La migliore penna economica per cominciare.

Recensioni, impressioni sull'uso, discussioni, sul più straordinario strumento di scrittura!

La migliore penna economica per cominciare.

Lamy Safari - Nexx - ABC
153
44%
Pelikan Grand Prix
7
2%
Pelikan Griffix
3
1%
Reform 1745
12
3%
Pilot 78G - Kakuno
52
15%
Pilot Middle Range
23
7%
Jinhao X-450/X-750
9
3%
Kaweco Sport
30
9%
Schneider Base
5
1%
Schneider ID
1
0%
Online Vision
1
0%
Platinum Preppy - Plaisir
23
7%
Hero 616
4
1%
Altro (Specificare nell'argomento)
23
7%
 
Voti totali: 346

ZioEnrico

La migliore penna economica per cominciare.

Messaggio da ZioEnrico » martedì 18 agosto 2015, 12:43

1) Lamy Vista, anche se con la punta M scrive un pò grande, ma è utile per imparare a smontarla e rimontarla, visto che si può disassemblare in ogni pezzo molto facilmente.
2) Dollar 717, magari lasciandola in un portapenne , con la punta in giù, quando non si usa, pennino molto rigido e tende a seccare, ma costa pochi euro in internet, è esteticamente carina, carica molto inchiostro e carica l'inchiostro direttamente, senza cartucce o convertitori. Penna da lasciare tranquillamente in macchina per la lista della spesa o la carta carburante, sempre con la punta in giù possibilmente se no secca e ci mette un pochino a ripartire.

Avatar utente
Keplero
Touchdown
Touchdown
Messaggi: 73
Iscritto il: mercoledì 26 marzo 2014, 21:01
La mia penna preferita: Pelikan Souveran M400
Il mio inchiostro preferito: Aurora & Pelikan Black
Misura preferita del pennino: Fine
Località: Oltrepò Pavese
Sesso:

Re: La migliore penna economica per cominciare.

Messaggio da Keplero » giovedì 3 settembre 2015, 16:10

ZioEnrico ha scritto:1) Lamy Vista, anche se con la punta M scrive un pò grande, ma è utile per imparare a smontarla e rimontarla, visto che si può disassemblare in ogni pezzo molto facilmente.
2) Dollar 717, magari lasciandola in un portapenne , con la punta in giù, quando non si usa, pennino molto rigido e tende a seccare, ma costa pochi euro in internet, è esteticamente carina, carica molto inchiostro e carica l'inchiostro direttamente, senza cartucce o convertitori. Penna da lasciare tranquillamente in macchina per la lista della spesa o la carta carburante, sempre con la punta in giù possibilmente se no secca e ci mette un pochino a ripartire.
A me in verità è capitato l'opposto :lol: ho lasciato le penne cariche nel cassetto della scrivania in posizione orizzontale e sono andato in ferie per 3 settimane , al mio ritorno quelle che non mi hanno dato problemi e hanno scritto senza false partenze sono state le due Dollar 717 e una Reform, qualche leggera falsa partenza per la Lamy Safari ch è passata in un paio di minuti, quella che mi ha invece fatto dannare un pochino è stata una Parker Sonnet che dopo continue false partenze e ripetute indecisioni sul tratto mi sono deciso ad darle una bella pulita in acqua e poi a riproso a fare il suo mestiere.
Tutte caricate con Pelikan Black a parte la Reform che aveva un Royal Blue e una Dollar che aveva un Brown Pelikan modificato.
:wave:

Dimenticavo la Kaweco Sport che rimasta in borsa è ripartita senza batter ciglio sempre con il solito e famigerato Black del Pelicano...
A case le penne erano state riposte pulite pertanto....

Kevan
Snorkel
Snorkel
Messaggi: 226
Iscritto il: sabato 27 dicembre 2014, 21:55
Il mio inchiostro preferito: Pilot Namiki Black
Misura preferita del pennino: Fine
Sesso:

Re: La migliore penna economica per cominciare.

Messaggio da Kevan » lunedì 5 ottobre 2015, 0:18

ditemi quello che volete sul saper scrivere e perbenismo sul come impugnare la penna, ma l'impugnatura triangolare scolastica delle lamy simil-safari e kakuno e twist pelikan è una trappola letale tranciafalangi.

Poi il mondo è bello perché è vario, ma con la 78g e sezione circolare è un'altra cosa!

Riguardo il pelikan black, a me in breve tempo ha tappato TUTTE le penne che ha caricato
Le cartucce restanti verrano quindi svuotate e lavate e riempite col più pacifico quink black che se pure è grigio topo, almeno scorre.

voto 78g, in attesa di provare una MR1 fine...

Avatar utente
Keplero
Touchdown
Touchdown
Messaggi: 73
Iscritto il: mercoledì 26 marzo 2014, 21:01
La mia penna preferita: Pelikan Souveran M400
Il mio inchiostro preferito: Aurora & Pelikan Black
Misura preferita del pennino: Fine
Località: Oltrepò Pavese
Sesso:

Re: La migliore penna economica per cominciare.

Messaggio da Keplero » mercoledì 7 ottobre 2015, 11:44

Kevan ha scritto:ditemi quello che volete sul saper scrivere e perbenismo sul come impugnare la penna, ma l'impugnatura triangolare scolastica delle lamy simil-safari e kakuno e twist pelikan è una trappola letale tranciafalangi.

Poi il mondo è bello perché è vario, ma con la 78g e sezione circolare è un'altra cosa!

Riguardo il pelikan black, a me in breve tempo ha tappato TUTTE le penne che ha caricato
Le cartucce restanti verrano quindi svuotate e lavate e riempite col più pacifico quink black che se pure è grigio topo, almeno scorre.

voto 78g, in attesa di provare una MR1 fine...
La Lami anche a me non fa impazzire ma per altro, es. facilità di aperture accidentali, non immediata dopo qualche gg di pausa...
Per gli inchiostri a me capita esattamente il contrario, mi va benissimo il Pelikan ed il Quink mi intasa... :lol:

Sargasso

Re: La migliore penna economica per cominciare.

Messaggio da Sargasso » giovedì 22 ottobre 2015, 23:06

Io ho votato la Lamy Safari, ma anche la Pilot 78g è buonissima, solo che a confronto della tedesca, non ha i pennini intercambiabili.

Avatar utente
Inka
Snorkel
Snorkel
Messaggi: 122
Iscritto il: sabato 3 gennaio 2015, 16:51
La mia penna preferita: Sailor Sapporo f
Il mio inchiostro preferito: Diamine Onyx Black
Misura preferita del pennino: Fine
Località: Orsago
Sesso:

Re: La migliore penna economica per cominciare.

Messaggio da Inka » venerdì 8 gennaio 2016, 12:24

Anche io come i più ho votato Lamy Safari. La possibilità di cambiare i pennini è un vantaggio non da poco per chi inizia e vuol capire qual' è la sua strada. Tra le mie stilografiche economiche mi trovo molto bene anche con la Sport.
Ma volevo spezzare una lancia in favore della Twist di Pelikan: la ho regalata alle mie nipotine che fanno la quarta elementare, entrambe avevano un modo assurdo di impugnare le penne. Con la Twist hanno imparato la corretta impugnatura in un amen. Io l' ho provata a lungo insieme a loro e a differenza di alcuni tra noi che in questo argomento hanno sottolineato una sezione troppo triangolare io mi ci sono trovato molto bene.
Altra cosa notevole è il prezzo: con una cifra intorno ai 7 euro si ha una penna che scrive bene e che ha un' estetica originale e spiritosa, inoltre credo che prima di romperla ci si debba mettere davvero d' impegno, quindi è ottima per un uso scolastico o in ambienti altrettanto selvaggi.

Avatar utente
DerAlte
Crescent Filler
Crescent Filler
Messaggi: 1132
Iscritto il: sabato 24 ottobre 2015, 22:17
La mia penna preferita: Aurora Optima
Il mio inchiostro preferito: Aurora Black
Misura preferita del pennino: Fine
Località: Catania
Sesso:

Re: La migliore penna economica per cominciare.

Messaggio da DerAlte » venerdì 8 gennaio 2016, 13:23

Inka ha scritto: Altra cosa notevole è il prezzo: con una cifra intorno ai 7 euro si ha una penna che scrive bene e che ha un' estetica originale e spiritosa,
La kakuno costa in Giappone, se non erro, l'equivalente di 7,5 euro, peccato che in Italia non sia importata e quando si trova la si debba pagare ad un prezzo lievitato di più del doppio.
Immagine

Kevan
Snorkel
Snorkel
Messaggi: 226
Iscritto il: sabato 27 dicembre 2014, 21:55
Il mio inchiostro preferito: Pilot Namiki Black
Misura preferita del pennino: Fine
Sesso:

Re: La migliore penna economica per cominciare.

Messaggio da Kevan » venerdì 8 gennaio 2016, 13:36

Ne approfitto per confermare che, anche se ho provato di questa lista solo pochi modelli, la 78g/mr mi soddisfano.

Consiglio i pennini F, meglio con un inchiostro tipo Quink, più denso, che cura un po' il flusso che non va d'accordo con la carta comune (e il moleskine).
DerAlte ha scritto:
Inka ha scritto: Altra cosa notevole è il prezzo: con una cifra intorno ai 7 euro si ha una penna che scrive bene e che ha un' estetica originale e spiritosa,
La kakuno costa in Giappone, se non erro, l'equivalente di 7,5 euro, peccato che in Italia non sia importata e quando si trova la si debba pagare ad un prezzo lievitato di più del doppio.
credo che parlasse della pelikan twist...

Avatar utente
Inka
Snorkel
Snorkel
Messaggi: 122
Iscritto il: sabato 3 gennaio 2015, 16:51
La mia penna preferita: Sailor Sapporo f
Il mio inchiostro preferito: Diamine Onyx Black
Misura preferita del pennino: Fine
Località: Orsago
Sesso:

Re: La migliore penna economica per cominciare.

Messaggio da Inka » venerdì 8 gennaio 2016, 13:45

Si parlavo della Twist, confermo che dal Giappone all' Italia i prezzi raddoppino. La mia Sailor Sapporo l' ho fatta arrivare dal Sol Levante ad un prezzo che da noi si trova solo nell' usato.
Tornando alle economiche/scolastiche credo sia meglio acquistare tra quello che si trova nei negozi vicino casa.
Se poi si vuole fare un passetto più in su con il prezzo sono ben recensite le Sailor Lecoulè, a cifre "italiane" i torno ai 50€ per una penna che di sicuro sfodera un buon pennino. Io ho la 1911 Young e il suo F in acciaio è eccezionale!
:thumbup:

Kevan
Snorkel
Snorkel
Messaggi: 226
Iscritto il: sabato 27 dicembre 2014, 21:55
Il mio inchiostro preferito: Pilot Namiki Black
Misura preferita del pennino: Fine
Sesso:

Re: La migliore penna economica per cominciare.

Messaggio da Kevan » venerdì 8 gennaio 2016, 16:28

si ma 50 euro per una penna non sono il massimo per un neofita ;)

PS: di molte di queste penne odio profondamente l'ìmpugnatura "didattica".
Se non fosse per quello, avrei promosso la safari!

Avatar utente
Inka
Snorkel
Snorkel
Messaggi: 122
Iscritto il: sabato 3 gennaio 2015, 16:51
La mia penna preferita: Sailor Sapporo f
Il mio inchiostro preferito: Diamine Onyx Black
Misura preferita del pennino: Fine
Località: Orsago
Sesso:

Re: La migliore penna economica per cominciare.

Messaggio da Inka » venerdì 8 gennaio 2016, 16:46

Kevan ha scritto:si ma 50 euro per una penna non sono il massimo per un neofita ;)

PS: di molte di queste penne odio profondamente l'ìmpugnatura "didattica".
Se non fosse per quello, avrei promosso la safari!
Vero, allora direi che concordo con chi ti ha consigliato di inoltrarti nella sconfinata offerta di Schneider oppure Online. Li troverai di sicuro impugnature classiche e ottima qualità senza svenarti, anche una Sheaffer Nononsense che puoi trovare sul web, un classico senza tempo che va come un treno, la porti a casa anche intorno ai 10€ più spedizione :thumbup:

Avatar utente
Keplero
Touchdown
Touchdown
Messaggi: 73
Iscritto il: mercoledì 26 marzo 2014, 21:01
La mia penna preferita: Pelikan Souveran M400
Il mio inchiostro preferito: Aurora & Pelikan Black
Misura preferita del pennino: Fine
Località: Oltrepò Pavese
Sesso:

Re: La migliore penna economica per cominciare.

Messaggio da Keplero » lunedì 25 gennaio 2016, 10:50

Secondo me per economico si intende entro i 20 euro... e in tale cifre per me abbiamo entro i 10 euro le Jinhao che per quello che costano hanno ahimè un rapporto prezzo/prestazioni ottimo, anche le Dollar entro 10 euro (ben meno) abbiamo la possibilità di provare una penna a pistone.
Sopra i 10 euro , ma sempre entro i 20 i consiglierei le varie Pilot 78G o MR, se vogliamo una pistone tedesca mi rivolgerei a Reform 1745 che si trova ancora entro i 20 euro.
La Lamy anche se non mi finisce di piacere. Mentre la Kaweco si scrive bene ed è pratica da portare in giro, ma non la consiglierei come penna per incominciare se non si cerca una portatilità spiccata. Poi dopo i 20 secondo me si passa a categorie diverse e con ampie scelte.... :mrgreen:

Aliceinhell
Converter
Converter
Messaggi: 11
Iscritto il: mercoledì 3 febbraio 2016, 21:46

Re: La migliore penna economica per cominciare.

Messaggio da Aliceinhell » giovedì 4 febbraio 2016, 16:45

Mi servo di questo topic per invocare il vostro aiuto. Mi sembrava superfluo iniziare una nuova discussione, su un argomento, credo, trattato di frequente.
Sto vagliando l'acquisto di una stilografica, la prima in assoluto, e non ho la minima idea delle caratteristiche da considerare in reazione al costo. La cifra a disposizione è modesta, e per questo non vorrei ritrovarmi con una porcheria tra le mani. Ho ben presente di non poter esigere nulla di eccelso ad un prezzo contenuto, ma vorrei comunque la massima resa. Ovviamente, antepongo la qualità a qualsiasi altro requisito, ma non nascondo che gradirei anche un oggetto che si presenti bene. Ho la tendenza a calcare un po' troppo, anzi zappare :D , come dicevano i miei professori, e soprattutto sono incapace nel prendere appunti, sono lenta e affatico il polso (ho anche una lieve tendinite), con conseguenti fitte che mi impongono di posare la penna e rinunciare. Ho pensato che la maggiore fluidità di una stilografica possa facilitarmi nella scrittura. Esplorando Amazon, ho notato delle stilografiche di provenienza asiatica che appaiono discrete alla vista, farebbero la loro figura diciamo, almeno così pare dalle foto. Il costo però mi induce a credere che siano fabbricate con materiali mediocri, e che le rifiniture siano eccessivamente grossolane, particolari che dalla immagini difficilmente si evincono. Inoltre, potrebbero essere di cattiva qualità e non scrivere correttamente, pur leggendo pareri entusiasti nelle recensioni. I modelli poi sono talmente tanti che non ho idea delle differenze che li contraddistinguano.
Grazie in anticipo per l'aiuto, e perdonate la verbosità del messaggio. :oops:

Kevan
Snorkel
Snorkel
Messaggi: 226
Iscritto il: sabato 27 dicembre 2014, 21:55
Il mio inchiostro preferito: Pilot Namiki Black
Misura preferita del pennino: Fine
Sesso:

Re: La migliore penna economica per cominciare.

Messaggio da Kevan » giovedì 4 febbraio 2016, 16:59

Un wall of text, dicono i barbari.
Bhe, a parte i saluti di benvenuto/a, passo alla pratica: delle cinesi ancora aspetto un pacco per provare roba economica assortita, ma intanto proverei per andare sul sicuro:
-lamy safari se tolleri l impugnatura.
-pilot 78g o mr/ metropolitan. scrivono entrambe molto bene, la mr è più solida come presentazione ma in fondo scrive uguale all'altra.
in eu la trovi solo M, altrimenti vedi sulla baia.

la mr1 f, dopo un po' di lavoro per il primo avvio, è la mia penna preferita.

Aliceinhell
Converter
Converter
Messaggi: 11
Iscritto il: mercoledì 3 febbraio 2016, 21:46

Re: La migliore penna economica per cominciare.

Messaggio da Aliceinhell » giovedì 4 febbraio 2016, 18:23

La Pilot mr è soddisfacente per estetica, il prezzo è contenuto, ma avevo considerato anche io quei set di stilografiche cinesi, credo, che per 25 euro circa, offrono quattro penne e ricariche di colori differenti. Per me sarebbe l'ideale, considerando che avrei necessità di impiegare più di un colore nei miei scritti. La Lamy a quanto pare è la prediletta, a questo punto sarei curiosa di provarla, ma la Pilot è decisamente più accattivante.

Rispondi