Monteverde Regatta Sport

Le recensioni: impressioni d'uso e valutazioni direttamente dagli utenti
Rispondi
Avatar utente
marco077
Touchdown
Touchdown
Messaggi: 100
Iscritto il: domenica 6 gennaio 2019, 1:49
La mia penna preferita: Aurora Hastil
Il mio inchiostro preferito: Diamine Royal blue
Misura preferita del pennino: Fine
Sesso:

Monteverde Regatta Sport

Messaggio da marco077 » sabato 2 febbraio 2019, 1:02

Finalmente oggi è arrivata ed è diventata subito la mia preferita, non per il fattore novità, bensì per un vero e proprio "amore a prima vista": la Monteverde Regatta Sport versione "Northern Lights" in edizione limitata. Oltre alle tante qualità della penna, a dire il vero, mi ha fatto innamorare anche l'esperienza di acquisto su un sito americano (di cui non faccio il nome per non contravvenire eventualmente a qualche regola del forum, su cui però non posso fare a meno di spendere due parole). Sono stato seguito attentamente in ogni fase, dall'acquisto alla consegna, con grande disponibilità e risposte sempre pronte ed esaustive (li ho "stonati" un paio di volte perchè, una volta arrivata in Italia, si era persa ogni traccia della mia consegna...). Finchè oggi, finalmente, mi vedo recapitare il mio tanto atteso pacchetto. Lo apro e vi trovo, oltre alla penna, un simpatico lecca-lecca ed un biglietto di auguri per il nuovo acquisto, scritto a mano e firmato dallo staff. Lo so, sono piccolezze, ma il tutto, nel suo insieme, ti stampa quel sorrisetto in faccia ancor prima di vedere la penna (quanto ci sanno fare "sti Americani") :D . Ed effettivamente il lecca-lecca è servito a togliermi l'amaro in bocca per i 25 euro che il nostro caro (anche nel senso di esoso) Stato ha preteso per le spese doganali (comunque chiaramente preannunciate sul sito, ovviamente non nel dettaglio in quanto variano in base al costo del prodotto, nel mio caso 92 dollari, pari a circa 86 euro). Detto questo, passiamo a lei (visto che starete pensando "vabbè, ma quando parli della penna?") ;) . Quindi...eccola!
20190201_170803_resized.jpg
20190201_170851_resized.jpg
20190201_174422_resized.jpg
La penna è molto originale e colpisce subito per i suoi colori, per il corpo "a sezioni", costituite da fasce "canna di fucile" e fibra di carbonio e per le rifiniture. Con i riflessi della luce, i colori assumono continuamente sfumature diverse, le cromature risaltano e fanno a loro volta risaltare le varie sezioni del corpo. La stappo senza dover applicare alcuna forza, notando che il tappo è magnetico e perciò viene attratto "naturalmente" verso la sua sede (così come sulla terminazione posteriore del fusto). Viene fuori il suo bellissimo pennino in acciaio brunito, anch'esso carattere distintivo di questo modello
20190201_174501_resized.jpg
L'ho scelto EF perchè preferisco il tratto molto fine per gusto personale, oltre che con questa accortezza limito il rischio del c.d. "sanguinamento" (termine tratto dal glossarietto di Piccardi), cioè del passaggio dell'inchiostro sull'altra facciata del foglio. Ho caricato il capiente converter con inchiostro Diamine Royal Blue (la penna è comunque corredata di 4 refill) e ho apprezzato da subito il tratto uniforme e costante, senza alcuna variazione nè incertezza, per non parlare della fluidità del pennino che, nonostante la misura, scorre "come sul velluto". Pur se di primo acchito mi sia sembrata piuttosto pesante (ma questo aspetto lo attribuisco sempre alla robustezza e alla qualità dei materiali), la penna è talmente ben bilanciata da non provocare il minimo affaticamento nella scrittura. Come dicevo, è costata l'equivalente di 86 euro, più circa 15,70 di spedizione e altri 25 di spese doganali (25,25 per l'esattezza, ma colgo l'occasione per ringraziare il postino per lo sconto di 25 centesimi! :D ), per un totale di 126,70 euro, che per il momento annovero tra quelli meglio spesi in generale (non soltanto riguardo le penne). Per concludere aggiungo qualche altra foto, sperando di potervi far apprezzare i tanti dettagli di questa (a mio parere) meravigliosa penna. Un caro saluto a tutti.
20190201_174437_resized.jpg
20190201_174521_resized.jpg
20190201_174603_resized.jpg

Avatar utente
francoiacc
Levetta
Levetta
Messaggi: 721
Iscritto il: martedì 19 dicembre 2017, 23:29
La mia penna preferita: OMAS Extra Arco Brown
Il mio inchiostro preferito: P.W. Akkerman #5 Shocking Blue
Misura preferita del pennino: Medio
Località: Capitale del Regno delle Due Sicilie
Sesso:

Monteverde Regatta Sport

Messaggio da francoiacc » sabato 2 febbraio 2019, 8:25

Sicuramente una penna originale, a me piace, complimenti e goditela :wave:
Francesco

"E' sempre meglio vivere di rimorsi che di rimpianti"

Avatar utente
Rodelinda
Pulsante di Fondo
Pulsante di Fondo
Messaggi: 347
Iscritto il: lunedì 9 aprile 2018, 23:10
La mia penna preferita: L'Aurora Hastil!
Il mio inchiostro preferito: Quello che non ho ancora!
Misura preferita del pennino: Medio
Località: Hinterland Milanese
Sesso:
Contatta:

Monteverde Regatta Sport

Messaggio da Rodelinda » domenica 3 febbraio 2019, 11:28

Sicuramente una penna di grande qualità costruttiva...
Ma ahimè, esteticamente proprio non mi piace :wtf:

Avatar utente
Stormwolfie
Levetta
Levetta
Messaggi: 584
Iscritto il: lunedì 4 dicembre 2017, 16:59
La mia penna preferita: Sailor 1911
Il mio inchiostro preferito: Sailor Blue Black
Misura preferita del pennino: Extra Fine
Località: Roma
Sesso:

Monteverde Regatta Sport

Messaggio da Stormwolfie » domenica 3 febbraio 2019, 21:05

Complimenti per la tua penna.
Domanda: quale attinenza ha con il nome? Perchè la hanno chiamata Regatta Sport?
STEFANO

Ogni penna corre con inchiostri diversi su altrettante innumerevoli carte. Alcune scivolano rapide, altre con piena lentezza, altre grattano ritmi piacevoli. Ognuna esprime un suo carattere che lo scrittore dolcemente doma.

Avatar utente
marco077
Touchdown
Touchdown
Messaggi: 100
Iscritto il: domenica 6 gennaio 2019, 1:49
La mia penna preferita: Aurora Hastil
Il mio inchiostro preferito: Diamine Royal blue
Misura preferita del pennino: Fine
Sesso:

Monteverde Regatta Sport

Messaggio da marco077 » lunedì 4 febbraio 2019, 1:23

Stormwolfie ha scritto:
domenica 3 febbraio 2019, 21:05
Complimenti per la tua penna.
Domanda: quale attinenza ha con il nome? Perchè la hanno chiamata Regatta Sport?
Personalmente sapevo solo che il termine "regatta" corrisponde a "regata" in italiano, perciò supponevo si ispirasse alle regate (anche per via della barca a vela impressa sulla scatola), attribuendo il tutto agli elementi in fibra di carbonio, materiale ampiamente usato in vela (e non solo). Per darti una risposta più esauriente ti riporto la descrizione dal sito del produttore: "caratterizzata da bande nere in fibra di carbonio tra segmenti di nero opaco o segmenti colorati che celebrano lo stile sportivo dei marinai".

Avatar utente
marco077
Touchdown
Touchdown
Messaggi: 100
Iscritto il: domenica 6 gennaio 2019, 1:49
La mia penna preferita: Aurora Hastil
Il mio inchiostro preferito: Diamine Royal blue
Misura preferita del pennino: Fine
Sesso:

Monteverde Regatta Sport

Messaggio da marco077 » lunedì 4 febbraio 2019, 1:36

Rodelinda ha scritto:
domenica 3 febbraio 2019, 11:28
Sicuramente una penna di grande qualità costruttiva...
Ma ahimè, esteticamente proprio non mi piace :wtf:
In effetti è un oggetto molto particolare e, come tale, credo non abbia vie di mezzo: o piace o non piace (preferisco questo a una cosa "convenzionale" che può più o meno non dispiacere a tutti...già in ciò ha un suo carattere). Io ne sono stato conquistato immediatamente. Comunque mi fa più piacere questo tuo parere contrario di tutte le visite senza commenti che ho registrato. Alla fine lo spirito dovrebbe essere proprio questo, no? Commentare e scambiarsi opinioni, non soltanto mostrare o guardare.
Ultima modifica di marco077 il lunedì 4 febbraio 2019, 2:12, modificato 4 volte in totale.

Avatar utente
marco077
Touchdown
Touchdown
Messaggi: 100
Iscritto il: domenica 6 gennaio 2019, 1:49
La mia penna preferita: Aurora Hastil
Il mio inchiostro preferito: Diamine Royal blue
Misura preferita del pennino: Fine
Sesso:

Monteverde Regatta Sport

Messaggio da marco077 » lunedì 4 febbraio 2019, 1:38

francoiacc ha scritto:
sabato 2 febbraio 2019, 8:25
Sicuramente una penna originale, a me piace, complimenti e goditela :wave:
Grazie! ;)

Avatar utente
Iorek
Snorkel
Snorkel
Messaggi: 108
Iscritto il: lunedì 30 maggio 2016, 21:24
La mia penna preferita: Aurora 88 Nizzoli
Il mio inchiostro preferito: Diamine Classic Green
Misura preferita del pennino: Fine
Località: provincia di TO
Sesso:

Monteverde Regatta Sport

Messaggio da Iorek » lunedì 4 febbraio 2019, 18:39

Per quanto riguarda il nome, mi accorgo adesso che la parte terminale del fusto mi ricorda i winch di una barca a vela. O è una mia impressione?

Avatar utente
Stormwolfie
Levetta
Levetta
Messaggi: 584
Iscritto il: lunedì 4 dicembre 2017, 16:59
La mia penna preferita: Sailor 1911
Il mio inchiostro preferito: Sailor Blue Black
Misura preferita del pennino: Extra Fine
Località: Roma
Sesso:

Monteverde Regatta Sport

Messaggio da Stormwolfie » lunedì 4 febbraio 2019, 19:28

Iorek ha scritto:
lunedì 4 febbraio 2019, 18:39
Per quanto riguarda il nome, mi accorgo adesso che la parte terminale del fusto mi ricorda i winch di una barca a vela. O è una mia impressione?
Hai ragione!
Da regatante mi chiedevo quale ispirazione avessero preso ma non ne trovavo alcuna a parte il particolare in carbonio. Effettivamente la parte posteriore potrebbe essere veramente un winch...un po' stretto ed alto...ma c'è un' analogia:-)
STEFANO

Ogni penna corre con inchiostri diversi su altrettante innumerevoli carte. Alcune scivolano rapide, altre con piena lentezza, altre grattano ritmi piacevoli. Ognuna esprime un suo carattere che lo scrittore dolcemente doma.

Avatar utente
marco077
Touchdown
Touchdown
Messaggi: 100
Iscritto il: domenica 6 gennaio 2019, 1:49
La mia penna preferita: Aurora Hastil
Il mio inchiostro preferito: Diamine Royal blue
Misura preferita del pennino: Fine
Sesso:

Monteverde Regatta Sport

Messaggio da marco077 » lunedì 4 febbraio 2019, 20:23

Stormwolfie ha scritto:
lunedì 4 febbraio 2019, 19:28
Iorek ha scritto:
lunedì 4 febbraio 2019, 18:39
Per quanto riguarda il nome, mi accorgo adesso che la parte terminale del fusto mi ricorda i winch di una barca a vela. O è una mia impressione?
Hai ragione!
Da regatante mi chiedevo quale ispirazione avessero preso ma non ne trovavo alcuna a parte il particolare in carbonio. Effettivamente la parte posteriore potrebbe essere veramente un winch...un po' stretto ed alto...ma c'è un' analogia:-)
Vero! Concordo pienamente :)

Spiller84
Touchdown
Touchdown
Messaggi: 27
Iscritto il: mercoledì 28 novembre 2018, 23:38
Località: Isernia
Sesso:

Monteverde Regatta Sport

Messaggio da Spiller84 » martedì 5 febbraio 2019, 14:29

Complimenti per la penna, non rientra nei miei gusti, ma se ti da emozioni i complinenti sono d'obbligo, di sicuro non è un "già visto". Oltre ai materiali, credo che il riferimento alle regate sia anche nei segmenti della penna. Negli orologi, ispirati al mondo velico, a volte ho visto una suddivisione in settori credo per calcolare i tempi di partenza. Buon viaggio con la tua nuova penna 😁

Rispondi