Montegrappa Parola.

Recensioni, impressioni sull'uso, discussioni, sul più straordinario strumento di scrittura!
Davidex
Converter
Converter
Messaggi: 3
Iscritto il: lunedì 11 maggio 2015, 22:32
Sesso: Non Specificato

Montegrappa Parola.

Messaggio da Davidex » giovedì 16 novembre 2017, 12:29

Alla fine dopo tante riflessioni ho deciso di acquistarla.

Ho preso la versione nera con pennino M (che è piuttosto fine)

Le mie impressioni non possono che essere positive, anche se il pennino è in acciaio è stupefacente.
(Ho provato diversi pennini in oro, Autora Ypsilon, Cross Townsend, Lamy 2000, Pilot capless,....)

Anche la piacevolezza della scrittura è per me notevole, penna non piccola , ma neanche troppo grande. Direi proprio della giusta misura.
E penso che dopo un po' di rodaggio andrà ancora meglio.

Davide

domenicop
Touchdown
Touchdown
Messaggi: 65
Iscritto il: domenica 23 aprile 2017, 13:00
La mia penna preferita: Pelikan M250
Il mio inchiostro preferito: Iroshizuku Take-Sumi
Misura preferita del pennino: Fine
Fp.it Vera: 038
Sesso: Uomo
Contatta:

Montegrappa Parola.

Messaggio da domenicop » venerdì 17 novembre 2017, 13:46

Punchinello ha scritto:
mercoledì 25 ottobre 2017, 12:19
domenicop ha scritto:
mercoledì 25 ottobre 2017, 11:45


Se avrai pazienza di attendere ti dirò come sarà la Heartwood Teak nib F perchè oggi l'ho mandata a Montegrappa per la sistemazione.

La prima impressione è stata un'ottima penna per dimensioni, peso e sensazione nella mano, ma il pennino aveva un flusso troppo magro e gratta moltissimo, così ho preferito contattare la casa produttrice che si è dimostrata molto cordiale e disponibile. Credo che possano esserci solo due possibilità: 1) se la penna avrà un flusso adeguato e il pennino sarà sistemato l'acquisto è un ottimo acquisto, 2) viceversa non ne varrebbe la pena perché con la scrittura in questo modo non sarebbe soddisfacente.

Personalmente, avendola presa, confido nell'assistenza ma saprò darti il responso definitivo quando tornerà.
Ma certamente che attendo, anche perchè l'hai presa esattamente come vorrei prenderla io, e in giro non si trovano molte recensioni.
Quindi aspetto con fiducia e mi raccomando non ti dimenticare :D
Ciao, eccomi di ritorno con le info con cui ci eravamo lasciati.

La mia Heartwood è tornata a casa e devo dire che hanno fatto un gran bel lavoro quelli della Montegrappa. Per quel che mi è dato vedere credo abbiano cambiato l'alimentatore e rettificato il pennino. Ora la penna è perfetta per quel quel comporta un pennino F estremamente rigido. Personalmente sono molto soddisfatto e il mio consiglio potrebbe essere quello di acquistare la penna già con l'opzione di invio alla casa. La si prova se non soddisfa si invia ed entro un paio di settimane se ottiene indietro. A quel punto la penna dovrebbe (per la mia esperienza) esser perfetta.
Certo che se invece si ha in mente un pennino F flessibile.... beh i miracoli non esistono: questo pennino può esser tutto tranne che flessibile.

Punchinello
Touchdown
Touchdown
Messaggi: 67
Iscritto il: mercoledì 3 giugno 2015, 11:21
La mia penna preferita: Lamy 2000
Il mio inchiostro preferito: Montblanc Toffee Brown
Sesso: Non Specificato

Montegrappa Parola.

Messaggio da Punchinello » lunedì 20 novembre 2017, 8:54

domenicop ha scritto:
venerdì 17 novembre 2017, 13:46
Punchinello ha scritto:
mercoledì 25 ottobre 2017, 12:19


Ma certamente che attendo, anche perchè l'hai presa esattamente come vorrei prenderla io, e in giro non si trovano molte recensioni.
Quindi aspetto con fiducia e mi raccomando non ti dimenticare :D
Ciao, eccomi di ritorno con le info con cui ci eravamo lasciati.

La mia Heartwood è tornata a casa e devo dire che hanno fatto un gran bel lavoro quelli della Montegrappa. Per quel che mi è dato vedere credo abbiano cambiato l'alimentatore e rettificato il pennino. Ora la penna è perfetta per quel quel comporta un pennino F estremamente rigido. Personalmente sono molto soddisfatto e il mio consiglio potrebbe essere quello di acquistare la penna già con l'opzione di invio alla casa. La si prova se non soddisfa si invia ed entro un paio di settimane se ottiene indietro. A quel punto la penna dovrebbe (per la mia esperienza) esser perfetta.
Certo che se invece si ha in mente un pennino F flessibile.... beh i miracoli non esistono: questo pennino può esser tutto tranne che flessibile.
Grazie mille Domenico, sei stato gentilissimo, informazioni preziose!

Old61
Snorkel
Snorkel
Messaggi: 182
Iscritto il: sabato 21 giugno 2014, 16:50
Il mio inchiostro preferito: Pelikan 4001
Misura preferita del pennino: Medio
Sesso: Uomo

Montegrappa Parola.

Messaggio da Old61 » lunedì 20 novembre 2017, 22:52

Buonasera,
ho letto con interesse tutti i contributi in merito alla questione Montegrappa.
Ho vissuto la stessa situazione con la mia Montegrappa Fortuna.
Mi sono rivolto direttamente alla Montegrappa di Bassano e ho avuto la netta sensazione che fossero al corrente del problema.
Con un po' di "spocchia" mi è stato fatto capire che non potevo pretendere più di tanto, visto che avevo acquistato un prodotto che per loro è di fascia medio-bassa (peccato che le statistiche assegnino a Montegrappa il massimo budget proprio in questa fascia di prezzo).
Mi è stato concesso di inviare la penna in riparazione (a mie spese per entrambi i viaggi) e la sostituzione del pennino è avvenuta a titolo gratuito.
Sono passato da M a B e la penna scrive bene con grande scorrevolezza. Il tratto è spesso e non si addice per che vuole scrivere sottile.
Per quanto ovvio, eventuali tentativi di allargare il canale dell'alimentatore avrebbero comportato l'azzeramento della validità della garanzia.
Dopo questa esperienza, non positiva, mi sono ripromesso di non acquistare più penne di questo marchio.
Grazie per l'attenzione e buona serata a tutti.
Roberto.

Avatar utente
Siberia
Levetta
Levetta
Messaggi: 642
Iscritto il: martedì 10 febbraio 2009, 20:34
La mia penna preferita: La Parker 51?
Il mio inchiostro preferito: Aurora Nero, Pelikan Blu-Black
Misura preferita del pennino: Medio
Località: L'Aquila-Pescara
Sesso: Uomo
Contatta:

Montegrappa Parola.

Messaggio da Siberia » lunedì 20 novembre 2017, 23:58

Codice: Seleziona tutto

Dopo questa esperienza, non positiva, mi sono ripromesso di non acquistare più penne di questo marchio.
Concordo. A me la rimandarono indietro e scriveva peggio di prima. Una cosa vergognosa, imbarazzante, inquietante. Made in Italietta :wtf:
Luca (renitente alla sfera, sempre)

Avatar utente
Phormula
Stantuffo
Stantuffo
Messaggi: 2910
Iscritto il: venerdì 6 aprile 2012, 14:06
La mia penna preferita: Delta "Phormula"
Il mio inchiostro preferito: R&K Phormula Blau
Misura preferita del pennino: Medio
Arte Italiana FP.IT M: 006
Località: Milano
Sesso: Non Specificato

Montegrappa Parola.

Messaggio da Phormula » martedì 21 novembre 2017, 9:01

Unicuique suum.
Ognuno ha il suo.

Io ho una Fortuna, anzi due, una Black e una Rainbow, entrambe B e mi trovo benissimo.
Non sono penne dal flusso abbondante, non ci devi mettere un inchiostro poco fluido, ma a me piacciono così.

Per contro non comprerò mai più una TWSBI o una Parker.
Troppo problematiche.
La vita è troppo breve per usare inchiostri mediocri...

Luca84
Touchdown
Touchdown
Messaggi: 72
Iscritto il: lunedì 1 dicembre 2014, 13:24
La mia penna preferita: Montegrappa Fortuna Mosaico
Il mio inchiostro preferito: Rohrer & Klingner - Verdigris
Misura preferita del pennino: Medio
Sesso: Uomo

Montegrappa Parola.

Messaggio da Luca84 » lunedì 27 novembre 2017, 11:24

Vi riporto la mia esperienza con le stilografiche Montegrappa e come ho risolto ogni problema di scrittura, continuando ad utilizzare un pennino M (che ha il tratto che preferisco).

Ho provato ben due penne, una Parola e una Fortuna riscontrando gli stessi problemi e risolvendoli nello stesso modo.

Secondo me il problema non sta nel pennino, ma nella combinazione pennino-inchiostro.
La penna con l'inchiostro originale e con quasi qualsiasi altro inchiostro scrive malissimo! Salta il tratto, flusso scarso, gratta ecc.
Da quando uso gli inchiostri della Rohrer and Klingner (ho provato il Nero di Lipsia e il Verdigris), la penna si è trasformata! E' diventata fantastica. Scrive benissimo, il tratto è addirittura più grosso e non perde un colpo. Posso dire che è una delle penne con cui più mi piace scrivere!

Un'altra operazione che ha migliorato ulteriormente la scrittura, sia su queste penne sia su quelle di altre marche è la seguente.
Ho notato che l'inchiostro tende a "bloccarsi" nel converter. Lo ho quindi immerso per tutta la notte in una soluzione di sgrassatore universale e Vetril e il giorno seguente lo ho risciacquato molto bene. Questa operazione, che è da eseguire una sola volta, migliora notevolmente le cose, permettendo alla stilografica di migliorare notevolmente il flusso. Sono passati anni da quando ho eseguito la pulizia e ancora le mie stilografiche funzionano benissimo.

Il mio consiglio è quello di provare gli inchiostri della Rohrer and Klingner. Se non dovesse bastare o se volete usare altri inchiostri eseguite la pulizia del converter. La penna si trasformerò in un gioiellino!

efreddi
Pulsante di Fondo
Pulsante di Fondo
Messaggi: 282
Iscritto il: giovedì 15 settembre 2016, 11:25
Sesso: Uomo

Montegrappa Parola.

Messaggio da efreddi » lunedì 27 novembre 2017, 11:31

Luca84 ha scritto:
lunedì 27 novembre 2017, 11:24
.... Lo ho quindi immerso per tutta la notte in una soluzione di sgrassatore universale e Vetril ...

Qui siamo ormai a livello di esoterismo... :shock:
Elia
----------------------------

Luca84
Touchdown
Touchdown
Messaggi: 72
Iscritto il: lunedì 1 dicembre 2014, 13:24
La mia penna preferita: Montegrappa Fortuna Mosaico
Il mio inchiostro preferito: Rohrer & Klingner - Verdigris
Misura preferita del pennino: Medio
Sesso: Uomo

Montegrappa Parola.

Messaggio da Luca84 » lunedì 27 novembre 2017, 11:38

L'operazione sarà insolita... ma dovresti vedere quanto ora funzionino meglio le mie stilografiche!

L'unico converter sul quale non ho eseguito questa operazione è la Lamy. Per le altre sono passato dall'avere una penna con flusso scarso, a Penne scorrevoli e con un ottimo flusso.
A mio avviso... Una trasformazione in positivo.

Luca84
Touchdown
Touchdown
Messaggi: 72
Iscritto il: lunedì 1 dicembre 2014, 13:24
La mia penna preferita: Montegrappa Fortuna Mosaico
Il mio inchiostro preferito: Rohrer & Klingner - Verdigris
Misura preferita del pennino: Medio
Sesso: Uomo

Montegrappa Parola.

Messaggio da Luca84 » lunedì 27 novembre 2017, 22:33

Per mostravi meglio i risultati che ho ottenuto con la mia Montegrappa Parola vi ho creato questo confronto con la Lamy al Star.
confronto-stilografiche.jpg

Avatar utente
Phormula
Stantuffo
Stantuffo
Messaggi: 2910
Iscritto il: venerdì 6 aprile 2012, 14:06
La mia penna preferita: Delta "Phormula"
Il mio inchiostro preferito: R&K Phormula Blau
Misura preferita del pennino: Medio
Arte Italiana FP.IT M: 006
Località: Milano
Sesso: Non Specificato

Montegrappa Parola.

Messaggio da Phormula » martedì 28 novembre 2017, 8:26

Luca84 ha scritto:
lunedì 27 novembre 2017, 11:24
Un'altra operazione che ha migliorato ulteriormente la scrittura, sia su queste penne sia su quelle di altre marche è la seguente.
Ho notato che l'inchiostro tende a "bloccarsi" nel converter. Lo ho quindi immerso per tutta la notte in una soluzione di sgrassatore universale e Vetril e il giorno seguente lo ho risciacquato molto bene. Questa operazione, che è da eseguire una sola volta, migliora notevolmente le cose, permettendo alla stilografica di migliorare notevolmente il flusso. Sono passati anni da quando ho eseguito la pulizia e ancora le mie stilografiche funzionano benissimo.
Sui Rohrer & Klingner sfondi una porta aperta. Vanno molto bene e costano poco.
Inoltre quelli normali te li puoi mescolare a piacimento per fare il colore che vuoi.

L'operazione sgrassatore non è peregrina. Durante il processo di stampaggio delle plastiche, sostanze oleose possono migrare sulla superficie, quando non vengono spruzzate sullo stampo per facilitare il distacco. Sono chiamati anti-slipping agents. Il trattamento che descrivi rimuove appunto eventuali residui oleosi e attacca leggermente la plastica, rendendola più polare e quindi facilitando lo scorrimento di un inchiostro.
La vita è troppo breve per usare inchiostri mediocri...

Luca84
Touchdown
Touchdown
Messaggi: 72
Iscritto il: lunedì 1 dicembre 2014, 13:24
La mia penna preferita: Montegrappa Fortuna Mosaico
Il mio inchiostro preferito: Rohrer & Klingner - Verdigris
Misura preferita del pennino: Medio
Sesso: Uomo

Montegrappa Parola.

Messaggio da Luca84 » martedì 28 novembre 2017, 12:47

Codice: Seleziona tutto

L'operazione sgrassatore non è peregrina. Durante il processo di stampaggio delle plastiche, sostanze oleose possono migrare sulla superficie, quando non vengono spruzzate sullo stampo per facilitare il distacco. Sono chiamati anti-slipping agents. Il trattamento che descrivi rimuove appunto eventuali residui oleosi e attacca leggermente la plastica, rendendola più polare e quindi facilitando lo scorrimento di un inchiostro.
Ne avevamo già discusso, questa operazione migliora notevolmente il funzionamento della stilografica. Ho scoperto che recentemente la Rohrer & Klingner ha creato un prodotto specifico per la pulizia delle penne stilografiche. E' un po' difficile da trovare in Italia, ma lo vendono su eBay spedendolo dalla Germania. Non so se funziona bene come lo sgrassatore, ma è sicuramente un prodotto più adatto per le stilografiche. Peccato che non esisteva ancora quando mi regalarono la Montegrappa.
Trovate la descrizione del detergente della R&K al seguente Link

https://www.rohrer-klingner.de/?page_id=1762&lang=en

Trovo però scandaloso che le stilografiche di una ditta come la Montegrappa presentino tutti questi problemi. A mio avviso, se compro una penna, questa deve funzionare perfettamente da subito, con tutti gli inchiostri, con cartucce, con converter ecc ecc.
E' innegabile che se montate la cartuccia della casa madre su una Montegrappa Parola con pennino M, questa salta il tratto, il flusso il scarso.... oserei dire che non scrive.
Personalmente adoro questa penne, per l'estetica e anche per il fatto che sono italiane (avere un servizio assistenza a due passi non è cosa da poco).
Su questo forum ci sono tra i più appassionati ed esperti di stilografiche. Potrebbe essere una idea raccogliere le nostre esperienza e dare dei consigli per migliorare il prodotto alla Montegrappa.

Personalmente ho riscontrato i seguenti problemi sulle stilografiche Montegrappa:
- scrivono male con l'inchiostro Montegrapppa

- i converter non hanno tutti la stessa dimensione. Ne ho comprati alcuni che non entrano nella mia Parola e altri sì, nonostante all'apparenza siano tutti uguali (volevo aprire un post a riguardo per capire se altri hanno avuto questo problema)

- nei converter l'inchiostro scorre male nonostante siano gli unici ad aver inserito una molla, a patto di non fare la pulizia indicata sopra

- sulla mia Parola il pennino non si blocca a vite, quindi quando inserisco il converter questo spinge fuori il pennino. Diventa una operazione di precisione inserire correttamente entrambi

Avatar utente
Siberia
Levetta
Levetta
Messaggi: 642
Iscritto il: martedì 10 febbraio 2009, 20:34
La mia penna preferita: La Parker 51?
Il mio inchiostro preferito: Aurora Nero, Pelikan Blu-Black
Misura preferita del pennino: Medio
Località: L'Aquila-Pescara
Sesso: Uomo
Contatta:

Montegrappa Parola.

Messaggio da Siberia » martedì 28 novembre 2017, 16:24

Per mia modesta opinione, ritengo le odierne Montegrappa delle bomboniere e non vere e proprie penne. Questa è l'idea che mi sono fatto toccandole e guardandole in negozio
Luca (renitente alla sfera, sempre)

Luca84
Touchdown
Touchdown
Messaggi: 72
Iscritto il: lunedì 1 dicembre 2014, 13:24
La mia penna preferita: Montegrappa Fortuna Mosaico
Il mio inchiostro preferito: Rohrer & Klingner - Verdigris
Misura preferita del pennino: Medio
Sesso: Uomo

Montegrappa Parola.

Messaggio da Luca84 » martedì 28 novembre 2017, 18:45

Per la mia esperienza le Montegrappa, oltre ad essere bellissime, sono tra le penne con cui più mi piace scrivere. Una volta sistemate ovviamente, con pennino M.

Personalmente adoro il pennino molto molto rigido della Parola. La mia ha un flusso e una scorrevolezza che sono una cosa fantastica.

Ci ho messo un po' ad apprezzare questa penna. Appena la ho avuto non la sopportavo per tutti i problemi che mi dava. Sarebbe bello che uscissero di fabbrica già funzionanti!

Avatar utente
Monet63
Artista
Artista
Messaggi: 757
Iscritto il: sabato 5 ottobre 2013, 22:34
La mia penna preferita: Delta Goldpen Mezzanotte n°52
Il mio inchiostro preferito: Nero Aurora
Misura preferita del pennino: Fine
Località: Cassino
Sesso: Uomo
Contatta:

Montegrappa Parola.

Messaggio da Monet63 » martedì 28 novembre 2017, 18:49

Siberia ha scritto:
martedì 28 novembre 2017, 16:24
Per mia modesta opinione, ritengo le odierne Montegrappa delle bomboniere e non vere e proprie penne. Questa è l'idea che mi sono fatto toccandole e guardandole in negozio
Idem. Tanti anni fa ne acquistai (a distanza) due che cercai di usare a fondo, senza riuscire a farle scrivere almeno in modo accettabile; oggettivamente molto belle, me ne liberai proprio perché scrivevano incredibilmente male e mi innervosivano. Non ho mai ripetuto l'esperienza e, nel tempo, sono arrivato a rimuovere il marchio dal mio immaginario; per quanto mi riguarda, ad oggi, questi oggetti non rientrano neanche nell'accezione di "penna".
L’opera d’arte è sempre una confessione.
Umberto Saba

Rispondi