Ho buttato 15 stilografiche.....

Recensioni, impressioni sull'uso, discussioni, sul più straordinario strumento di scrittura!
felix18
Touchdown
Touchdown
Messaggi: 23
Iscritto il: lunedì 2 marzo 2015, 13:09
Misura preferita del pennino: Fine
Sesso:

Ho buttato 15 stilografiche.....

Messaggio da felix18 »

Da quando è rinata, circa due anni fa, la passione per le penne stilografiche ho cominciato a comprarne con una certa regolarità, complice anche la facilità degli acquisti on-line.
A casa avevo già alcune penne di valore (Montblanc 149, Parker Duofold, Aurora 88), ma poiché svolgo un lavoro che mi porta a contatto con molta gente, e sono anche un pò distratto, all’inizio ha acquistato penne di cui si parlava bene (Lamy Safari e Studio, Pilot, Sailor, Kaweco).
Poi sono passato ad acquistare le penne che avevano un “ottimo rapporto qualita/prezzo”: Dollar 717, Platinum Preppy, PeliKan scolastiche e molte cinesi, convinto che se una penna costa pochissimo e scrive decentemente è un affare. Ma non è così, se al giorno d’oggi uno usa le stilografiche è per il piacere della scrittura che trasmettono, non si usano per necessità, e quindi non ho più utilizzato queste penne e non le ho più comprate. Ma ormai ne avevo comprate una quindicina.
Sul lavoro mi porto in cartelle 4 Lamy con colori e pennini diversi, a casa uso Pilot , Sailor e Kaweco alternate. Ai miei figli, che mi seguono un po’ nella passione, ho comprato, con grossa invidia dei loro compagni, 2 Lamy Safari (blu e rossa) al grande che fa le medie, e 2 Lamy ABC (blu e rossa) al piccolo che fa le elementari.
Il problema è che avendo le penne fasulle tra i piedi periodicamente le tiravo fuori, le caricavo, le usavo mezza giornata, non andavano, cambiavo inchiostro, niente non andavano, le lavavo e ne pigliavo un’altra sperando che andava, ma stessa storia di prima. Con perdita di tempo, spreco di inchiostro, frustrazione e la cosa più grave, mancato uso delle penne che mi soddisfacevano.
Ieri le ho prese tutte e 15 e le ho buttate, e mi sento soddisfatto …..

Avatar utente
sciumbasci
Crescent Filler
Crescent Filler
Messaggi: 1032
Iscritto il: venerdì 23 ottobre 2015, 11:58
La mia penna preferita: Hero 616
Località: Reggio Emilia
Sesso:

Ho buttato 15 stilografiche.....

Messaggio da sciumbasci »

Non si buttano mai le stilografiche. Se non ti aggradano più, regalale :crazy:

Avatar utente
Siberia
Vacumatic
Vacumatic
Messaggi: 839
Iscritto il: martedì 10 febbraio 2009, 20:34
Il mio inchiostro preferito: Waterman nero
Misura preferita del pennino: Medio
Località: L'Aquila-Pescara
Sesso:

Ho buttato 15 stilografiche.....

Messaggio da Siberia »

No.... :o ma non hai pensato a regalarle a qualcuno...? Spesso i pennini si aggiustano con un poco di pazienza.
Luca (renitente alla sfera, sempre)

Avatar utente
ebrownolf
Levetta
Levetta
Messaggi: 505
Iscritto il: sabato 28 dicembre 2013, 0:00
La mia penna preferita: Aurora 88P
Il mio inchiostro preferito: Rohner & Klingner Verdgris
Misura preferita del pennino: Fine
Località: Avellino
Sesso:

Ho buttato 15 stilografiche.....

Messaggio da ebrownolf »

Esatto, avresti fatto meglio a regalarle, almeno potevi convertire qualcun'altro alla "stilografite".
Emanuele

Avatar utente
blaustern
Stantuffo
Stantuffo
Messaggi: 2272
Iscritto il: domenica 16 giugno 2013, 20:55
La mia penna preferita: Pelikan M800 Burnt Orange
Il mio inchiostro preferito: Graf Faber Castell Cobalt Blau
Misura preferita del pennino: Medio
Fp.it ℵ: 047
Località: Europa
Contatta:

Ho buttato 15 stilografiche.....

Messaggio da blaustern »

Beh posso capirlo un po'. Le Dollar 717 sono interessanti ma poi trasudano un po' e macchiano, almeno gli esemplari che ho io (4). Economico per economico, personalmente preferisco raccogliere qualche soldino in più e prendere una penna migliore.
Regalare una penna che presenta delle criticità a qualcuno che non ha mai usato una stilografica equivale ad allontanarlo per sempre da questo sistema di scrittura.
Geppina & Pelmingway

Avatar utente
dontpanic
Touchdown
Touchdown
Messaggi: 29
Iscritto il: domenica 6 marzo 2016, 21:39
La mia penna preferita: Rotring ArtPen 1.1
Il mio inchiostro preferito: R&K Nero di Lipzia
Misura preferita del pennino: Flessibile
Località: Prov. Treviso
Sesso:

Ho buttato 15 stilografiche.....

Messaggio da dontpanic »

Ciao,
che dire? È giusto scrivere ed ulizzare le stilo che più ti aggradano, anzi quando uso la Pelikan 400 (grazie ancora Marcello) non riesco a smettere e mi ritrovo con improbabili arabeschi sui documenti in ufficio... :D
Non sono una persona legata alle cose, ma buttare le stilografiche anche da 1 €... non fa parte di me.
Mi sono trovato nella tua situazione qualche mese fa. Avevo alcune dollar 717 nuove mai usate e altre di varia provenienza (guru, Picasso etc...) che non usavo e le ho regalate ad amici e colleghi ...sperando di seminare in loro il GERME dei pennini... :D
Ho ottenuto il tuo stesso risultato ... ma la mia coscienza ne ha giovato.. ;) Comunque ero stato tentato anche io di compiere il tuo gesto....alla fine bisogna sempre fare i conti con quello che si vuole davvero, il resto è fuffa da eliminare!

Complimenti per il kit da ufficio!! Non ho ancora una Lamy.. ma una extra fine prima o poi arriverà sulla mia scrivania!!!
Mario

felix18
Touchdown
Touchdown
Messaggi: 23
Iscritto il: lunedì 2 marzo 2015, 13:09
Misura preferita del pennino: Fine
Sesso:

Ho buttato 15 stilografiche.....

Messaggio da felix18 »

Ho chiaramente pensato di regalarle, ma il rischio era di fare peggio, se trovo qualche amico interessato gli do una Safari o al limite uno Pilot usa e getta che scrivono veramente bene e costano 3 euro.

Avatar utente
analogico
Crescent Filler
Crescent Filler
Messaggi: 1060
Iscritto il: giovedì 5 marzo 2015, 0:30
La mia penna preferita: Aurora HASTIL
Il mio inchiostro preferito: Aurora nero
Misura preferita del pennino: Medio
Fp.it 霊気: 027
Sesso:

Ho buttato 15 stilografiche.....

Messaggio da analogico »

felix18 ha scritto: Poi sono passato ad acquistare le penne che avevano un “ottimo rapporto qualita/prezzo”: Dollar 717, Platinum Preppy, PeliKan scolastiche e molte cinesi, convinto che se una penna costa pochissimo e scrive decentemente è un affare. Ma non è così, se al giorno d’oggi uno usa le stilografiche è per il piacere della scrittura che trasmettono, non si usano per necessità, e quindi non ho più utilizzato queste penne e non le ho più comprate.
Sono perfettamente d'accordo.
Capisco anche la decisione di buttar via tutto.
Anche a me è capitato in passato di avere la tentazione di farlo , poi sono sempre riuscito a trovare delle soluzioni più strambe per disfarmene, ma qualcuna l'ho affidata anche io, senza rimpianti, alla nettezza urbana.
Ad ogni modo quando ho raggiunto la consapevolezza di non voler più acquistare penne da 2 euro o anonime pennacce scassate ai mercatini, è stato per me un grande sollievo.
Antonio

"L'unico uomo felice è il collezionista."
( J.W. Goethe )

Avatar utente
Miata
Crescent Filler
Crescent Filler
Messaggi: 1295
Iscritto il: giovedì 23 giugno 2016, 14:03
Il mio inchiostro preferito: Noodler's X-feather
Misura preferita del pennino: Fine
Località: Sicilia
Sesso:
Contatta:

Ho buttato 15 stilografiche.....

Messaggio da Miata »

Io ho un paio di cinesi che all'inizio ritenevo buone penne, ma che adesso non mi soddisfano più. Ma i loro difetti non sono così macroscopici da giustificarne la rottamazione né tantomeno potrebbero far passare la voglia di provare stilografiche ad un neofita: a me l'hanno fatta venire :lol:

Ad ogni modo, alla luce di quanto scritto sopra, concordo sul fatto che sia da preferire la qualità alla quantità (come in tutto, d'altronde, ma in questo campo in particolare proprio alla luce del fatto che si tratta di un bene secondario e di utilizzo relativamente limitato, e dev'essere un vero piaere): la qualità della scrittura, il piacere di tenere in mano un oggetto ben fatto, nonché la soddisfazione nell'utilizzare un oggetto utile e al contempo bello ormai mi sembrano dettagli di cui non posso non tenere conto nella scelta di una prossima stilografica.
Florinda
"Non abbiate nelle vostre case nulla che non sapete essere utile o che non ritenete essere bello" William Morris

Avatar utente
Crononauta
Pulsante di Fondo
Pulsante di Fondo
Messaggi: 500
Iscritto il: martedì 8 gennaio 2013, 16:16
La mia penna preferita: Aurora 98 millerighe oro
Il mio inchiostro preferito: Pelikan 4001 Blu-Nero
Misura preferita del pennino: Medio
Fp.it ℵ: 079
Località: Ravenna
Sesso:
Contatta:

Ho buttato 15 stilografiche.....

Messaggio da Crononauta »

felix18 ha scritto:Poi sono passato ad acquistare le penne che avevano un “ottimo rapporto qualita/prezzo” [...] Il problema è che avendo le penne fasulle tra i piedi periodicamente le tiravo fuori, le caricavo, le usavo mezza giornata, non andavano, cambiavo inchiostro, niente non andavano, le lavavo e ne pigliavo un’altra sperando che andava, ma stessa storia di prima.
Capisco il tuo punto di vista, ma qualcosa non mi torna.
Penne economiche non significano penne malfunzionanti, esistono penne economiche dall'ottima funzionalità. Io ho comprato delle Jinhao a prezzo stracciato (tipo 5 euro l'una) che - al netto di essere pacchiane imitazioni estetiche di penne costose, fatte con materiali economici e malbilanciate - scrivono bene.
Massimo Bacilieri
Omas Extra 620, Pelikan M250, Aleph n.79, Aurora... troppe

felix18
Touchdown
Touchdown
Messaggi: 23
Iscritto il: lunedì 2 marzo 2015, 13:09
Misura preferita del pennino: Fine
Sesso:

Ho buttato 15 stilografiche.....

Messaggio da felix18 »

Di penne economiche che scrivono bene (anche cinesi) ne ho anch'io e quelle le ho conservate, ed ogni tanto le uso.
Ho buttato quelle che avevano problemi di scrittura o semplicemente che mi davano un senso di fastidio nell'usarle (false partenze, piccole perdite, ecc).
Il concetto è che ho preferito buttarle piuttosto che dannarmi a farle funzionare, ma quello che più mi infastidiva è che magari passavo una giornata al lavoro con una penna scadente, invece di usare una buona penna. Tornato a casa avevo la sensazioni di essermi perso qualcosa, come di aver buttato la possibilità del piacere della scritture per salvare una penna comunque scadente, non so se riesco a farmi capire.
Le ho buttate proprio per non avere più la tentazione di usarle.

Avatar utente
Irishtales
Moderatrice
Moderatrice
Messaggi: 9110
Iscritto il: lunedì 5 novembre 2012, 18:34
La mia penna preferita: Wahl-Eversharp Doric
Il mio inchiostro preferito: Levenger - Forest
Misura preferita del pennino: Flessibile
FountainPen.it 500 Forum n.: 087
Arte Italiana FP.IT M: 044
Fp.it ℵ: 011
Fp.it 霊気: 018
Fp.it Vera: 033
Sesso:

Ho buttato 15 stilografiche.....

Messaggio da Irishtales »

La tentazione di farlo l'ho avuta anche io, qualche volta. Però mi ispiravano di più i lanci, sul momento, non so perché.
Ho desistito solo per il timore - fondato - di colpire qualcosa o qualcuno che non volevo rottamare. O dal quale avrei potuto, in atto ritorsivo, essere a mia volta rottamata.
A volte ci ho speso del tempo e ho recuperato la penna traditrice, altre volte l'ho messa via perchè può sempre fungere da donatrice per altre penne meno capricciose, oppure finire in mani più abili che sanno curare certi malati ben meglio di me.
Mi è capitato con penne di varia origine, epoca, etc...
"Scrittura e pittura sono le due estremità della stessa arte e la loro realizzazione è identica" - Aforisma di Shitao
Daniela

Maruska
Stantuffo
Stantuffo
Messaggi: 2333
Iscritto il: lunedì 11 agosto 2014, 22:49
La mia penna preferita: Pilot Capless
Il mio inchiostro preferito: Bleu Nuit J. Herbin
Misura preferita del pennino: Fine
Località: imperia (provincia)
Sesso:

Ho buttato 15 stilografiche.....

Messaggio da Maruska »

felix18 ha scritto:Di penne economiche che scrivono bene (anche cinesi) ne ho anch'io e quelle le ho conservate, ed ogni tanto le uso.
Ho buttato quelle che avevano problemi di scrittura o semplicemente che mi davano un senso di fastidio nell'usarle (false partenze, piccole perdite, ecc).
Il concetto è che ho preferito buttarle piuttosto che dannarmi a farle funzionare, ma quello che più mi infastidiva è che magari passavo una giornata al lavoro con una penna scadente, invece di usare una buona penna. Tornato a casa avevo la sensazioni di essermi perso qualcosa, come di aver buttato la possibilità del piacere della scritture per salvare una penna comunque scadente, non so se riesco a farmi capire.
Le ho buttate proprio per non avere più la tentazione di usarle.
Come ti capisco! succede anche a me, dovrei avere anch'io il coraggio di buttare quello che non uso e non va, se poi regalo una penna, perché non mi piace ok, ma una penna che non funziona come faccio a regalarla? se non funziona, non funziona e basta...
Maruska
L’egoismo non consiste nel vivere come ci pare ma nell’esigere che gli altri vivano come pare a noi.
(Oscar Wilde)

Avatar utente
Hiroshi
Snorkel
Snorkel
Messaggi: 171
Iscritto il: mercoledì 30 settembre 2015, 21:53
La mia penna preferita: Kaweco Dia 2
Il mio inchiostro preferito: Pelikan 4001 nero
Misura preferita del pennino: Medio
Località: Reggio Emilia
Sesso:

Ho buttato 15 stilografiche.....

Messaggio da Hiroshi »

Io ho buttato per esasperazione delle Pelikan scolastiche (una Grand Prix e una Primapenna), di produzione attuale.
Non c'era verso di farle scrivere, fatti i lavaggi ripetuti, cambiato inchiostro, nulla. Più di un giorno di non utilizzo (forse complice l'aria condizionata dell'ufficio che asciuga di più?) e la ripartenza era davvero critica. Forse nell'uso quotidiano di uno studente ci sono meno problemi, non saprei, o forse serviva un rodaggio adeguato.

A casa avevo una TWSBI ECO inutilizzata, il pennino F non mi è mai piaciuto, grattava in un modo esagerato. Ho provato a riallineare i rebbi, lavaggi ripetuti, cambio inchiostro... nessun risultato apprezzabile, mentre tutti ne decantano la meravigliosa scorrevolezza. Stavo pensando a malincuore di venderla, per non spendere 25€ di un pennino M di ricambio, quando ho avuto l'idea.

Avevo fortunatamente conservato senza troppa convinzione una Pelikan Galaxia Iron (4.5€), tratto M, stessi problemi di alimentazione delle altre, dalla quale ho prelevato il pennino, che ho sostituito a quello della TWSBI, apparentemente delle stesse dimensioni.

Così ora ho (finalmente) la mia prima penna a stantuffo, delle dimensioni che piacciono a me, con un gradevole e scorrevolissimo tratto M abbondante e un pennino "IRIDIUM POINT", un po' meno stiloso dell'originale...

PS: sostituzione non autorizzata fatta sotto la mia responsabilità... nessuna garanzia! :!:

Kyte
Snorkel
Snorkel
Messaggi: 193
Iscritto il: lunedì 21 dicembre 2015, 9:59
La mia penna preferita: Aurora Optima
Il mio inchiostro preferito: KWZ Green #5
Misura preferita del pennino: Fine
Località: Brescia
Sesso:

Ho buttato 15 stilografiche.....

Messaggio da Kyte »

buttare proprio no, però anch'io ne ho regalate parecchie.
comunque mi ci rivedo nel tuo percorso, non uso praticamente più penne economiche nonostante ne abbia comprate camionate in passato; non per snobismo o altro, ma proprio perché le stilo non le usiamo per scrivere solamente, è che ci devono titillare l'ego e farci provare l'emozione di utilizzare uno strumento sofisticato che ci appaga anche nel suo essere pregiato. :D

Rispondi

Torna a “Penne Stilografiche”