Montblanc Vs Aurora Vs Pelikan Vs Visconti

Recensioni, impressioni sull'uso, discussioni, sul più straordinario strumento di scrittura!
Andrea_R

Montblanc Vs Aurora Vs Pelikan Vs Visconti

Messaggio da Andrea_R » sabato 15 aprile 2017, 23:58

ciro ha scritto: invece hanno il BB da un certo periodo in poi perché è così, non perché la mia è difettosa.
Anche le mie 3 noblesse hanno il BB.

È che forse bisognerebbe iniziare a ragionare sul perché delle cose piuttosto che sentenziare senza tener conto degli eventi.
ovvero? ( vale per entrambe le considerazioni :D )
purtroppo pennini larghissimi MB mai avuto il piacere di averli, solo provati

Avatar utente
ciro
Siringa Rovesciata
Siringa Rovesciata
Messaggi: 3032
Iscritto il: martedì 7 aprile 2015, 15:12
La mia penna preferita: Montblanc Noblesse VIP
Il mio inchiostro preferito: Quel Montblanc verde
Misura preferita del pennino: Fine
Località: Londra, UK
Sesso:

Montblanc Vs Aurora Vs Pelikan Vs Visconti

Messaggio da ciro » domenica 16 aprile 2017, 2:17

Anastasia è una M, le 3 noblesse sono tutte F.

C'è un modo di chiedere a MontBlanc direttamente e tagliamo la testa al toro?
Ciro
(Io sono per le firme a colori, sapevatelo!)
“La vita è come una fresella, s'è troppo dura sponzala.”
- Nonna
Immagine

Avatar utente
Siberia
Vacumatic
Vacumatic
Messaggi: 774
Iscritto il: martedì 10 febbraio 2009, 20:34
La mia penna preferita: Quelle in celluloide
Il mio inchiostro preferito: Aurora Nero, Pelikan Blu-Black
Misura preferita del pennino: Medio
Località: L'Aquila-Pescara
Sesso:

Montblanc Vs Aurora Vs Pelikan Vs Visconti

Messaggio da Siberia » domenica 16 aprile 2017, 11:11

ciro ha scritto:Ma no! Il pennino Delta è semplicemente perfetto dal punto di vista tecnico. Ho controllato rebbi, punta, adesione all'alimentatore pulizia ec. tutto perfetto, quelli MontBlanc invece hanno il BB da un certo periodo in poi perché è così, non perché la mia è difettosa.
Anche le mie 3 noblesse hanno il BB.

Ma poi sai che me ne frega di difendere MontBlanc?

È che forse bisognerebbe iniziare a ragionare sul perché delle cose piuttosto che sentenziare senza tener conto degli eventi.
Per la Delta controlla se la parte posteriore del pennino, e non solo la punta, aderisce bene all'alimentatore. Schiacciando leggermente il pennino nella parte posteriore dovresti risolvere.
Luca (renitente alla sfera, sempre)

Aineias
Snorkel
Snorkel
Messaggi: 180
Iscritto il: lunedì 12 agosto 2013, 8:55
La mia penna preferita: OMAS Extra Lucens L.E. 159/331
Il mio inchiostro preferito: attualmente -> Visconti blu
Misura preferita del pennino: Extra Fine
Località: Derry
Sesso:

Montblanc Vs Aurora Vs Pelikan Vs Visconti

Messaggio da Aineias » lunedì 17 aprile 2017, 14:06

Andrea_R ha scritto:Visto, capisco meglio quello che vuoi dire e sì potrebbe essere una tendenza per rendere le stilografiche più "BP user frendly" ma non facciamo passare il baby's bottom per la normalià e nemmeno per una feature, rimane un difetto, un appassionato si aspetta che la sua penna scriva inclinata (non perpendicolare al foglio) e senza pressione, altrimenti se devo tenere la penna in verticale e premere come un dannato non ho nessun vantaggio rispetto ad una normale biro. Se provassi a fare quello che hai fatto tu con una Falcon o con pennino Sailor i rebbi stracciano la carta o si impuntano e forse si piegano pure se premo abbastanza forte e provo a trascinare perchè non è così che una stilografica andrebbe usata. Tutto ciò avvalora ancora di più quello che penso e che è trapelato prima, ovvero che la Montblanc fa ottime penne ma un appassionato per quanto detto prima preferisce altro.
Dopotutto non è che un pennino un pennino rigido levigato normalmente (senza baby's bottom) non riesca a scrivere con la pressione di una biro come hai dimostrato tu con la Delta.
...ho acquistato da poco una penna nella quale avevo riposto molteplici aspettative: Montblanc Rouge & Noir, pennino F. Una volta caricata con Aurora black (inchiostro che uso per collaudare le nuove stilografiche), ho effettuato una prova di scrittura su carta puntinata Rhodia. Risultato? False partenze ed Inceppamenti continui. Si può facilmente immaginare la mia attuale delusione ....dopo più di tre tentativi, ancora non credo ai miei occhi. Se non correggessi il testo, esso risulterebbe d'incomprensibile lettura. Su casta liscia, dunque, il pennino sembra letteralmente scivolare senza lasciar traccia. Su carta ordinaria invece - vale a dire su carta più grezza/ruvida della "liscia" Rhodia - ciò non succede quasi mai o comunque con frequenze del tutto accettabili. Inoltre: il pennino F ha comunque un tratto comparabile ad un M e, su carta ordinaria, naturalmente "spiuma" (mi pare si dica così).
Dunque? Ho pensato di usare un altro inchiostro, come il Pelikan 4001. Non l'ho ancora impiegato finora poiché temo intasamenti. Tuttavia la logica mi suggerirebbe che un flusso meno abbondante potrebbe aumentare la probabilità d'inceppamenti. Ho cambiato posizione ed aumentato di poco la pressione....sembra migliorare....Resta di fatto che, almeno per me, usare una penna come fosse uno stilo è del tutto innaturale. Francamente non so più a cosa appellarmi. Tempo fa mi successe qualcosa di simile con una Sheaffer Targa, il che mi fece abbandonare questo strumento di scrittura per quasi 25 anni. Poi, un ritorno di fiamma, mi fece scoprire le Pelikan M800, Lamy 2000, Delta DV, e la Visconti HS (la mia preferita) con le quali non mi è capitato di registrare esperienze tanto frustranti.
Solo per condividere....
Saluti,
A.
Aineias

Avatar utente
Siberia
Vacumatic
Vacumatic
Messaggi: 774
Iscritto il: martedì 10 febbraio 2009, 20:34
La mia penna preferita: Quelle in celluloide
Il mio inchiostro preferito: Aurora Nero, Pelikan Blu-Black
Misura preferita del pennino: Medio
Località: L'Aquila-Pescara
Sesso:

Montblanc Vs Aurora Vs Pelikan Vs Visconti

Messaggio da Siberia » lunedì 17 aprile 2017, 16:55

La tuaRouge & Noir va sicuramente sostituita al negozio
Luca (renitente alla sfera, sempre)

Aineias
Snorkel
Snorkel
Messaggi: 180
Iscritto il: lunedì 12 agosto 2013, 8:55
La mia penna preferita: OMAS Extra Lucens L.E. 159/331
Il mio inchiostro preferito: attualmente -> Visconti blu
Misura preferita del pennino: Extra Fine
Località: Derry
Sesso:

Montblanc Vs Aurora Vs Pelikan Vs Visconti

Messaggio da Aineias » lunedì 17 aprile 2017, 17:59

Siberia ha scritto:La tuaRouge & Noir va sicuramente sostituita al negozio
Intanto, grazie del consiglio!!
Poi: dici così perché forse ne hai una uguale e non hai mai riscontrato problemi simili?
Saluti
Aineias

Avatar utente
DerAlte
Crescent Filler
Crescent Filler
Messaggi: 1132
Iscritto il: sabato 24 ottobre 2015, 22:17
La mia penna preferita: Aurora Optima
Il mio inchiostro preferito: Aurora Black
Misura preferita del pennino: Fine
Località: Catania
Sesso:

Montblanc Vs Aurora Vs Pelikan Vs Visconti

Messaggio da DerAlte » lunedì 17 aprile 2017, 18:41

Aineias ha scritto: Una volta caricata con Aurora black (inchiostro che uso per collaudare le nuove stilografiche), ho effettuato una prova di scrittura su carta puntinata Rhodia. Risultato? False partenze ed Inceppamenti continui.
Per essere del tutto inappuntabili con l'assistenza o col negozio, io la caricherei con inchiostro Montblanc.
Quasi certamente mostrerà lo stesso problema, però almeno così nessuno potrà muovere obiezioni.
Nicolò
Immagine

Aineias
Snorkel
Snorkel
Messaggi: 180
Iscritto il: lunedì 12 agosto 2013, 8:55
La mia penna preferita: OMAS Extra Lucens L.E. 159/331
Il mio inchiostro preferito: attualmente -> Visconti blu
Misura preferita del pennino: Extra Fine
Località: Derry
Sesso:

Montblanc Vs Aurora Vs Pelikan Vs Visconti

Messaggio da Aineias » lunedì 17 aprile 2017, 19:10

DerAlte ha scritto:
Aineias ha scritto: Una volta caricata con Aurora black (inchiostro che uso per collaudare le nuove stilografiche), ho effettuato una prova di scrittura su carta puntinata Rhodia. Risultato? False partenze ed Inceppamenti continui.
Per essere del tutto inappuntabili con l'assistenza o col negozio, io la caricherei con inchiostro Montblanc.
...ce l'ho, ma è quello indelebile....va bene lo stesso?
A.
Aineias

Avatar utente
DerAlte
Crescent Filler
Crescent Filler
Messaggi: 1132
Iscritto il: sabato 24 ottobre 2015, 22:17
La mia penna preferita: Aurora Optima
Il mio inchiostro preferito: Aurora Black
Misura preferita del pennino: Fine
Località: Catania
Sesso:

Montblanc Vs Aurora Vs Pelikan Vs Visconti

Messaggio da DerAlte » lunedì 17 aprile 2017, 19:19

Aineias ha scritto: ...ce l'ho, ma è quello indelebile....va bene lo stesso?
A.
Penso di si, magari carichi la penna qualche giorno prima di andare in negozio, fai qualche prova a casa e ti porti dietro la carta con cui difetta.
Immagine

Aineias
Snorkel
Snorkel
Messaggi: 180
Iscritto il: lunedì 12 agosto 2013, 8:55
La mia penna preferita: OMAS Extra Lucens L.E. 159/331
Il mio inchiostro preferito: attualmente -> Visconti blu
Misura preferita del pennino: Extra Fine
Località: Derry
Sesso:

Montblanc Vs Aurora Vs Pelikan Vs Visconti

Messaggio da Aineias » lunedì 17 aprile 2017, 19:23

DerAlte ha scritto:
Aineias ha scritto: ...ce l'ho, ma è quello indelebile....va bene lo stesso?
A.
Penso di si, magari carichi la penna qualche giorno prima di andare in negozio, fai qualche prova a casa e ti porti dietro la carta con cui difetta.
....perfetto, grazie mille!
A.
Aineias

Avatar utente
Siberia
Vacumatic
Vacumatic
Messaggi: 774
Iscritto il: martedì 10 febbraio 2009, 20:34
La mia penna preferita: Quelle in celluloide
Il mio inchiostro preferito: Aurora Nero, Pelikan Blu-Black
Misura preferita del pennino: Medio
Località: L'Aquila-Pescara
Sesso:

Montblanc Vs Aurora Vs Pelikan Vs Visconti

Messaggio da Siberia » lunedì 17 aprile 2017, 21:02

Aineias ha scritto:
Siberia ha scritto:La tuaRouge & Noir va sicuramente sostituita al negozio
Intanto, grazie del consiglio!!
Poi: dici così perché forse ne hai una uguale e non hai mai riscontrato problemi simili?
Saluti
No, non sono un fortunato possessore della Rouge & Noir, ma certamente la penna è da sostituire. Un pennino in perfetto ordine e in perfetta sintonia con l'alimentatore, deve scrivere con il solo peso della penna. Falla sostituire! Se ti può consolare, nessun marchio è esente da difetti di scrittura: delle mie 37 penne una buona metà sono state corrette da me. Spesso l'alimentatore e il pennino sono assemblati male oppure il pennino non ha i rebbi allineati nel giusto modo.
Personalmente ritengo che oggi, la stilografica, come prodotto, soffra di pecche di produzione e assemblaggio ,però, a riguardo, sarebbe opportuno aprire un altro argomento quindi non mi dilungo!
Luca (renitente alla sfera, sempre)

Th3Mask
Touchdown
Touchdown
Messaggi: 81
Iscritto il: giovedì 16 marzo 2017, 23:44
La mia penna preferita: Omas Arco Verde
Il mio inchiostro preferito: Montblanc Irish Green
Misura preferita del pennino: Italico
Sesso:

Montblanc Vs Aurora Vs Pelikan Vs Visconti

Messaggio da Th3Mask » lunedì 17 aprile 2017, 22:53

Una penna da 635€, soprattutto una Montblanc, non deve dare di questi problemi. Se li hai riscontrati, è un problema di fabbricazione che non pregiudica lo strumento in sè. Gli strumenti di scrittura Non vengono testati poiché devono essere venduti vergini in boutique, ciò comporta che un difetto di fabbrica possa essere presente. Per quanto riguarda L'inchiostro, usa un Montblanc; Mystery Black è perfetto, meglio evitare i permanent (MB) anche se comunque sia, essendo MB vengono riconosciuti ugualmente. La garanzia fornita è appunto per questi problemi che potrebbero presentarsi durante l'utilizzo. Io personalmente ho 3 MB ( 1 Sfera Meisterstück, una 144 ed una Voltaire Limited) e non ho mai avuto nessun genere di problema. Come già detto, a parer mio le Montblanc sono i migliori strumenti da scrittura presenti sul mercato. C'è chi dice siano alti i prezzi rispetto ai materiali ecc. Io vi rispondo: volete andare forte in macchina e far scena? Compratevi un' Alfa 4c, velocissima, prestante e bellissima. Perché comprare una Ferrari che costa 4 volte tanto? Perché ovviamente la storia, la marca e lo status symbol si pagano. Volete comprarvi un ottimo orologio subacqueo automatico? Bene, compratevi un Breitling Superocean2 con 3200€ di listino. Perché prendersi un Rolex Submariner che ne costa 6850 (date) e fa la stessa cosa? Volete il top? Volete lo status symbol? È così che funziona il mondo! Con 750€ acquistate una Montegrappa Desiderio che sembra una normalissima stilografica e nessuno la noterebbe (profani parlando). Comprate una Meisterstück a sfera da 375€ sarà molto più notata e apprezzata dal 98% delle persone che la vedranno.. poi per gli appassionati è un altro discorso..

Th3Mask
Touchdown
Touchdown
Messaggi: 81
Iscritto il: giovedì 16 marzo 2017, 23:44
La mia penna preferita: Omas Arco Verde
Il mio inchiostro preferito: Montblanc Irish Green
Misura preferita del pennino: Italico
Sesso:

Montblanc Vs Aurora Vs Pelikan Vs Visconti

Messaggio da Th3Mask » lunedì 17 aprile 2017, 23:01

Edit: prendete un vostro amico e portatelo in un negozio di penne. Il suo budget, perché è una persona benestante, è di 1000€, e Non è un appassionato di penne. Ecco bene, adesso mostrategli una bellissima Pelikan M1005 al prezzo di 580€. Da molti definita bellissima e di qualità (sì, per chi se ne intende). Provate a convincerlo che è molto meglio di una MB 149 che ne costa 200 in più (780€). Scommettiamo che non ci riuscite?

Avatar utente
DerAlte
Crescent Filler
Crescent Filler
Messaggi: 1132
Iscritto il: sabato 24 ottobre 2015, 22:17
La mia penna preferita: Aurora Optima
Il mio inchiostro preferito: Aurora Black
Misura preferita del pennino: Fine
Località: Catania
Sesso:

Montblanc Vs Aurora Vs Pelikan Vs Visconti

Messaggio da DerAlte » lunedì 17 aprile 2017, 23:04

Th3Mask ha scritto:Gli strumenti di scrittura Non vengono testati poiché devono essere venduti vergini in boutique, ciò comporta che un difetto di fabbrica possa essere presente.
Sicuro?
A me risulta che vengano provate le penne da 18 Euro, figuriamoci una penna che costa 40 volte tanto, questo non toglie che qualcosa possa sempre sfuggire al controllo qualità.
Credo che sia sempre una questione di aspettative, è ovvio che una persona che spende due lire per una penna non avrà grandi aspettative, se la penna scrive bene avrà fatto un buon affare, altrimenti ci avrà rimesso poco.
Lo stesso non si può dire di chi ha investito una cifra considerevole.
Immagine

Th3Mask
Touchdown
Touchdown
Messaggi: 81
Iscritto il: giovedì 16 marzo 2017, 23:44
La mia penna preferita: Omas Arco Verde
Il mio inchiostro preferito: Montblanc Irish Green
Misura preferita del pennino: Italico
Sesso:

Montblanc Vs Aurora Vs Pelikan Vs Visconti

Messaggio da Th3Mask » lunedì 17 aprile 2017, 23:16

Ti assicuro che gli strumenti venduti in boutique, non vengono testati. Vengono testati ovviamente i modelli in creazione e sviluppo, ma la penna finita, una volta assemblata viene messa direttamente in scatola senza esser caricata d'inchiostro, testata per la scrittura è poi ripulita, sistemata e inscatolata. Il controllo qualità viene fatto sulle singole parti e sul prodotto finale, ma non consiste in un test di scrittura (ovvero non inchiostrano la penna).

Comunque per quanto riguarda le aspettative sì, hai ragione.. ma se consideriamo che una penna una volta creata, scrive.. quel che va poi ad aumentare il prezzo sono altri fattori come: materiali, qualità di scrittura, meccanica, marca.. e di conseguenza tutto quello che ci viene dietro, perché marca non significa soltanto Nome. Marca significa anche Marketing, Pubblicità, ricerca e sviluppo ecc.
Materiali idem. C'è marmo e Marmo con la M maiuscola. Grezzo o levigato, lucidato con carta vetrata o al diamante.. marmo Rosso, marmo rosa..
Meccanismi più complicati e meccanismi semplici.. e così via!

E poi vorrei dire.. vogliamo mettere Visconti che ha creato una "Penna" con oltre il 50% fatto di Lava Basaltica? Nemmeno Cartier che fa strumenti di scrittura che costano oltre 200.000€ utilizza materiali così esclusivi!!

Rispondi