Pilot Petit1 versus Snowhite Q-12

Le recensioni: impressioni d'uso e valutazioni direttamente dagli utenti
Rispondi
fraven
Touchdown
Touchdown
Messaggi: 77
Iscritto il: domenica 17 novembre 2013, 12:55
La mia penna preferita: Delta Italiana
Il mio inchiostro preferito: Aurora Nero
Misura preferita del pennino: Medio
Località: Bari

Pilot Petit1 versus Snowhite Q-12

Messaggio da fraven » mercoledì 7 maggio 2014, 19:33

Dopo tanto tempo (oltre tre mesi! :o :o ) torno a proporvi le mie opinioni; e questa volta lo faccio mettendo a confronto due penne di dimensioni "mini", dal prezzo irrisorio, o giù di lì, e a me particolarmente "simpatiche".
La prima credo la conosciate tutti, o almeno la maggior parte di voi, ed è la Pilot Petit1, modello "mini" della casa giapponese, che gode di buona reputazione, anche se in Italia è praticamente introvabile, per cui, per comprarla, occorre sfruttare i numerosi canali che ci offre la rete (ma come si faceva prima di internet?!?!?!?).
La seconda, invece, è prodotta da una casa misconosciuta qui in Occidente, la Snowhite, così come del tutto sconosciuto è il modello che vi propogno: Q-12. Mi ci sono imbattuto per puro caso, navigando oziosamente su uno dei tanti siti di ecommerce cinesi. Mi ha colpito subito perché, di fatto, come potete constatare dalle fotografie, è un vero e proprio clone della Pilot Petit1. Incuriosito sia dal "design" che dal prezzo (davvero bassissimo: 0,67 dollari a pezzo) ne ho ordinate una decina. Uno dei motivi che mi ha indotto all'acquisto senza pensarci troppo era la speranza che, a differenza della Petit1, queste penne accettassero le cartucce standard internazionali. Speranza, come leggerete, parzialmente disattesa.
Ma cominciamo questo "duello" e, se avrete la pazienza di leggermi fino alla fine, non mancheranno le sorprese.

MATERIALI E CARICAMENTO
Petit1 7
La Petit1 è costruita in plastica trasparente, con richiami al colore della cartuccia con cui viene venduta. Ad esempio, la mia Petit1 era venduta con la cartuccia blu ed in effetti la clip del tappo è blu e la trasparenza del fusto e del tappo è sfumata di blu. Ugualmente per gli altri sei/sette colori in cui viene venduta. L'impugnatura è del tutto invece trasparente, così come il carinissimo alimentatore che, naturalmente, una volta inchiostrata la penna, assume il colore dell'inchiostro. Il caricamento, viste le dimensioni, è esclusivamente a cartuccia (nessun converter ci entrerebbe), col tradizionale attacco Pilot/Namiki. Anche le normali cartucce Pilot/Namiki non entrano nel fusto, per cui bisogna munirsi delle apposite cartucce, pensate apposta per questo modello, più piccole (all'incirca lunghe quanto una cartuccia standard piccola), meno facili da reperire e, ovviamente, meno capienti. Vista la costruzione interamente in plastica, immagino sia possibile convertirle, con un po' di grasso di silicone, per il caricamento a contagocce. Il cappuccio calza perfettamente con un clic sul fusto - operazione pressoché obbligata, date le piccole dimensioni della penna - trasformandola in una penna di dimensioni "normali" per la scrittura.
Q-12 6,5
Il clone è quasi del tutto identico all'originale: stessi richiami al colore della cartuccia, con sfumature leggermente più scure, e con l'alimentatore nel tradizionale colore scuro. Anche qui il caricamento è a cartucce ma, a spegnimento delle mie speranze, non a cartucce standard. Dopo qualche tentativo, ho notato che sembra inserirsi bene nell'attacco la cartuccia modello Parker/Aurora, però, non avendo a disposizione cartucce corte di quel tipo, approfondirò questo aspetto nei prossimi giorni, sperando che il mio rivenditore di fiducia disponga delle cartucce Parker piccole. Ad ogni modo, anche per questo modello credo sia agevole la conversione in caricamento a contagocce. Il cappuccio calza in maniera molto meno stabile rispetto alla Petit1 ma, tutto sommato, regge piuttosto bene, anche capovolgendo la penna e scuotendola (operazione che vi sconsiglio, soprattutto se la penna è inchiostrata e voi indossate una camicia bianca).

PESO E DIMENSIONI
Petit1 7
Dalla classica forma "a sigaro", la penna chiusa misura appena 11,5 cm, mentre incappucciata le dimensioni passano a 14,4 cm, misura più che sufficiente per una scrittura confortevole. Non incappucciata, la lunghezza di 10,3 cm preclude qualsiasi comfort di scrittura se non, forse, per un bambino o un soggetto dalle mani davvero minute. Viste le dimensioni e i materiali, il peso non può che essere minimo: si tratta, infatti, di una delle penne più leggere che abbia mai usato.
Q-12 7
Le dimensioni sono del tutto analoghe alla Pilot: da chiusa è leggermente meno lunga - circa 11 cm - mentre da aperta è leggermente più lunga, sì e no un millimetro. Anche il peso è del tutto analogo alla controparte. Da questo punto di vista le penne sono sostanzialmente identiche.
20140507_181638r.jpg
20140507_181638r.jpg (70.9 KiB) Visto 1350 volte
20140507_183215r.jpg
20140507_183215r.jpg (74.16 KiB) Visto 1350 volte
SCRITTURA
Petit1 8
Venendo al succo, la Petit1 scrive molto bene. Con l'ottimo blu in dotazione (ma il discorso vale anche per il nero), la penna scorre liscia - sebbene con un leggerissimo feedback - con un bel tratto medio/fine. Il flusso non è particolarmente abbondante e, infatti, l'inchiostro si asciuga molto rapidamente. La estrema rigidità del pennino impedisce qualsiasi variazione di tratto.
Q-12 9
A mio avviso, la Snowhite vince ampiamente la partita. Caricata con la cartuccia in dotazione - un nero senza infamia e senza lode, anzi a dire il vero un po' "spompato" - la Q-12 è partita a razzo con un generoso flusso medio. Sono un utilizzatore di penne perlopiù economiche e raramente ho avuto sensazioni così belle, direi "burrose", da penne di questa fascia di prezzo. Considerato il prezzo, per me si tratta di uno degli affari più clamorosi che possiate fare! Anche qui, però, il tratto resta costante, qualsiasi pressione applicate sul pennino.
confrontor.jpg
confrontor.jpg (41.82 KiB) Visto 1350 volte
QUALITA'/PREZZO
Petit1 8
Stiamo parlando di una penna che, a pochissimi euro, vi garantisce una portabilità assoluta, una buona scrittura e - se vi capitasse di perderla (a me è già successo!) o di romperla - non ve ne cruccereste poi così tanto. Certo, tirare fuori dal taschino una MB 149 ha tutto un altro effetto ma, naturalmente, tutto un altro costo.
Q-12 10
Se, però, cercate una penna dalle dimensioni minuscole, il mio consiglio è quello di non farvi sopraffare dalle difficoltà del mandarino e dall'attesa dei tempi di spedizione e di procurarvi qualcuna di queste bellezze. Anzi - a dire il vero - il sito cinese da cui ho comprato ha spedito la merce dall'Olanda (!): infatti, il pacco, pagato il 19/4, questa mattina era già a casa mia. Se poi, come spero, nel fusto ci entra una bella cartuccia mini Parker, si può superare egregiamente anche il problema del caricamento. Fermo restando che il trucchetto del riempimento con il vostro inchiostro preferito della cartuccia vuota mediante una siringa o, al limite, la conversione in caricamento a contagocce, risolvono altrettanto egregiamente il problema.

Bene, spero di avervi dato qualche spunto per nuove sperimentazioni e, in attesa dei vostri commenti, vi saluto!
Allegati
confronto.jpg
confronto.jpg (455.81 KiB) Visto 1350 volte

Avatar utente
piccardi
Fp.it Admin
Fp.it Admin
Messaggi: 10155
Iscritto il: domenica 23 novembre 2008, 18:17
La mia penna preferita: Troppe...
Misura preferita del pennino: Extra Fine
FountainPen.it 500 Forum n.: 001
Arte Italiana FP.IT M: 001
Fp.it ℵ: 001
Fp.it 霊気: 001
Località: Firenze
Sesso:
Contatta:

Pilot Petit1 versus Snowhite Q-12

Messaggio da piccardi » mercoledì 7 maggio 2014, 20:03

Complimenti per l'interessante confronto fra due penne economiche.
Sarebbe comunque interessante fare dei test usando anche lo stesso inchiostro su entrambe.

Simone
Questo è un forum in italiano, per pietà evitiamo certi obbrobri linguistici:
viewtopic.php?f=19&t=3123
e per aiutare chi non trova un termine:
viewtopic.php?f=19&t=1758

Kevan
Snorkel
Snorkel
Messaggi: 226
Iscritto il: sabato 27 dicembre 2014, 21:55
Il mio inchiostro preferito: Pilot Namiki Black
Misura preferita del pennino: Fine
Sesso:

Pilot Petit1 versus Snowhite Q-12

Messaggio da Kevan » domenica 16 agosto 2015, 12:21

necrodomanda: possiedo 4-5penne che all'aspetto somigliano a queste.
recano il logo pilot e nient'altro.
fusto di colori assortiti, molto corto.. montano all'acquisto cartucce standard tipo pelikan corte blu...i pennini ipotizzo siano F.

non ho modo di caricare delle foto...
secondo voi a naso che sarebbero?

Avatar utente
Pettirosso
Crescent Filler
Crescent Filler
Messaggi: 1019
Iscritto il: martedì 6 novembre 2012, 21:54
La mia penna preferita: Aurora, per tradizione
Il mio inchiostro preferito: Aurora blu
Misura preferita del pennino: Fine
Località: Traves (TO)
Sesso:

Pilot Petit1 versus Snowhite Q-12

Messaggio da Pettirosso » lunedì 17 agosto 2015, 12:27

Io ne ho (ne avevo) due, una rossa ed una blu, marchiate Papermate (evidentemente anche loro hanno copiato), acquistate qualche anno fa in una cartoleria.
La rossa non è durata neppure quanto una cartuccia: il pennino si è sollevato dall'alimentatore, rendendola inutilizzabile. L'ho buttata. Mi rimane la blu, ancora "vergine" (le mie fra l'altro avevano il difetto del cappuccio che non si incastrava stabilmente sul retro (come ho letto che fanno le Pilot), rendendole così scomode da utilizzare).
Su questo genere di penne preferisco di gran lunga le Kaweco Sport: costano di più, è vero (una ventina di Euro, la versione base in plastica; le altre hanno prezzi proibitivi, per pochi iniziati...), ma vanno benissimo (è una vita che le producono), hanno la chiusura del cappuccio a vite, il cappuccio si incastra perfettamente sul retro, non vi sono problemi di cartucce proprietarie (standard corte), e si può scegliere la misura del pennino desiderata. Aggiungendo un paio di Euro si può acquistare anche la clip ad incastro, che di serie non è fornita (non è però il massimo della stabilità).

Kevan
Snorkel
Snorkel
Messaggi: 226
Iscritto il: sabato 27 dicembre 2014, 21:55
Il mio inchiostro preferito: Pilot Namiki Black
Misura preferita del pennino: Fine
Sesso:

Pilot Petit1 versus Snowhite Q-12

Messaggio da Kevan » lunedì 17 agosto 2015, 12:53

Sì, le ho provate pure io le papermate mini...
ne ho diverse...e scrivono tutte una diversa dall'altra nonostante siano uguali (in teoria)

Il loro difetto più grande? il cappuccio che non rimane in sede...e se lo forzi ti si rompe fra le mani.
insomma..veramente pessime.
ventimila volte meglio la pilot Vpen per un euro in più!
a proposito...qualcuno le ha già recensite qui? non la trovo.

Avatar utente
Irishtales
Moderatrice
Moderatrice
Messaggi: 8781
Iscritto il: lunedì 5 novembre 2012, 18:34
La mia penna preferita: Wahl-Eversharp Doric
Il mio inchiostro preferito: Levenger - Forest
Misura preferita del pennino: Flessibile
FountainPen.it 500 Forum n.: 087
Arte Italiana FP.IT M: 044
Fp.it ℵ: 011
Fp.it 霊気: 018
Fp.it Vera: 033
Sesso:

Pilot Petit1 versus Snowhite Q-12

Messaggio da Irishtales » lunedì 17 agosto 2015, 19:03

Ho qualche Pilot Petit 1 ma non conosco i cloni. Il tratto è per me comunque un po' spesso, pur essendo un F. Ma parlo da maniaca dei tratti finissimi. Mi associo alla richiesta di Simone, appena hai finito l'inchiostro delle cartucce, potresti fare una prova fra le due utilizzando lo stesso inchiostro?
Una comparativa comunque ottima e molto molto interessante :clap:
"Scrittura e pittura sono le due estremità della stessa arte e la loro realizzazione è identica" - Aforisma di Shitao
Daniela

Kevan
Snorkel
Snorkel
Messaggi: 226
Iscritto il: sabato 27 dicembre 2014, 21:55
Il mio inchiostro preferito: Pilot Namiki Black
Misura preferita del pennino: Fine
Sesso:

Re: Pilot Petit1 versus Snowhite Q-12

Messaggio da Kevan » lunedì 2 novembre 2015, 11:57

....che nervoso che mi danno, cartucce proprietarie e pure mini introvabili, converter inesistenti :/
consiglio personale: da evitare !

Avatar utente
Irishtales
Moderatrice
Moderatrice
Messaggi: 8781
Iscritto il: lunedì 5 novembre 2012, 18:34
La mia penna preferita: Wahl-Eversharp Doric
Il mio inchiostro preferito: Levenger - Forest
Misura preferita del pennino: Flessibile
FountainPen.it 500 Forum n.: 087
Arte Italiana FP.IT M: 044
Fp.it ℵ: 011
Fp.it 霊気: 018
Fp.it Vera: 033
Sesso:

Re: Pilot Petit1 versus Snowhite Q-12

Messaggio da Irishtales » lunedì 2 novembre 2015, 12:07

Giusto qualche giorno fa ne ho ritrovata una abbandonata in un portapenne alto (la penna è piccina, non si vedeva nemmeno!) con la cartuccia non ancora finita, inserita...pensavo non scrivesse più. Invece è ripartita appena toccato il foglio, come nulla fosse.
La cartuccia mini è comunque capiente almeno quanto una cartuccia standard internazionale, e grazie alla robustezza e all'ampia apertura può essere facilmente lavata e ricaricata con un semplice contagocce o con una siringa senza ago o una pipetta da laboratorio (tutti oggetti che si trovano facilmente a pochi centesimi in farmacia).
E poi scrive bene, come in genere tutte le penne scolastiche.
"Scrittura e pittura sono le due estremità della stessa arte e la loro realizzazione è identica" - Aforisma di Shitao
Daniela

Kevan
Snorkel
Snorkel
Messaggi: 226
Iscritto il: sabato 27 dicembre 2014, 21:55
Il mio inchiostro preferito: Pilot Namiki Black
Misura preferita del pennino: Fine
Sesso:

Re: Pilot Petit1 versus Snowhite Q-12

Messaggio da Kevan » lunedì 2 novembre 2015, 12:17

sulla qualità nulla da ridire...per giunta pure gli inchiostri colorati mi paiono di discreta qualità, certo il rosa shocking avrò qualche problema a smaltirlo ;)
Però avere cartucce introvabili e niente converter mi limita tanto...e mi costringe a bocciarla.
toccherà riciclarle a siringate, unica soluzione
(oltre all ovvio problema delle dimensioni, ma quello è così, gusti)

Avatar utente
Irishtales
Moderatrice
Moderatrice
Messaggi: 8781
Iscritto il: lunedì 5 novembre 2012, 18:34
La mia penna preferita: Wahl-Eversharp Doric
Il mio inchiostro preferito: Levenger - Forest
Misura preferita del pennino: Flessibile
FountainPen.it 500 Forum n.: 087
Arte Italiana FP.IT M: 044
Fp.it ℵ: 011
Fp.it 霊気: 018
Fp.it Vera: 033
Sesso:

Re: Pilot Petit1 versus Snowhite Q-12

Messaggio da Irishtales » lunedì 2 novembre 2015, 12:58

Le cartucce si trovano online a poco prezzo. Ci mettono un po' ad arrivare (le mie arrivavano da Hong Kong) ma del resto non compro più cartucce Pilot da molto tempo proprio perchè sono robuste quanto un converter e le ricarico o le ripongo lavate e asciugate una volta che sono esaurite.
L'arancione delle Petit è bellissimo, acceso e saturo. Il rosa non lo so, è un colore che negli inchisotri non uso mai...anche il verde mi incuriosisce, ma non l'ho ancora provato.
"Scrittura e pittura sono le due estremità della stessa arte e la loro realizzazione è identica" - Aforisma di Shitao
Daniela

Kevan
Snorkel
Snorkel
Messaggi: 226
Iscritto il: sabato 27 dicembre 2014, 21:55
Il mio inchiostro preferito: Pilot Namiki Black
Misura preferita del pennino: Fine
Sesso:

Re: Pilot Petit1 versus Snowhite Q-12

Messaggio da Kevan » lunedì 2 novembre 2015, 14:08

avrei ben due di quei squeeze converter, che però evito di utilizzare eccetto emergenze. purtroppo sulla petit sono troppo lunghi.

Rispondi