Parker IM, false partenze e cartuccia

Tecniche e consigli per l'uso, la manutenzione e la riparazione delle penne stilografiche.
Rispondi
merkurio
Converter
Converter
Messaggi: 4
Iscritto il: giovedì 6 settembre 2018, 22:12
Sesso:

Parker IM, false partenze e cartuccia

Messaggio da merkurio » venerdì 16 novembre 2018, 19:26

Ciao a tutti, da un pò di mesi ho acquistato una Parker IM. Premetto che il peso della penna, il colore e il modello mi piacciono.
Ho preso una punta sottile
Come molti di voi hanno segnalato anch'io ho avuto il fastidiosissimo problema delle false partenze che mi hanno scoraggiato al punto di metterla da parte, covando quella rabbia di non poterla utilizzare con piacere e dovendo quindi renderla in garanzia. Ho utilizzato anche diversi inchiostri.
Dopo diversi tentennamenti ho deciso di renderla, il venditore mi ha permesso di farlo e di sostituirla la prossima settimana con una identica, voglio darle un'altra chance. Magari è il modello difettoso.
Ho tolto quindi la cartuccia e per renderla indietro pulita ho cercato di consumare l'inchiostro rimasto scrivendo.

Posso dire? Sto scrivendo da mezz'ora e non ho ancora riscontrato una falsa partenza, una interruzione che sia una....

Togliendo la cartuccia il problema si risolve. Sono alle prime armi, per cui non ho particolari conoscenze tecniche, mi affido quindi alla vostra esperienza. Come posso spiegarmi ciò? A qualcuno di voi è già successo? Esistono quindi delle cartucce che sostituite a quelle usa e getta aiutano la penna a "respirare meglio" e quindi a garantire un flusso costante?

Grazie mille.

Avatar utente
Monet63
Artista
Artista
Messaggi: 934
Iscritto il: sabato 5 ottobre 2013, 22:34
La mia penna preferita: Delta Goldpen Mezzanotte n°52
Il mio inchiostro preferito: Nero Aurora
Misura preferita del pennino: Fine
Località: Cassino
Sesso:
Contatta:

Parker IM, false partenze e cartuccia

Messaggio da Monet63 » venerdì 16 novembre 2018, 20:23

Immagine
Mi sono passate per le mani ben SEI Parker IM del vecchio tipo, per intenderci quelle col pennino "OLD" indicato nell'immagine che allego (presa dal web), nelle gradazioni M e F. Tutte, miseramente, invariabilmente, hanno avuto lo stesso identico problema da te lamentato, tranne una - molto più vecchia - che invece andava discretamente: non era un'esperienza di scrittura da urlo, ma almeno andava. Tra l'altro la sensazione che restituisce il pennino mi è estremamente sgradevole, ma non so spiegare bene a parole: è come se "sdrucciolasse" su una superficie che raccoglie male il poco inchiostro fornito dall'alimentatore.
Il problema che lamenti è, con tutta probabilità, connesso a una mancata compensazione tra inchiostro necessario alla scrittura e aria che dovrebbe sostituirne il volume.
Mi spiace dirtelo ma, nella mia personale esperienza, le Parker IM (in particolar modo quelle che arrivano dall'India) sono penne meno che mediocri e pretenziose, che non valgono il prezzo che costano. Una qualsiasi Frontier (tanto per restare in casa) la massacra senza problemi.
:wave:
L’opera d’arte è sempre una confessione.
Umberto Saba

merkurio
Converter
Converter
Messaggi: 4
Iscritto il: giovedì 6 settembre 2018, 22:12
Sesso:

Parker IM, false partenze e cartuccia

Messaggio da merkurio » venerdì 16 novembre 2018, 21:28

Grazie mille per la risposta!

Avatar utente
Ottorino
Tecnico - Moderatore
Tecnico - Moderatore
Messaggi: 7266
Iscritto il: lunedì 24 novembre 2008, 9:21
La mia penna preferita: Doric donatami da Fab66
Il mio inchiostro preferito: colorato brillante o neronero
Misura preferita del pennino: Stub
FountainPen.it 500 Forum n.: 096
Fp.it ℵ: 022
Fp.it 霊気: 022
Località: Firenze
Sesso:

Parker IM, false partenze e cartuccia

Messaggio da Ottorino » venerdì 16 novembre 2018, 23:14

Probabile che la punta del pennino sia mal levigata/formata.

Provo a spiegarmi: con la mente (Uri Geller per noi coi super poteri è solo un dilettante !!) mettiamo la penna sul tavolo con la parte che scrive che guarda il soffitto.
Tra le due punte c'e' una valle al fondo del quale si trova un laghetto lungo di inchiostro.
Se la valle è troppo profonda (punte malformate), la carta che si trova in cima alla valle, non riesce a toccare il laghetto e la penna non scrive.

Ora giriamo la penna per il verso di scrittura: ancora la carta non tocca l'inchiostro, trattenuto in fondo alla valle dalla depressione creatasi nella cartuccia. E la penna non scrive.

Adesso togliamo la cartuccia e lasciamo che l'aria prema sulla colonna di inchiostro, il quale risalirà la valle e finalmente riuscirà a toccare la carta e a scrivere.
C'è rimedio ? Perché preoccuparsi ? Non c'è rimedio ? Perché preoccuparsi ?

LuMazzmarill
Touchdown
Touchdown
Messaggi: 50
Iscritto il: lunedì 26 giugno 2017, 18:32

Parker IM, false partenze e cartuccia

Messaggio da LuMazzmarill » mercoledì 21 novembre 2018, 17:48

A me la Parker IM ha dato problemi da subito, pennino F e inchiostro Aurora.

Rispondi