domanda stilografica/inchiostro

Recensioni, impressioni sull'uso, discussioni, sul più straordinario strumento di scrittura!
Maruska
Stantuffo
Stantuffo
Messaggi: 2198
Iscritto il: lunedì 11 agosto 2014, 22:49
La mia penna preferita: Pilot Capless
Il mio inchiostro preferito: Bleu Nuit J. Herbin
Misura preferita del pennino: Medio
Località: imperia (provincia)
Sesso:

domanda stilografica/inchiostro

Messaggio da Maruska » martedì 21 agosto 2018, 22:12

Stilo80 ha scritto:
martedì 21 agosto 2018, 22:03
Maruska ha scritto:
martedì 21 agosto 2018, 14:50

le Lamy se le tengo per un po' col pennino verso l'altro non scrivono più... in genere le penne le tengo in orizzontale, così il conduttore scrittura è intriso il giusto, né troppo (testa in giù, ne poco, testa in su)
Mai avuto problemi con la Lamy Safari Petrol con inchiostro petrol riparte subito senza false partenze pur facendo parte delle penne che tengo nel porta penne in tessuto in verticale punta in su. La Lamy Studio normalmente la tengo nella 24 ore libera (la tengo in custodia di plastica per evitare graffi). Le volte che l'ho tenuta a testa in su non mi ha dato problemi. Che modelli Lamy hai e che inchiostri usi?
Lamy Safari, Lamy Al Star, Lamy 2000, gli inchiostri li ho scritti sopra: Waterman Blue Black; Parker Blue Black; Sailor Blue Black a nano pigmenti; Umber Diamine, ma ripeto, lasciando la penna inutilizzata per un po', non se scrivo tutti i giorni.
Maruska
L’egoismo non consiste nel vivere come ci pare ma nell’esigere che gli altri vivano come pare a noi.
(Oscar Wilde)

Avatar utente
Stilo80
Pulsante di Fondo
Pulsante di Fondo
Messaggi: 418
Iscritto il: venerdì 8 giugno 2018, 9:11
La mia penna preferita: Pilot Custom 74, Lamy Studio
Il mio inchiostro preferito: J. HERBIN Blue Pervenche
Misura preferita del pennino: Fine
Località: Milano
Contatta:

domanda stilografica/inchiostro

Messaggio da Stilo80 » mercoledì 22 agosto 2018, 8:48

Questa mattina ho ripreso la mia Lamy Safari Petrol dopo circa due settimane (periodo più lungo del solito) con la punta rivolta verso l'alto. Effettivamente dava i problemi che hai detto tu. Ho svitato il corpo notando che l'inchiostro, anche se la punta era ora rivolta verso il basso, era rimasto in alto con la conseguenza di non alimentare correttamente il gruppo scrittura. Dopo aver dato alcuni colpetti col dito è sceso in basso, ho riavviato il corpo ed ha scritto in modo continuativo senza false partenze.
Immagino sia dovuto al fatto che non c'è la sferetta all'interno della cartuccia. Prova a verificare nei converter/cartucce che hai infilato nelle penne che mettevi con le punte in alto se è presente o meno la sferetta, magari hai avuto il mio stesso problema.
Per aspera ad astra.

Il mio canale YouTube:
https://www.youtube.com/StilograficaMente

Maruska
Stantuffo
Stantuffo
Messaggi: 2198
Iscritto il: lunedì 11 agosto 2014, 22:49
La mia penna preferita: Pilot Capless
Il mio inchiostro preferito: Bleu Nuit J. Herbin
Misura preferita del pennino: Medio
Località: imperia (provincia)
Sesso:

domanda stilografica/inchiostro

Messaggio da Maruska » mercoledì 22 agosto 2018, 12:52

Stilo80 ha scritto:
mercoledì 22 agosto 2018, 8:48
Questa mattina ho ripreso la mia Lamy Safari Petrol dopo circa due settimane (periodo più lungo del solito) con la punta rivolta verso l'alto. Effettivamente dava i problemi che hai detto tu. Ho svitato il corpo notando che l'inchiostro, anche se la punta era ora rivolta verso il basso, era rimasto in alto con la conseguenza di non alimentare correttamente il gruppo scrittura. Dopo aver dato alcuni colpetti col dito è sceso in basso, ho riavviato il corpo ed ha scritto in modo continuativo senza false partenze.
Immagino sia dovuto al fatto che non c'è la sferetta all'interno della cartuccia. Prova a verificare nei converter/cartucce che hai infilato nelle penne che mettevi con le punte in alto se è presente o meno la sferetta, magari hai avuto il mio stesso problema.
Le cartucce Lamy non hanno la sferetta e si sa, i converter Lamy neppure, i converter Delta nemmeno...
Comunque non hai notato una pur minima evaporazione dell'inchiostro? non aveva meno flusso? non era più scuro almeno quando hai incominciato a scrivere?
Maruska
L’egoismo non consiste nel vivere come ci pare ma nell’esigere che gli altri vivano come pare a noi.
(Oscar Wilde)

Avatar utente
Stilo80
Pulsante di Fondo
Pulsante di Fondo
Messaggi: 418
Iscritto il: venerdì 8 giugno 2018, 9:11
La mia penna preferita: Pilot Custom 74, Lamy Studio
Il mio inchiostro preferito: J. HERBIN Blue Pervenche
Misura preferita del pennino: Fine
Località: Milano
Contatta:

domanda stilografica/inchiostro

Messaggio da Stilo80 » mercoledì 22 agosto 2018, 13:50

Visto che la cartuccia Lamy petrol l'ho inserita un mese fa e non l'ho misurata all'ultimo utilizzo non saprei dirti di quanto possa essere diminuito. Ti posso dire che la mia prima Aurora Y tenuta in orizzontale faceva un efficace gioco di prestigio di farmi sparire tutto l'Aurora nero di una cartuccia lunga in tre settimane. Ora che la tengo con la punta verso l'alto non mi da questo problema. Non ho notato variazioni di colore, ma stiamo parlando d'inchiostri scuri del resto.
Per aspera ad astra.

Il mio canale YouTube:
https://www.youtube.com/StilograficaMente

Maruska
Stantuffo
Stantuffo
Messaggi: 2198
Iscritto il: lunedì 11 agosto 2014, 22:49
La mia penna preferita: Pilot Capless
Il mio inchiostro preferito: Bleu Nuit J. Herbin
Misura preferita del pennino: Medio
Località: imperia (provincia)
Sesso:

domanda stilografica/inchiostro

Messaggio da Maruska » mercoledì 22 agosto 2018, 14:17

Stilo80 ha scritto:
mercoledì 22 agosto 2018, 13:50
Visto che la cartuccia Lamy petrol l'ho inserita un mese fa e non l'ho misurata all'ultimo utilizzo non saprei dirti di quanto possa essere diminuito. Ti posso dire che la mia prima Aurora Y tenuta in orizzontale faceva un efficace gioco di prestigio di farmi sparire tutto l'Aurora nero di una cartuccia lunga in tre settimane. Ora che la tengo con la punta verso l'alto non mi da questo problema. Non ho notato variazioni di colore, ma stiamo parlando d'inchiostri scuri del resto.
ok grazie :)
Maruska
L’egoismo non consiste nel vivere come ci pare ma nell’esigere che gli altri vivano come pare a noi.
(Oscar Wilde)

Avatar utente
Stilo80
Pulsante di Fondo
Pulsante di Fondo
Messaggi: 418
Iscritto il: venerdì 8 giugno 2018, 9:11
La mia penna preferita: Pilot Custom 74, Lamy Studio
Il mio inchiostro preferito: J. HERBIN Blue Pervenche
Misura preferita del pennino: Fine
Località: Milano
Contatta:

domanda stilografica/inchiostro

Messaggio da Stilo80 » mercoledì 22 agosto 2018, 18:41

Maruska ha scritto:
mercoledì 22 agosto 2018, 14:17
Stilo80 ha scritto:
mercoledì 22 agosto 2018, 13:50
Visto che la cartuccia Lamy petrol l'ho inserita un mese fa e non l'ho misurata all'ultimo utilizzo non saprei dirti di quanto possa essere diminuito. Ti posso dire che la mia prima Aurora Y tenuta in orizzontale faceva un efficace gioco di prestigio di farmi sparire tutto l'Aurora nero di una cartuccia lunga in tre settimane. Ora che la tengo con la punta verso l'alto non mi da questo problema. Non ho notato variazioni di colore, ma stiamo parlando d'inchiostri scuri del resto.
ok grazie :)
Ci mancherebbe sarebbe un peccato non poter usare o dover trascurare delle bellissime penne come la Lamy 2000 e le Delta, senza menzionare il costo, anche l'occhio vuole la sua parte. Nulla togliendo all'efficacia e all'eleganza techno di un demonstrator, è bello poter usare linee diverse.
La varietà, quando se ne ha la disponibilità è piacere oltre che virtù ed è bello coltivarla IMHO. ;) :wave:
Per aspera ad astra.

Il mio canale YouTube:
https://www.youtube.com/StilograficaMente

stilofilo
Converter
Converter
Messaggi: 13
Iscritto il: mercoledì 18 luglio 2018, 22:28
La mia penna preferita: Sailor Pro Gear Slim
Il mio inchiostro preferito: Aurora Nero
Misura preferita del pennino: Fine

domanda stilografica/inchiostro

Messaggio da stilofilo » giovedì 24 gennaio 2019, 17:54

Stilo80 ha scritto:
mercoledì 22 agosto 2018, 13:50
Visto che la cartuccia Lamy petrol l'ho inserita un mese fa e non l'ho misurata all'ultimo utilizzo non saprei dirti di quanto possa essere diminuito. Ti posso dire che la mia prima Aurora Y tenuta in orizzontale faceva un efficace gioco di prestigio di farmi sparire tutto l'Aurora nero di una cartuccia lunga in tre settimane. Ora che la tengo con la punta verso l'alto non mi da questo problema. Non ho notato variazioni di colore, ma stiamo parlando d'inchiostri scuri del resto.
A me invece la Aurora Ipsilon sta dando il problema contrario: tenendola in verticale con la punta verso l'alto scrive per qualche pagina; poi si interrompe e non vuole saperne di ripartire. Tutto questo perchè l'inchiostro resta nella parte superiore della cartuccia e non giunge al gruppo scrittura. Sto diventando pazzo...adesso voglio provare a tenerla in posizione orizzontale sperando che l'inchiostro non evapori, come è successo a te. Forse la soluzione migliore è abbandonare la cartuccia e utilizzare il converter.

Lamy
Pulsante di Fondo
Pulsante di Fondo
Messaggi: 321
Iscritto il: venerdì 9 febbraio 2018, 19:36
La mia penna preferita: Pelikan M205
Il mio inchiostro preferito: Pelikan 4001
Misura preferita del pennino: Extra Fine
Località: Milano
Sesso:

domanda stilografica/inchiostro

Messaggio da Lamy » giovedì 24 gennaio 2019, 18:19

Consiglio di acquistare il converter originale perché è costruito meglio dei Parker e dei Lamy ed ha una imboccatura più grande che consente un flusso migliore. Inoltre è l'unico che si carica al massimo al primo colpo, eccellente. La mia Aurora Ipsilon non ha il problema descritto.
Lamy Safari Petrol, Aurora Ipsilon, Pelikan M205, Pelikan M150, Pelikan M200 Smoky Quartz.

Avatar utente
francoiacc
Vacumatic
Vacumatic
Messaggi: 902
Iscritto il: martedì 19 dicembre 2017, 23:29
La mia penna preferita: OMAS Extra Arco Brown
Il mio inchiostro preferito: P.W. Akkerman #5 Shocking Blue
Misura preferita del pennino: Medio
Località: Capitale del Regno delle Due Sicilie
Sesso:

domanda stilografica/inchiostro

Messaggio da francoiacc » giovedì 24 gennaio 2019, 18:22

stilofilo ha scritto:
giovedì 24 gennaio 2019, 17:54
Stilo80 ha scritto:
mercoledì 22 agosto 2018, 13:50
Visto che la cartuccia Lamy petrol l'ho inserita un mese fa e non l'ho misurata all'ultimo utilizzo non saprei dirti di quanto possa essere diminuito. Ti posso dire che la mia prima Aurora Y tenuta in orizzontale faceva un efficace gioco di prestigio di farmi sparire tutto l'Aurora nero di una cartuccia lunga in tre settimane. Ora che la tengo con la punta verso l'alto non mi da questo problema. Non ho notato variazioni di colore, ma stiamo parlando d'inchiostri scuri del resto.
A me invece la Aurora Ipsilon sta dando il problema contrario: tenendola in verticale con la punta verso l'alto scrive per qualche pagina; poi si interrompe e non vuole saperne di ripartire. Tutto questo perchè l'inchiostro resta nella parte superiore della cartuccia e non giunge al gruppo scrittura. Sto diventando pazzo...adesso voglio provare a tenerla in posizione orizzontale sperando che l'inchiostro non evapori, come è successo a te. Forse la soluzione migliore è abbandonare la cartuccia e utilizzare il converter.
Prova a lavare bene il converter con acqua e detersivo per piatti.
Francesco

"E' sempre meglio vivere di rimorsi che di rimpianti"

Avatar utente
Hiroshi
Touchdown
Touchdown
Messaggi: 83
Iscritto il: mercoledì 30 settembre 2015, 21:53
La mia penna preferita: Kaweco Dia 2
Il mio inchiostro preferito: Pelikan 4001 nero
Misura preferita del pennino: Medio
Località: Reggio Emilia
Sesso:

domanda stilografica/inchiostro

Messaggio da Hiroshi » giovedì 24 gennaio 2019, 21:17

Io rimango sempre meravigliato di come una vecchia Paper Mate regalatami nel 1993, usata e strausata, dal flusso abbondante, non mi faccia evaporare quasi per niente la cartuccia, e riparta immediatamente anche dopo settimane di inutilizzo.
Non ricordo il modello, era quella in acciaio satinato venduta in parure con la penna a sfera.
Monet mi ha fatto pensare che in effetti a fine corsa del cappuccio si sente quella sensazione di ammortizzazione tipica di un O-Ring.

Non è il caso di fare inutili e sterili nostalgie, ma mi dispiace veramente che un marchio come PaperMate abbia chiuso i battenti, erano veramente ottime penne (oltre al legame affettivo).

Rispondi