Giapponese "Made in Italy"

Recensioni, impressioni sull'uso, discussioni, sul più straordinario strumento di scrittura!
Rispondi
ermoro
Converter
Converter
Messaggi: 18
Iscritto il: venerdì 3 novembre 2017, 15:27

Giapponese "Made in Italy"

Messaggio da ermoro » venerdì 10 novembre 2017, 13:50

Salve a tutti. Sono un nuovo iscritto ma vi seguo già da tempo con molto interesse, essendo rinata in me da qualche anno la passione della stilografica per l'uso giornaliero, sopratutto lavorativo.

Come al solito l'appetito vien mangiando e piano piano che si approfondisce un argomento si incominciano a capire differenze, costi, esigenze, che da "neofita" non sono ne apprezzabili ne spesso comprensibili.

Attualmente uso una Rotring Newton Silver (M), che è buon compagno di lavoro è chi mi ha affascinato all'epoca dell'acquisto, per i ricordi dei rapidograph all'istituto tecnico industriale. Un bel work horse, come direbbero gli americani, secondo me.

Posseggo anche una Pelikan M200 (F) che uso raramente.

Veniamo quindi al punto ... mi sto innamorando delle linee delle giapponesi, che oltre ad avere un look che mi piace veramente tanto, leggo avere anche caratteristiche tecniche di rilievo (e i prezzi ne sono evidentemente la risultante). A prescindere dalle "giapponesi" c'è un modello che mi incuriosisce (fuori portate forse) che è la Visconti Urushi. Leggendo in giro alcuni modelli sono stati creati dal maestro Giapponese "Kaburagi".

Ora in internet trovo due modelli con numerazione seriale differente. Un trittico spesso denominato "Prototype" con numerazione 100 pezzi e un altra denominata "Urushi" con numerazione 91pezzi.

Esteticamente sono differenti, e la prototype sembra fatta proprio da altra mano ... Che voi sappiate entrambe sono state prodotte da Kabarugi? O solo le "prototype" nei colori Rosso, Arancio, Nera? Le xx/100 - xx/50 (la verde) per intenderci?

Immagine
Immagine

O anche le xx/91?

Immagine

Sembrano abbastanza diverse per dettagli e per quell'inserto dorato. Mi piacerebbe saperne di più perchè ritengo che quelle dell'artigiano di cui sopra abbiamo un fascino e una qualità incredibile anche solo in foto.

Grazie delle info per la lotta delle Giapponesi (Namiki, Sailor, Nakaya, Platinum) apro altro post :)

Avatar utente
shinken
Vacumatic
Vacumatic
Messaggi: 893
Iscritto il: sabato 26 marzo 2016, 20:42
La mia penna preferita: Sailor GT EF
Il mio inchiostro preferito: Diamine Midnight, 朝顔
Misura preferita del pennino: Extra Fine
Località: Genova
Sesso:
Contatta:

Giapponese "Made in Italy"

Messaggio da shinken » venerdì 10 novembre 2017, 16:03

Se ti piacciono queste cose allora devi fare un giro sul sito della Namiki.
Anche su quello ufficiale della Nakaya.

http://www.pilot-namiki.com/en/
http://www.nakaya.org/en/
Occhio ai prezzi
Luigi, tabaccaio in Genova.
Quarantadue è la risposta!

ermoro
Converter
Converter
Messaggi: 18
Iscritto il: venerdì 3 novembre 2017, 15:27

Giapponese "Made in Italy"

Messaggio da ermoro » venerdì 10 novembre 2017, 16:49

Ah lo so. Poi vi apro un thread apposito :D

Conta che adoro la yukari royale vermillon. Ma è un altro topic.

Avatar utente
shinken
Vacumatic
Vacumatic
Messaggi: 893
Iscritto il: sabato 26 marzo 2016, 20:42
La mia penna preferita: Sailor GT EF
Il mio inchiostro preferito: Diamine Midnight, 朝顔
Misura preferita del pennino: Extra Fine
Località: Genova
Sesso:
Contatta:

Giapponese "Made in Italy"

Messaggio da shinken » venerdì 10 novembre 2017, 17:07

Si parla di grossi investimenti ( almeno per me)
Sul listino Nakaya ho visto cose sopra i 30 K€
Luigi, tabaccaio in Genova.
Quarantadue è la risposta!

ermoro
Converter
Converter
Messaggi: 18
Iscritto il: venerdì 3 novembre 2017, 15:27

Giapponese "Made in Italy"

Messaggio da ermoro » venerdì 10 novembre 2017, 17:38

Dipende ... Una yukari nippon art ha prezzo "contenuto"

Rispondi