Waterman gentleman da Treviglio

Recensioni, impressioni sull'uso, discussioni, sul più straordinario strumento di scrittura!
Rispondi
Avatar utente
domenico98
Snorkel
Snorkel
Messaggi: 102
Iscritto il: mercoledì 12 marzo 2014, 19:47
La mia penna preferita: Sheaffer PFM
Il mio inchiostro preferito: Pelikan 4001 brillant black
Misura preferita del pennino: Flessibile
Località: Milano
Sesso: Uomo

Waterman gentleman da Treviglio

Messaggio da domenico98 » lunedì 18 settembre 2017, 23:12

Buonasera a tutti!
Oggi vi voglio presentare un dei miei ultimi acquisti. Trovata in una bancarella del mercatino di Treviglio tra qualche Marksman e anonime in metallo, questa Waterman mi ha stregato. L'ho pagata penso poco (30 euro) perché il venditore voleva disfarsi dell'intero lotto (tra cui c'era anche un'Aurora Archivi Storici in argento). In realtà l'ho presa perché da tantissimo cercavo di comprare una Waterman stile Man 100 per provare uno di quei strepitosi pennini 18k di cui ho sentito molto parlare. Ero indeciso tra una Man 200 in blu con decorazione tipo pelle di serpente, tutta a quadretti (ma molto usurata tanto che in certi punti era venuta via la vernice) o questa. Il pennino non sarà come quello di una Man 100 (il mio sogno nel cassetto) ma penso si possa avvicinare. Dopo una lucidata e dopo averla lavata e ricaricata oggi l'ho portata al mio primo giorno d'universtà per un test sul campo. Ma con un certo disappunto mi sono accorto che spesso mancava il tratto. Il pennino abbastanza flessibile e molto morbido è divino, ma questo problema di flusso è davvero fastidioso. Poi presenta un problema che ho visto essere comune in queste penne, ovvero l'anellino appena sotto il pennino si sta scrostando. Detto ciò è una penna di aspetto elegante e raffinato. Il corpo in argento la rende forse un po' pesante, ma dopo poco tempo ci ho fatto l'abitudine. I riflessi sono meravigliosi e la linea è stupenda. L'alimentatore è tutto unito e non a lamelle e la misura del pennino è un F abbondante. Penso che ne valga la pena farla sistemare, sia per il flusso sia per l'anellino, ma se avete qualche consiglio o qualche informazione (perché ciò che so si riduce al nome del modello; non so né fascia di qualità né periodo di produzione) sarò felice di ascoltarvi. Ecco qualche foto.
20170918_185647.jpg
20170918_185710.jpg
20170918_185858.jpg
20170918_202559.jpg
20170918_185740.jpg
20170918_202710.jpg
20170918_190139.jpg
Ringrazio tutti per l'attenzione e auguro a tutti una buona serata!

Domenico

Avatar utente
Giorgio1955
Pulsante di Fondo
Pulsante di Fondo
Messaggi: 358
Iscritto il: sabato 28 settembre 2013, 16:06
La mia penna preferita: Ancora --- Zerollo
Il mio inchiostro preferito: Pelikan 4001 black
Misura preferita del pennino: Medio
Fp.it ℵ: 030
Località: Galatina (LE)
Sesso: Uomo

Waterman gentleman da Treviglio

Messaggio da Giorgio1955 » martedì 19 settembre 2017, 7:15

La Gentleman la ricordo alla fine degli anni '80 ed era assimilabile e confrontabile, giustamente con la Man 200. Io ho una Man 200 che nel tempo manifestò il noto problema all'anellino dorato cui tu fai riferimento. Inviata, allora, alla Gillette Milano che faceva l'assistenza, lo sostituirono e la penna tornò nuova. Al momento per l'assistenza Waterman credo ci sia una E-mail o un N. di telefono. Saluti.
Giorgio

Avatar utente
maxpop 55
Tecnico
Tecnico
Messaggi: 7451
Iscritto il: venerdì 17 agosto 2012, 19:24
La mia penna preferita: perché una sola?
Il mio inchiostro preferito: Aurora BlacK
Misura preferita del pennino: Medio
FountainPen.it 500 Forum n.: 029
Fp.it ℵ: 016
Fp.it 霊気: 009
Fp.it Vera: 107
Località: Portici (NA)
Sesso: Uomo

Waterman gentleman da Treviglio

Messaggio da maxpop 55 » martedì 19 settembre 2017, 21:19

Non sarà la "Man 100" ma è una gran bella penna. :clap: :clap:
Il valore di una stilografica non dipende dal costo, ma dal valore che noi le diamo.

marnautz
Touchdown
Touchdown
Messaggi: 51
Iscritto il: sabato 25 aprile 2015, 23:21
La mia penna preferita: Cartier Louis
Misura preferita del pennino: Medio
Località: Lodi
Sesso: Uomo

Waterman gentleman da Treviglio

Messaggio da marnautz » venerdì 22 settembre 2017, 20:20

Per l'anellino a me l'hanno sostituito a Milano per 40 euro, più del costo della penna che hai pagato molto poco. Però secondo me l'ossidazione é proprio all'inizio e se la usi spesso é facile che in futuro il problema si ripresenti (succede anche con MB 144 che ha anche lei anello dorato alla base del pennino). Per il flusso, io avevo lo stesso problema su una Montblanc 145. Ho risolto con lavaggio, ammollo in acqua per 2 gg cambiando acqua 2 volte al giorno e pulizia del condotto. Per pulire il condotto ho riempito una siringa di acqua varie volte, ho infilato la punta dove si attacca la cartuccia e ho svuotato siringa in fretta per creare pressione. Adesso scrive perfettamente, però dipende da quanto era incrostata, la mia era solo da tanto che non la pulivo e spesso si piantava mentre scrivevo.

Rispondi

Torna a “Penne Stilografiche”