La stilografica davvero “automatica”: Parker 61 mk1 “Custom”

Le recensioni: impressioni d'uso e valutazioni direttamente dagli utenti
Avatar utente
A Casirati
Collaboratore
Collaboratore
Messaggi: 1368
Iscritto il: giovedì 23 agosto 2012, 16:39
La mia penna preferita: Summit S. 175 mk 1
Il mio inchiostro preferito: Aurora nero
Misura preferita del pennino: Stub
FountainPen.it 500 Forum n.: 005
Sesso:

La stilografica davvero “automatica”: Parker 61 mk1 “Custom”

Messaggio da A Casirati »

Parker 61.JPG
Oggi vi presento una stilografica particolare. Non per la marca, naturalmente, dato che Parker è uno dei famosissimi “Big Four”, né per l’estetica o l’apparenza, dato che si tratta d’ uno strumento di scrittura senza grandi particolarità estetiche, ma per il sistema di caricamento.

La Parker 61 (circa la quale troverete informazioni molto interessanti sul nostro ottimo wiki: https://www.fountainpen.it/Parker_61) si propose come l’unica stilografica del suo tempo capace di caricarsi da sola; e non solo: capace anche di rendere inutile l’uso di straccetti o carte varie per la pulizia dopo il caricamento. Mantenne le promesse? In parte, ed almeno per quella che è la mia modesta esperienza con l’esemplare che vedete, direi di sì.
Parker 61 "capillary filling" aperta
Parker 61 "capillary filling" aperta
Questa 61 mk 1 “Custom” numero 29302, prodotta prima del 1962 (quando il cappuccio fu accorciato a 60 mm), mi è stata regalata alcuni mesi fa e proviene da alcuni fondi di magazzino.
I componenti principali
I componenti principali
Pur scettico, specialmente dopo essermi documentato un po’, ho voluto provarla. Verificato che, con tutta probabilità, era stata inchiostrata solo per un "dip test" e che dunque fosse minimo il rischio d’intasamento del sistema a capillarità, ho proceduto come da manuale: svitato il corpo dalla sezione, ho immerso il serbatoio nel flacone d’inchiostro ed ho atteso una ventina di secondi.
Poi, quasi scommettendo che la penna non avrebbe scritto, ho tolto le poche gocce d’inchiostro rimaste all’esterno del serbatoio, ho riavvitato il corpo sulla sezione ed ho subito provato a scrivere; con mia sorpresa, ho perso la scommessa.
SDC17958.JPG
La penna, dopo qualche breve tratto di prova, è partita, senza incertezze né salti o false partenze, con un flusso molto ben regolato e scrivendo anche solo con il suo peso. Il pennino scorre molto bene e, nonostante il diametro ridotto, l’impugnatura è molto confortevole. Nessuna flessibilità nel pennino, ovviamente, ma una scrittura precisa e netta.
E’ una delle stilografiche che utilizzo ogni giorno, per ora senza sorprese d’alcun genere.
Parker 61 - numero di serie
Parker 61 - numero di serie
Ecco i dati tecnici principali:
- Lunghezza chiusa: 136 mm
- Lunghezza aperta: 126 mm
- Lunghezza aperta con il cappuccio calzato: 145 mm
- Diametro massimo del fusto e della sezione: 10 mm
- Diametro massimo del cappuccio: 12 mm
- Lunghezza del cappuccio: 63,5 mm (incluso il gioiello all’estremità, 62 mm per il solo cappuccio)
- Peso totale (carica): 20 gr
- Peso del cappuccio: 8 gr

Apprezzo in modo particolare l’estetica di questa penna, senza dubbio elegante e con quel tocco in più rappresentato dalla freccia dorata intarsiata all’estremità della sezione. Il cappuccio è placcato d’oro, come afferma il crest stampigliato su un lato, sopra il numero del modello:
Il piccolo crest sul cappuccio certifica la placcatura d'oro a 12 carati
Il piccolo crest sul cappuccio certifica la placcatura d'oro a 12 carati
SDC17955.JPG
Elegante anche il dettaglio dei due “gioielli” in resina madreperlata incastonati sulle sommità del cappuccio e del corpo, che creano un effetto piacevole di simmetria.

La leggerezza della penna, specialmente se viene utilizzata senza calzare il cappuccio, è notevole, ma non dà alcun fastidio e naturalmente abbassa l’affaticamento della mano nelle lunghe sessioni di scrittura.
Particolare del terminale della sezione
Particolare del terminale della sezione
In complesso, si tratta di un’ottima stilografica, che anche oggi attira gli sguardi (ne ho avuta una conferma pochi giorni fa, in riunione) e che può farsi compagna fedele in molte situazioni.
Ultima modifica di A Casirati il mercoledì 11 dicembre 2019, 17:28, modificato 1 volta in totale.
Alberto Casirati
"Just my two pence, of course"

Avatar utente
piccardi
Fp.it Admin
Fp.it Admin
Messaggi: 11881
Iscritto il: domenica 23 novembre 2008, 18:17
La mia penna preferita: Troppe...
Misura preferita del pennino: Extra Fine
FountainPen.it 500 Forum n.: 001
Arte Italiana FP.IT M: 001
Fp.it ℵ: 001
Fp.it 霊気: 001
Località: Firenze
Contatta:

La stilografica “automatica”: Parker 61 mk1 “Custom”

Messaggio da piccardi »

Ciao Alberto,

anzitutto complimenti per la bella penna e la ancor più bella recensione. Come sempre approfitterò delle tue foto per il wiki, rinnovando il grazie per l'n-simo prezioso contributo. Ne ho una parcheggiata da tempo (ma temo non fosse solo provata per intinzione...), mi hai fatto venir voglia di provare a rimetterla in pista.

Simone
Questo è un forum in italiano, per pietà evitiamo certi obbrobri linguistici:
viewtopic.php?f=19&t=3123
e per aiutare chi non trova un termine:
viewtopic.php?f=19&t=1758

Avatar utente
sussak
Levetta
Levetta
Messaggi: 588
Iscritto il: martedì 26 febbraio 2019, 12:02
La mia penna preferita: Parker Duofold Orange Senior,
Il mio inchiostro preferito: Diamine, Lamy Azurite
Misura preferita del pennino: Fine
Località: Milano
Sesso:

La stilografica davvero “automatica”: Parker 61 mk1 “Custom”

Messaggio da sussak »

Bella penna, ed ha del miracoloso che funzioni ancora, anche se avrei qualche problema psicologico a tenerla nel taschino di una camicia.
(ne ho già macchiata una, e la reprimenda è durata una settimana).
Complimenti anche per la scrittura. E' così tutti i giorni ?
Umberto

Se la democrazia declina è perché la lasciamo declinare. Benedetto Croce

Avatar utente
A Casirati
Collaboratore
Collaboratore
Messaggi: 1368
Iscritto il: giovedì 23 agosto 2012, 16:39
La mia penna preferita: Summit S. 175 mk 1
Il mio inchiostro preferito: Aurora nero
Misura preferita del pennino: Stub
FountainPen.it 500 Forum n.: 005
Sesso:

La stilografica davvero “automatica”: Parker 61 mk1 “Custom”

Messaggio da A Casirati »

piccardi ha scritto:
mercoledì 11 dicembre 2019, 17:15
Ciao Alberto,

anzitutto complimenti per la bella penna e la ancor più bella recensione. Come sempre approfitterò delle tue foto per il wiki, rinnovando il grazie per l'n-simo prezioso contributo. Ne ho una parcheggiata da tempo (ma temo non fosse solo provata per intinzione...), mi hai fatto venir voglia di provare a rimetterla in pista.

Simone
Grazie, Simone. Nel caso tu decida di rimettere in uso la tua 61, tienici al corrente!
Userò la mia per circa un mese, poi proverò a pulirla secondo le istruzioni originali, pubblicate nel nostro favoloso Wiki.

sussak ha scritto:
mercoledì 11 dicembre 2019, 17:58
Bella penna, ed ha del miracoloso che funzioni ancora, anche se avrei qualche problema psicologico a tenerla nel taschino di una camicia.
(ne ho già macchiata una, e la reprimenda è durata una settimana).
Complimenti anche per la scrittura. E' così tutti i giorni ?
Hai ragione, ho già escluso di riporla nel taschino, non fosse altro per il fatto che ha più di mezzo secolo, anche se guardandola, e date le linee pulite ed eleganti, non si direbbe.
Grazie per le parole gentili. La scrittura è quella usuale.
Alberto Casirati
"Just my two pence, of course"

lucacecchi
Touchdown
Touchdown
Messaggi: 76
Iscritto il: lunedì 14 ottobre 2019, 1:23

La stilografica davvero “automatica”: Parker 61 mk1 “Custom”

Messaggio da lucacecchi »

Io ne ho due... inchiostrate e funzionanti ma ferme da un pò e mi veniva da chiedervi come si puliscono... poi ho pensato a guardare sul forum ed ho trovato diverse risposte!
Grazie!!!
Luca

Avatar utente
lucaparte
Pulsante di Fondo
Pulsante di Fondo
Messaggi: 385
Iscritto il: lunedì 25 marzo 2019, 9:11
La mia penna preferita: quella che non ho ancora perso
Località: Venezia
Sesso:

La stilografica davvero “automatica”: Parker 61 mk1 “Custom”

Messaggio da lucaparte »

Bella penna e grazie per la descrizione.
Anche quella che ho trovato io è partita come se niente fosse dopo una breve ripulita e altrettanto breve immersione!
Ne ho parlato qui, con immagini artigianali viewtopic.php?f=12&t=19893#p237212, ed
ha le dimensioni che allego: il cappuccio ha le identiche lunghezze, quindi ante '62 da quel che leggo. Il modello quale sarà?
Se qualcuno poi mi suggerisse dove trovare la freccetta o che fare per rimediare alla sua mancanza ..
Allegati
20191212_154752.jpg
Luca

fifty(one) years after

kircher
Crescent Filler
Crescent Filler
Messaggi: 1106
Iscritto il: martedì 4 novembre 2014, 5:44
Località: Firenze/Venezia/Basilea

La stilografica davvero “automatica”: Parker 61 mk1 “Custom”

Messaggio da kircher »

confesso che queste penne non mi piacciono molto (non mi piace neppure la 51...), però credo che siano veramente il picco della tecnologia stilografica - a parte le cartucce

Avatar utente
francoiacc
Stantuffo
Stantuffo
Messaggi: 2296
Iscritto il: martedì 19 dicembre 2017, 23:29
La mia penna preferita: OMAS Extra Paragon Arco Bronze
Il mio inchiostro preferito: P.W. Akkerman #5 Shocking Blue
Misura preferita del pennino: Medio
Località: Capitale del Regno delle Due Sicilie
Sesso:

La stilografica davvero “automatica”: Parker 61 mk1 “Custom”

Messaggio da francoiacc »

Bella recensione al solito, però per favore smettila che con tutte queste belle recensioni il mio conto in banca si assottiglia :crazy:
"E' sempre meglio vivere di rimorsi che di rimpianti"
Francesco
Immagine

Avatar utente
Stormwolfie
Crescent Filler
Crescent Filler
Messaggi: 1022
Iscritto il: lunedì 4 dicembre 2017, 16:59
La mia penna preferita: Sailor 1911
Il mio inchiostro preferito: Sailor Blue Black
Misura preferita del pennino: Extra Fine
Località: Roma
Sesso:

La stilografica davvero “automatica”: Parker 61 mk1 “Custom”

Messaggio da Stormwolfie »

Caro Alberto , bellissima ed elegantissima penna. Complimenti per la recensione altrettanto raffinata.
STEFANO

Ogni penna corre con inchiostri diversi su altrettante innumerevoli carte. Alcune scivolano rapide, altre con piena lentezza, altre grattano ritmi piacevoli. Ognuna esprime un suo carattere che lo scrittore dolcemente doma.

Avatar utente
A Casirati
Collaboratore
Collaboratore
Messaggi: 1368
Iscritto il: giovedì 23 agosto 2012, 16:39
La mia penna preferita: Summit S. 175 mk 1
Il mio inchiostro preferito: Aurora nero
Misura preferita del pennino: Stub
FountainPen.it 500 Forum n.: 005
Sesso:

La stilografica davvero “automatica”: Parker 61 mk1 “Custom”

Messaggio da A Casirati »

Grazie a tutti per le parole gentili.
Alberto Casirati
"Just my two pence, of course"

Avatar utente
maxpop 55
Tecnico
Tecnico
Messaggi: 13031
Iscritto il: venerdì 17 agosto 2012, 19:24
La mia penna preferita: perché una sola?
Il mio inchiostro preferito: Aurora BlacK
Misura preferita del pennino: Medio
FountainPen.it 500 Forum n.: 029
Fp.it ℵ: 016
Fp.it 霊気: 009
Fp.it Vera: 107
Località: Portici (NA)
Sesso:

La stilografica davvero “automatica”: Parker 61 mk1 “Custom”

Messaggio da maxpop 55 »

Ciao Alberto, bella penna e magnifica recensione. :clap: :clap:
Il valore di una stilografica non dipende dal costo, ma dal valore che noi le diamo.

Avatar utente
rolex hunter
Crescent Filler
Crescent Filler
Messaggi: 1972
Iscritto il: martedì 1 dicembre 2009, 10:54
La mia penna preferita: Waterman 554 LEC
Il mio inchiostro preferito: Diamine Sherwood green
Misura preferita del pennino: Flessibile
Arte Italiana FP.IT M: 077
Fp.it ℵ: 114
Fp.it 霊気: 034
Località: domiciliato a Reggio Calabria, residente a Torino
Sesso:

La stilografica davvero “automatica”: Parker 61 mk1 “Custom”

Messaggio da rolex hunter »

A Casirati ha scritto:
mercoledì 11 dicembre 2019, 21:38
sussak ha scritto:
mercoledì 11 dicembre 2019, 17:58
Bella penna, ed ha del miracoloso che funzioni ancora, anche se avrei qualche problema psicologico a tenerla nel taschino di una camicia.
(ne ho già macchiata una, e la reprimenda è durata una settimana).
Complimenti anche per la scrittura. E' così tutti i giorni ?
Hai ragione, ho già escluso di riporla nel taschino, non fosse altro per il fatto che ha più di mezzo secolo, anche se guardandola, e date le linee pulite ed eleganti, non si direbbe.
Grazie per le parole gentili. La scrittura è quella usuale.
Sinceramente, PROPRIO con la 61 il problema delle possibili macchie e/o trafilamenti lo considero affatto in secondo piano; dato ed ammesso che il "filler" (o fillopack, come dice qualcuno) sia a posto (il filler è quel sottile foglio di materia plastica che, per capillarità, si riempie di inchiostro e poi alimenta il pennino)
Se, come dicevo, il filler è a posto, la possibilità di trafilamenti è inferiore alle altre stilografiche, anche nel caso limite di rottura traumatica del corpo penna, dato che l'inchiostro non è "tutto lì raccolto in un serbatoio", pronto a colare fuori per fare danni, ma è per così dire "imballato" nel filler, in micro-goccioline più gestibili in caso di guai.
Giorgio

la penna perfetta non esiste, quindi per essere felici bisogna avere tante penne (cit.)
&...
I don't want to belong to any club that will accept people like me as a member (cit)

Avatar utente
A Casirati
Collaboratore
Collaboratore
Messaggi: 1368
Iscritto il: giovedì 23 agosto 2012, 16:39
La mia penna preferita: Summit S. 175 mk 1
Il mio inchiostro preferito: Aurora nero
Misura preferita del pennino: Stub
FountainPen.it 500 Forum n.: 005
Sesso:

La stilografica davvero “automatica”: Parker 61 mk1 “Custom”

Messaggio da A Casirati »

Interessante, Giorgio, grazie.

maxpop 55 ha scritto:
venerdì 13 dicembre 2019, 8:35
Ciao Alberto, bella penna e magnifica recensione. :clap: :clap:
Grazie, Max.
Alberto Casirati
"Just my two pence, of course"

Avatar utente
Rosso Corsa
Pulsante di Fondo
Pulsante di Fondo
Messaggi: 299
Iscritto il: lunedì 7 maggio 2012, 0:00
La mia penna preferita: Tutte purchè dotate di pennino
Misura preferita del pennino: Fine
FountainPen.it 500 Forum n.: 041
Arte Italiana FP.IT M: 078
Fp.it ℵ: 119
Località: Milano
Sesso:

La stilografica davvero “automatica”: Parker 61 mk1 “Custom”

Messaggio da Rosso Corsa »

lucaparte ha scritto:
giovedì 12 dicembre 2019, 16:04
.... Il modello quale sarà?
Se qualcuno poi mi suggerisse dove trovare la freccetta o che fare per rimediare alla sua mancanza ..
A mio parere si tratta anche nel tuo caso di una 61 mk1 Custom.
La freccetta andrebbe rimediata cannibalizzando un'altra 61, con un po' di fortuna si trovano cadaveri di 61 nei mercatini. Buona caccia!

Complimenti ad Alberto per questa recensione dettagliata e precisa, come nei suoi altissimi standard.

Ciao
Mauro

Avatar utente
A Casirati
Collaboratore
Collaboratore
Messaggi: 1368
Iscritto il: giovedì 23 agosto 2012, 16:39
La mia penna preferita: Summit S. 175 mk 1
Il mio inchiostro preferito: Aurora nero
Misura preferita del pennino: Stub
FountainPen.it 500 Forum n.: 005
Sesso:

La stilografica davvero “automatica”: Parker 61 mk1 “Custom”

Messaggio da A Casirati »

Grazie, Mauro, sei sempre gentile.
Alberto Casirati
"Just my two pence, of course"

Rispondi

Torna a “Recensioni”