messaggi: 268
Iscritto il: sabato 16 febbraio 2013, 15:07
Misura preferita del pennino: Fine
Arte Italiana FP.IT M: 035
Fp.it ℵ: 015
Località: Provincia di Pisa
Sesso: Non Specificato

Re: La migliore penna economica per cominciare.

Messaggio da Francè » sabato 6 febbraio 2016, 22:04

Kevan ha scritto:bhe una sailor difettosa non vuol dire che le sailor siano tutte diverse una dall'altra...le vpen pilot M che possiedo sono tutte sovrapponibili (se dello stesso colore e ink ovviamente. boh)
Certo, il mio discorso era più un modo per rispondere al tuo:
"MA la pilot a mio avviso è scialacquona pure più delle nostre. Ragion per cui specialmente su carta comune userei ink densi.
pareri personali, c è chi dice invece che siano stitiche. boh".

Non tutte le pilot MR sono abbondanti o stitiche, vanno provate o andare a fortuna anche perchè non esiste un valore comune per descrivere il flusso di inchiostro. :)

Avatar utente
Lag90
Snorkel
Snorkel
Messaggi: 150
Iscritto il: martedì 26 gennaio 2016, 19:40
La mia penna preferita: Faber-Castell Loom
Il mio inchiostro preferito: Turquoise
Misura preferita del pennino: Flessibile
Località: Taormina (ME)
Sesso: Uomo

Re: La migliore penna economica per cominciare.

Messaggio da Lag90 » giovedì 3 marzo 2016, 14:17

A qualche mese di distanza dalla mia prima esperienza mi sento abbastanza pronto a dare un parere e un consiglio ai nuovi starters:
Dopo aver ripulito e usato per qualche settimana svariate penne che mia madre aveva abbandonato in un cassetto, (Aurora Hastil,Pilot g47, Parker Vector, Parker sonnet), ho deciso di avere la MIA prima penna, ho preso una Lamy Safary.

E' stato un bel colpo l'impugnatura triangolare che mentre al negozio sembrava confortevole, sulle "lunghe percorrenze" devo dire che va un po contro la mia normale impugnatura (ruoto la mano e tengo la penna ruotata sul suo asse, mentre con una penna "classica" non vi è alcun problema a modificare l'impugnatura o l'orientamento del pennino, sulla una safari è pressoché impossibile modificare l'assetto) mi ci sto abituando pian piano.


Secondo me, per l'uso universitario/lavorativo che devo farne io, aggiungendo una decina di euro in più, la Faber Castell ed in particolare la FC Loom rappresenta un migliore rapporto qualità prezzo;

Cosa offre la Loom in più rispetto al Safari:
1- Il pennino pur essendo acciaio è sicuramente una spanna sopra quello della safari e delel altre penne da me provate in quanto a scorrevolezza
2-Materiali più robusti che donano alla penna una robustezza molto superiore.
3-Maggiore consistenza (la Loom pesa oltre il doppio della Safari).
4-Possibilità di usare le standard internation cartridge.

Cosa offre la Safari la in più della Loom:
1-Pennini economici e intercambiabili senza dover smontare il gruppo di alimentazione.
2-Una comoda finestrella che informa sempre sul livello di inchiostro.
3-Leggerezza (per alcuni potrebbe essere un vantaggio)
4-L'impugnatura non temere l'eccessiva sudorazione della mano nelle lunghe sessioni
Allegati
20160303_131303.jpg
Come vorrei orientarla (ruotata leggermente)
20160303_131241.jpg
Come DEVE essere impugnata/orientata
20160222_191107.jpg
dettaglio impugnatura triangolare Lamy
3.jpg
dettaglio impugnatura Faber Castell

Avatar utente
maxpop 55
Tecnico
Tecnico
Messaggi: 7437
Iscritto il: venerdì 17 agosto 2012, 19:24
La mia penna preferita: perché una sola?
Il mio inchiostro preferito: Aurora BlacK
Misura preferita del pennino: Medio
FountainPen.it 500 Forum n.: 029
Fp.it ℵ: 016
Fp.it 霊気: 009
Fp.it Vera: 107
Località: Portici (NA)
Sesso: Uomo

Re: La migliore penna economica per cominciare.

Messaggio da maxpop 55 » giovedì 3 marzo 2016, 14:28

Non sempre il maggior peso equivale a maggior consistenza ci sono materiali leggerissimi e molto più robusti di altri dal peso più che doppio.
Il valore di una stilografica non dipende dal costo, ma dal valore che noi le diamo.

Avatar utente
Lag90
Snorkel
Snorkel
Messaggi: 150
Iscritto il: martedì 26 gennaio 2016, 19:40
La mia penna preferita: Faber-Castell Loom
Il mio inchiostro preferito: Turquoise
Misura preferita del pennino: Flessibile
Località: Taormina (ME)
Sesso: Uomo

Re: La migliore penna economica per cominciare.

Messaggio da Lag90 » giovedì 3 marzo 2016, 14:30

maxpop 55 ha scritto:Non sempre il maggior peso equivale a maggior consistenza ci sono materiali leggerissimi e molto più robusti di altri dal peso più che doppio.
beh certo, basti pensare al carbonio (vedi Visconti carbon dream <3) ma nel confronto stavo parlando di alluminio vs plastica.

A tal riguardo stavo pensando che forse la All Star potrebbe essere un buon compromesso (sempre a patto di non dover litigare con l'impugnatura)

in_costante
Snorkel
Snorkel
Messaggi: 176
Iscritto il: venerdì 11 febbraio 2011, 10:55
La mia penna preferita: Conway Stewart #64
Il mio inchiostro preferito: Waterman Absolute Brown
Misura preferita del pennino: Medio
Località: Manduria (TA)
Sesso: Uomo

Re: La migliore penna economica per cominciare.

Messaggio da in_costante » giovedì 3 marzo 2016, 16:27

Anche per me è un problema adattarmi all'impugnatura triangolare della Safari. E forse proprio a causa di questo non riesco a far scorrere bene il pennino, non mi da quella sensazione di scorrevolezza che cerco

Avatar utente
Ottorino
Tecnico - Moderatore
Tecnico - Moderatore
Messaggi: 6836
Iscritto il: lunedì 24 novembre 2008, 9:21
La mia penna preferita: Doric donatami da Fab66
Il mio inchiostro preferito: colorato brillante o neronero
Misura preferita del pennino: Stub
FountainPen.it 500 Forum n.: 096
Fp.it ℵ: 022
Fp.it 霊気: 022
Località: Firenze
Sesso: Uomo

Re: La migliore penna economica per cominciare.

Messaggio da Ottorino » giovedì 3 marzo 2016, 16:43

Lag90 ha scritto: 1- Il pennino pur essendo acciaio è sicuramente una spanna sopra quello della safari e delel altre penne da me provate in quanto a scorrevolezza
Dalle foto che hai messo sembra che la Safari abbia un F e la Loom un M.
La maggior scorrevolezza potrebbe essere dovuto a questo e non alla marca ?
C'è rimedio ? Perché preoccuparsi ? Non c'è rimedio ? Perché preoccuparsi ?

Rispondi

Torna a “Penne Stilografiche”