Sailor Sapporo slim

Le recensioni: impressioni d'uso e valutazioni direttamente dagli utenti
gionni
Pulsante di Fondo
Pulsante di Fondo
Messaggi: 343
Iscritto il: venerdì 3 febbraio 2017, 16:32
La mia penna preferita: Aurora 88K
Il mio inchiostro preferito: Pelikan 4001
Misura preferita del pennino: Fine
Località: Torino
Sesso:

Sailor Sapporo slim

Messaggio da gionni » lunedì 8 ottobre 2018, 17:36

Ho appena preso una Sailor, la mia prima giapponese. E' una Pro-gear slim-Sapporo. E' una bella penna, ben fatta anche se non è da classificarsi tra quelle di lusso. E' piuttosto leggera e corta, ma si tiene bene in mano, sia con cappuccio che senza. Il pennino è un fine giapponese, più fine dei corrispettivi F europei e scrive bene, senza impuntamenti e false partenze. Il tratto è regolare e leggermente magro di inchiostro.
L'unica cosa che mi lascia perplesso è la rigidità notevole del pennino: non presenta alcuna flessibilità e ha uno scarsissimo cambio di tratto anche se si aumenta la pressione della mano scrivendo. Al giorno d'oggi pare che I pennini flessibili non li voglia più nessuno e questo è un vero peccato, perchè si perde molto del piacere dello scrivere a mano.
A parte il pennino rigido, sono comunque soddisfatto dell'acquisto.

Ciao. Gionni

Avatar utente
MaPe
Crescent Filler
Crescent Filler
Messaggi: 1408
Iscritto il: giovedì 24 marzo 2016, 2:32
La mia penna preferita: un giorno, forse, la troverò
Il mio inchiostro preferito: R&K Sepia
Misura preferita del pennino: Extra Fine
Sesso:

Sailor Sapporo slim

Messaggio da MaPe » martedì 9 ottobre 2018, 16:12

Il pennino 14k della Sailor è un "chiodo", mentre il 21k è un "chiodo" un po' più morbido.
Massimo

Avatar utente
Stormwolfie
Snorkel
Snorkel
Messaggi: 236
Iscritto il: lunedì 4 dicembre 2017, 16:59
La mia penna preferita: Namiki VP
Il mio inchiostro preferito: Noodler's Baystate Blue
Misura preferita del pennino: Fine
Località: Roma
Sesso:

Sailor Sapporo slim

Messaggio da Stormwolfie » martedì 9 ottobre 2018, 17:03

Un "chiodo" di lusso....:-)
STEFANO

Ogni penna corre con inchiostri diversi su altrettante innumerevoli carte. Alcune scivolano rapide, altre con piena lentezza, altre grattano ritmi piacevoli. Ognuna esprime un suo carattere che lo scrittore dolcemente doma.

gionni
Pulsante di Fondo
Pulsante di Fondo
Messaggi: 343
Iscritto il: venerdì 3 febbraio 2017, 16:32
La mia penna preferita: Aurora 88K
Il mio inchiostro preferito: Pelikan 4001
Misura preferita del pennino: Fine
Località: Torino
Sesso:

Sailor Sapporo slim

Messaggio da gionni » martedì 9 ottobre 2018, 17:13

Beh, con 150 euro chissà quanti chili di chiodi avrei potuto comprare... :)

MI sa che solo le vintage hanno un pennino fine che sia anche flessibile.

Ciao. Gionni

angritti
Snorkel
Snorkel
Messaggi: 161
Iscritto il: giovedì 25 febbraio 2016, 9:24
La mia penna preferita: Pelikan (tutte)
Il mio inchiostro preferito: Eclat de Saphir
Misura preferita del pennino: Fine
Località: Alzate Brianza - Venezia
Sesso:

Sailor Sapporo slim

Messaggio da angritti » martedì 9 ottobre 2018, 18:40

Credo che molte giapponesi siano dei chiodi perché destinate a scrivere ideogrammi che necessitano di precisione e tratto non variato.

Musashi
Touchdown
Touchdown
Messaggi: 56
Iscritto il: lunedì 9 aprile 2018, 15:55
La mia penna preferita: Waterman Edson Green
Il mio inchiostro preferito: Pelikan Edelstein Sapphiro
Misura preferita del pennino: Medio
Località: Cagliari e Milano
Sesso:

Sailor Sapporo slim

Messaggio da Musashi » mercoledì 10 ottobre 2018, 10:19

angritti ha scritto:
martedì 9 ottobre 2018, 18:40
Credo che molte giapponesi siano dei chiodi perché destinate a scrivere ideogrammi che necessitano di precisione e tratto non variato.
Tradizionalmente gli ideogrammi si scrivono con un pennello (vi sono anche Namiki-Dunhill degli anni '30 così costruite per il mercato interno, per cui fu un problema l'assuefazione all'idea della penna: corpo da stilografica, ma invece del pennino, hanno un pennellino), la durezza non è richiesta, tutt'altro. Il problema è come al solito l'evoluzione verso pennini rigidi, in una parola la qualità... però poso garantire che il pennino della mia attuale Namiki Maki - e, così come della mia Pilot Capeless, sono davvero morbidi, soprattutto in rapporto alla media durezza dei pennini odierni.

gionni
Pulsante di Fondo
Pulsante di Fondo
Messaggi: 343
Iscritto il: venerdì 3 febbraio 2017, 16:32
La mia penna preferita: Aurora 88K
Il mio inchiostro preferito: Pelikan 4001
Misura preferita del pennino: Fine
Località: Torino
Sesso:

Sailor Sapporo slim

Messaggio da gionni » mercoledì 10 ottobre 2018, 12:26

Sto cercando un pennino leggermente morbido e fine e speravo che quello della Sapporo lo fosse (morbido) almeno un poco. Non mi aspettavo una rigidezza così elevata, fermo restando che scrive fine molto bene.. Tra le penne giapponesi di fascia media (< 150 euro) quali hanno il pennino almeno mediamente flessibile?

Grazie e ciao.
Gionni

Avatar utente
shinken
Levetta
Levetta
Messaggi: 706
Iscritto il: sabato 26 marzo 2016, 20:42
La mia penna preferita: Sailor GT EF, PilotCustom 74SF
Il mio inchiostro preferito: Diamine Midnight, 朝顔
Misura preferita del pennino: Extra Fine
Località: Genova
Sesso:
Contatta:

Sailor Sapporo slim

Messaggio da shinken » mercoledì 10 ottobre 2018, 13:18

Sa Sailor è una penna per scrivere veloce, niente flessibile, solo tanta comodità se devi riempire millanta pagine di roba a mano.
Sotto i 100 euro potrebbe essere adatta a te una pilot 74 SF, tra l' altro l' SF è un tratto abbastanza visibile sicuramente più della HF della Sailor.
Però se tra le tue necessità c'è anche un tratto di un certo peso un SFM e SM (dove la S stà per soft...)
pagina pilot originale ma si capisce http://www.pilot.co.jp/products/pen/fou ... /custom74/
La Sailor è un amore di penna, ma se non ti ci trovi non ci si può fare nulla, vendita, qualcuno disposto ad adottarla lo trovi.
Non c'entra nulla ma io e la mia Sailor pro gear abbiamo appena fatto 2 anni :lol:

Ps
Se vuoi avventurarti sun un flessible un pò più flessible sempre in casa Pilot http://www.pilot.co.jp/products/pen/fou ... custom742/ il pennino FA. Qui però i prezzi salgono perchè questo pennino non è montato sulle Pilot custom 74 ma solo dalle più prestigiose 742. Magari l' FA è meno adatto a prendere appunti in corsa..
Luigi, tabaccaio in Genova.
Quarantadue è la risposta!

Avatar utente
Rosso Corsa
Pulsante di Fondo
Pulsante di Fondo
Messaggi: 252
Iscritto il: lunedì 7 maggio 2012, 0:00
La mia penna preferita: Tutte purchè dotate di pennino
Misura preferita del pennino: Fine
FountainPen.it 500 Forum n.: 041
Arte Italiana FP.IT M: 078
Fp.it ℵ: 119
Località: Milano
Sesso:

Sailor Sapporo slim

Messaggio da Rosso Corsa » mercoledì 10 ottobre 2018, 14:11

MaPe ha scritto:
martedì 9 ottobre 2018, 16:12
Il pennino 14k della Sailor è un "chiodo", mentre il 21k è un "chiodo" un po' più morbido.
Con tutto il rispetto per ogni opinione, secondo me definire un pennino 14 ct Sailor, seppure F, un chiodo é come definire "I fratelli Karamazov" un romanzetto d'appendice... :D

Ciao :wave:
Mauro

anghiarino
Snorkel
Snorkel
Messaggi: 120
Iscritto il: sabato 29 dicembre 2012, 14:22
La mia penna preferita: Pelikan M205
Il mio inchiostro preferito: Pelikan 4001 Royal blue
Misura preferita del pennino: Extra Fine
Località: Anghiari
Sesso:

Sailor Sapporo slim

Messaggio da anghiarino » mercoledì 10 ottobre 2018, 14:32

shinken ha scritto:
mercoledì 10 ottobre 2018, 13:18
Sa Sailor è una penna per scrivere veloce, niente flessibile, solo tanta comodità se devi riempire millanta pagine di roba a mano.
Sotto i 100 euro potrebbe essere adatta a te una pilot 74 SF, tra l' altro l' SF è un tratto abbastanza visibile sicuramente più della HF della Sailor.
Però se tra le tue necessità c'è anche un tratto di un certo peso un SFM e SM (dove la S stà per soft...)
pagina pilot originale ma si capisce http://www.pilot.co.jp/products/pen/fou ... /custom74/
La Sailor è un amore di penna, ma se non ti ci trovi non ci si può fare nulla, vendita, qualcuno disposto ad adottarla lo trovi.
Non c'entra nulla ma io e la mia Sailor pro gear abbiamo appena fatto 2 anni :lol:

Ps
Se vuoi avventurarti sun un flessible un pò più flessible sempre in casa Pilot http://www.pilot.co.jp/products/pen/fou ... custom742/ il pennino FA. Qui però i prezzi salgono perchè questo pennino non è montato sulle Pilot custom 74 ma solo dalle più prestigiose 742. Magari l' FA è meno adatto a prendere appunti in corsa..
per cortesia, potrei avere spiegazioni sulle caratteristiche del pennino SF ? grazie 1000

gionni
Pulsante di Fondo
Pulsante di Fondo
Messaggi: 343
Iscritto il: venerdì 3 febbraio 2017, 16:32
La mia penna preferita: Aurora 88K
Il mio inchiostro preferito: Pelikan 4001
Misura preferita del pennino: Fine
Località: Torino
Sesso:

Sailor Sapporo slim

Messaggio da gionni » mercoledì 10 ottobre 2018, 15:00

Grazie shinken per le utili informazioni.
Riguardo alla mia Sapporo, che è ancora sotto valutazione da parte mia, comunque ho trovato chi l'ha adottata: mia figli giusto per prendere appunti, visto che scrive piccolo e l'F rigido per questo uso è l'ideale.

Ciao.
Gionni

Orlandoemme
Artista
Artista
Messaggi: 1073
Iscritto il: mercoledì 19 febbraio 2014, 19:35
La mia penna preferita: Sailor 1911 naginata togi 21kt
Il mio inchiostro preferito: Sailor Sei Boku blu nero
Fp.it 霊気: 011
Fp.it Vera: 011
Località: Roma
Sesso:

Sailor Sapporo slim

Messaggio da Orlandoemme » mercoledì 10 ottobre 2018, 15:31

Come già ti è stato riferito dagli esimi colleghi è una penna la cui rigidità dei pennini è famosa, tant'è che marchiano la gradazione con H-F o M dove H sta per Hard.
E ho detto tutto.
Vedrai che la durezza del pennino non pregiudica minimamente la scorrevolezza nello scrivere, ma vedi prenderci un pò la mano.
Tolto ciò a mio modestissimissimo parere hai acquistato la penna - per quel pennino - con il miglior rapporto qualità prezzo.
Complimenti!
O.
Orlando
-----
T'insegneranno a non splendere. E TU SPLENDI, invece.
P.P.Pasolini

Avatar utente
shinken
Levetta
Levetta
Messaggi: 706
Iscritto il: sabato 26 marzo 2016, 20:42
La mia penna preferita: Sailor GT EF, PilotCustom 74SF
Il mio inchiostro preferito: Diamine Midnight, 朝顔
Misura preferita del pennino: Extra Fine
Località: Genova
Sesso:
Contatta:

Sailor Sapporo slim

Messaggio da shinken » mercoledì 10 ottobre 2018, 16:00

gionni ha scritto:
mercoledì 10 ottobre 2018, 15:00
Grazie shinken per le utili informazioni.
Riguardo alla mia Sapporo, che è ancora sotto valutazione da parte mia, comunque ho trovato chi l'ha adottata: mia figli giusto per prendere appunti, visto che scrive piccolo e l'F rigido per questo uso è l'ideale.

Ciao.
Gionni
Premetto che condivido le considerazioni di Orlandoemme, aggiungo che una penna nuova richiede un mese o 2 di rodaggio, per rispondere alla tua domanda ecco un filmato di Marco Chiari sulla Pilot Custom 74 SF
https://www.youtube.com/watch?v=Xf6z_VWEvyI
Luigi, tabaccaio in Genova.
Quarantadue è la risposta!

Avatar utente
shinken
Levetta
Levetta
Messaggi: 706
Iscritto il: sabato 26 marzo 2016, 20:42
La mia penna preferita: Sailor GT EF, PilotCustom 74SF
Il mio inchiostro preferito: Diamine Midnight, 朝顔
Misura preferita del pennino: Extra Fine
Località: Genova
Sesso:
Contatta:

Sailor Sapporo slim

Messaggio da shinken » mercoledì 10 ottobre 2018, 16:02

gionni ha scritto:
mercoledì 10 ottobre 2018, 15:00
ho trovato chi l'ha adottata: mia figli giusto per prendere appunti
Il fenomeno delle adozioni in famiglia penso potrebbe originare una discussione secolare.
Mia moglie ha addottato la mia Pilot Elité EF vintage..... :lol:
Luigi, tabaccaio in Genova.
Quarantadue è la risposta!

gionni
Pulsante di Fondo
Pulsante di Fondo
Messaggi: 343
Iscritto il: venerdì 3 febbraio 2017, 16:32
La mia penna preferita: Aurora 88K
Il mio inchiostro preferito: Pelikan 4001
Misura preferita del pennino: Fine
Località: Torino
Sesso:

Sailor Sapporo slim

Messaggio da gionni » mercoledì 10 ottobre 2018, 16:57

[/quote]
.. aggiungo che una penna nuova richiede un mese o 2 di rodaggio [/quote]

Giusto! In effetti non sono abituato a usare penne nuove: tutte quelle che ho sono usate o vintage, eccetto questa Sailor e una Visconti Rembrandt, che è andata da subito bene.

Rispondi