Una Tibaldi N. 8 poco comune.

Le foto della collezione di Massimo Michelassi
Rispondi
Avatar utente
piccardi
Fp.it Admin
Fp.it Admin
Messaggi: 9592
Iscritto il: domenica 23 novembre 2008, 18:17
La mia penna preferita: Troppe...
Misura preferita del pennino: Extra Fine
FountainPen.it 500 Forum n.: 001
Arte Italiana FP.IT M: 001
Fp.it ℵ: 001
Fp.it 霊気: 001
Località: Firenze
Sesso: Uomo
Contatta:

Una Tibaldi N. 8 poco comune.

Messaggio da piccardi » domenica 2 luglio 2017, 15:33

In attesa di cercar di risolvere il problemi di Massimo con il caricamento delle foto sul forum, mi sono offerto, visto anche le meraviglie che normalmente pubblica, di fargli da "intermediario", perché ritengo che sia davvero interesse di tutti poter ammirare certe "modeste pennette" come le chiama lui.

Quelle che mi ha mandato sono delle foto di una rientrante Tibaldi N. 8, una penna già presente nel wiki, che mi era capitato di fotografare a giro per mostre di penne stilografiche; questa è la versione "normale":

Immagine

(potete guardare tutti i dettagli sul wiki: https://www.fountainpen.it/File:Tibaldi ... k-Open.jpg per questa penna, https://www.fountainpen.it/Categoria:Tibaldi_Photos per tutte foto di penne Tibaldi).

La Tibaldi N. 8 è una rientrante in ebanite di dimensioni generose, realizzata (quella ordinaria) in stile "tedesco" con cappuccio con testina stondata e zigrinata, senza clip, e riporta una semplice stampigliatura con il nome della marca.

Ma la penna di Massimo, pur mantenendo dimensioni e numero di quella illustrata, è molto diversa, come potete vedere dalle foto seguenti:

Immagine
Immagine
Immagine
Immagine
Immagine
Immagine
Immagine

Le foto arrivano dal wiki, per chi volesse andare ad esaminare i dettagli con maggiore attenzione metto anche rimando alle pagine relative. dove si possono trovare le foto originali fino alla massima risoluzione:

https://www.fountainpen.it/File:Tibaldi ... Capped.jpg
https://www.fountainpen.it/File:Tibaldi ... k-Open.jpg
https://www.fountainpen.it/File:Tibaldi ... k-Knob.jpg
https://www.fountainpen.it/File:Tibaldi ... ck-Cap.jpg
https://www.fountainpen.it/File:Tibaldi ... ck-Nib.jpg
https://www.fountainpen.it/File:Tibaldi ... -Inscr.jpg
https://www.fountainpen.it/File:Tibaldi ... k-Impr.jpg

In questo caso ci troviamo pur sempre davanti ad una N. 8, ma come si può notare, molto diversa dalla precedente, con un cappuccio con testina piatta e anellino, molto simile a quello di questa penna a levetta in ebanite giallo verde, che ha anche la stessa stampigliatura sul corpo:

Immagine

mentre la clip è analoga a quella delle prime versioni della Infrangibile:

Immagine

Si tratta pertanto sicuramente di una N.8 assai "poco comune", come indicato nel titolo, che non compare in nessun testo (in nessuno di quelli che conosco, perlomeno). Probabilmente (potremmo anche dire sicuramente, ma preferisco evitare dato questo tipo di affermazioni che alla fine restano supposizioni, per quanto molto plausibili) posteriore a quella ordinaria, per via della diversa lavorazione e stampigliatura.

Per cui a questo punto si apre la discussione: cosa ne pensate? avete visto qualcosa di analogo con altro modelli? quali ipotesi al riguardo?

Da parte mia chiudo con l'ennesimo ringraziamento a Massimo per la disponibilità e per l'interessantissimo esemplare che ci fatto conoscere.

Simone
Questo è un forum in italiano, per pietà evitiamo certi obbrobri linguistici:
viewtopic.php?f=19&t=3123
e per aiutare chi non trova un termine:
viewtopic.php?f=19&t=1758

Avatar utente
Musicus
Collaboratore
Collaboratore
Messaggi: 2051
Iscritto il: martedì 3 dicembre 2013, 20:33
La mia penna preferita: Waterman Commando Music Nib
Il mio inchiostro preferito: Waterman Brown
Misura preferita del pennino: Flessibile
Località: Bolzano
Sesso: Uomo

Una Tibaldi N. 8 poco comune.

Messaggio da Musicus » domenica 9 luglio 2017, 17:05

Un altro sfollagente :shock: del nostro grandissimo Massimo (si potrà poi dire?! :ugeek: ), fiorentino e non amburghese, questa volta...
Clip e pennino vanno e vengono, ma nelle penne di Massimo sembrano sempre perfetti (compreso, come abbiamo poi visto, il Fendograph!!!).
Quindi in base al pennino, datazione ante 1934/5 (quando, oltre all'introduzione del titolo dell'oro in millesimi, fu utilizzato il foro circolare in vece ;) di quello a cuore), in base alla clip con terminazione a goccia sicuramente post 1930.
Inoltre, nel capitolo dedicato alle rientranti nel testo “TIBALDI”, AA.vv., Ed. Mondadori Electa, 2007, pagg.36/38 leggo che dalla metà degli anni Trenta non venne più resa disponibile la misura N.8 "gigante" (per motivi di ordine pubblico?! :mrgreen: )...
L'anellino decorativo era appannaggio solo delle due penne maggiori (6 e 8) ed il cappuccio streamlined sembra sia stata una variante degli anni Trenta.
C'è la possibilità che la penna mostrata da Simone in apertura di argomento con la semplice scritta TIBALDI sia posteriore (se non ho preso fischi per fiaschi di Chianti Riserva ;) ), ma lo direi solo in base alla scritta, perchè il modello tedesco è quello primevo: che i due stili abbiano convissuto sino alla fine dei Trenta/inizio dei Quaranta?
Vedo con piacere che anche a FFIIRREENNZZEE ribadivano le iscrizioni venute male...

Un applauso sincero ed un caro saluto ad entrambi per questa ennesima meraviglia!!!

Giorgio

Rispondi