Pagina 1 di 2

Consiglio penna e inchiostro per diario

Inviato: venerdì 17 marzo 2017, 21:26
da HerzerSkerze
buongiorno a tutti,

mi sono appena iscritto in questo forum in quanto ho appena scoperto il mondo della scrittura con stilografica, accorgendomi che molto più vasto di quanto pensassi e, al contempo, affascinante.

Mi rivolgo a voi per un progetto a cui tengo moltissimo, e vorrei sviluppare al massimo delle mie attuali abilità di scrittura:

quest'estate io e la mia compagna abbiamo intrapreso un bel viaggio on the road tra Francia, Spagna e Portogallo, macinando 6000km e vivendo un sacco di esperienze ed emozioni, che abbiamo deciso di racchiudere in un diario.

Il mio lato perfezionista ha pensato (e anche un po' imposto) di scrivere durante il viaggio di getto le emozioni e i momenti, per poi ricopiarli in bella, unendoli a immagini e disegni dei soggetti raccontati a parole.

Iniziando il lavoro di trascrizione su un bel quaderno, mi sono subito reso conto che per raggiungere il mio intento l'unico strumento di scrittura adatto è una stilografica... inutile spiegare a voi i motivi di questa deduzione :D.

Come dicevo, informandomi tramite questo forum e altri siti, ho però capito che il mondo della stilografica è composto da tantissime sfumature e che non mi basta acquistare la prima stilografica e il primo inchiostro che capitano a tiro e mettermi a scrivere. Per questo sono qui a chiedere il vostro consiglio sugli strumenti adatti per il risultato che vorrei ottenere, che è una scrittura movimentata, espressiva, con aste più larghe e altre più strette. Ho letto che la flessibilità del pennino è prerogativa dei pennini d'oro, ma volevo sapere se non ci sono delle alternative a basso costo che possono funzionare comunque... non vorrei spendere centinaia di euro in strumentazione agli inizi :).

Vi inserirei questi due video come referenza:

https://www.youtube.com/watch?v=3Li4YlF0k_4
https://www.youtube.com/watch?v=uRlLXnmiFIs

Chiaro che molto è anche dovuto alla calligrafia, non pretendo di raggiungere gli stessi risultati!

Passando all'inchiostro invece vorrei chiedervi se conoscete un nero dalle tonalità calde, quasi fosse un marrone molto scuro... credo sia l'ideale per un diario che dovrebbe riportare il ricordo in paesi così, appunto, caldi :).

Vi ringrazio in anticipo per i contributi che riuscirete a darmi, sono molto preziosi!

Nicolò

Consiglio penna e inchiostro per diario

Inviato: venerdì 17 marzo 2017, 23:39
da Monet63
Da appassionato di bruni:
-Pilot Iroshizuku Yama-guri, un bruno profondo, costoso, che - caricato in una penna dal flusso abbondante - può inizialmente essere scambiato per un nero molto caldo, ma solo per pochi istanti;
- Private Reserve Ebony-Brown, un fuoriclasse ad un prezzo piccolo, un vero e proprio "quasi-nero", caldissimo, selvaggio, pieno di fascino, saturo, di incredibile bellezza;
- Diamine Chocolate Brown, altro inchiostro pieno di fascino, ad un prezzo - ancora una volta - piccolo, vera e valida alternativa all'Ebony Brown di Private Reserve.

Non mi viene in mente altro, gli altri amici sapranno certamente tirar fuori fior di nomi, che aspetto con ansia, perché il bruno è un colore che amo molto.

p.s.: oggi ho preso dal mio spacciatore di fiducia il Pelikan Edelstein Smoky Quartz, edizione limitata del 2017. Lo trovo bellissimo, ma non è quasi nero. Dacci comunque un'occhiata e - se dovesse piacerti - prendilo il prima possibile perché credo sia un'edizione limitata.

Consiglio penna e inchiostro per diario

Inviato: sabato 18 marzo 2017, 12:10
da Silemar
Buongiorno. Provo intanto a darti qualche indicazione ma non sono un'esperta e quindi spero che altri, meglio di me, poi ti illuminino. :D
Nei due video che hai indicato la scrittura movimentata (con aste più larghe e altre più strette) che tu vorresti è ottenuta in due modi diversi (pennino flex nel primo, pennino italico corsivo nel secondo). La prima cosa da decidere quindi penso sia quale tipo di pennino vorresti.

Nel primo caso (non possiedo pennini di questo tipo), ho letto spesso che sono le penne vintage (tipo Waterman 52) ad avere quelli migliori.
viewtopic.php?t=12230
Un'alternativa moderna sono le Ahab Flex Nib Noodler's sulle quali potrai trovare diverse opinioni sul sito, ad esempio qui:
viewtopic.php?t=966
viewtopic.php?t=7073

Nel secondo caso (pennino italico corsivo) la variazione di tratto è data dal taglio particolare del pennino stesso.
Qui trovi una spiegazione sui tipi di pennini:
http://forum.fountainpen.it/viewtopic.php?f=12&t=5608
Un pennino comune è lo stub, che puoi trovare su penne come le Lamy Safari. La scelta, in questo caso, è ampissima!

Scusa se mi sono dilungata. :wave:

Consiglio penna e inchiostro per diario

Inviato: sabato 18 marzo 2017, 12:24
da HerzerSkerze
grazie mille! :)

Consiglio penna e inchiostro per diario

Inviato: sabato 18 marzo 2017, 15:47
da dueller
Relativamente all'inchiostro,vedrei molto bene un Cacao Du Bresil du J.Herbin. E' un marrone scuro tendente al grigio che ispira calore, ebano invecchiato e atmosfera coloniale...
Se fai una ricerca sul forum e in rete trovi le più svariate recensioni.

Foto presa da google:
Immagine

Consiglio penna e inchiostro per diario

Inviato: domenica 19 marzo 2017, 22:26
da HerzerSkerze
dueller ha scritto:Relativamente all'inchiostro,vedrei molto bene un Cacao Du Bresil du J.Herbin. E' un marrone scuro tendente al grigio che ispira calore, ebano invecchiato e atmosfera coloniale...
Se fai una ricerca sul forum e in rete trovi le più svariate recensioni.

Foto presa da google:
Immagine


non è male, solo che mi sembra un po' poco coprente :)

Cercando in internet ho trovato questo, qualcuno ha esperienza in merito? https://www.gouletpens.com/de-atramenti ... k/p/DA1094

Mi sembra interessante, anche se l'ho trovato solo su ebay a 10 euro + 10 di spedizione :shock:

Consiglio penna e inchiostro per diario

Inviato: lunedì 20 marzo 2017, 22:25
da efreddi
Sto seguendo questa discussione perche' trovo il tema molto appassionante, e' davvero un bel progetto.
In questo contensto, cioe' quello di rendere duraturi dei ricordi speciali, credo che sia da prendere in considerazione anche la resistenza al tempo dell'inchiostro che deciderai di usare, parecchi inchiostri non sono resistenti su lunghi periodi (tanti anni). Lo so, e' una complicazione, ma tenerne conto aggiunge valore al risulato del tuo lavoro.
Io userei un inchiostro indelebile, la mia preferenza andrebbe per un nero perche' la tonalita' marrone putroppo ce la mettera' la carta invecchiando.

Ciao


Elia

Consiglio penna e inchiostro per diario

Inviato: martedì 21 marzo 2017, 8:15
da Silemar
efreddi ha scritto:Sto seguendo questa discussione perche' trovo il tema molto appassionante, e' davvero un bel progetto.
In questo contensto, cioe' quello di rendere duraturi dei ricordi speciali, credo che sia da prendere in considerazione anche la resistenza al tempo dell'inchiostro che deciderai di usare, parecchi inchiostri non sono resistenti su lunghi periodi (tanti anni).

Buongiorno.
Efreddi ti ha dato un ottimo suggerimento, se vuoi andare sul sicuro dovresti considerare inchiostri indelebili. L'inchiostro De Atramentis black-brown da te indicato risulta resistente all'acqua ma non indelebile. La stessa ditta però ha anche una linea "Document" di indelebili. In generale, se decidi per un indelebile avrai una gamma ristretta di colori tra i quali scegliere. Una delle tante discussioni la trovi qui:
viewtopic.php?t=11223
Buona giornata! :wave:

Consiglio penna e inchiostro per diario

Inviato: martedì 21 marzo 2017, 17:45
da Silemar
Silemar ha scritto:L'inchiostro De Atramentis black-brown da te indicato risulta resistente all'acqua...

Scusate tutti, devo correggermi perchè in realtà questo colore non risulta essere neanche resistente all'acqua. :oops:

Consiglio penna e inchiostro per diario

Inviato: mercoledì 22 marzo 2017, 11:35
da rolex hunter
Bene, butto qui i miei 2 cent. di opinioni personali:

SE la resistenza all'acqua non è prioritaria, guarda questa recensione di Monet63 del Rohrer & Klingner Sepia

viewtopic.php?f=73&t=14059

Gli amici di FPN ne parlano (secondo me) bene qui:
http://www.fountainpennetwork.com/forum ... ner-sepia/

Altri colori che potrebbero interessarti, magari...
Sailor Jentle OkuYama.jpg
KWZBrownPink.jpg
KWZCappuccino.jpg
PRIVATE RESERVE CHOCOLAT FAST DRYING.jpg

Decidi tu quale tonalità preferisci; che mi risulti, sono tutti reperibili in Italia, da rivenditori on-line, male che vada, convenzionati con il forum bene che vada :)


SE invece la resitenza all'acqua ed al tempo è rilevante, allora potresti orientarti sugli inchiostri noodler's "bullet proof"
(si trovano on-line in UK, per evitare di doverli ordinare negli USA con aggravi di costi).
Noodlers-WALNUT.jpg
Noodlers-RomeBurning.jpg


Di solito, più il tratto del pennino è sottile, più l'inchiostro sembrerà scuro (rispetto all'equivalente tratto "largo") e privo di "shading"

Consiglio penna e inchiostro per diario

Inviato: mercoledì 22 marzo 2017, 12:17
da dueller
HerzerSkerze ha scritto:
non è male, solo che mi sembra un po' poco coprente :)

Cercando in internet ho trovato questo, qualcuno ha esperienza in merito? https://www.gouletpens.com/de-atramenti ... k/p/DA1094

Mi sembra interessante, anche se l'ho trovato solo su ebay a 10 euro + 10 di spedizione :shock:


In ogni caso rimanendo su quelle tonalità ti consiglio di dare un'occhiata al nuovo Edelstein "Smoky Quartz".

Consiglio penna e inchiostro per diario

Inviato: mercoledì 22 marzo 2017, 12:52
da Monet63
Questa discussione sta diventando una miniera di informazioni, specialmente per chi, come me, è appassionato di bruni e simili.
Grazie davvero a tutti. :)

Consiglio penna e inchiostro per diario

Inviato: giovedì 23 marzo 2017, 23:40
da HerzerSkerze
grazie a tutti per i vostri contributi, sono molto apprezzati!

Non avevo considerato il problema inchiostro indelebile più che altro perché ho pensato che, essendo un diario e che per sua stessa natura non avrà pagine esposte continuamente alla luce, non dovrebbe subire grande deterioramento. Dite che invece devo preoccuparmene?

Ottimi i bruni suggeriti!

Prima di aprire la discussione ho acquistato il J.Herbin 1670 caroube de cypre in quanto mi incuriosiva molto e l'ho trovato a un prezzo accessibile su amazon... non è male! Appena divento un attimino più competente provvedo a fare qualche foto e caricare una recensione sul forum, nel frattempo vedo se trovo gli altri che mi avete indicato.

Per quanto riguarda la penna invece mi sono attrezzato con una jinhao 750 a cui ho montato un pennino zebra G. Tutto molto bello, l'unico problema che registro è che premendo parecchio l'inchiostro permea così tanto da vedersi anche sull'altra facciata del foglio.

Sono curioso di provare anche un pennino stub o italico... che voi sappiate esistono dei pennini del genere #6 da montare sulla jinhao?

Grazie ancora!

Nic

Consiglio penna e inchiostro per diario

Inviato: sabato 25 marzo 2017, 7:39
da efreddi
Ti ho evidenziato l'aspetto della durata nel tempo per via del valore emotivo del diario. Il punto non e' tanto alla resistenza alla luce, e' ovvio che il diario resta per la maggior parte del tempo chiuso, quanto piuttosto sull'effetto che la carta e l'ambiente puo' avere. Tantissime carte sono sbiancate chimicamente, residui minimi di sbiancante nel tempo lungo hanno effetti deleteri sugli inchiostri normali, Stesso discorso sull'ambiente: per esempio per la conservazione in mobili con troppi collanti o in contenitori plastici puo' mettere a rischio l'inchiostro. Il fatto e' che se un documento deve avere una lunga durata (per me un diario e' cosi') allora bisogna preoccuparsene subito a partire dalla scelta dei materiali giusti.

Dopo tanti anni mi brucia ancora questa esperienza: un professore, appassionato di stilografiche, mi registro' l'esame sul libbretto universitario con un inchiostro blu che dopo solo due anni era quasi illeggibile. Colpa della carta? Della plastica con cui era fatta la copertina? O dell'inchiostro particolarmente instabile? Sta di fatto che me ne arrivarono non poche noie.

Ciao


Elia

Consiglio penna e inchiostro per diario

Inviato: sabato 25 marzo 2017, 13:27
da HerzerSkerze
efreddi ha scritto:Ti ho evidenziato l'aspetto della durata nel tempo per via del valore emotivo del diario. Il punto non e' tanto alla resistenza alla luce, e' ovvio che il diario resta per la maggior parte del tempo chiuso, quanto piuttosto sull'effetto che la carta e l'ambiente puo' avere. Tantissime carte sono sbiancate chimicamente, residui minimi di sbiancante nel tempo lungo hanno effetti deleteri sugli inchiostri normali, Stesso discorso sull'ambiente: per esempio per la conservazione in mobili con troppi collanti o in contenitori plastici puo' mettere a rischio l'inchiostro. Il fatto e' che se un documento deve avere una lunga durata (per me un diario e' cosi') allora bisogna preoccuparsene subito a partire dalla scelta dei materiali giusti.


Ciao


Elia


Chiaro, non ero a conoscenza di questi altri fattori di degrado. Provvedo a ricercare un inchiostro adatto, allora! Grazie!