Wing Sung

Recensioni, impressioni sull'uso, discussioni, sul più straordinario strumento di scrittura!
Avatar utente
ASTROLUX
Snorkel
Snorkel
Messaggi: 193
Iscritto il: sabato 21 aprile 2018, 12:18
Sesso:

Wing Sung

Messaggio da ASTROLUX » martedì 22 maggio 2018, 7:51

Ho ordinato due penne Wing Sung modello 6359, clone delle Lamy Safari, per poco più di 1 euro l'una.
Delle Wing Sung a pistone modelli 3008 e 3003, anche queste a pochi spiccioli.
L'intenzione è tenerle in ufficio, senza troppo timore che spariscano. :evil:
Qualcuno le ha gia provate?
Allegati
ws.jpg
ws2.jpg
ws3.jpg

Avatar utente
HoodedNib
Pulsante di Fondo
Pulsante di Fondo
Messaggi: 482
Iscritto il: venerdì 16 marzo 2018, 17:39
La mia penna preferita: Quella che non ho provato
Il mio inchiostro preferito: Noodler's Black, al momento
Misura preferita del pennino: Extra Fine
Sesso:

Wing Sung

Messaggio da HoodedNib » martedì 22 maggio 2018, 8:46

Ho delle Wing Sung 3008, buone penne generalmente parlando ma bisogna avere alcune accortezze.

Prima di inchiostrarle bisogna smontarle del tutto e lavarle molto bene con acqua e sapone per piatti, strofinando sezione, pennino e conduttore con uno spazzolino, ci sono molti residui di lavorazione e possono fare delle bolle che "infastidiscono" il flusso dell'inchiostro (l'inchiostro viene fuori comunque ma si ha tratto piu' magro o saltellante). Le penne sono smontabili del tutto, solo che a volte si fa fatica la prima volta. Ci sono dei video di disassemblaggio sui internet.
Sopratutto puo' risultare difficile staccare il conduttore dal resto della sezione scrivente, un buon modo che ho trovato e procurarsi uno di quegli spiedini lunghi in bamboo (quelli che sembrano stuzzicadenti giganti), smontare la parte del pistone ed estrarlo, quindi aiutandosi con la parte piatta dello spiedino in bamboo spingere sull'imbocco del conduttore, questo dovrebbe permettersi allo stesso di sbloccarsi dalla sua posizione.
Poi rimontando sarebbe il caso di ingrassare il pistone e la vite dello stesso con un velo di grasso al silicone.

Aneddoto personale con una di queste penne: una delle penne in mio possesso aveva il conduttore che in qualche modo s'era incastrato nel corpo della penna, con considerevole fatica ho estratto la parte ma a causa di un "incidente di percorso" la parte terminale del conduttore, quella dove si posa il pennino, si e' piegata di 90°. Prima di buttarla e darla per persa ho provato a riallinearla, non e' stato difficile e ora, non ci crederete mai, quella particolare penna scrive meglio delle altre.
Tempus Fugit, Carpe Gnam!

Lamy
Snorkel
Snorkel
Messaggi: 163
Iscritto il: venerdì 9 febbraio 2018, 19:36
La mia penna preferita: Lamy Safari Al Star Ocean Blue
Il mio inchiostro preferito: Lamy Turchese
Misura preferita del pennino: Medio
Località: Milano
Sesso:

Wing Sung

Messaggio da Lamy » martedì 22 maggio 2018, 8:59

Io non le ho provate. Ho una certa diffidenza verso le penne cinesi e, in ogni caso, per 20€ di Lamy Safari originale - secondo me - non vale la pena prendere un clone. Tra l'altro non credo che in ufficio si mettano a rubare penne di basso livello come le Lamy Safari e Al Star. In generale credo sia difficile che avvengano dei furti di penne, il malintenzionato deve essere a sua volta un intenditore e certamente non andrebbe a caccia di Lamy Safari.
Dal momento che ne hanno i mezzi, questi produttori cinesi potrebbero concentrarsi sull'ideazione di stilografiche inedite e di qualità piuttosto che copiare quelle altrui.
Conoscersi è morire
- Luigi Pirandello

Avatar utente
ASTROLUX
Snorkel
Snorkel
Messaggi: 193
Iscritto il: sabato 21 aprile 2018, 12:18
Sesso:

Wing Sung

Messaggio da ASTROLUX » martedì 22 maggio 2018, 9:18

Lamy ha scritto:
martedì 22 maggio 2018, 8:59
Io non le ho provate. Ho una certa diffidenza verso le penne cinesi e, in ogni caso, per 20€ di Lamy Safari originale - secondo me - non vale la pena prendere un clone. Tra l'altro non credo che in ufficio si mettano a rubare penne di basso livello come le Lamy Safari e Al Star. In generale credo sia difficile che avvengano dei furti di penne, il malintenzionato deve essere a sua volta un intenditore e certamente non andrebbe a caccia di Lamy Safari.
Dal momento che ne hanno i mezzi, questi produttori cinesi potrebbero concentrarsi sull'ideazione di stilografiche inedite e di qualità piuttosto che copiare quelle altrui.
No, non ci sono ladri professionisti, ma spessisimo accade che le penne vengano prese dalla scrivania anche non intenzionalmente. Normalmente girano, da una scrivani all'altra, centinaia di penne pubblicitarie di fornitori (valore zero) e nessuno ci fa caso. Proprio per questo non lascerei una penna di valore sul tavolo.
Questa la mia esperienza con un penna cinese:
viewtopic.php?f=8&t=16742

PS
I cinesi hanno gusti differenti in fatto di stile, irrimediabilmente i loro prodotti non piacciono agli occidentali. E' più facile copiare, così non si corrono rischi. Ma attenzione anche i giapponesi hanno iniziato così.
Ultima modifica di ASTROLUX il martedì 22 maggio 2018, 9:22, modificato 1 volta in totale.

Avatar utente
HoodedNib
Pulsante di Fondo
Pulsante di Fondo
Messaggi: 482
Iscritto il: venerdì 16 marzo 2018, 17:39
La mia penna preferita: Quella che non ho provato
Il mio inchiostro preferito: Noodler's Black, al momento
Misura preferita del pennino: Extra Fine
Sesso:

Wing Sung

Messaggio da HoodedNib » martedì 22 maggio 2018, 9:21

Lamy ha scritto:
martedì 22 maggio 2018, 8:59
Io non le ho provate. Ho una certa diffidenza verso le penne cinesi e, in ogni caso, per 20€ di Lamy Safari originale - secondo me - non vale la pena prendere un clone. Tra l'altro non credo che in ufficio si mettano a rubare penne di basso livello come le Lamy Safari e Al Star. In generale credo sia difficile che avvengano dei furti di penne, il malintenzionato deve essere a sua volta un intenditore e certamente non andrebbe a caccia di Lamy Safari.
Dal momento che ne hanno i mezzi, questi produttori cinesi potrebbero concentrarsi sull'ideazione di stilografiche inedite e di qualità piuttosto che copiare quelle altrui.
Deviando leggermente il discorso (e scusandomi di cio') sto notando che gli indiani fanno penne interessanti, oltre le ovvie repliche hanno una produzione propria di modelli originali (o rielaborazioni di cose gia' viste come fanno tutti) molto interessante, almeno se si esce fuori dal "circolo dei 3 euro a penna"
Tempus Fugit, Carpe Gnam!

Avatar utente
rolex hunter
Crescent Filler
Crescent Filler
Messaggi: 1050
Iscritto il: martedì 1 dicembre 2009, 10:54
La mia penna preferita: Waterman 554 LEC
Il mio inchiostro preferito: Diamine Sherwod green
Misura preferita del pennino: Flessibile
Arte Italiana FP.IT M: 077
Fp.it ℵ: 114
Fp.it 霊気: 034
Località: domiciliato a Reggio Calabria, residente a Torino
Sesso:

Wing Sung

Messaggio da rolex hunter » martedì 22 maggio 2018, 9:26

Lamy ha scritto: .......... non credo che in ufficio si mettano a rubare penne di basso livello come le Lamy Safari e Al Star.
Scusa Lamy, basso prezzo magari si (anche se è un concetto soggettivo) ma basso livello proprio non direi.
HoodedNib ha scritto: ..... sto notando che gli indiani fanno penne interessanti, oltre le ovvie repliche hanno una produzione propria di modelli originali (o rielaborazioni di cose gia' viste come fanno tutti) molto interessante,
Perbacco SI, soprattutto nella produzione di penne in ebanite; mi spiace solo che alcune fonti di acquisto siano fuori dell'area Schengen e quindi i costi di sdoganamento diventano "importanti"; ad esempio per le marche "Ranga" e "Asa" non sono riuscito a trovare fornitori europei....
Giorgio

la penna perfetta non esiste, quindi per essere felici bisogna avere tante penne (cit.)

Lamy
Snorkel
Snorkel
Messaggi: 163
Iscritto il: venerdì 9 febbraio 2018, 19:36
La mia penna preferita: Lamy Safari Al Star Ocean Blue
Il mio inchiostro preferito: Lamy Turchese
Misura preferita del pennino: Medio
Località: Milano
Sesso:

Wing Sung

Messaggio da Lamy » martedì 22 maggio 2018, 9:36

rolex hunter ha scritto:
martedì 22 maggio 2018, 9:26
Lamy ha scritto: .......... non credo che in ufficio si mettano a rubare penne di basso livello come le Lamy Safari e Al Star.
Scusa Lamy, basso prezzo magari si (anche se è un concetto soggettivo) ma basso livello proprio non direi.
Si intende relativamente a ciò che il mercato delle penne stilografiche offre. Di penne migliori e più prestigiose ne esistono parecchie, nonostante le Lamy entry level sia comunque abbastanza valide.
Conoscersi è morire
- Luigi Pirandello

bienne60
Touchdown
Touchdown
Messaggi: 35
Iscritto il: giovedì 11 gennaio 2018, 16:22
Sesso:

Wing Sung

Messaggio da bienne60 » martedì 22 maggio 2018, 12:15

Ho una wing sung 3008 con pennino F. Ho anche lamy safari F e pilot mb. Non me lo spiego ma la 3008 scrive meglio delle altre due.

Avatar utente
ASTROLUX
Snorkel
Snorkel
Messaggi: 193
Iscritto il: sabato 21 aprile 2018, 12:18
Sesso:

Wing Sung

Messaggio da ASTROLUX » martedì 22 maggio 2018, 12:59

la principale pecca dei prodotti cinesi è la mancanza di regolarità nel controllo del processo produttivo. Lotti riusciti bene o riusciti male vengono immessi comunque sul mercato. A questo punto un pizzico di fortuna aiuta.

Annibale
Touchdown
Touchdown
Messaggi: 42
Iscritto il: mercoledì 17 gennaio 2018, 16:07

Wing Sung

Messaggio da Annibale » martedì 22 maggio 2018, 17:11

Nel dubbio ho ordinato anche io un 6 penne miste tra repliche Safari e l'altra di cui non ricordo neanche il nome :P

Sono molto curioso di capire la differenza (oltre chiaramente al pennino) tra Safari e replica.

:geek:

marcof
Snorkel
Snorkel
Messaggi: 154
Iscritto il: mercoledì 5 agosto 2015, 15:58
Misura preferita del pennino: Fine
Località: sassari
Sesso:

Wing Sung

Messaggio da marcof » martedì 22 maggio 2018, 17:31

io ne ho un paio del modello 3008 e 7 del modello 3003.
Scrivono tutte molto bene e sono rifinite con cura.
Il fatto di averle pagate circa 1 euro l'una è un ulteriore vantaggio, ma la loro qualità (mia opinione) prescinde dal prezzo irrisorio/inspiegabile.
Su qualcuna, anche se non era indispensabile, ho usato la carta abrasiva sottile (foglio da 7000 anche questo ad 1 € dalla cina :D ), giusto qualche ghirigori in 1 cm di foglio per renderla ancora più scorrevole dato che le uso su cartaccia scadente.

Devo dire che forse sarò stato fortunato, ma le ultime penne che ho acquistato dalla cina a prezzi ridicoli (anche 0,70 per una penna a pistone) scrivono tutte molto bene.
20180522_172451_HDR.jpg

Polemarco
Snorkel
Snorkel
Messaggi: 243
Iscritto il: giovedì 19 gennaio 2017, 13:37
Sesso:

Wing Sung

Messaggio da Polemarco » martedì 22 maggio 2018, 17:48

Attenzione alle Wing Sung 6359: girano molti cloni (rectius: cloni di cloni di Safari).
Un po' come i cloni delle Hero 616 (cloni di cloni delle Parker 51).
Polemarco

marcof
Snorkel
Snorkel
Messaggi: 154
Iscritto il: mercoledì 5 agosto 2015, 15:58
Misura preferita del pennino: Fine
Località: sassari
Sesso:

Wing Sung

Messaggio da marcof » martedì 22 maggio 2018, 18:07

Polemarco ha scritto:
martedì 22 maggio 2018, 17:48
Attenzione alle Wing Sung 6359: girano molti cloni (rectius: cloni di cloni di Safari).
Un po' come i cloni delle Hero 616 (cloni di cloni delle Parker 51).
Polemarco
verissimo
infatti a me è arrivato un clone, in plastica, anche se molto bella.
comunque nonostante il prezzo basso mi sono lamentato con il venditore e mi ha fatto il rimborso completo.

Avatar utente
francoiacc
Snorkel
Snorkel
Messaggi: 115
Iscritto il: martedì 19 dicembre 2017, 23:29
La mia penna preferita: Delta Dolcevita Stantuffo
Il mio inchiostro preferito: P.W. Akkerman #5 Shocking Blue
Misura preferita del pennino: Medio
Località: Capitale del Regno delle Due Sicilie
Sesso:

Wing Sung

Messaggio da francoiacc » martedì 22 maggio 2018, 18:30

Io ho comprato 4 3008, 3 funzionano bene, 1 si perde alimentatore e pennino, nel complesso non posso parlarne male. Su una delle tre ho montato un pennino Lamy M e devo dire che non và affatto meglio dell'originale Wing Sung, solo che il Lamy è un M mentre il Wing Sung era un F.

Avatar utente
sciumbasci
Levetta
Levetta
Messaggi: 567
Iscritto il: venerdì 23 ottobre 2015, 11:58
La mia penna preferita: Lamy Safari
Località: Reggio Emilia
Sesso:

Wing Sung

Messaggio da sciumbasci » martedì 22 maggio 2018, 19:38

Sarà anche che i cinesi hanno gusti diversi dagli occidentali, epperò è innegabile che ci abbiano visto lungo su molte cose: la Hero 616 (o la Hero 100), che ritengo siano penne perfette per l'utilizzo di tutti i giorni ufficio/scuola, la Parker ha smesso di produrle da un bel po'.

Qui non si tratta tanto di copiare, quanto di omaggiare dei modelli che, alla fine di tutti i discorsi che si possono costruire su questo assunto, in occidente sono stati "superati" benché perfettamente funzionanti

Rispondi