Obiettivi stilografici 2018

Recensioni, impressioni sull'uso, discussioni, sul più straordinario strumento di scrittura!
aferrarini
Touchdown
Touchdown
Messaggi: 56
Iscritto il: domenica 15 gennaio 2017, 12:28
La mia penna preferita: Lamy 2000
Misura preferita del pennino: Fine
Fp.it Vera: 042
Sesso:

Obiettivi stilografici 2018

Messaggio da aferrarini » domenica 3 dicembre 2017, 16:35

Pur utilizzando la stilografica da anni (principalmente un paio di lamy al-star), nell'ultimo anno ho un po' riscoperto la passione per questo strumento di scrittura. Questo mi ha portato ad acquistare una Lamy 2000 F (ottima), una twisbi mini al (vuoi non avere sempre con te in tasca una stilografichina...), una twisbi eco stub (presa per provare lo stub ma comunque ottima penna), una Aurora 88 Nizzoli (poi venduta), e la Vera del forum. A queste si sono aggiunte un paio di matite meccaniche (una Rotring 600 e poi una Lamy 2000 per far paio con la stilografica).

Dato che il 2017 sta per finire, tra i propositi del 2018 c'è quello di evitare di andare avanti con l'accumulo di penne e pennette varie (senza alcun riferimento a quanto acquistato fino ad ora) e concentrare gli sforzi su un solo acquisto di una certa importanza. Premetto che la priorità ce l'ha la qualità di scrittura più che per le finiture mirabolanti, anche se, ovviamente, la penna, oltre a scrivere bene, mi deve piacere anche esteticamente. Altra precisazione riguardo il sistema di caricamento: non ho pregiudizi di sorta, sia pistone che converter hanno i loro pregi e difetti e non ho necessità di capacità enormi del serbatoio. Infine, ho le mani abbastanza piccole per cui mi trovo bene anche con penne non molto grandi. Ho diverse possibilità in mente e 2 orientamenti principali.

In pratica mi orienterei o su una italiana, in particolare (in ordine di preferenza):
- Aurora 88
- Visconti homo sapiens

oppure su una giapponese:
- pilot custom 823
- sailor pro gear
- Platinum 3776

So che si tratta di penne molto diverse tra loro ma sono tutte più o meno sulla mia lista dei desideri. Inoltre non è un acquisto da fare ad inizio anno per cui c'è tempo per pensarci. In ogni caso, voi su cosa vi orientereste?

Emelius

Obiettivi stilografici 2018

Messaggio da Emelius » domenica 3 dicembre 2017, 17:33

Mi piace molto la Platinum 3776, nera molto classica, oppure burgundy che è elegante.
Ma è un'opinione, nulla di che!

Avatar utente
maxpop 55
Tecnico
Tecnico
Messaggi: 9655
Iscritto il: venerdì 17 agosto 2012, 19:24
La mia penna preferita: perché una sola?
Il mio inchiostro preferito: Aurora BlacK
Misura preferita del pennino: Medio
FountainPen.it 500 Forum n.: 029
Fp.it ℵ: 016
Fp.it 霊気: 009
Fp.it Vera: 107
Località: Portici (NA)
Sesso:

Obiettivi stilografici 2018

Messaggio da maxpop 55 » domenica 3 dicembre 2017, 17:43

Senz'altro Aurora 88 big millerighe, è fra le mie preferite.
Il valore di una stilografica non dipende dal costo, ma dal valore che noi le diamo.

Avatar utente
ricart
Snorkel
Snorkel
Messaggi: 199
Iscritto il: venerdì 18 agosto 2017, 14:05
La mia penna preferita: PELIKAN 120
Il mio inchiostro preferito: ADESSO J.HERBIN BLEU-NUIT
Misura preferita del pennino: Fine
Fp.it Vera: 054
Località: PROVINCIA DI UDINE
Sesso:

Obiettivi stilografici 2018

Messaggio da ricart » domenica 3 dicembre 2017, 17:52

Personalmente sono per la 88, la uso quotidianamente senza problemi e le mie due sono quelle con i rebbi lunghi della prima serie. Ne uso due contemporaneamente perché anche se hanno due pennini F uguali nello scrivere si comportano in modo diverso. Non so decidermi quale sia il migliore. Una è tutta nera l'altra è la Gold.
Mandi da Ricart.

aferrarini
Touchdown
Touchdown
Messaggi: 56
Iscritto il: domenica 15 gennaio 2017, 12:28
La mia penna preferita: Lamy 2000
Misura preferita del pennino: Fine
Fp.it Vera: 042
Sesso:

Obiettivi stilografici 2018

Messaggio da aferrarini » domenica 3 dicembre 2017, 19:06

La 88 mi attira molto... Io sarei per la satin black (un po' caretta) o per la nera con i particolari rodio, decisamente più abbordabile.

Avatar utente
Rosso Corsa
Snorkel
Snorkel
Messaggi: 248
Iscritto il: lunedì 7 maggio 2012, 0:00
La mia penna preferita: Tutte purchè dotate di pennino
Misura preferita del pennino: Fine
FountainPen.it 500 Forum n.: 041
Arte Italiana FP.IT M: 078
Fp.it ℵ: 119
Località: Milano
Sesso:

Obiettivi stilografici 2018

Messaggio da Rosso Corsa » lunedì 4 dicembre 2017, 22:19

Casualmente le ho provate tutte, anche se per poco.

Sono tutte stilo di ottimo livello, é difficile dare un consiglio senza conoscere le tue preferenze nell'ambito della scrittura.

Ad esempio, se ti piacciono i tratti molto sottili i pennini delle giapponesi sono estremamente interessanti. Non che i pennini EF Aurora non siano eccellenti, ma personalmente credo che un F della 823 sia superiore, almeno per gli appassionati dei tratti filiformi.

Riguardo all'Aurora 88 non parliamo di un modello, ma di una intera famiglia di stilografiche. Scrivono tutte molto bene, ma la 88 Big secondo me arriva a delle vette davvero altissime. L'anno scorso mi é capitato di provare un modello di 88 Big equipaggaito con i nuovi pennini Aurora flex. L'impressione era quella di... scrivere dipingendo. Una bellissima sensazione.

La Homo Sapiens é una stilografica splendida, un vero classico. Ho avuto modo di provarla davvero poco, e direi che la primissima impressione é stata positiva. Tuttavia se dovessi fare una classifica, tra le 5 la metterei in fondo. Ecco, la inserirei forse a parimerito con la 88 piccola.

Comunque sono giudizi molto soggettivi, e molto dipendenti dalla misura del pennino.

Ciò che é sicuro é che hai selezionato delle penne eccellenti sia per qualità di scrittura che per stile, finiture e materiali. Devo dire che per quanto riguarda i materiali la Homo Sapiens recupera nettamente in classifica, per ovvie ragioni...

ciao :wave:
Mauro

Avatar utente
Mightyspank
Levetta
Levetta
Messaggi: 743
Iscritto il: lunedì 23 febbraio 2015, 22:46
La mia penna preferita: L'ultima
Il mio inchiostro preferito: Pilot Iroshizuku Yu-Yake
Misura preferita del pennino: Medio
Località: Milano
Sesso:

Obiettivi stilografici 2018

Messaggio da Mightyspank » lunedì 4 dicembre 2017, 22:25

Concordo con Mauro sulla 823, bellissima penna. Per me un medio è già fine! cercherei un soft nib, difficile da trovare ma davvero unico.
Quanto alla 88, da possessore della nuova e della vecchia (recuperata alla recente mostra-scambio di Bologna), ti dico che una 88 Nizzoli è da avere.
Anche la Homo Sapiens è una penna molto interessante.
Fatti guidare dall'istinto, spesso ci si azzecca di più che con lunghi ragionamenti.

Avatar utente
MaPe
Crescent Filler
Crescent Filler
Messaggi: 1408
Iscritto il: giovedì 24 marzo 2016, 2:32
La mia penna preferita: un giorno, forse, la troverò
Il mio inchiostro preferito: R&K Sepia
Misura preferita del pennino: Extra Fine
Sesso:

Obiettivi stilografici 2018

Messaggio da MaPe » martedì 5 dicembre 2017, 0:43

aferrarini ha scritto:
domenica 3 dicembre 2017, 16:35

oppure su una giapponese:
- Platinum 3776
- sailor pro gear
- pilot custom 823
In questo ordine :angel:

Per le Italiane: Aurora 88 (anche la Optima la terrei in considerazione)
Massimo

aferrarini
Touchdown
Touchdown
Messaggi: 56
Iscritto il: domenica 15 gennaio 2017, 12:28
La mia penna preferita: Lamy 2000
Misura preferita del pennino: Fine
Fp.it Vera: 042
Sesso:

Obiettivi stilografici 2018

Messaggio da aferrarini » martedì 5 dicembre 2017, 8:55

MaPe ha scritto:
martedì 5 dicembre 2017, 0:43
aferrarini ha scritto:
domenica 3 dicembre 2017, 16:35

oppure su una giapponese:
- Platinum 3776
- sailor pro gear
- pilot custom 823
In questo ordine :angel:

Per le Italiane: Aurora 88 (anche la Optima la terrei in considerazione)
bella anche la optima ma trovo la 88 più affascinante come forma, come prima o unica Aurora andrei sulla 88. La platinum non mi fa impazzire esteticamente ma ha recensioni molto positive per quanto riguarda la scrittura ed è anche abbastanza economica, a meno di non andare di edizioni limitate.

aferrarini
Touchdown
Touchdown
Messaggi: 56
Iscritto il: domenica 15 gennaio 2017, 12:28
La mia penna preferita: Lamy 2000
Misura preferita del pennino: Fine
Fp.it Vera: 042
Sesso:

Obiettivi stilografici 2018

Messaggio da aferrarini » martedì 5 dicembre 2017, 12:08

Grazie a tutti dei consigli! Mi sembra che i più propendano per l'aurora big. A me tenta molto anche la 823 comunque. Magari prima o poi le avrò entrambe.

Avatar utente
zoniale
Crescent Filler
Crescent Filler
Messaggi: 1041
Iscritto il: domenica 16 ottobre 2016, 13:48
La mia penna preferita: Tutte, troppe, anni '40 - '60
Il mio inchiostro preferito: turchese
Località: Varese
Sesso:

Obiettivi stilografici 2018

Messaggio da zoniale » martedì 5 dicembre 2017, 14:30

aferrarini ha scritto:
martedì 5 dicembre 2017, 12:08
Magari prima o poi le avrò entrambe.
Buongiorno Alberto.

Come stai? Hai raggiunto la serenità stilografica con questi propositi di acquisti?

Sai, te lo chiedo perchè io sono il tuo diavolo tentatore.
Quello che ti dice: "ma prova, per un decimo del prezzo, a prenderti una vintage". Quello che poi aggiunge: "pensa alla goduria di scrivere con un morbido pennino ottantenne, allo studio per capire quale sia l'origine di quella penna!".

Che bello c'è ad andare al più vicino negozio, scegliere la penna più bella e strisciare la carta di credito, quando potresti passare ore, giorni e settimane a ricercare, riparare, fare tua una penna del tempo di guerra?
Michele

Avatar utente
MaPe
Crescent Filler
Crescent Filler
Messaggi: 1408
Iscritto il: giovedì 24 marzo 2016, 2:32
La mia penna preferita: un giorno, forse, la troverò
Il mio inchiostro preferito: R&K Sepia
Misura preferita del pennino: Extra Fine
Sesso:

Obiettivi stilografici 2018

Messaggio da MaPe » martedì 5 dicembre 2017, 16:07

aferrarini ha scritto:
martedì 5 dicembre 2017, 8:55

bella anche la optima ma trovo la 88 più affascinante come forma, come prima o unica Aurora andrei sulla 88. La platinum non mi fa impazzire esteticamente ma ha recensioni molto positive per quanto riguarda la scrittura ed è anche abbastanza economica, a meno di non andare di edizioni limitate.
Mi sono espresso male...intendevo l'ordine di acquisto, nel senso che, col tempo, le devi avere tutte! :twisted:
A parte gli scherzi la Platinum 3776 è un'ottima penna, dal prezzo ragionevole e che scrive molto bene, non mi pronuncio sull'estetica perchè è una valutazione soggettiva.
Sull' Aurora, come per la Visconti, visto il prezzo non proprio popolare, provarle in un negozio fisico ritengo sia la scelta migliore anche per farsi una idea sulla forma, dimensioni, peso, bilanciamento e qualità di scrittura (una prova per intinzione da solo una idea, ma può comunque aiutare moltissimo)

Quello che dice @zoniale ha il suo perchè,
Massimo

Avatar utente
mistermike
Snorkel
Snorkel
Messaggi: 178
Iscritto il: lunedì 4 settembre 2017, 17:09
La mia penna preferita: La prossima
Il mio inchiostro preferito: Pelikan 4001 nero
Misura preferita del pennino: Medio
Località: Pompei
Sesso:

Obiettivi stilografici 2018

Messaggio da mistermike » martedì 5 dicembre 2017, 18:16

Mi sembra un'ottima scelta.

aferrarini
Touchdown
Touchdown
Messaggi: 56
Iscritto il: domenica 15 gennaio 2017, 12:28
La mia penna preferita: Lamy 2000
Misura preferita del pennino: Fine
Fp.it Vera: 042
Sesso:

Obiettivi stilografici 2018

Messaggio da aferrarini » martedì 5 dicembre 2017, 23:34

zoniale ha scritto:
martedì 5 dicembre 2017, 14:30
aferrarini ha scritto:
martedì 5 dicembre 2017, 12:08
Magari prima o poi le avrò entrambe.
Buongiorno Alberto.

Come stai? Hai raggiunto la serenità stilografica con questi propositi di acquisti?

Sai, te lo chiedo perchè io sono il tuo diavolo tentatore.
Quello che ti dice: "ma prova, per un decimo del prezzo, a prenderti una vintage". Quello che poi aggiunge: "pensa alla goduria di scrivere con un morbido pennino ottantenne, allo studio per capire quale sia l'origine di quella penna!".

Che bello c'è ad andare al più vicino negozio, scegliere la penna più bella e strisciare la carta di credito, quando potresti passare ore, giorni e settimane a ricercare, riparare, fare tua una penna del tempo di guerra?
Il vintage é un altro capitolo che mi piacerebbe esplorare, prima o poi. Il mio problema é che il vintage mi piace più nella teoria che nella pratica, nel senso che sebbene ammiri le penne vintage poi finisco per non usarle, forse per timore di rovinarle, non so. Per questo motivo ho venduto una Aurora 88 Nizzoli... E dire che invece in altri campi (fotografia) uso solo strumenti d'annata senza farmi tanti problemi.

aferrarini
Touchdown
Touchdown
Messaggi: 56
Iscritto il: domenica 15 gennaio 2017, 12:28
La mia penna preferita: Lamy 2000
Misura preferita del pennino: Fine
Fp.it Vera: 042
Sesso:

Obiettivi stilografici 2018

Messaggio da aferrarini » martedì 5 dicembre 2017, 23:44

MaPe ha scritto:
martedì 5 dicembre 2017, 16:07
aferrarini ha scritto:
martedì 5 dicembre 2017, 8:55

bella anche la optima ma trovo la 88 più affascinante come forma, come prima o unica Aurora andrei sulla 88. La platinum non mi fa impazzire esteticamente ma ha recensioni molto positive per quanto riguarda la scrittura ed è anche abbastanza economica, a meno di non andare di edizioni limitate.
Mi sono espresso male...intendevo l'ordine di acquisto, nel senso che, col tempo, le devi avere tutte! :twisted:
A parte gli scherzi la Platinum 3776 è un'ottima penna, dal prezzo ragionevole e che scrive molto bene, non mi pronuncio sull'estetica perchè è una valutazione soggettiva.
Sull' Aurora, come per la Visconti, visto il prezzo non proprio popolare, provarle in un negozio fisico ritengo sia la scelta migliore anche per farsi una idea sulla forma, dimensioni, peso, bilanciamento e qualità di scrittura (una prova per intinzione da solo una idea, ma può comunque aiutare moltissimo)

Quello che dice @zoniale ha il suo perchè,
Grazie per il riscontro. Ho visto delle foto migliori delle 3776 e devo dire che non sono male.

Concordo con quanto dici, prima di sborsare per una homo sapiens o una Aurora sicuramente é d'obbligo una prova.

Rispondi