Consiglio arduo per autoregalo dopo iscrizione al forum ...

Recensioni, impressioni sull'uso, discussioni, sul più straordinario strumento di scrittura!
Avatar utente
vynce
Converter
Converter
Messaggi: 20
Iscritto il: martedì 7 agosto 2018, 23:34
La mia penna preferita: Aurora Hastil
Il mio inchiostro preferito: Aurora Black
Misura preferita del pennino: Medio
Sesso:

Consiglio arduo per autoregalo dopo iscrizione al forum ...

Messaggio da vynce » mercoledì 8 agosto 2018, 22:31

Ciao a tutti,
vorrei festeggiare la mia iscrizione al forum con una penna ... Ed anche perchè tra qualche giorno è il mio compleanno! ;)

Una quindicina di giorni fa ho trovato questa Aurora in un mercatino vicino casa. Essendo inesperto non ne conoscevo la sua valenza storica, oggi girovagando nel forum ho visto che dovrebbe trattarsi di una delle più riuscite penne dell'Aurora.
Vi posto delle foto della stessa, per quanto si possa percepire dall'esterno non mi sembra messa male.
Il venditore mi chiede 70 euro.
AURORA88K.png
AURORA 88K.png
AURORA_88K.png
La mia paura è che se il sistema interno è rovinato io non riesca a ripristinarlo ... Ho visto sul forum lavori in merito che richiedono attrezzatura e, sopratutto, esperienza ( che,ovviamente, non ho ... :( ).

Che mi consigliate? immagino non sia facile rispondere. Cmq grazie in anticipo e buona serata a tutti! ;)

Avatar utente
fockerwulf
Pulsante di Fondo
Pulsante di Fondo
Messaggi: 348
Iscritto il: lunedì 28 maggio 2012, 14:53
La mia penna preferita: Qualsiasi, a questo punto....
Il mio inchiostro preferito: Pelikan Blue Royal 4001
Misura preferita del pennino: Medio
Località: Perugia
Sesso:

Consiglio arduo per autoregalo dopo iscrizione al forum ...

Messaggio da fockerwulf » mercoledì 8 agosto 2018, 22:53

L'eventuale riparazione, almeno che non occorrano pezzi di ricambio specifici non è complessa, ci sono tutte le istruzioni per farlo
sul forun nella sezione tecnica. E' un ottima palestra per esercitarsi.

Avatar utente
vynce
Converter
Converter
Messaggi: 20
Iscritto il: martedì 7 agosto 2018, 23:34
La mia penna preferita: Aurora Hastil
Il mio inchiostro preferito: Aurora Black
Misura preferita del pennino: Medio
Sesso:

Consiglio arduo per autoregalo dopo iscrizione al forum ...

Messaggio da vynce » mercoledì 8 agosto 2018, 23:12

Grazie per la risposta fockerwulf,
si ... Ho visto i thread relativi allo smontaggio.
Sarà il caso che se voglio questi gioiellini vintage mi metta l'animo in pace e cominci ad approfondire l'argomento "manutenzione" ... :roll:

Avatar utente
rolex hunter
Crescent Filler
Crescent Filler
Messaggi: 1242
Iscritto il: martedì 1 dicembre 2009, 10:54
La mia penna preferita: Waterman 554 LEC
Il mio inchiostro preferito: Diamine Sherwood green
Misura preferita del pennino: Flessibile
Arte Italiana FP.IT M: 077
Fp.it ℵ: 114
Fp.it 霊気: 034
Località: domiciliato a Reggio Calabria, residente a Torino
Sesso:

Consiglio arduo per autoregalo dopo iscrizione al forum ...

Messaggio da rolex hunter » giovedì 9 agosto 2018, 8:46

vynce ha scritto:
mercoledì 8 agosto 2018, 23:12
........................ Sarà il caso che se voglio questi gioiellini vintage mi metta l'animo in pace e cominci ad approfondire l'argomento "manutenzione" ... :roll:

:ugeek: si, è d'uopo :mrgreen:

Dopo che avrai imparato a "metterci mano", le conoscerai meglio e, comunque, le sentirai "più" tue :thumbup:
Giorgio

la penna perfetta non esiste, quindi per essere felici bisogna avere tante penne (cit.)

Avatar utente
Mightyspank
Vacumatic
Vacumatic
Messaggi: 754
Iscritto il: lunedì 23 febbraio 2015, 22:46
La mia penna preferita: L'ultima
Il mio inchiostro preferito: Pilot Iroshizuku Yu-Yake
Misura preferita del pennino: Medio
Località: Milano
Sesso:

Consiglio arduo per autoregalo dopo iscrizione al forum ...

Messaggio da Mightyspank » giovedì 9 agosto 2018, 8:51

L'Aurora 88k è una bella penna. Sembra in buone condizioni. Con scatola e garanzia il prezzo ci può stare. Al limite, per sfizio, puoi provare a limare un po'.
Prendila e non ti pentirai. È solo l'inizio però... ;)

Avatar utente
Siberia
Levetta
Levetta
Messaggi: 740
Iscritto il: martedì 10 febbraio 2009, 20:34
La mia penna preferita: Quelle in celluloide
Il mio inchiostro preferito: Aurora Nero, Pelikan Blu-Black
Misura preferita del pennino: Medio
Località: L'Aquila-Pescara
Sesso:

Consiglio arduo per autoregalo dopo iscrizione al forum ...

Messaggio da Siberia » giovedì 9 agosto 2018, 14:36

Solitamente è la tenuta del serbatoio e delle guarnizioni a non funzionare. A me è stato difficile rimediare, non è un'operazione semplicissima. Prova a caricarla in negozio con acqua (ci vuole un po' di faccia tosta!), se non ha perdite la compri. In caso contrario, non la comprerei per 70 euro ma alla metà del prezzo, dato che è da riparare.
Luca (renitente alla sfera, sempre)

Avatar utente
vynce
Converter
Converter
Messaggi: 20
Iscritto il: martedì 7 agosto 2018, 23:34
La mia penna preferita: Aurora Hastil
Il mio inchiostro preferito: Aurora Black
Misura preferita del pennino: Medio
Sesso:

Consiglio arduo per autoregalo dopo iscrizione al forum ...

Messaggio da vynce » giovedì 9 agosto 2018, 15:19

Il punto è che non ho la faccia tosta, per niente! :oops:

Vi pongo invece una domanda tecnica (ho girato sul forum ma non mi sembra l'argomento sia stato approfondito ... Su siti americani sembra che il pennino della 88 sia più morbido), quali sono le differenze di scrittura tra la 88 e la 88k?

Vi spiego il motivo: a me in verità la clip della 88k non piace molto, preferisco la prima versione (88 Nizzoli) e poichè credo non siano rarissime preferirei prendere quella, magari aspettando un pò. Se invece la seconda è qualitativamente superiore (intendo come scrittura, materiali, affidabilità ...) allora intanto prendo questa e , successivamente, la 88! ;)
STILOGRAFICA-AURORA-88.jpg
STILOGRAFICA-AURORA-88.jpg (7.84 KiB) Visto 709 volte
aurora_88k.jpg

Avatar utente
HoodedNib
Vacumatic
Vacumatic
Messaggi: 993
Iscritto il: venerdì 16 marzo 2018, 17:39
La mia penna preferita: Quella che non ho provato
Il mio inchiostro preferito: Noodler's Black, al momento
Misura preferita del pennino: Extra Fine
Sesso:

Consiglio arduo per autoregalo dopo iscrizione al forum ...

Messaggio da HoodedNib » giovedì 9 agosto 2018, 15:22

Guusti personali a parte mi risulta che non tutte le 88 prima serie abbiano della flessibilita', come e' lecito visto che se ne trovano di rigide e con tratti diversi dal fine
“Ankh-Morpork had dallied with many forms of government and had ended up with that form of democracy known as One Man, One Vote. The Patrician was the Man; he had the Vote.”

Avatar utente
maxpop 55
Tecnico
Tecnico
Messaggi: 9745
Iscritto il: venerdì 17 agosto 2012, 19:24
La mia penna preferita: perché una sola?
Il mio inchiostro preferito: Aurora BlacK
Misura preferita del pennino: Medio
FountainPen.it 500 Forum n.: 029
Fp.it ℵ: 016
Fp.it 霊気: 009
Fp.it Vera: 107
Località: Portici (NA)
Sesso:

Consiglio arduo per autoregalo dopo iscrizione al forum ...

Messaggio da maxpop 55 » domenica 12 agosto 2018, 9:40

vynce ha scritto:
giovedì 9 agosto 2018, 15:19
Vi pongo invece una domanda tecnica (ho girato sul forum ma non mi sembra l'argomento sia stato approfondito ... Su siti americani sembra che il pennino della 88 sia più morbido), quali sono le differenze di scrittura tra la 88 e la 88k?
Per la 88 o la 88 K esistono varie misure di pennini e possono essere sia semi flex , normali o rigidi.
Semi flex perchè dato ce è un semi carenato non potremo mai avere la flessibilità di un pennino scoperto.
La tabella che segue si riferisce al simbolo riportato sulla 88 Nizzoli
Allegati
88  cerchietti.jpg
Il valore di una stilografica non dipende dal costo, ma dal valore che noi le diamo.

Avatar utente
vynce
Converter
Converter
Messaggi: 20
Iscritto il: martedì 7 agosto 2018, 23:34
La mia penna preferita: Aurora Hastil
Il mio inchiostro preferito: Aurora Black
Misura preferita del pennino: Medio
Sesso:

Consiglio arduo per autoregalo dopo iscrizione al forum ...

Messaggio da vynce » lunedì 13 agosto 2018, 14:58

Grazie ragazzi,
siete davvero gentili.

In questi giorni anzichè immergermi nel mare mi sono immerso nello sconfinato universo delle stilografiche. ... Spero di non affogare! ;)
C'è tanto, tanto da imparare. E sto scoprendo il fascino delle vintage ...
Per la 88 (visto che non sono così rare) punterei a quella di Nizzoli. Ma proprio stamane, da un vicino di casa, ho trovato una 98 a cartucce mai usata ...
IMG-20180813-WA0003.jpg
Purtroppo io preferisco lo stantuffo, ma per 35 euro la prenderei! Mi sembra un peccato lasciarle ... Mi auguro mi passi la sbronza. :wtf:

Purtroppo non ho un budget infinito e non posso ammalarmi di "pennite". :lol:

Avatar utente
vynce
Converter
Converter
Messaggi: 20
Iscritto il: martedì 7 agosto 2018, 23:34
La mia penna preferita: Aurora Hastil
Il mio inchiostro preferito: Aurora Black
Misura preferita del pennino: Medio
Sesso:

Consiglio arduo per autoregalo dopo iscrizione al forum ...

Messaggio da vynce » lunedì 24 settembre 2018, 0:12

Ciao ragazzi, riprendo questa discussione per dire che stamane ho acquistato in un mercatino la penna dell' "autoregalo", ci ho messo un pò, ma sono soddisfatto del mio primo acquisto "vintage".
Purtroppo non è la prima versione della 88 (che preferivo) ma la sorellina più pò più giovane,la 88k.
La penna credo sia stata usata pochissimo e il venditore non sembrava avesse idea di cosa fosse. Mi è stata consegnata con la sua scatola originale.
La data originaria risale al 1958, l'oggetto in questione ha quindi,almeno, 60 anni. Seguono alcune foto, credo interessanti poichè c'è la confezione completa con tanto di istruzioni e garanzia.
Esteticamente appare praticamente nuova, intatta la doratura del cappuccio. Perfetto il pennino (agli occhi di un profano come me).

Ora veniamo ai problemi che ho riscontrato e per i quali vi chiedo aiuto:
Seguendo le istruzioni dei maestri del forum ho messo la stessa rovesciata e carica d'acqua, inizialmente ho visto delle perdite dal pistone.
Mi sembra tuttavia che,stasera, le cose stiano migliorando: speriamo che le guarnizioni tornino in tenuta.
L'altro problema che purtroppo ho notato è che il cappuccio, per quanto sembri privo di deformazioni (direi perfetto), fa fatica ad estrarsi dal fusto.
Presenta delle ossidazioni interne (naturali dopo 60 anni!) che complicano le cose, al punto tale da aver provocato dei graffi sulla penna (foto 5) e sbucciando un pò l'anello di blocco del cappuccio.
Pertanto sto pensando ad un prodotto che lo possa pulire internamente, magari "mangiando" qualche decimo di materiale che ne permetta una facile estrazione. Come fare dunque?
Per il ripristino della superficie abrasa del fusto, ho pensato alla pasta Iosso (che tralaltro non ho mai usato) , giusto? Oppure ci sono altre soluzioni?

Per concludere sono davvero contento dell'acquisto fatto, merito sopratutto di questo forum che mi ha introdotto al mondo del vintage. :clap:
Augurandomi presto di metterla in funzione, vi lascio alle foto. Spero seguiranno test di scrittura. Grazie ancora a tutti.
Allegati
88k_01.jpg
88k_02.jpg
88k_03.jpg
88k_021.jpg
88k_04.jpg
Superficie abrasa del fusto.

Avatar utente
Rosso Corsa
Pulsante di Fondo
Pulsante di Fondo
Messaggi: 272
Iscritto il: lunedì 7 maggio 2012, 0:00
La mia penna preferita: Tutte purchè dotate di pennino
Misura preferita del pennino: Fine
FountainPen.it 500 Forum n.: 041
Arte Italiana FP.IT M: 078
Fp.it ℵ: 119
Località: Milano
Sesso:

Consiglio arduo per autoregalo dopo iscrizione al forum ...

Messaggio da Rosso Corsa » lunedì 24 settembre 2018, 21:35

vynce ha scritto:
lunedì 13 agosto 2018, 14:58
Grazie ragazzi,
.....

Purtroppo io preferisco lo stantuffo, ma per 35 euro la prenderei! Mi sembra un peccato lasciarle ... Mi auguro mi passi la sbronza.

Purtroppo non ho un budget infinito e non posso ammalarmi di "pennite". :lol:
In effetti mi pare che tu manifesti tutti i sintomi classici della pennite. Te lo dice un malato cronico... Sappi che se in futuro sarai soggetto, come me, a pennite cronica rifarai all'infinito il ragionamento "ma a xxx Euri questa stilo non la posso non comprare!". Ho fatto questa riflessione anche ieri mattina al mercatino domenicale. Compagno di caccia il prode Renzo, altro malato cronico, che sicuramente si farà una risata leggendo il mio post...

E così con grande sodisfazione mi sono portato a casa una Parker 51. La quarta... :roll: Ma mi consolo: altri malati cronici (qui ce ne sono innumerevoli) ne posseggono anche una dozzina o più. :shock:

Ti vedo bene, caro mio... :D

Ciao :wave:
Mauro

Avatar utente
Mightyspank
Vacumatic
Vacumatic
Messaggi: 754
Iscritto il: lunedì 23 febbraio 2015, 22:46
La mia penna preferita: L'ultima
Il mio inchiostro preferito: Pilot Iroshizuku Yu-Yake
Misura preferita del pennino: Medio
Località: Milano
Sesso:

Consiglio arduo per autoregalo dopo iscrizione al forum ...

Messaggio da Mightyspank » lunedì 24 settembre 2018, 22:19

Rosso Corsa ha scritto:
lunedì 24 settembre 2018, 21:35
In effetti mi pare che tu manifesti tutti i sintomi classici della pennite. Te lo dice un malato cronico... Sappi che se in futuro sarai soggetto, come me, a pennite cronica rifarai all'infinito il ragionamento "ma a xxx Euri questa stilo non la posso non comprare!". Ho fatto questa riflessione anche ieri mattina al mercatino domenicale. Compagno di caccia il prode Renzo, altro malato cronico, che sicuramente si farà una risata leggendo il mio post...

E così con grande sodisfazione mi sono portato a casa una Parker 51. La quarta... :roll: Ma mi consolo: altri malati cronici (qui ce ne sono innumerevoli) ne posseggono anche una dozzina o più. :shock:

Ti vedo bene, caro mio... :D
Mauro, hai poco da ridere che fra un po' ti iscrivo ai Pennisti Anonimi :mrgreen:

Comunque puoi sempre cercare di spacciare la tua 51 al Fabrizio dicendo che era la penna del Presidente Dwight D. Eisenhower, fortunosamente passata per le tue mani e che gli cederesti in cambio di una Asterope NOS. :lol:

Complimenti per le Aurora, molto belle. Guarda che la 88k con la sua scatolina è un bell'inizio!

Avatar utente
Rosso Corsa
Pulsante di Fondo
Pulsante di Fondo
Messaggi: 272
Iscritto il: lunedì 7 maggio 2012, 0:00
La mia penna preferita: Tutte purchè dotate di pennino
Misura preferita del pennino: Fine
FountainPen.it 500 Forum n.: 041
Arte Italiana FP.IT M: 078
Fp.it ℵ: 119
Località: Milano
Sesso:

Consiglio arduo per autoregalo dopo iscrizione al forum ...

Messaggio da Rosso Corsa » lunedì 24 settembre 2018, 22:46

Mightyspank ha scritto:
lunedì 24 settembre 2018, 22:19
.......
Comunque puoi sempre cercare di spacciare la tua 51 al Fabrizio dicendo che era la penna del Presidente Dwight D. Eisenhower, fortunosamente passata per le tue mani e che gli cederesti in cambio di una Asterope NOS. :lol:
......
Caro Renzo, anche se off topic devo scriverlo. Il tuo commento mi ha ricordato il motivo per cui comprai la mia terza Parker 51, quella della foto:
2018-09-24_Parker51.jpg
Parker 51 "Ballista" :-))
Il bieco venditore mi commentava le meraviglie dalla penna autografata, indicandomi che probabilmente il signor Souad Ballita (un evidente megalomane, vista la dimensione dell'incisione...) era stato un famoso impresario teatrale , o non so che altro...
Il mio commento fu "cavoli, peccato che nel cognome manchi una s....". E il venditore: "beh, in questo caso, una stilo autografata BALLISTA non avrebbe avuto prezzo...."
Dopo una battuta simile, potevo non comprarla??? :lol: :lol:

In quanto al fatto che io sia capace di raggirare il Mastro Fabrizio (detto -da me- il vampiro) in argomento stilografiche... ehm... la vedo un poco difficile... Il viceversa invece é la regola :mrgreen:
Mastro Fabrizio, perdona il tuo umile allievo... scherzo!


Ciao....
Mauro

Avatar utente
zoniale
Crescent Filler
Crescent Filler
Messaggi: 1050
Iscritto il: domenica 16 ottobre 2016, 13:48
La mia penna preferita: Tutte, troppe, anni '40 - '60
Il mio inchiostro preferito: turchese
Località: Varese
Sesso:

Consiglio arduo per autoregalo dopo iscrizione al forum ...

Messaggio da zoniale » lunedì 24 settembre 2018, 23:42

Rosso Corsa ha scritto:
lunedì 24 settembre 2018, 22:46
Mightyspank ha scritto:
lunedì 24 settembre 2018, 22:19
.......
Comunque puoi sempre cercare di spacciare la tua 51 al Fabrizio dicendo che era la penna del Presidente Dwight D. Eisenhower, fortunosamente passata per le tue mani e che gli cederesti in cambio di una Asterope NOS. :lol:
......
Caro Renzo, anche se off topic devo scriverlo. Il tuo commento mi ha ricordato il motivo per cui comprai la mia terza Parker 51, quella della foto:
2018-09-24_Parker51.jpg

Il bieco venditore mi commentava le meraviglie dalla penna autografata, indicandomi che probabilmente il signor Souad Ballita (un evidente megalomane, vista la dimensione dell'incisione...) era stato un famoso impresario teatrale , o non so che altro...
Il mio commento fu "cavoli, peccato che nel cognome manchi una s....". E il venditore: "beh, in questo caso, una stilo autografata BALLISTA non avrebbe avuto prezzo...."
Dopo una battuta simile, potevo non comprarla??? :lol: :lol:

In quanto al fatto che io sia capace di raggirare il Mastro Fabrizio (detto -da me- il vampiro) in argomento stilografiche... ehm... la vedo un poco difficile... Il viceversa invece é la regola :mrgreen:
Mastro Fabrizio, perdona il tuo umile allievo... scherzo!


Ciao....
Se fai un giretto su Google, potresti anche scoprire che Souad Ballita è stata una benemerita libanese, fondatrice di un istituto per bambini sordi.
Michele

Rispondi