Consiglio su penna economica con pennino "non duro"

Recensioni, impressioni sull'uso, discussioni, sul più straordinario strumento di scrittura!
Rispondi
atnike
Touchdown
Touchdown
Messaggi: 91
Iscritto il: domenica 8 aprile 2018, 10:46
La mia penna preferita: Tante penne per tanti momenti
Il mio inchiostro preferito: Nero vintage
Misura preferita del pennino: Medio
Sesso:

Consiglio su penna economica con pennino "non duro"

Messaggio da atnike » lunedì 21 gennaio 2019, 18:28

Avrei bisogno di una vostra indicazione. Al lavoro uso molto la stilografica e in particolare: Lamy Safari (F e M), Pilot Prera M, Twsbi Eco B e una manciata di "cinesi". Le penne scrivono tutte bene, ma vorrei acquistare una penna economica (20-30 €) con un pennino meno duro e magari flex. Però non mi piace la "Ahab" e le FPR. Ci sono alternative? Grazie

Avatar utente
HoodedNib
Crescent Filler
Crescent Filler
Messaggi: 1612
Iscritto il: venerdì 16 marzo 2018, 17:39
La mia penna preferita: Quella che non ho provato
Il mio inchiostro preferito: Noodler's Black, al momento
Misura preferita del pennino: Extra Fine
Sesso:

Consiglio su penna economica con pennino "non duro"

Messaggio da HoodedNib » lunedì 21 gennaio 2019, 18:36

atnike ha scritto:
lunedì 21 gennaio 2019, 18:28
Avrei bisogno di una vostra indicazione. Al lavoro uso molto la stilografica e in particolare: Lamy Safari (F e M), Pilot Prera M, Twsbi Eco B e una manciata di "cinesi". Le penne scrivono tutte bene, ma vorrei acquistare una penna economica (20-30 €) con un pennino meno duro e magari flex. Però non mi piace la "Ahab" e le FPR. Ci sono alternative? Grazie
Se arrivi sui 40 euro c'e' la Platinum PTL-5000, pennino in oro 14k, japponese, morbido il giusto e volendo ci si possono fare anche variazioni di tratto interessanti. Se mi si viene a dire che la consiglio a tutti e' semplicemente perche' trovo che sia una delle penne giapponesi piu' sottovalutate di sempre considerando anche il pennino d'oro a quel prezzo.
“Ankh-Morpork had dallied with many forms of government and had ended up with that form of democracy known as One Man, One Vote. The Patrician was the Man; he had the Vote.”

atnike
Touchdown
Touchdown
Messaggi: 91
Iscritto il: domenica 8 aprile 2018, 10:46
La mia penna preferita: Tante penne per tanti momenti
Il mio inchiostro preferito: Nero vintage
Misura preferita del pennino: Medio
Sesso:

Consiglio su penna economica con pennino "non duro"

Messaggio da atnike » lunedì 21 gennaio 2019, 18:45

Mi piace! Che pennino consigli? Considero irrinunciabile una scrittura fluida a costo di rinunciare alla sottigliezza del tratto.

atnike
Touchdown
Touchdown
Messaggi: 91
Iscritto il: domenica 8 aprile 2018, 10:46
La mia penna preferita: Tante penne per tanti momenti
Il mio inchiostro preferito: Nero vintage
Misura preferita del pennino: Medio
Sesso:

Consiglio su penna economica con pennino "non duro"

Messaggio da atnike » lunedì 21 gennaio 2019, 18:49

Intendo dire il più sottile pur mantenendo la fluidità del tratto

Avatar utente
HoodedNib
Crescent Filler
Crescent Filler
Messaggi: 1612
Iscritto il: venerdì 16 marzo 2018, 17:39
La mia penna preferita: Quella che non ho provato
Il mio inchiostro preferito: Noodler's Black, al momento
Misura preferita del pennino: Extra Fine
Sesso:

Consiglio su penna economica con pennino "non duro"

Messaggio da HoodedNib » lunedì 21 gennaio 2019, 18:50

atnike ha scritto:
lunedì 21 gennaio 2019, 18:45
Mi piace! Che pennino consigli? Considero irrinunciabile una scrittura fluida a costo di rinunciare alla sottigliezza del tratto.
Io ho un F, ed e' un F giapponese senza alcun dubbio. Una cosa che c'e' su questo pennino e c'e' su tutti i pennini Platinum e' il feedback, c'e', non si scappa, non gratta ma se vuoi una scrittura tipo Pelikan o altro del genere non e' quello che otterrai. Cio' non vuol dire che gratti, il mio non lo fa. Sono ragionevolmente sicuro che con un M la cosa si senta meno.
A me piace scrivere con quell'F, non come mi piace scrivere con l'M di una Sailor ma e' una penna con cui scrivo spesso che si comporta egregiamente con gli inchiostri pigmentati (lo dico dopo prove estensive)
“Ankh-Morpork had dallied with many forms of government and had ended up with that form of democracy known as One Man, One Vote. The Patrician was the Man; he had the Vote.”

kircher
Vacumatic
Vacumatic
Messaggi: 991
Iscritto il: martedì 4 novembre 2014, 5:44
Località: Firenze/Londra

Consiglio su penna economica con pennino "non duro"

Messaggio da kircher » martedì 22 gennaio 2019, 8:29

HoodedNib ha scritto:
lunedì 21 gennaio 2019, 18:36
atnike ha scritto:
lunedì 21 gennaio 2019, 18:28
Avrei bisogno di una vostra indicazione. Al lavoro uso molto la stilografica e in particolare: Lamy Safari (F e M), Pilot Prera M, Twsbi Eco B e una manciata di "cinesi". Le penne scrivono tutte bene, ma vorrei acquistare una penna economica (20-30 €) con un pennino meno duro e magari flex. Però non mi piace la "Ahab" e le FPR. Ci sono alternative? Grazie
Se arrivi sui 40 euro c'e' la Platinum PTL-5000, pennino in oro 14k, japponese, morbido il giusto e volendo ci si possono fare anche variazioni di tratto interessanti. Se mi si viene a dire che la consiglio a tutti e' semplicemente perche' trovo che sia una delle penne giapponesi piu' sottovalutate di sempre considerando anche il pennino d'oro a quel prezzo.
La platinum 5000 ha un pennino che tende alla flessibilità?

Avatar utente
HoodedNib
Crescent Filler
Crescent Filler
Messaggi: 1612
Iscritto il: venerdì 16 marzo 2018, 17:39
La mia penna preferita: Quella che non ho provato
Il mio inchiostro preferito: Noodler's Black, al momento
Misura preferita del pennino: Extra Fine
Sesso:

Consiglio su penna economica con pennino "non duro"

Messaggio da HoodedNib » martedì 22 gennaio 2019, 8:42

photo_2019-01-22_08-41-17.jpg


Anche se evidentemente il pennino non e' nato per quello ma e' morbido
“Ankh-Morpork had dallied with many forms of government and had ended up with that form of democracy known as One Man, One Vote. The Patrician was the Man; he had the Vote.”

Avatar utente
Stormwolfie
Crescent Filler
Crescent Filler
Messaggi: 1012
Iscritto il: lunedì 4 dicembre 2017, 16:59
La mia penna preferita: Sailor 1911
Il mio inchiostro preferito: Sailor Blue Black
Misura preferita del pennino: Extra Fine
Località: Roma
Sesso:

Consiglio su penna economica con pennino "non duro"

Messaggio da Stormwolfie » martedì 22 gennaio 2019, 13:51

atnike ha scritto:
lunedì 21 gennaio 2019, 18:28
Avrei bisogno di una vostra indicazione. Al lavoro uso molto la stilografica e in particolare: Lamy Safari (F e M), Pilot Prera M, Twsbi Eco B e una manciata di "cinesi". Le penne scrivono tutte bene, ma vorrei acquistare una penna economica (20-30 €) con un pennino meno duro e magari flex. Però non mi piace la "Ahab" e le FPR. Ci sono alternative? Grazie
Se la Ahab non ti piace come forma la Noodler's ha anche altri modelli che montano un discreto flex ad una spesa che si aggira sui 40 euro. Se vuoi un vero semiflex o flex ti conviene cercare una vintage ad un pen-show o ad un mercatino ben fornito.
STEFANO

Ogni penna corre con inchiostri diversi su altrettante innumerevoli carte. Alcune scivolano rapide, altre con piena lentezza, altre grattano ritmi piacevoli. Ognuna esprime un suo carattere che lo scrittore dolcemente doma.

Rispondi