Recensione TWSBI Diamond 540

Le recensioni: impressioni d'uso e valutazioni direttamente dagli utenti
Rispondi
Avatar utente
piccardi
Fp.it Admin
Fp.it Admin
Messaggi: 10154
Iscritto il: domenica 23 novembre 2008, 18:17
La mia penna preferita: Troppe...
Misura preferita del pennino: Extra Fine
FountainPen.it 500 Forum n.: 001
Arte Italiana FP.IT M: 001
Fp.it ℵ: 001
Fp.it 霊気: 001
Località: Firenze
Sesso:
Contatta:

Recensione TWSBI Diamond 540

Messaggio da piccardi » venerdì 24 febbraio 2012, 18:25

Avevo sentito parlare di questa penna a lungo, e mi aveva interessato da subito per l’approccio usato nella sua realizzazione (consultare gli utenti in rete per avere indicazioni e preferenze). Il risultato direi è stato ottimo, dato che ero andato alla Casa della Stilografica per far darci un’occhiata ravvicinata ed invece di fare le solite prove me la sono portata via, ed erano un paio d’anni che non compravo una penna moderna.

Immagine

Fa senz’altro gioco il prezzo, intorno ai 60 euro, che per una penna a stantuffo è senz’altro il più basso della categoria. Ma se fosse stata solo una questione di prezzo non sarebbe stato sufficiente. La penna infatti pur non avendo linee particolarmente innovative o rivoluzionarie, ha comunque un’estetica gradevole, ma soprattutto presenta una qualità costruttiva veramente impeccabile.

La Diamond 540 è l’evoluzione della precedente 530 che già aveva ottenuto un ottimo successo, è praticamente identica, con piccoli miglioramenti (la prima versione aveva dei difetti di giovinezza nello stantuffo e nei materiali, curati comunque a spese del produttore) frutto dell’esperienza maturata.

Immagine

Si tratta di una penna di grandi dimensioni (di poco inferiori a quelle di una Pelilkan M1000) con un serbatoio molto capiente, sia per il notevole diametro del corpo, che per l’estensione del pistone. Inoltre si può ottenere un caricamento ancora più completo grazie al calamaio fornito a parte, che consente di caricare direttamente la penna dal corpo svitando la sezione ed evitando il solito problema (e relativo spreco) di dover ripulire il pennino dagli eccessi di inchiostro.

Pur non essendo realizzata in fantomatiche resine prezione (che sempre plastica sono) ma in economico ma robustissimo policarbonato, le finiture sono ineccepibili: la penna da una impressione di grande solidità, anche per gli spessori dei materiali, che si trovano solo su penne di una fascia di prezzo molto più alta. Una solidità poi confermata dai fatti: neanche un graffio nonostante l’abbia scaraventata sul pavimento…

Dal punto di vista stilistico la penna riprende delle linee tradizionali, abbastanza simili a quelle di una Pelikan della serie MX00, ma ho trovato inoltre molto interessante la realizzazione del corpo con sfaccettature romboidali che pur mantenendo una sezione sostanzialmente cilindrica danno una impressione di curvatura delle linee, oltre all’evitare lo scivolamento della penna dalla scrivania.

La scelta della plastica trasparente può piacere o meno (ma sono disponibili anche versioni colorate più opache) ma trovo comunque valida l’idea di mostrare gli interni di una penna che può essere smontata completamente grazie anche alla chiavetta allegata (si trova all’intero del rientro della scatola). Un approccio questo molto interessante che consente di provvedere da soli, con un minimo di pratica, alla manutenzione completa della penna senza dover passare da complessi (e spesso anche costosi) centri di assistenza.

Immagine

Ma i vantaggi di costo basso e buona qualità costruttiva significano poco se manca la qualità principale di una penna, quella nella scrittura. Ma anche su questo aspetto la TWSBI 540 si comporta ottimamente. Ho comprato un extrafine, che pur non essendo ipersottile come potrebbe essere un Sailor, si comporta comunque molto bene, fornendo un tratto sottile con un flusso equilibrato ed una scorrevolezza ottima. Inoltre in quasi una settimana di utilizzo la penna si è sempre dimostrata pronta a scrivere, senza nessuna incertezza nell’avvio.

Riprendo ancora una volta il rituale dei voti, sottolineando come sempre la natura forzatamente soggettiva degli stessi, e la necessità di non tenerne conto più di tanto:
  • aspetto: 8.0 (interessante il corpo sfaccettato)
  • scrittura: 9.0 (comoda, scorrevole e fine per davvero)
  • sistema di caricamento: 9.0 (uno stantuffo con grande capacità)
  • qualità/prezzo: 10.0 (qualità da penne di fascia alta su una economica)
Per concludere si tratta di una penna esteticamente gradevole, con un sistema di caricamento ben realizzato ed una qualità costruttiva ineccepibile ad un prezzo assolutamente concorrenziale, per raggiungere questo livello con altre marche occorre comprare penne con pennino in oro e spendere 4/5 volte tanto, con risultati non sempre allo stesso livello.

Si ringraziano gli amici della Casa della Stilografica, oltre che per la solita disponibilità e gentilezza, per aver fornito le fotografie usate nell’articolo.

PS
Si ringrazia Filippo per avermi fatto notare l'errore marchiano del titolo (è TWSBI non TWISBI... alle volte sarebbe meglio affidarsi al taglia e incolla). Ho spostato l'argomento e fatto qualche correzione per evitare che le eventuali indicizzazioni vengano sbagliate. Mi scuso con tutti per la dabbenaggine, soprattutto col produttore, di cui ho martoriato il nome.
Questo è un forum in italiano, per pietà evitiamo certi obbrobri linguistici:
viewtopic.php?f=19&t=3123
e per aiutare chi non trova un termine:
viewtopic.php?f=19&t=1758

Avatar utente
vikingo60
Siringa Rovesciata
Siringa Rovesciata
Messaggi: 4750
Iscritto il: mercoledì 5 maggio 2010, 16:50
La mia penna preferita: Pelikan M 200
Il mio inchiostro preferito: Aurora Black
Misura preferita del pennino: Medio
FountainPen.it 500 Forum n.: 060
Arte Italiana FP.IT M: 060
Fp.it ℵ: 113
Fp.it Vera: 060
Località: Isernia
Sesso:

Re: Recensione TWISBI Diamond 540

Messaggio da vikingo60 » venerdì 24 febbraio 2012, 23:38

Complimenti per l'eccellente recensione,come al solito molto chiara e dettagliata.
Cordiali saluti
Alessandro

rembrandt54

Re: Recensione TWISBI Diamond 540

Messaggio da rembrandt54 » sabato 25 febbraio 2012, 6:54

Grazie Simone !!!

Avatar utente
raimondosdc
Pulsante di Fondo
Pulsante di Fondo
Messaggi: 254
Iscritto il: domenica 6 febbraio 2011, 18:25
La mia penna preferita: Pilot Prera
Il mio inchiostro preferito: Diamine Evergreen
Misura preferita del pennino: Fine
FountainPen.it 500 Forum n.: 069
Località: Procida
Sesso:

Re: Recensione TWISBI Diamond 540

Messaggio da raimondosdc » sabato 25 febbraio 2012, 8:11

Grazie Simone e complimenti.
R.
Raimondo

Vincenzo
Touchdown
Touchdown
Messaggi: 57
Iscritto il: martedì 4 gennaio 2011, 20:59
Misura preferita del pennino: Fine
FountainPen.it 500 Forum n.: 053
Località: Brindisi

Re: Recensione TWISBI Diamond 540

Messaggio da Vincenzo » sabato 25 febbraio 2012, 10:50

Grazie; ottima recensione! ;)

Avatar utente
Alexander
Stantuffo
Stantuffo
Messaggi: 2606
Iscritto il: sabato 19 novembre 2011, 12:24
La mia penna preferita: Sailor 1911 Standard Black HT
Il mio inchiostro preferito: Diamine Royal Blue
Misura preferita del pennino: Extra Fine
Località: Catania

Re: Recensione TWISBI Diamond 540

Messaggio da Alexander » sabato 25 febbraio 2012, 11:13

Grazie, Simone! Mi sa che è una penna da avere :)
"Ho dei gusti semplicissimi: mi accontento sempre del meglio"
O. Wilde

dtreert
Converter
Converter
Messaggi: 17
Iscritto il: mercoledì 9 febbraio 2011, 11:21

Re: Recensione TWSBI Diamond 540

Messaggio da dtreert » domenica 26 febbraio 2012, 22:49

Cavolo il tuo ef sembra davvero fine... Il mio oltre ad essere molto bagnato è anche spesso per essere EF, sembra un lamy F :(

Avatar utente
piccardi
Fp.it Admin
Fp.it Admin
Messaggi: 10154
Iscritto il: domenica 23 novembre 2008, 18:17
La mia penna preferita: Troppe...
Misura preferita del pennino: Extra Fine
FountainPen.it 500 Forum n.: 001
Arte Italiana FP.IT M: 001
Fp.it ℵ: 001
Fp.it 霊気: 001
Località: Firenze
Sesso:
Contatta:

Re: Recensione TWSBI Diamond 540

Messaggio da piccardi » domenica 26 febbraio 2012, 23:02

dtreert ha scritto:Cavolo il tuo ef sembra davvero fine... Il mio oltre ad essere molto bagnato è anche spesso per essere EF, sembra un lamy F :(
Strano, devo dire che nel mi caso il flusso è semplicemente giusto. Unico inconveniente è che lasciando la penna aperta (come ho fatto oggi a pranzo) l'inchiostro si secca abbastanza rapidamente. Però preferisco così, perché scrive fine davvero, e stando tappata invece non da nessun problema.

Simone
Questo è un forum in italiano, per pietà evitiamo certi obbrobri linguistici:
viewtopic.php?f=19&t=3123
e per aiutare chi non trova un termine:
viewtopic.php?f=19&t=1758

Rispondi