Penna H Alpin

Recensioni, impressioni sull'uso, discussioni, sul più straordinario strumento di scrittura!
Avatar utente
Pettirosso
Crescent Filler
Crescent Filler
Messaggi: 1288
Iscritto il: martedì 6 novembre 2012, 21:54
La mia penna preferita: Aurora, per tradizione
Il mio inchiostro preferito: Aurora blu
Misura preferita del pennino: Fine
Località: Traves (TO)
Sesso:

Penna H Alpin

Messaggio da Pettirosso » lunedì 6 maggio 2019, 9:08

L'unico scopo che potrebbe avere quella barra, se proprio se ne deve cercargliene uno, potrebbe essere quello che hai già detto tu: tenere in qualche modo fermo il sacchetto. Ma è una spiegazione molto stiracchiata: il sacchetto starebbe al suo posto comunque. Certo, "inguainato" nella barra, non verrebbe mai a contatto diretto con il fusto, e, quindi, non patirebbe (o patirebbe meno) eventuali eventuali aumenti di temperatura dovuti al calore della mano durante la scrittura (che potrebbero causare indesiderati aumenti del flusso dell'inchiostro, come può avvenire nelle eyedropper). Ma anche questo non regge: fra il sacchetto, se della giusta misura, ed il fusto dovrebbe comunque esserci un minimo di spazio.
Forse stiamo cercando una spiegazione ad una cosa che non l'ha.
Io passarei alla parte pratica: quando ti arriveranno, monta il sacchetto e poi richiudi la penna senza barra, e vedi come scrive.
A questo punto provi a montare anche la barra e riprovi a scrivere.
Non vorrei che, paradossalmente, quando rimonti la barra, se il sacchetto è pieno te lo comprimesse quel minimo sufficiente per farti uscire qualche goccia di inchiostro :oops: (effetto ovviamente indesiderato).
Ho esaurito le mie poche risorse.

Avatar utente
zoniale
Crescent Filler
Crescent Filler
Messaggi: 1501
Iscritto il: domenica 16 ottobre 2016, 13:48
La mia penna preferita: Tutte, troppe, anni '40 - '60
Il mio inchiostro preferito: avatar by Ooti
Misura preferita del pennino: Medio
Località: Varese
Sesso:

Penna H Alpin

Messaggio da zoniale » lunedì 6 maggio 2019, 9:24

Orel ha scritto:
lunedì 6 maggio 2019, 7:30
... Ho guardato già all unterno con un otoscopio e la superficie ...
Signori, vi annuncio che da oggi fa il suo ingresso nel necessaire del perfetto bricoleur di penne l'O-TO-SCO-PIO!
(speriamo ce ne siano di cinesi a buon prezzo)
Michele

Avatar utente
rolex hunter
Crescent Filler
Crescent Filler
Messaggi: 1656
Iscritto il: martedì 1 dicembre 2009, 10:54
La mia penna preferita: Waterman 554 LEC
Il mio inchiostro preferito: Diamine Sherwood green
Misura preferita del pennino: Flessibile
Arte Italiana FP.IT M: 077
Fp.it ℵ: 114
Fp.it 霊気: 034
Località: domiciliato a Reggio Calabria, residente a Torino
Sesso:

Penna H Alpin

Messaggio da rolex hunter » lunedì 6 maggio 2019, 9:56

zoniale ha scritto:
lunedì 6 maggio 2019, 9:24
Orel ha scritto:
lunedì 6 maggio 2019, 7:30
... Ho guardato già all unterno con un otoscopio e la superficie ...
Signori, vi annuncio che da oggi fa il suo ingresso nel necessaire del perfetto bricoleur di penne l'O-TO-SCO-PIO!
(speriamo ce ne siano di cinesi a buon prezzo)
Su Amazon prendi almeno quello da €5.94 di "Ibrihamn"; lascia perdere quelli a prezzo inferiore;

Pensavo lo usassero tutti, per guardare all'interno del cappuccio.....

Certo se (come me) hai un parente otorino, te ne può dare uno dei suoi "vecchio", migliore qualità e "aggratis".
Giorgio

la penna perfetta non esiste, quindi per essere felici bisogna avere tante penne (cit.)

Avatar utente
rolex hunter
Crescent Filler
Crescent Filler
Messaggi: 1656
Iscritto il: martedì 1 dicembre 2009, 10:54
La mia penna preferita: Waterman 554 LEC
Il mio inchiostro preferito: Diamine Sherwood green
Misura preferita del pennino: Flessibile
Arte Italiana FP.IT M: 077
Fp.it ℵ: 114
Fp.it 霊気: 034
Località: domiciliato a Reggio Calabria, residente a Torino
Sesso:

Penna H Alpin

Messaggio da rolex hunter » lunedì 6 maggio 2019, 11:21

:ugeek: :angel: :mrgreen:
Giorgio

la penna perfetta non esiste, quindi per essere felici bisogna avere tante penne (cit.)

Orel
Touchdown
Touchdown
Messaggi: 41
Iscritto il: mercoledì 17 aprile 2019, 7:24

Penna H Alpin

Messaggio da Orel » lunedì 6 maggio 2019, 12:45

rolex hunter ha scritto:
lunedì 6 maggio 2019, 9:56
zoniale ha scritto:
lunedì 6 maggio 2019, 9:24
Signori, vi annuncio che da oggi fa il suo ingresso nel necessaire del perfetto bricoleur di penne l'O-TO-SCO-PIO!
(speriamo ce ne siano di cinesi a buon prezzo)
Su Amazon prendi almeno quello da €5.94 di "Ibrihamn"; lascia perdere quelli a prezzo inferiore;

Pensavo lo usassero tutti, per guardare all'interno del cappuccio.....

Certo se (come me) hai un parente otorino, te ne può dare uno dei suoi "vecchio", migliore qualità e "aggratis".
:lol: e su questo messaggio sono scoppiato a ridere! Mi è venuto in mente di rubarlo a mia moglie dopo che ho letto sul wiki la pagina relativa a come smontare le clip dai cappucci. Dovevo cwpire se c'era o meno un controcappuccio e mi è sembrata la soluzione più semplice :mrgreen:. Da lì ho pendato di guatdare anche l interno del corpo per capire se ci fosse qualche diabolico marchingegno.
Pettirosso ha scritto:
lunedì 6 maggio 2019, 9:08
L'unico scopo che potrebbe avere quella barra, se proprio se ne deve cercargliene uno, potrebbe essere quello che hai già detto tu: tenere in qualche modo fermo il sacchetto. Ma è una spiegazione molto stiracchiata: il sacchetto starebbe al suo posto comunque. Certo, "inguainato" nella barra, non verrebbe mai a contatto diretto con il fusto, e, quindi, non patirebbe (o patirebbe meno) eventuali eventuali aumenti di temperatura dovuti al calore della mano durante la scrittura (che potrebbero causare indesiderati aumenti del flusso dell'inchiostro, come può avvenire nelle eyedropper). Ma anche questo non regge: fra il sacchetto, se della giusta misura, ed il fusto dovrebbe comunque esserci un minimo di spazio.
Forse stiamo cercando una spiegazione ad una cosa che non l'ha.
Io passarei alla parte pratica: quando ti arriveranno, monta il sacchetto e poi richiudi la penna senza barra, e vedi come scrive.
A questo punto provi a montare anche la barra e riprovi a scrivere.
Non vorrei che, paradossalmente, quando rimonti la barra, se il sacchetto è pieno te lo comprimesse quel minimo sufficiente per farti uscire qualche goccia di inchiostro :oops: (effetto ovviamente indesiderato).
Ho esaurito le mie poche risorse.
Eh sì, devo passare alla parte pratica assolutamente. L'unico problema è che devo prendere anche un pennino e onestamente non so come fare per sapere le misure da prendere in consideraazione. Come ho già detto in presentazionr ho sempre scritto con la stilografica ma da li a saperla riparare... Intanto cerco le informazioni giuste su questo forum e poi vi aggiornerò.

Orel
Touchdown
Touchdown
Messaggi: 41
Iscritto il: mercoledì 17 aprile 2019, 7:24

Penna H Alpin

Messaggio da Orel » martedì 21 maggio 2019, 7:29

Pettirosso ha scritto:
lunedì 6 maggio 2019, 9:08
L'unico scopo che potrebbe avere quella barra, se proprio se ne deve cercargliene uno, potrebbe essere quello che hai già detto tu: tenere in qualche modo fermo il sacchetto. Ma è una spiegazione molto stiracchiata: il sacchetto starebbe al suo posto comunque. Certo, "inguainato" nella barra, non verrebbe mai a contatto diretto con il fusto, e, quindi, non patirebbe (o patirebbe meno) eventuali eventuali aumenti di temperatura dovuti al calore della mano durante la scrittura (che potrebbero causare indesiderati aumenti del flusso dell'inchiostro, come può avvenire nelle eyedropper). Ma anche questo non regge: fra il sacchetto, se della giusta misura, ed il fusto dovrebbe comunque esserci un minimo di spazio.
Forse stiamo cercando una spiegazione ad una cosa che non l'ha.
Io passarei alla parte pratica: quando ti arriveranno, monta il sacchetto e poi richiudi la penna senza barra, e vedi come scrive.
A questo punto provi a montare anche la barra e riprovi a scrivere.
Non vorrei che, paradossalmente, quando rimonti la barra, se il sacchetto è pieno te lo comprimesse quel minimo sufficiente per farti uscire qualche goccia di inchiostro :oops: (effetto ovviamente indesiderato).
Ho esaurito le mie poche risorse.
Ho trovato o scopo!
Ieri sera, mentre guardavo come potermi costruire un sacchetto di gomma in casa (e oggi voglio provarci) ho scoperto che il corpo è composto da due parti. In pratica erano inchiodate insieme e a furia di rimaneggiare la penna si sono schiodate.
Provo a illustrarvi il funzionamento tramite varie foto. La posizione normale vede le due frecce disassate
IMG_20190520_222330.jpg
Ruotando le due parti del corpo fino a far combaviare le frecce lo stesso si apre

IMG_20190520_222351.jpg
IMG_20190520_222409.jpg
IMG_20190520_222425.jpg
Si può vedere ora come risulta la barra
IMG_20190520_222502.jpg
In pratica il gruppo alimentatore, insieme alla parte inferiore del corpo tengono fissa la barra. Si rimuove la parte superiore per poter accedere alla stessa, premerla contro il sacchetto e aspirare così l'inchiostro in modo semplice!
IMG_20190520_222502.jpg
Oggi provo a fare un sacchetto e vedremo se la penna funziona. Deve ancora arrivarmi il pennino nuovo ma spero di riuscire a scrivere già con quello vecchio e malandato! :thumbup:

Avatar utente
zoniale
Crescent Filler
Crescent Filler
Messaggi: 1501
Iscritto il: domenica 16 ottobre 2016, 13:48
La mia penna preferita: Tutte, troppe, anni '40 - '60
Il mio inchiostro preferito: avatar by Ooti
Misura preferita del pennino: Medio
Località: Varese
Sesso:

Penna H Alpin

Messaggio da zoniale » martedì 21 maggio 2019, 9:06

Orel ha scritto:
martedì 21 maggio 2019, 7:29
Ruotando le due parti del corpo fino a far combaviare le frecce lo stesso si apre.

In pratica il gruppo alimentatore, insieme alla parte inferiore del corpo tengono fissa la barra. Si rimuove la parte superiore per poter accedere alla stessa, premerla contro il sacchetto e aspirare così l'inchiostro in modo semplice!
E io cosa ti avevo detto il 5 maggio!?
Sono curioso: come pensi di costruirti il sacchetto?
Michele

Orel
Touchdown
Touchdown
Messaggi: 41
Iscritto il: mercoledì 17 aprile 2019, 7:24

Penna H Alpin

Messaggio da Orel » martedì 21 maggio 2019, 12:08

zoniale ha scritto:
martedì 21 maggio 2019, 9:06
E io cosa ti avevo detto il 5 maggio!?
Sono curioso: come pensi di costruirti il sacchetto?
Già... Non ho ripteso tutti i messaggi per rispondere.. :roll: comunque in quel momento, controllando cin l'otoscopio, da dentro non si vedeva niente se non un pezzo unico... L'ossido aveva creato una patina uniforme. Poi ho pensato bene di iniziare una pulizia interna e li ho scoperto che era in due pezzi. Ora in pausa pranzo provo a fare il sacchetto e poi, se il tutto funziona, posterò delle foto :wave:

Orel
Touchdown
Touchdown
Messaggi: 41
Iscritto il: mercoledì 17 aprile 2019, 7:24

Penna H Alpin

Messaggio da Orel » martedì 21 maggio 2019, 12:42

Inizio subito col dire che probabilmente andro brutalmente OT ma visto che il lavoro è stato fatto su questa penna, posto qui il tutto. Se la cosa non va, ditemelo e io cancellerò il messaggio e, se questa modifica può essere utile peer altri, creerò un post dedicato nella sezione giusta.

Dopo aver letto questo viewtopic.php?t=1861
Ho valutato se rompere o meno le scatole ai vari negozianti solo per dei sacchetti in silicone e per un pennino (ben inteso, se la cosa non risulta assurda ditemelo che cintatto subito uno di questi! Sto ancora aspettando il pennino e quindi posso tranquillamente acquistarne un altro :mrgreen:) ho deciso di costruirne uno da zero.
Dopo aver preso la misura del collo ho cercato una guaina termorestringente del diametro >= a quello del collo. Una volta trovata la guaina giusta ne ho tagliato un pezzo di lunghzza più che sufficiente, l'ho infilata nel collo e l'ho scaldata esclusivamente sul punto in cui deve fare tenuta. Una volta finito ho preso del cordino e l'ho legato intorno alla guaina stessa. Dopodiché ho posizionato la barra per avere la lunghezza giusta del sacchetto, ho tagliato e scaldato solo l'estremità che, ancora calda, ho provveduto a chiudere subito con una fascetta da elettricista per tappare il fondo, che poi ho tagliato via per sostituirla con un cordino, in modo da avere meno ostacoli tra barra e sacchetto stesso.
Ma bando alle ciance! Posto due foto che rusultano più comprensibili di mille parole!
IMG_20190521_123807.jpg
IMG_20190521_124034.jpg
P.S : OT (tanto ormai ;)) ribadisco che se qualcuno avesse da vendermi anche solo un pennino in buone condizioni mi scriva in privato grazie!

Avatar utente
francoiacc
Crescent Filler
Crescent Filler
Messaggi: 1401
Iscritto il: martedì 19 dicembre 2017, 23:29
La mia penna preferita: OMAS Extra Arco Brown
Il mio inchiostro preferito: P.W. Akkerman #5 Shocking Blue
Misura preferita del pennino: Medio
Località: Capitale del Regno delle Due Sicilie
Sesso:

Penna H Alpin

Messaggio da francoiacc » martedì 21 maggio 2019, 12:55

L'idea di per se è buona, temo solo che il materiale essendo poco eleastico non sia idoneo a essere ripetutamente schiacciato e si possa facilemente rompere. :think:
Facci sapere se funziona bene, ma ti consiglio di monitorare costantemente il termorestringente. :wave:
"E' sempre meglio vivere di rimorsi che di rimpianti"
Francesco
Immagine

Avatar utente
maxpop 55
Tecnico
Tecnico
Messaggi: 11470
Iscritto il: venerdì 17 agosto 2012, 19:24
La mia penna preferita: perché una sola?
Il mio inchiostro preferito: Aurora BlacK
Misura preferita del pennino: Medio
FountainPen.it 500 Forum n.: 029
Fp.it ℵ: 016
Fp.it 霊気: 009
Fp.it Vera: 107
Località: Portici (NA)
Sesso:

Penna H Alpin

Messaggio da maxpop 55 » martedì 21 maggio 2019, 12:59

Orel ha scritto:
martedì 21 maggio 2019, 12:42
Inizio subito col dire che probabilmente andro brutalmente OT ma visto che il lavoro è stato fatto su questa penna, posto qui il tutto. Se la cosa non va, ditemelo e io cancellerò il messaggio e, se questa modifica può essere utile peer altri, creerò un post dedicato nella sezione giusta.

Dopo aver letto questo viewtopic.php?t=1861
Ho valutato se rompere o meno le scatole ai vari negozianti solo per dei sacchetti in silicone e per un pennino (ben inteso, se la cosa non risulta assurda ditemelo che cintatto subito uno di questi! Sto ancora aspettando il pennino e quindi posso tranquillamente acquistarne un altro :mrgreen:) ho deciso di costruirne uno da zero.
Dopo aver preso la misura del collo ho cercato una guaina termorestringente del diametro >= a quello del collo. Una volta trovata la guaina giusta ne ho tagliato un pezzo di lunghzza più che sufficiente, l'ho infilata nel collo e l'ho scaldata esclusivamente sul punto in cui deve fare tenuta. Una volta finito ho preso del cordino e l'ho legato intorno alla guaina stessa. Dopodiché ho posizionato la barra per avere la lunghezza giusta del sacchetto, ho tagliato e scaldato solo l'estremità che, ancora calda, ho provveduto a chiudere subito con una fascetta da elettricista per tappare il fondo, che poi ho tagliato via per sostituirla con un cordino, in modo da avere meno ostacoli tra barra e sacchetto stesso.
Ma bando alle ciance! Posto due foto che rusultano più comprensibili di mille parole!
IMG_20190521_123807.jpg
IMG_20190521_124034.jpg

P.S : OT (tanto ormai ;)) ribadisco che se qualcuno avesse da vendermi anche solo un pennino in buone condizioni mi scriva in privato grazie!
Io uso molto il termorestringente in elettronica, e non ha le caratteristiche atte a sostituire un sacchetto in lattice, gomma o similari.
In mancanza per arrangiare va pure bene ma non so quante gocce d'inchiostro possa caricare, in seguito dovresti sempre mettere un sacchetto.
Per il pennino se mi dai le misure te ne mando uno io.
Il valore di una stilografica non dipende dal costo, ma dal valore che noi le diamo.

Orel
Touchdown
Touchdown
Messaggi: 41
Iscritto il: mercoledì 17 aprile 2019, 7:24

Penna H Alpin

Messaggio da Orel » martedì 21 maggio 2019, 13:15

maxpop 55 ha scritto:
martedì 21 maggio 2019, 12:59

Io uso molto il termorestringente in elettronica, e non ha le caratteristiche atte a sostituire un sacchetto in lattice, gomma o similari.
In mancanza per arrangiare va pure bene ma non so quante gocce d'inchiostro possa caricare, in seguito dovresti sempre mettere un sacchetto.
Per il pennino se mi dai le misure te ne mando uno io.
Anch'io nel mio lavoro ne faccio largo uso e ho pensato la tua stessa cosa, in fondo lo tengo in via provvisoria. Ho già provato a caticatlo con l acqua e devo dire che ne tiene parecchia, sembra più pesante di una cartuccia pelikan standard, per intenderci. Appena riesco metterò un sacchetto. Il pennino misura 26 x 5 mm. I 5 mm sono molto approssimativi. Sembra quasi 5,5. La parte più larga misura 7mm. Per qualunque info ti scrivo in privato! Grazie in anticipo!

P. S intanto non ho ancora notato perdite :P

Orel
Touchdown
Touchdown
Messaggi: 41
Iscritto il: mercoledì 17 aprile 2019, 7:24

Penna H Alpin

Messaggio da Orel » giovedì 6 giugno 2019, 19:31

Terminato il riassemblaggio di questa penna! Per il momento continuo con il rudimentale sacchetto autocostruito (tra un po' acquisterò qualche sacchetto di silicone ;)) mentre, grazie alla disponibilità e gentilezza di maxpop 55, ho un pennino fiammante 14 kt F che va una meraviglia!
L'ho caricata subito con inchiostro Pelikan 4001 turchese e non mi dà problemi di alcun tipo. Nessuna falsa partenza, inoltre questo pennino ha un tratto davvero morbido! Sono proprio contento e soddisfatto! L'unico neo in tutto ciò è che ci ho preso un po' di gusto... Devo fare attenzione agli aqquisti ossessivi nei mercatini :lol:

Un grazie a tutti quelli che mi hanno risposto e in particolar modo a Massimo, persona molto paziente e disponibile!

Maurizio
IMG_20190606_191829.jpg

Avatar utente
maxpop 55
Tecnico
Tecnico
Messaggi: 11470
Iscritto il: venerdì 17 agosto 2012, 19:24
La mia penna preferita: perché una sola?
Il mio inchiostro preferito: Aurora BlacK
Misura preferita del pennino: Medio
FountainPen.it 500 Forum n.: 029
Fp.it ℵ: 016
Fp.it 霊気: 009
Fp.it Vera: 107
Località: Portici (NA)
Sesso:

Penna H Alpin

Messaggio da maxpop 55 » giovedì 6 giugno 2019, 22:01

Orel ha scritto:
giovedì 6 giugno 2019, 19:31
Terminato il riassemblaggio di questa penna! Per il momento continuo con il rudimentale sacchetto autocostruito (tra un po' acquisterò qualche sacchetto di silicone ;)) mentre, grazie alla disponibilità e gentilezza di maxpop 55, ho un pennino fiammante 14 kt F che va una meraviglia!
L'ho caricata subito con inchiostro Pelikan 4001 turchese e non mi dà problemi di alcun tipo. Nessuna falsa partenza, inoltre questo pennino ha un tratto davvero morbido! Sono proprio contento e soddisfatto! L'unico neo in tutto ciò è che ci ho preso un po' di gusto... Devo fare attenzione agli aqquisti ossessivi nei mercatini :lol:

Un grazie a tutti quelli che mi hanno risposto e in particolar modo a Massimo, persona molto paziente e disponibile!

Maurizio

IMG_20190606_191829.jpg
Ti ringrazio, mi fa sempre piacere dare una mano a chi inizia a smanettare vicino le stilo. :thumbup:
Il valore di una stilografica non dipende dal costo, ma dal valore che noi le diamo.

Avatar utente
Ottorino
Tecnico - Moderatore
Tecnico - Moderatore
Messaggi: 7832
Iscritto il: lunedì 24 novembre 2008, 9:21
La mia penna preferita: Doric donatami da Fab66
Il mio inchiostro preferito: colorato brillante o neronero
Misura preferita del pennino: Stub
FountainPen.it 500 Forum n.: 096
Fp.it ℵ: 022
Fp.it 霊気: 022
Località: Firenze
Sesso:

Penna H Alpin

Messaggio da Ottorino » venerdì 7 giugno 2019, 12:23

Le guaine termorestringenti sono state il mio primo tentativo gia' negli anni '90 quando non era per nulla facile reperire sacchetti.
Puo' essere attraente, ma se ci devi scrivere sono un cilicio: non sono elastiche e quindi non caricano abbastanza inchiostro.

Se proprio vuoi andare per la strada "faccio tutto io" cerca dei palloncini da bambini di misura idonea.

Attualmente ti consiglierei di reperire i sacchetti in rete
C'è rimedio ? Perché preoccuparsi ? Non c'è rimedio ? Perché preoccuparsi ?

Rispondi