Consigli per nuova stilo.

Recensioni, impressioni sull'uso, discussioni, sul più straordinario strumento di scrittura!
Momaa97
Converter
Converter
Messaggi: 5
Iscritto il: mercoledì 13 giugno 2018, 21:58
Sesso:

Consigli per nuova stilo.

Messaggio da Momaa97 » giovedì 14 giugno 2018, 0:24

Salve , mi farebbe piacere ricevere un aiuto perchè a dirla tutta navigando e chiedendo di qua e di là ho trovato il mondo delle stilo vasto quanto dispersivo.Non volendomi affidare ad un negozio fisico SOLO per questioni di budget , mi auguro voi possiate indirizzarmi in qualche modo , grazie in anticipo. Passando a quello che sto cercando dapprima espongo le caratteristiche che ritengo la mia futura penna debba possedere poi passo a segnalare i modelli che nella mia ignoranza avevo adocchiato.
Caratteristiche : Pennino F o EF (scrivo molto piccolo)
Design accattivante , dunque non banale/ anonimo ( mi rendo conto che è soggettivo ma devo esprimermi in qualche maniera , magari
poi entrerò più nello specifico.
Grande ma non troppo , non gradisco quelle troppo bombate (esteticamente) sebbene io abbia le mani piuttosto grandi.
Cosa più importante di tutte la scrittura deve essere quanto più fluida possibile , questo è ovviamente il fattore a cui tengo di più
Sarebbe ottimo conoscere qualche buon qualità prezzo.
Vorrei spendere max 120 euro.
Ah e preferirei il caricamento a stantuffo o converter , non cartucce (non conosco bene la diff.fra i primi 2).
Le penne che avevo adocchiato:
Platinum 3776
Diplomat excellence A .
Pelikan m200 smoky quartz.

Maruska
Stantuffo
Stantuffo
Messaggi: 2176
Iscritto il: lunedì 11 agosto 2014, 22:49
La mia penna preferita: Pilot Capless
Il mio inchiostro preferito: Bleu Nuit J. Herbin
Misura preferita del pennino: Medio
Località: imperia (provincia)
Sesso:

Consigli per nuova stilo.

Messaggio da Maruska » giovedì 14 giugno 2018, 0:40

ti tolgo un dubbio: lo stantuffo prevede che la penna abbia un serbatoio e svitando e riavvitando lo stantuffo peschi l'inchiostro dalla boccetta che va nel serbatoio il quale può contenere una buona quantità di inchiostro, il converter è una cartuccia con un sistema di caricamento simile ad uno stantuffo, ma contiene poco inchiostro, quando devi caricare la penna usi lo stesso sistema del caricamento a stantuffo e peschi l'inchiostro dalla boccetta; il converter si può togliere e sostituire con la cartuccia; preferisco il sistema a stantuffo.
Maruska
L’egoismo non consiste nel vivere come ci pare ma nell’esigere che gli altri vivano come pare a noi.
(Oscar Wilde)

Avatar utente
Syrok
Levetta
Levetta
Messaggi: 581
Iscritto il: domenica 28 giugno 2015, 23:19
La mia penna preferita: Seilor ecoule nera glitterata
Il mio inchiostro preferito: Seilor gentle ink blu/black
Misura preferita del pennino: Fine
Località: Alba (CN)
Sesso:

Consigli per nuova stilo.

Messaggio da Syrok » giovedì 14 giugno 2018, 2:37

Ciao, ti dirò se vai sullo stantuffo vai tranquillo sulle Pelikan, se la m200 è un po piccolina per te (chiusa è 12,5 cm, aperta senza cappuccio calzato è 12,00 e con cappuccio calzato è intorno ai 15 cm) puoi andare dalla m400 in su.
Io con la mia m200 marmorizzata verde acqua mi trovo bene ma ci sono altri utenti che dicono sia troppo piccola per loro.
Anche la Platinum è molto buona invece la Diplomat excellence A non la conosco quindi non posso dirti niente in merito.
Per quello che ho visto la manutenzione sulle Pelikan è molto semplice, anche lo smontaggio di parti tipo il pennino che se vuoi puoi cambiare facilmente con un altro più o meno fino.
Alcune volte vinci, tutte le altre volte impari
(poverbio giapponese)
Alessandro
Immagine

subottini
Snorkel
Snorkel
Messaggi: 208
Iscritto il: sabato 12 marzo 2016, 11:35
La mia penna preferita: Pilot Falcon
Il mio inchiostro preferito: Aurora nero
Misura preferita del pennino: Fine
Sesso:

Consigli per nuova stilo.

Messaggio da subottini » giovedì 14 giugno 2018, 10:47

Ciao, se prendi una Pelikan occhio al pennino . Punta decisamente su un EF perché in genere il pennino F ha il tratto di un M abbondante. L'EF non è finissimo ma accettabile.

Se invece vuoi andare sul sicuro vai sul Giappone. Con 70 Euro circa prendi una ottima Sailor Procolor ( se ti piacciono i toni sobri, la Stardust è ideale, almeno per me). Caricamento a converter ( per l'inchiostro hai una scelta immensa, io sulla mia uso l'Aurora Black), pennino F ( fisso, su questo modello non c'è altra misura), affidabilità eccellente, prestazioni ottime. Le dimensioni non sono molto generose, ma con il cappuccio calzato sei a posto.

Spero di essere stato utile.

Claudio

Avatar utente
francoiacc
Pulsante di Fondo
Pulsante di Fondo
Messaggi: 342
Iscritto il: martedì 19 dicembre 2017, 23:29
La mia penna preferita: OMAS Extra Arco Brown
Il mio inchiostro preferito: P.W. Akkerman #5 Shocking Blue
Misura preferita del pennino: Medio
Località: Capitale del Regno delle Due Sicilie
Sesso:

Consigli per nuova stilo.

Messaggio da francoiacc » giovedì 14 giugno 2018, 11:19

La penna a converter per altro è più manutenibile e molto più facile da pulire delle penne a stantuffo. Poi se viaggi ti porti dietro le cartucce così quando finisce l'inchiostro del converter non rimani a terra.
Potresti anche dare un occhiata ad aAurora, se cerchi potresti trovare una Ipsilon deluxe con pennino 14K oopure una talentum. Altra opzione potrebbe essere una Visconti Rembrandt o, a qualcosina in più, una Van Gogh.
Nel panorama giapponese ci sono alche le Platinum PTL-5000 e le ottime Pilot Namiki Falcon, solo che per queste ultime devi ordinarle all'estero, se non vuoi sforare di troppo il budget che ti sei prefissato, e preparti a pagarci le tasse di sdoganamento.
Anche io ho le mani grandi, tra le mie penne a livello di impugnatura quelle che ho trovato molto confortevoli sono la Delta Intesa e la Marlene Aleph. La Delta purtroppo non è più in produzione quindi devi cercarla, ma scrive molto bene. Di Delta potresti anche considerare una The Journal.
Le pelikan M200 sono piccole. :wave:

Momaa97
Converter
Converter
Messaggi: 5
Iscritto il: mercoledì 13 giugno 2018, 21:58
Sesso:

Consigli per nuova stilo.

Messaggio da Momaa97 » giovedì 14 giugno 2018, 12:46

Anzitutto vi ringrazio per i preziosi consigli, alcuni modelli che mi sono stati segnalati eccedono il mio budget ergo non li posso considerare...Per quel che riguarda invece la differenza stantuffo-convert mi è chiara , grazie mille e direi che entrambi sono viabili nel mio caso. Interessante è la sailor procolor , mi chiedo rispetto alla platinum che avevo segnalato quale debbo considerare . Sulla m200 sono tutt'ora attirato sopratutto dall'estetica ma come ho detto se riuscissi a trovare un compromesso con la qualità della scrittura ( Ex. Pennino oro nelle platinum, tratto EF giapponese), sarei davvero a cavallo. Aggiungo che se qualcuno ritenesse conveniente metter da parte altro denaro per un salto di qualità lo valuterei eccome , ovviamente soltanto nel caso in cui si verifichi un salto e non una piccola avanzata. Grazie ancora e ricordo che il mio budget è di max 110 euro.

Avatar utente
MaPe
Crescent Filler
Crescent Filler
Messaggi: 1394
Iscritto il: giovedì 24 marzo 2016, 2:32
La mia penna preferita: un giorno, forse, la troverò
Il mio inchiostro preferito: R&K Sepia
Misura preferita del pennino: Extra Fine
Sesso:

Consigli per nuova stilo.

Messaggio da MaPe » giovedì 14 giugno 2018, 12:51

3776 ottima penna, valuta anche la Sailor Sapporo e la 1911 standard.
Pilot 74, 91 e 92
La Diplomat, se non ricordo male, monta i pennini JoWo che ritengo ottimi.
Pelikan M200/M205 a livello costruttivo nulla da eccepire, sul tratto dei pennini stendiamo un velo pietoso, per i miei gusti un EF Pelikan è troppo abbondante.
Se vuoi una penna a pistone, che costi poco e che vada molto bene TWSBI Eco. Spendendo il doppio, abbondante, TWSBI 580 e 580AL. Spendendo due volte e mezzo(circa) il prezzo di una Eco c'è la TWSBI Vac700R e rimani comunque ampiamente sotto i 120€.
Potresti valutare anche le penne Namisu e le interessanti OPUS 88.
Trovo interessanti anche le Kaweco Dia2 e la Elite.
La Conklin Duragraph non mi dispiace come penna.

Poi ci sono alcune penne cinesi veramente interessanti e che costano molto poco, l'unico problema sono i tempi della spedizione.
Massimo

Maruska
Stantuffo
Stantuffo
Messaggi: 2176
Iscritto il: lunedì 11 agosto 2014, 22:49
La mia penna preferita: Pilot Capless
Il mio inchiostro preferito: Bleu Nuit J. Herbin
Misura preferita del pennino: Medio
Località: imperia (provincia)
Sesso:

Consigli per nuova stilo.

Messaggio da Maruska » giovedì 14 giugno 2018, 13:05

ah be' se scendiamo di prezzo la Twsbi Eco è la migliore, con 37 euro ti porti a casa una penna grande, con un serbatoio che tiene ml.2 di inchiostro (circa 3 o 4 cartucce) se vuoi il pennino EF tranquillo che ti arriva un EF, robusta: cosa volere di più?
Maruska
L’egoismo non consiste nel vivere come ci pare ma nell’esigere che gli altri vivano come pare a noi.
(Oscar Wilde)

Avatar utente
MaPe
Crescent Filler
Crescent Filler
Messaggi: 1394
Iscritto il: giovedì 24 marzo 2016, 2:32
La mia penna preferita: un giorno, forse, la troverò
Il mio inchiostro preferito: R&K Sepia
Misura preferita del pennino: Extra Fine
Sesso:

Consigli per nuova stilo.

Messaggio da MaPe » giovedì 14 giugno 2018, 13:10

Momaa97 ha scritto:
giovedì 14 giugno 2018, 12:46
Aggiungo che se qualcuno ritenesse conveniente metter da parte altro denaro per un salto di qualità lo valuterei eccome , ovviamente soltanto nel caso in cui si verifichi un salto e non una piccola avanzata. Grazie ancora e ricordo che il mio budget è di max 110 euro.
Una penna che scrive bene la paghi pochi euro. Certo non avrà materiali nobili, non avrà "resine pregiate", il pennino sarà in acciaio e con forme e colori spesso discutibili, ma a volte scrivono meglio di penne più "importanti" e costose. Se oltre alla sostanza badi anche alla forma allora il discorso cambia.
Massimo

Avatar utente
francoiacc
Pulsante di Fondo
Pulsante di Fondo
Messaggi: 342
Iscritto il: martedì 19 dicembre 2017, 23:29
La mia penna preferita: OMAS Extra Arco Brown
Il mio inchiostro preferito: P.W. Akkerman #5 Shocking Blue
Misura preferita del pennino: Medio
Località: Capitale del Regno delle Due Sicilie
Sesso:

Consigli per nuova stilo.

Messaggio da francoiacc » giovedì 14 giugno 2018, 13:14

Per inciso su quelle da te segnalate, avrei pochi dubbi e opterei per la Platinum 3776.
Occhio solo al fatto che una EF giapponese è proprio EF.

Momaa97
Converter
Converter
Messaggi: 5
Iscritto il: mercoledì 13 giugno 2018, 21:58
Sesso:

Consigli per nuova stilo.

Messaggio da Momaa97 » giovedì 14 giugno 2018, 13:15

Proprio perchè bado alla forma putroppo queste "avanguardie" di penne dal corpo trasparente proprio non mi attirano. Mi riferisco dunque a tutte queste penne eccezzionali come le twsbi , che mio malgrado non apprezzo esteticamente. Considerando che lo stile che mi piace è un pò quello delle m200 marmorizzate , avreste qualche altra proposta ?

Avatar utente
francoiacc
Pulsante di Fondo
Pulsante di Fondo
Messaggi: 342
Iscritto il: martedì 19 dicembre 2017, 23:29
La mia penna preferita: OMAS Extra Arco Brown
Il mio inchiostro preferito: P.W. Akkerman #5 Shocking Blue
Misura preferita del pennino: Medio
Località: Capitale del Regno delle Due Sicilie
Sesso:

Consigli per nuova stilo.

Messaggio da francoiacc » giovedì 14 giugno 2018, 13:26

Insomma, proprio avanguarde non le definirei, le penne trasparenti altrimenti note come demonstrator sono in giro da un bel pò.
Come marmorizzate a quel prezzo, come ti suggerivo,potresti dare un'occhiata a qualche Delta, consapevole del fatto però che delta non esiste più. :wave:
Francesco

"E' sempre meglio vivere di rimorsi che di rimpianti"

Avatar utente
MaPe
Crescent Filler
Crescent Filler
Messaggi: 1394
Iscritto il: giovedì 24 marzo 2016, 2:32
La mia penna preferita: un giorno, forse, la troverò
Il mio inchiostro preferito: R&K Sepia
Misura preferita del pennino: Extra Fine
Sesso:

Consigli per nuova stilo.

Messaggio da MaPe » giovedì 14 giugno 2018, 13:30

Momaa97 ha scritto:
giovedì 14 giugno 2018, 13:15
Proprio perchè bado alla forma putroppo queste "avanguardie" di penne dal corpo trasparente proprio non mi attirano. Mi riferisco dunque a tutte queste penne eccezzionali come le twsbi , che mio malgrado non apprezzo esteticamente. Considerando che lo stile che mi piace è un pò quello delle m200 marmorizzate , avreste qualche altra proposta ?
Figurati che mi riferivo a penne che costano molto, ma molto meno delle TWSBI e che scrivono anche meglio.
Se vuoi altre proposte risparmia ancora un bel po'.
Massimo

Avatar utente
Siberia
Levetta
Levetta
Messaggi: 706
Iscritto il: martedì 10 febbraio 2009, 20:34
La mia penna preferita: Quelle in celluloide
Il mio inchiostro preferito: Aurora Nero, Pelikan Blu-Black
Misura preferita del pennino: Medio
Località: L'Aquila-Pescara
Sesso:

Consigli per nuova stilo.

Messaggio da Siberia » giovedì 14 giugno 2018, 14:26

Se ti piacciono penne marmorizzate guarda anche le Conklin Duragraph. Hanno un bel converter (avvitato) e un normale pennino, Bock o Jowo, come tante Delta. A parte Aurora, Pelikan, Pilot, Sailor e pochi altri, i pennini non li produce più nessuno, sono tutti simili.
Luca (renitente alla sfera, sempre)

Momaa97
Converter
Converter
Messaggi: 5
Iscritto il: mercoledì 13 giugno 2018, 21:58
Sesso:

Consigli per nuova stilo.

Messaggio da Momaa97 » giovedì 14 giugno 2018, 14:55

Molto interessanti queste conklin , mi piacciono molto , trovo anche la all american molto particolare. Nel caso le volessi acquistare come faccio a comprare il giusto converter ? E quale delle due mi converebbe acquistare ? Grazie molte.

Rispondi