Quante penne usate?

Recensioni, impressioni sull'uso, discussioni, sul più straordinario strumento di scrittura!
Avatar utente
schnier
Vacumatic
Vacumatic
Messaggi: 859
Iscritto il: domenica 17 marzo 2019, 3:28
Misura preferita del pennino: Extra Fine
Località: Napoli
Sesso:

Quante penne usate?

Messaggio da schnier »

balthazar ha scritto:
domenica 15 novembre 2020, 10:05

Platinum 3776 Century color vino francese?
ah giusto, e la piccola Montblanc caricamento a levetta?

Stfngrandis
Snorkel
Snorkel
Messaggi: 134
Iscritto il: domenica 6 gennaio 2019, 23:13
La mia penna preferita: Pilot falcon elabo sef
Il mio inchiostro preferito: diamine syrah, ancent copper
Misura preferita del pennino: Flessibile
Località: Verona

Quante penne usate?

Messaggio da Stfngrandis »

schnier ha scritto:
domenica 15 novembre 2020, 9:30
Stfngrandis ha scritto:
lunedì 9 novembre 2020, 18:08
Dipende, ma almeno 3 o quattro, per arrivare a 6-7... tendenzialmente miste, con sezione in plastica o metallo, grandi e piccole, tratti fini o extrafini, ma almeno una elastica/flex c’è sempre.
Il problema non son tanto le penne che organizzo tra economiche, meno economiche, da lavare e da rimontare ( le lavo come fa qualcun altro quando ne ho almeno 3-4 da lavare), ma la carta, tutti i tipi diversi da provare con ink diversi ecc... ora me ne dovrebbe arrivare un po’ di riso...
Quella color Bourdeaux che penna è?
3776 soft fine della platinum

Stfngrandis
Snorkel
Snorkel
Messaggi: 134
Iscritto il: domenica 6 gennaio 2019, 23:13
La mia penna preferita: Pilot falcon elabo sef
Il mio inchiostro preferito: diamine syrah, ancent copper
Misura preferita del pennino: Flessibile
Località: Verona

Quante penne usate?

Messaggio da Stfngrandis »

schnier ha scritto:
domenica 15 novembre 2020, 10:11
balthazar ha scritto:
domenica 15 novembre 2020, 10:05

Platinum 3776 Century color vino francese?
ah giusto, e la piccola Montblanc caricamento a levetta?
Non è a levetta è la mozart

Avatar utente
schnier
Vacumatic
Vacumatic
Messaggi: 859
Iscritto il: domenica 17 marzo 2019, 3:28
Misura preferita del pennino: Extra Fine
Località: Napoli
Sesso:

Quante penne usate?

Messaggio da schnier »

grazie, scusate l'OT.

Iridium
Levetta
Levetta
Messaggi: 548
Iscritto il: giovedì 25 ottobre 2018, 5:52
La mia penna preferita: Pilot Capless Blue Carbonesque
Il mio inchiostro preferito: Sailor Souboku
Misura preferita del pennino: Fine
Località: Palermo

Quante penne usate?

Messaggio da Iridium »

Io ne ho una ventina tutte inchiostrate. Per lavoro non ho bisogno di usare la penna quindi lo faccio per diletto e nel giro di 2 o 3 giorni di solito le uso tutte. Tra l’altro nel corso della mia, ancora breve, esperienza con le stilografiche ho fatto una selezione (iniziata in maniera spontanea e poi analizzata e confermata a ragion veduta :mrgreen:): praticamente tendo a non usare le stilo che non ripartono subito dopo 3 o 4 gg di inutilizzo. Per esempio ho una bellissima Pineider Avatar e una Leonardo Momento Zero nera satinata che ho lavato e riposto perché dopo 4 o 5 gg di inutilizzo (a volte per impegni vari posso non ricordarmi di far scrivere le stilo) non ripartivano subito. Niente di tragico, bastava qualche ghirigoro a vuoto, ma, se devo scrivere un appunto al volo e prendo una penna, voglio (sembra troppo categorico ma realmente lo esigo) che scriva immediatamente come la Lamy 2000, la Platinum 3776, la Capless, la Caréne, la Pilot Custom 74 e una incredibile penna cinese in legno senza nome che ho battezzato Woodpen :mrgreen: più stante altre. Le uso, quasi tutte con inchiostri blu, qualcuna nero e almeno due con inchiostri indelebili il Souboku e il Nero bulletproof Noodler’s. Le altre le ho messe da parte, ogni tanto le uso per intinzione per un paio di pagine poi le lavo e le ripongo senza rimorsi tranne che per una. Una bellissima Aurora 98 che mi piacerebbe tanto usare di più ma dopo un paio di giorni ferma non riparte nemmeno con i ghirigori e devo bagnare il pennino in acqua. Penserete che sono esagerato ma tant’è :mrgreen:
Saluti
Fabio

Il silenzio è d’oro (W. Shakespeare)

Avatar utente
maxpop 55
Tecnico
Tecnico
Messaggi: 13702
Iscritto il: venerdì 17 agosto 2012, 19:24
La mia penna preferita: perché una sola?
Il mio inchiostro preferito: Aurora BlacK
Misura preferita del pennino: Medio
FountainPen.it 500 Forum n.: 029
Fp.it ℵ: 016
Fp.it 霊気: 009
Fp.it Vera: 107
FP.it 5000: 000
Località: Portici (NA)
Sesso:

Quante penne usate?

Messaggio da maxpop 55 »

Iridium ha scritto:
lunedì 16 novembre 2020, 8:53
Io ne ho una ventina tutte inchiostrate. Per lavoro non ho bisogno di usare la penna quindi lo faccio per diletto e nel giro di 2 o 3 giorni di solito le uso tutte. Tra l’altro nel corso della mia, ancora breve, esperienza con le stilografiche ho fatto una selezione (iniziata in maniera spontanea e poi analizzata e confermata a ragion veduta :mrgreen:): praticamente tendo a non usare le stilo che non ripartono subito dopo 3 o 4 gg di inutilizzo. Per esempio ho una bellissima Pineider Avatar e una Leonardo Momento Zero nera satinata che ho lavato e riposto perché dopo 4 o 5 gg di inutilizzo (a volte per impegni vari posso non ricordarmi di far scrivere le stilo) non ripartivano subito. Niente di tragico, bastava qualche ghirigoro a vuoto, ma, se devo scrivere un appunto al volo e prendo una penna, voglio (sembra troppo categorico ma realmente lo esigo) che scriva immediatamente come la Lamy 2000, la Platinum 3776, la Capless, la Caréne, la Pilot Custom 74 e una incredibile penna cinese in legno senza nome che ho battezzato Woodpen :mrgreen: più stante altre. Le uso, quasi tutte con inchiostri blu, qualcuna nero e almeno due con inchiostri indelebili il Souboku e il Nero bulletproof Noodler’s. Le altre le ho messe da parte, ogni tanto le uso per intinzione per un paio di pagine poi le lavo e le ripongo senza rimorsi tranne che per una. Una bellissima Aurora 98 che mi piacerebbe tanto usare di più ma dopo un paio di giorni ferma non riparte nemmeno con i ghirigori e devo bagnare il pennino in acqua. Penserete che sono esagerato ma tant’è :mrgreen:
Saluti
Anch'io uso una decina di penne a rotazione, proprio per controllare che scrivano bene e sempre, ma a differenza tua, poso quelle che scrivono bene e quelle che hanno difetti come non scrivere subito dopo quattro cinque giorni vengono smontate, controllate e sistemate.
Vengono posate una volta risolto il problema.
Il valore di una stilografica non dipende dal costo, ma dal valore che noi le diamo.

Iridium
Levetta
Levetta
Messaggi: 548
Iscritto il: giovedì 25 ottobre 2018, 5:52
La mia penna preferita: Pilot Capless Blue Carbonesque
Il mio inchiostro preferito: Sailor Souboku
Misura preferita del pennino: Fine
Località: Palermo

Quante penne usate?

Messaggio da Iridium »

maxpop 55 ha scritto:
lunedì 16 novembre 2020, 10:27
Iridium ha scritto:
lunedì 16 novembre 2020, 8:53
...cut... Penserete che sono esagerato ma tant’è :mrgreen:
Saluti
Anch'io uso una decina di penne a rotazione, proprio per controllare che scrivano bene e sempre, ma a differenza tua, poso quelle che scrivono bene e quelle che hanno difetti come non scrivere subito dopo quattro cinque giorni vengono smontate, controllate e sistemate.
Vengono posate una volta risolto il problema.
inizio OFF TOPIC
Capisco, io purtroppo non ho le conoscenze tecniche e l’esperienza per farlo.
Ma in alcuni casi non credo che dipenda da un problema vero è proprio (magari mi sbaglio e sto dicendo una sciocchezza). Tento di spiegarmi meglio: L’Aurora 98 probabilmente avrebbe bisogno di una bella pulizia approfondita del gruppo scrittura (e non escludo che prima o poi mi cimenti) infatti l’ho presa usata e quando scrive ha flusso un po’ troppo magro, ma per esempio la Leonardo Momento Zero quando scrive lo fa molto molto bene e se la usassi con regolarità diciamo almeno ogni 2 giorni non mostrerebbe alcuna incertezza. Secondo me è il cappuccio che, anche se a vite, non scongiura il passaggio d’aria al 100% e quindi ha una autonomia (passatemi il termine) di 2 o 3 giorni ma non lo imputo ad un malfunzionamento della penna o ad un difetto (Ti prego correggimi se sbaglio). Così anche la Pineider che ha una chiusura magnetica fighissima ma forse non totalmente a tenuta. Banalmente la TWSBI Eco trasparente mostra come avvitando il cappuccio, la sezione vada ad impattare con una gommina interna e la tenuta è assicurata. Stessa cosa con la Sailor Procolor e (vincitrici assolute da questo punto di vista) le due Platinum 3776 e Plaisir. Partendo da questo presupposto sono rimasto favorevolmente colpito dalla Lamy 2000 e dalla Caréne che pur avendo il cappuccio a pressione non perdono mai un colpo. Secondo te c’è modo di sistemare le cose con la Momento Zero e la Pineider Avatar?
Grazie
fine OFF TOPIC
Fabio

Il silenzio è d’oro (W. Shakespeare)

Avatar utente
fufluns
Artista
Artista
Messaggi: 596
Iscritto il: domenica 16 novembre 2014, 19:23

Quante penne usate?

Messaggio da fufluns »

Oltre alle due Montblanc fisse nei loro stilofori (una Hemingway e una 149 Calligraphy), ho sempre almeno una quindicina di penne sparpagliate sulla scrivania, oltre alla “scatola delle penne” e qualche astuccio con relativo contenuto a portata di mano.

Ma il fatto peggiore è che il numero aumenta progressivamente e che, in verità, se potessi le userei tutte insieme!


6350B855-6389-42F5-9178-14B6C3FD0132.jpeg

Avatar utente
sussak
Levetta
Levetta
Messaggi: 659
Iscritto il: martedì 26 febbraio 2019, 12:02
La mia penna preferita: Parker Duofold Orange Senior,
Il mio inchiostro preferito: Diamine, Lamy Azurite
Misura preferita del pennino: Fine
Località: Milano
Sesso:

Quante penne usate?

Messaggio da sussak »

Professore, oltre che un eccellente calligrafo, si può proprio dire che Lei sia un possidente ! :)

A parte un paio di piccoli desideri (leggonsi "Aurora"), da un mese ne uso una sola. Scrive che è una meraviglia.
E' di un blu intenso, screziata, imponente quanto basta, ha un morbidissimo pennino Jowo EF, che scrive sottile ma leggero e fluido come pochi.
Una veretta su cui spicca "5000". Grazie Massimo, ed anche Salvatore, siete stati dei maghi.
Umberto

Se la democrazia declina è perché la lasciamo declinare. Benedetto Croce

Avatar utente
maxpop 55
Tecnico
Tecnico
Messaggi: 13702
Iscritto il: venerdì 17 agosto 2012, 19:24
La mia penna preferita: perché una sola?
Il mio inchiostro preferito: Aurora BlacK
Misura preferita del pennino: Medio
FountainPen.it 500 Forum n.: 029
Fp.it ℵ: 016
Fp.it 霊気: 009
Fp.it Vera: 107
FP.it 5000: 000
Località: Portici (NA)
Sesso:

Quante penne usate?

Messaggio da maxpop 55 »

sussak ha scritto:
lunedì 16 novembre 2020, 17:06
Professore, oltre che un eccellente calligrafo, si può proprio dire che Lei sia un possidente ! :)

A parte un paio di piccoli desideri (leggonsi "Aurora"), da un mese ne uso una sola. Scrive che è una meraviglia.
E' di un blu intenso, screziata, imponente quanto basta, ha un morbidissimo pennino Jowo EF, che scrive sottile ma leggero e fluido come pochi.
Una veretta su cui spicca "5000". Grazie Massimo, ed anche Salvatore, siete stati dei maghi.
Grazie per i complimenti, anche da parte di Salvatore, mi fai arrossire. :oops: :oops:
Il valore di una stilografica non dipende dal costo, ma dal valore che noi le diamo.

edis
Touchdown
Touchdown
Messaggi: 85
Iscritto il: lunedì 15 aprile 2019, 10:27
La mia penna preferita: Pelikan M800 Blue Black
Il mio inchiostro preferito: R&K Scabiosa
Misura preferita del pennino: Fine
Località: Milano

Quante penne usate?

Messaggio da edis »

fufluns ha scritto:
lunedì 16 novembre 2020, 15:49
Oltre alle due Montblanc fisse nei loro stilofori (una Hemingway e una 149 Calligraphy), ho sempre almeno una quindicina di penne sparpagliate sulla scrivania, oltre alla “scatola delle penne” e qualche astuccio con relativo contenuto a portata di mano.
Complimenti, per la foto e per quello che si vede. Questa è una Collezione degna di tale nome!

Iridium
Levetta
Levetta
Messaggi: 548
Iscritto il: giovedì 25 ottobre 2018, 5:52
La mia penna preferita: Pilot Capless Blue Carbonesque
Il mio inchiostro preferito: Sailor Souboku
Misura preferita del pennino: Fine
Località: Palermo

Quante penne usate?

Messaggio da Iridium »

edis ha scritto:
venerdì 20 novembre 2020, 15:06
fufluns ha scritto:
lunedì 16 novembre 2020, 15:49
Oltre alle due Montblanc fisse nei loro stilofori (una Hemingway e una 149 Calligraphy), ho sempre almeno una quindicina di penne sparpagliate sulla scrivania, oltre alla “scatola delle penne” e qualche astuccio con relativo contenuto a portata di mano.
Complimenti, per la foto e per quello che si vede. Questa è una Collezione degna di tale nome!
Mi associo ai complimenti ma... vogliamo includere anche la splendida medio formato che si vede in alto a destra?
Proprio come le stilografiche, uno splendido attrezzo di altri tempi ricco di fascino e di storia e che regala emozioni quando lo si usa :wave:
Fabio

Il silenzio è d’oro (W. Shakespeare)

edis
Touchdown
Touchdown
Messaggi: 85
Iscritto il: lunedì 15 aprile 2019, 10:27
La mia penna preferita: Pelikan M800 Blue Black
Il mio inchiostro preferito: R&K Scabiosa
Misura preferita del pennino: Fine
Località: Milano

Quante penne usate?

Messaggio da edis »

Iridium ha scritto:
venerdì 20 novembre 2020, 20:26

Mi associo ai complimenti ma... vogliamo includere anche la splendida medio formato che si vede in alto a destra?
Proprio come le stilografiche, uno splendido attrezzo di altri tempi ricco di fascino e di storia e che regala emozioni quando lo si usa :wave:
Assolutamente sì, ricercatezza degli oggetti e penombre delle immagini di Fufluns sono proustiani.

Iridium
Levetta
Levetta
Messaggi: 548
Iscritto il: giovedì 25 ottobre 2018, 5:52
La mia penna preferita: Pilot Capless Blue Carbonesque
Il mio inchiostro preferito: Sailor Souboku
Misura preferita del pennino: Fine
Località: Palermo

Quante penne usate?

Messaggio da Iridium »

Stfngrandis ha scritto:
domenica 15 novembre 2020, 10:31
schnier ha scritto:
domenica 15 novembre 2020, 10:11


ah giusto, e la piccola Montblanc caricamento a levetta?
Non è a levetta è la mozart
Scusa sono curioso in merito alla Mozart, nell’utilizzo quotidiano come ti trovi ? E troppo piccola da risultare scomoda per lunghe sessioni o è usabile? Il tratto è più corposo della misura nominale o è coerente? Grazie :wave:
Fabio
Fabio

Il silenzio è d’oro (W. Shakespeare)

Stfngrandis
Snorkel
Snorkel
Messaggi: 134
Iscritto il: domenica 6 gennaio 2019, 23:13
La mia penna preferita: Pilot falcon elabo sef
Il mio inchiostro preferito: diamine syrah, ancent copper
Misura preferita del pennino: Flessibile
Località: Verona

Quante penne usate?

Messaggio da Stfngrandis »

È una penna molto molto piccola, per me senza cappuccio è inusabile, per la mia ragazza è “giusta” (io guanti in lattice misura 8 1/2 lei 6 1/2, guanti da lavoro lei 8 io 11, come riferimento alla dimensione delle mani)
È una penna che si fa usare volentieri, il pennino M del mio esemplare è l’unico montblanc coerente con la taglia indicata. Per capirci è corposo quanto un EF della pineider la grande bellezza, come un F della pelikan M205. Un buon tratto, avevo paura, avendo delle 146 e 149 che dovrebbero essere F ed EF ma sono M abbondanti, che con un M mi sarei trovato un BB, invece no. Presa usata, ne son contento. Metterò una recensione se riesco.
Allegati
Montblanc 149 vs Mozart
Montblanc 149 vs Mozart

Rispondi

Torna a “Penne Stilografiche”