Identificazione Waterman e smontaggio pennino

Recensioni, impressioni sull'uso, discussioni, sul più straordinario strumento di scrittura!
Avatar utente
Stilo80
Pulsante di Fondo
Pulsante di Fondo
Messaggi: 339
Iscritto il: venerdì 8 giugno 2018, 9:11
La mia penna preferita: Pilot Custom 74, Lamy Studio
Il mio inchiostro preferito: J. HERBIN Blue Pervenche
Misura preferita del pennino: Fine
Località: Milano
Contatta:

Identificazione Waterman e smontaggio pennino

Messaggio da Stilo80 » martedì 14 agosto 2018, 10:19

Ciao a tutti,
Qualcuno può aiutarmi ad identificare il modello di questa Waterman e dirmi come si estrae il gruppo scrittura in questo caso (sfilandolo o svitandolo)?

Cautamente ho provato a svitare ma non si smuove di un millimetro.

Penna di mio padre penso intorno agli anni 80, sostiene fosse economica. Pennino credo laccato proprietario Waterman taglia M.

Sul fondo la scritta "WATERMAN - FRANCE" Sul cappuccio un W come sulla clip.

Grazie!
Allegati
1534234575344856405584161795936.jpg
15342346041401090936796626182863.jpg
15342346158638199411518481666979.jpg
15342346445718408431043166309613.jpg

Polemarco
Pulsante di Fondo
Pulsante di Fondo
Messaggi: 314
Iscritto il: giovedì 19 gennaio 2017, 13:37
Sesso:

Identificazione Waterman e smontaggio pennino

Messaggio da Polemarco » martedì 14 agosto 2018, 12:27

E' una Waterman Agorà (anche detta Forum o Atria).
Ne ho una rossa, ma non ho mai provato a smontare il pennino.
Polemarco

Avatar utente
rolex hunter
Crescent Filler
Crescent Filler
Messaggi: 1242
Iscritto il: martedì 1 dicembre 2009, 10:54
La mia penna preferita: Waterman 554 LEC
Il mio inchiostro preferito: Diamine Sherwood green
Misura preferita del pennino: Flessibile
Arte Italiana FP.IT M: 077
Fp.it ℵ: 114
Fp.it 霊気: 034
Località: domiciliato a Reggio Calabria, residente a Torino
Sesso:

Identificazione Waterman e smontaggio pennino

Messaggio da rolex hunter » martedì 14 agosto 2018, 12:31

Direi che è una Waterman "Forum" (modello) "Agorà" (versione);
La "Forum" era una penna economica in plastica di destinazione scolastica realizzata tra gli anni 80 ed i 90
Riguardo la "livrea" (in pratica, la "versione"), venivano realizzate in tinta unita ("Forum" e basta)
In colori "psichedelici" (Marmorizzati??) e allora venivano identificate come "Forum Agorà"
In finitura metallizzata (ma "sotto" erano sempre di plastica), e allora si chiamavano "Forum Atrium"
Poi le più simpatiche, le "Forum Revolution"

Immagine
Giorgio

la penna perfetta non esiste, quindi per essere felici bisogna avere tante penne (cit.)

Avatar utente
Stilo80
Pulsante di Fondo
Pulsante di Fondo
Messaggi: 339
Iscritto il: venerdì 8 giugno 2018, 9:11
La mia penna preferita: Pilot Custom 74, Lamy Studio
Il mio inchiostro preferito: J. HERBIN Blue Pervenche
Misura preferita del pennino: Fine
Località: Milano
Contatta:

Identificazione Waterman e smontaggio pennino

Messaggio da Stilo80 » martedì 14 agosto 2018, 12:59

Grazie a entrambi, idea su come possa smontare il gruppo scrittura? Ne ho due ed una sembra essersi intasata.

Grazie in anticipo.

Polemarco
Pulsante di Fondo
Pulsante di Fondo
Messaggi: 314
Iscritto il: giovedì 19 gennaio 2017, 13:37
Sesso:

Identificazione Waterman e smontaggio pennino

Messaggio da Polemarco » martedì 14 agosto 2018, 13:17

rolex hunter ha scritto:
martedì 14 agosto 2018, 12:31
Direi che è una Waterman "Forum" (modello) "Agorà" (versione);
La "Forum" era una penna economica in plastica di destinazione scolastica realizzata tra gli anni 80 ed i 90
Riguardo la "livrea" (in pratica, la "versione"), venivano realizzate in tinta unita ("Forum" e basta)
In colori "psichedelici" (Marmorizzati??) e allora venivano identificate come "Forum Agorà"
In finitura metallizzata (ma "sotto" erano sempre di plastica), e allora si chiamavano "Forum Atrium"
Poi le più simpatiche, le "Forum Revolution"

Immagine
Grazie anche da parte mia.
Non conoscevo la differenza a seconda della "livrea".
Pensavo erroneamente che fossero diversi nomi per la stessa penna.
Polemarco

Avatar utente
ricart
Snorkel
Snorkel
Messaggi: 203
Iscritto il: venerdì 18 agosto 2017, 14:05
La mia penna preferita: PELIKAN 120
Il mio inchiostro preferito: ADESSO J.HERBIN BLEU-NUIT
Misura preferita del pennino: Fine
Fp.it Vera: 054
Località: PROVINCIA DI UDINE
Sesso:

Identificazione Waterman e smontaggio pennino

Messaggio da ricart » martedì 14 agosto 2018, 14:28

Ecco altre due
DSCN2652.JPG
DSCN2654.JPG
Il pennino penso si sfila tirando, devi contemporaneamente ruotare sx - dx e tirare, con prudenza.
DSCN2655.JPG
DSCN2656.JPG
DSCN2657.JPG
DSCN2659.JPG
DSCN2658.JPG
Vorrei cambiare il pennino che,da quanto si vede,ha sostenuto molte battaglie, il problema è trovarli senza dover acquistare una penna.

Mandi e buona fortuna

Avatar utente
rolex hunter
Crescent Filler
Crescent Filler
Messaggi: 1242
Iscritto il: martedì 1 dicembre 2009, 10:54
La mia penna preferita: Waterman 554 LEC
Il mio inchiostro preferito: Diamine Sherwood green
Misura preferita del pennino: Flessibile
Arte Italiana FP.IT M: 077
Fp.it ℵ: 114
Fp.it 霊気: 034
Località: domiciliato a Reggio Calabria, residente a Torino
Sesso:

Identificazione Waterman e smontaggio pennino

Messaggio da rolex hunter » martedì 14 agosto 2018, 14:36

@Polemarco
Non è che hai sbagliato di molto: sono tutte la stessa penna, con vestiti diversi.

Quanto allo smontaggio del pennino e del diffusore, pur non avendone maneggiata una da anni, scommetto al 99% che l'accoppiamento è a pressione (a incastro), quindi per lo smontaggio:

Prolungato bagno in acqua e sapone (90% acqua 10% sapone)
Afferrare pennino e diffusore
Tirare delicatamente compiendo, con la mano che tira, un leggero moto orbitale
(il pennino NON viene ruotato all'interno della sezione, viene tirato "agitandolo").


@Ricart
Trovare un altro pennino.....
Trovarlo marcato "Waterman" potrebbe essere costoso quanto comprare un'altra penna.....
Ultima modifica di rolex hunter il martedì 14 agosto 2018, 20:03, modificato 1 volta in totale.
Giorgio

la penna perfetta non esiste, quindi per essere felici bisogna avere tante penne (cit.)

Avatar utente
ricart
Snorkel
Snorkel
Messaggi: 203
Iscritto il: venerdì 18 agosto 2017, 14:05
La mia penna preferita: PELIKAN 120
Il mio inchiostro preferito: ADESSO J.HERBIN BLEU-NUIT
Misura preferita del pennino: Fine
Fp.it Vera: 054
Località: PROVINCIA DI UDINE
Sesso:

Identificazione Waterman e smontaggio pennino

Messaggio da ricart » martedì 14 agosto 2018, 14:52

Hai ragione "ruotarlo" è eccessivo, intendevo dire di fare piccoli movimenti rotativi in modo da staccarlo se fosse incollato con le incrostazioni. Poi si sfila facilmente. Se vedete la sezione del foro di innesto nella foto direi che è impossibile la rotazione.

Mandi

Avatar utente
Stilo80
Pulsante di Fondo
Pulsante di Fondo
Messaggi: 339
Iscritto il: venerdì 8 giugno 2018, 9:11
La mia penna preferita: Pilot Custom 74, Lamy Studio
Il mio inchiostro preferito: J. HERBIN Blue Pervenche
Misura preferita del pennino: Fine
Località: Milano
Contatta:

Identificazione Waterman e smontaggio pennino

Messaggio da Stilo80 » mercoledì 15 agosto 2018, 6:32

Grazie a tutti,
Purtroppo il pennino dopo ore di ammollo ed anche settimane sotto lavatrice è intasato e non si smuove. Sto seriamente valutando di far fare alla penna un bagno ad ultrasuoni. Sinora mi ha fatto desistere la laccatura dorata.
Che ne pensate?

kircher
Vacumatic
Vacumatic
Messaggi: 867
Iscritto il: martedì 4 novembre 2014, 5:44
Località: Firenze/Svizzera

Identificazione Waterman e smontaggio pennino

Messaggio da kircher » mercoledì 15 agosto 2018, 10:31

Ma perché accanirsi su una penna tanto insignificante? :D

Avatar utente
francoiacc
Pulsante di Fondo
Pulsante di Fondo
Messaggi: 471
Iscritto il: martedì 19 dicembre 2017, 23:29
La mia penna preferita: OMAS Extra Arco Brown
Il mio inchiostro preferito: P.W. Akkerman #5 Shocking Blue
Misura preferita del pennino: Medio
Località: Capitale del Regno delle Due Sicilie
Sesso:

Identificazione Waterman e smontaggio pennino

Messaggio da francoiacc » mercoledì 15 agosto 2018, 10:38

A volte è più per il valore affettivo che il reale valore della penna. :wave:
Francesco

"E' sempre meglio vivere di rimorsi che di rimpianti"

Avatar utente
francoiacc
Pulsante di Fondo
Pulsante di Fondo
Messaggi: 471
Iscritto il: martedì 19 dicembre 2017, 23:29
La mia penna preferita: OMAS Extra Arco Brown
Il mio inchiostro preferito: P.W. Akkerman #5 Shocking Blue
Misura preferita del pennino: Medio
Località: Capitale del Regno delle Due Sicilie
Sesso:

Identificazione Waterman e smontaggio pennino

Messaggio da francoiacc » mercoledì 15 agosto 2018, 10:40

Stilo80 ha scritto:
mercoledì 15 agosto 2018, 6:32
Grazie a tutti,
Purtroppo il pennino dopo ore di ammollo ed anche settimane sotto lavatrice è intasato e non si smuove. Sto seriamente valutando di far fare alla penna un bagno ad ultrasuoni. Sinora mi ha fatto desistere la laccatura dorata.
Che ne pensate?
Io proverei prima riscaldandolo un pochino, magari con un asciugacapelli.
Francesco

"E' sempre meglio vivere di rimorsi che di rimpianti"

Avatar utente
ricart
Snorkel
Snorkel
Messaggi: 203
Iscritto il: venerdì 18 agosto 2017, 14:05
La mia penna preferita: PELIKAN 120
Il mio inchiostro preferito: ADESSO J.HERBIN BLEU-NUIT
Misura preferita del pennino: Fine
Fp.it Vera: 054
Località: PROVINCIA DI UDINE
Sesso:

Identificazione Waterman e smontaggio pennino

Messaggio da ricart » mercoledì 15 agosto 2018, 22:58

Premesso che tutte le penne hanno pari dignità è naturale che Stilo 80 voglia riportare in vita la penna del papà. Quando Andrea, il mio amico svuota soffitte, mi chiama e mi fa vedere un grappolo di penne gli prendo quelle che ritengo possano funzionare senza tanto lavoro per ripristinarle. Una volta rimesse in carreggiata un pensiero mi va al proprietario precedente che non c'è più, che non ho mai conosciuto e magari, da lassù, è contento che qualcuno usi la sua penna. Stupidaggini, forse si forse no,non lo so,ma per me è così.

Mandi

Avatar utente
Stilo80
Pulsante di Fondo
Pulsante di Fondo
Messaggi: 339
Iscritto il: venerdì 8 giugno 2018, 9:11
La mia penna preferita: Pilot Custom 74, Lamy Studio
Il mio inchiostro preferito: J. HERBIN Blue Pervenche
Misura preferita del pennino: Fine
Località: Milano
Contatta:

Identificazione Waterman e smontaggio pennino

Messaggio da Stilo80 » giovedì 16 agosto 2018, 8:30

ricart ha scritto:
mercoledì 15 agosto 2018, 22:58
Premesso che tutte le penne hanno pari dignità è naturale che Stilo 80 voglia riportare in vita la penna del papà. Quando Andrea, il mio amico svuota soffitte, mi chiama e mi fa vedere un grappolo di penne gli prendo quelle che ritengo possano funzionare senza tanto lavoro per ripristinarle. Una volta rimesse in carreggiata un pensiero mi va al proprietario precedente che non c'è più, che non ho mai conosciuto e magari, da lassù, è contento che qualcuno usi la sua penna. Stupidaggini, forse si forse no,non lo so,ma per me è così.

Mandi
Hai pienamente colto entrambi i motivi di tanto affaccendarmi intorno anche alle sue scolastiche. Mio padre, fortunatamente ancora in vita, sostiene che non val la pena, ma poi colgo un bagliore di dispiacere visto che in realtà sono comunque piacevoli esteticamente ed ha ricordi associati. Non ha molte penne e quelle poche che ha, voglio che riesca ad usarle tutte. È uno dei modi che un figlio che normalmente vive lontano dai suoi ha per dare attenzioni.

Quando ho rimesso in gioco penne prese da antiquari ho avuto i medesimi pensieri di Mandi. È uno degli aspetti più belli del mondo delle stilografiche, prendere un oggetto dimenticato, trascurato, che ha visto altri anni e situazioni anche estreme per dargli una seconda vita. Ha un che di romantico era ovvio che il sottoscritto ci cascasse in pieno prima o poi :D

Grazie a tutti, non demordero', per aspera ad Astra!

Avatar utente
rolex hunter
Crescent Filler
Crescent Filler
Messaggi: 1242
Iscritto il: martedì 1 dicembre 2009, 10:54
La mia penna preferita: Waterman 554 LEC
Il mio inchiostro preferito: Diamine Sherwood green
Misura preferita del pennino: Flessibile
Arte Italiana FP.IT M: 077
Fp.it ℵ: 114
Fp.it 霊気: 034
Località: domiciliato a Reggio Calabria, residente a Torino
Sesso:

Identificazione Waterman e smontaggio pennino

Messaggio da rolex hunter » giovedì 16 agosto 2018, 12:18

Allora, se ANCORA il pennino non si muove, puoi pensare di tentare con un Blocco Estrattore;

Ovviamente, se non hai pratica nello specifico, nella parte del "colpire col martelletto" vacci piano, non sei il mitico Thor alla sua forgia.... :mrgreen:

Dunque, ti serve
Prima di tutto dare un'occhiata al Wiki, settore "riparazioni"

poi ti serve un blocco di estrazione (chiamato in ambito anglosassone extraction block, punch block o knockout block) (cfr. Wiki)

basilarmente, una tavoletta (con "qualcosa" che la tenga sollevata dal piano di appoggio) con dei buchi di varia dimensione, ove verrà inserita la sezione, pennino verso il basso, mente tu, con un martelletto, batterai (piano e delicatamente) su un'asticella, di calibro e forma adeguate, in modo da spingere il complesso pennino-diffusore finchè non esce fuori dalla sezione.

esempi di blocco estrattore (foto dalla rete)

Immagine
Immagine
Immagine
Immagine
Immagine

Reso l'idea ??? se hai un trapano ed alcune punte, puoi costruirtelo da solo (tanto, se pensi di "pasticciare" con le penne, ti serve).

l'unica nota di attenzione (oltre al concetto "batti piano") consiste nel fatto che, dato che il tuo alimentatore ha una "coda" (che serve per l'innesto della cartuccia), l'asta con cui batterci sopra deve essere cava, altrimenti spezzerai la suddetta coda.
Giorgio

la penna perfetta non esiste, quindi per essere felici bisogna avere tante penne (cit.)

Rispondi