The Summit Pen

Le recensioni: impressioni d'uso e valutazioni direttamente dagli utenti
Rispondi
A Casirati
Crescent Filler
Crescent Filler
Messaggi: 1158
Iscritto il: giovedì 23 agosto 2012, 16:39
La mia penna preferita: Summit S. 175 mk1, 1930s
Il mio inchiostro preferito: Pelikan 4001 nero
Misura preferita del pennino: Stub
FountainPen.it 500 Forum n.: 005
Sesso:

The Summit Pen

Messaggio da A Casirati » domenica 9 settembre 2018, 16:12

SDC16978.JPG
1926
Nel Regno Unito viene introdotta la pensione di vecchiaia, erogabile dai 65 anni d’età.
In Italia nasce l’Istat, Istituto Nazionale di Statistica.
Vengono inaugurate le famose cabine telefoniche inglesi, ancora oggi uno degli oggetti-simbolo britannici.
800px-Red_telephone_box,_St_Paul's_Cathedral,_London,_England,_GB,_IMG_5182_edit.jpg
La famosa cabina telefonica inglese
Nasce Elizabeth Windsor, oggi meglio conosciuta come Elisabetta II, Regina del Regno Unito.
Winston Churchill, da Cancelliere dello Scacchiere, nega che “le fondamenta del commercio e della grandezza industriale britanniche siano state indebolite, che la resistenza del nostro popolo sia stata compromessa, che i nostri uomini siano ammutinati e pigri, che i nostri datori di lavoro siano indolenti ". Nel 1940, sotto la minaccia dello strapotere nazista, la storia gli darà ragione.
All’età di soli 31 anni, muore l’attore Rodolfo Valentino.
Rodolfo-valentino.jpg
Rodolfo Valentino
Germania ed Unione Sovietica si promettono reciproca neutralità.
Sale al trono l’imperatore giapponese Hirohito.

SDC16959.JPG
Fu questo l’anno nel quale il gruppo di Liverpool composto da Lang Pen Co. Ltd. e Curzons Ltd. acquistò il marchio “Summit” da James Dixon Ltd., una piccola società produttrice di ottime stilografiche insediata a Southport, a pochi chilometri da Liverpool. Fra le penne testimoni del passaggio del marchio c’è anche quella che vedete, che, prodotta entro il 1926, venne probabilmente venduta nello stesso anno o in quello successivo.
L’acquisto fu in verità una semplice cessione da parte di Dixon, che precedentemente, già in difficoltà finanziarie, aveva ottenuto da Lang un prestito e che, non avendo potuto superare la crisi ed avendo deciso di chiudere i battenti, offrì al proprio creditore il ripianamento del debito mediante la cessione del marchio e di un lotto di penne già pronte, che vennero immesse sul mercato da Curzons, che si limitò a sovrapporre una propria incisione sul corpo a quella già praticata da Dixon.
SDC16952.JPG
Una soluzione spartana, oggi impensabile, ma che evidentemente allora funzionò.

Si tratta di una penna in ebanite nera cesellata, che ha sostenuto bene il test degli anni.
La produzione Dixon non è dimostrata solo dall’incisione sul corpo, ma anche da questa immagine, relativa alla scatola che Dixon scelse per questo modello:
Summit pen n. 2 box by J Dixon.png
nella quale si possono agevolmente notare anche diversi particolari, dall’assenza della veretta sul cappuccio, sostituita da una semplice incisione, al quadrifoglio impresso sulla parte tonda della levetta, alla cesellatura a festoni.

Direttamente di produzione Lang il pennino, nella classica configurazione ante 1935.
SDC16942.JPG
Ecco le caratteristiche principali della penna:
- pennino: oro 14k (5,5 x 22,9 mm)
- lunghezza chiusa: 139 mm
- lunghezza aperta: 129 mm
- lunghezza aperta con cappuccio calzato: 167,5 mm
- lunghezza della leva: 23 mm
- diametro del fusto: 11,3 mm
- diametro del cappuccio: 12,7 mm
- diametro medio della sezione: 8,5 mm
- peso (scarica): 13 gr
- peso del cappuccio: 4 gr.

Il cappuccio è dotato di quattro fori d’aereazione in posizione simmetrica e si avvita sul corpo in tre quarti di giro. La levetta è montata all’interno di una scatola metallica, inserita nel corpo: una soluzione scelta da Dixon, che Lang non adotterà quasi mai.
SDC16958.JPG
Il fondo del corpo riporta la lettera maiuscola “I”. Azzardo l’ipotesi che distinguesse la prima versione del modello Summit nell’ambito della produzione Dixon (per una recensione della seconda versione : http://forum.fountainpen.it/viewtopic.p ... 79#p135995)
La piacevole svasatura della sezione e l’ottimo bilanciamento, anche con cappuccio calzato, rendono la scrittura piacevole, anche grazie al molleggio del pennino, e le dimensioni della penna la rendono adatta anche a mani grandi.
SDC16966.JPG
In linea generale, si tratta di una stilografica molto ben fabbricata, elegante e sobria, in grado di dare anche oggi molte soddisfazioni.
Un’altra testimone silenziosa del periodo fra le due guerre mondiali, non poi così lontano e che, pur drammatico, affascina ancora, per lo stile e l’eleganza che seppe esprimere in tutti i campi: da quello del vestire alle auto, dall’architettura all’arredamento.
maxresdefault.jpg
Alfa Romeo 8c 2900b
Ultima modifica di A Casirati il domenica 9 settembre 2018, 18:28, modificato 2 volte in totale.
Alberto Casirati
"Just my two pence, of course"

Avatar utente
ASTROLUX
Vacumatic
Vacumatic
Messaggi: 919
Iscritto il: sabato 21 aprile 2018, 12:18
La mia penna preferita: La prossima
Il mio inchiostro preferito: Il prossimo
Località: Napoli
Sesso:

The Summit Pen

Messaggio da ASTROLUX » domenica 9 settembre 2018, 17:56

Bellissimo post. E' sempre un piacere leggerti.
:clap:

diegok54
Touchdown
Touchdown
Messaggi: 70
Iscritto il: sabato 16 giugno 2018, 15:22
La mia penna preferita: Pelikan M205
Il mio inchiostro preferito: P. Edelstein Onyx
Misura preferita del pennino: Fine
Località: Segrate (MI)
Sesso:

The Summit Pen

Messaggio da diegok54 » domenica 9 settembre 2018, 23:36

“Un’altra testimone silenziosa del periodo fra le due guerre mondiali, non poi così lontano e che, pur drammatico, affascina ancora, per lo stile e l’eleganza che seppe esprimere in tutti i campi: da quello del vestire alle auto, dall’architettura all’arredamento.”

Fascino che ci presenti intatto, grazie alla tua passione per questo marchio, che prima non conoscevo
:clap: :thumbup: :wave:

Avatar utente
Syrok
Levetta
Levetta
Messaggi: 650
Iscritto il: domenica 28 giugno 2015, 23:19
La mia penna preferita: Seilor ecoule nera glitterata
Il mio inchiostro preferito: Seilor gentle ink blu/black
Misura preferita del pennino: Fine
Località: Alba (CN)
Sesso:

The Summit Pen

Messaggio da Syrok » lunedì 10 settembre 2018, 0:05

Confermo anche io che Alberto con le sue recensioni e le sue penne è capace di portarci indietro nel tempo come neanche Ritorno al futuro riusciva a fare.
Complimenti, quindi immagino che l'altra recensita sia una versione 2 rispetto a questa o sbaglio?
Alcune volte vinci, tutte le altre volte impari
(poverbio giapponese)
Alessandro
Immagine

A Casirati
Crescent Filler
Crescent Filler
Messaggi: 1158
Iscritto il: giovedì 23 agosto 2012, 16:39
La mia penna preferita: Summit S. 175 mk1, 1930s
Il mio inchiostro preferito: Pelikan 4001 nero
Misura preferita del pennino: Stub
FountainPen.it 500 Forum n.: 005
Sesso:

The Summit Pen

Messaggio da A Casirati » lunedì 10 settembre 2018, 6:49

Grazie a tutti per le parole gentili.
Sì, l'altra che ho recensito è la seconda variante, anch'essa prodotta da J. Dixon Ltd.
Alberto Casirati
"Just my two pence, of course"

Avatar utente
maxpop 55
Tecnico
Tecnico
Messaggi: 9751
Iscritto il: venerdì 17 agosto 2012, 19:24
La mia penna preferita: perché una sola?
Il mio inchiostro preferito: Aurora BlacK
Misura preferita del pennino: Medio
FountainPen.it 500 Forum n.: 029
Fp.it ℵ: 016
Fp.it 霊気: 009
Fp.it Vera: 107
Località: Portici (NA)
Sesso:

The Summit Pen

Messaggio da maxpop 55 » martedì 11 settembre 2018, 11:46

Bellissima recensione, e grande penna. :clap: :sick:
Il valore di una stilografica non dipende dal costo, ma dal valore che noi le diamo.

Avatar utente
efreddi
Pulsante di Fondo
Pulsante di Fondo
Messaggi: 318
Iscritto il: giovedì 15 settembre 2016, 11:25
Sesso:

The Summit Pen

Messaggio da efreddi » martedì 11 settembre 2018, 12:02

Esterno anche io la mia gratitudine per questa bella recensione!
Ciao
Elia
----------------------------

Avatar utente
francoiacc
Pulsante di Fondo
Pulsante di Fondo
Messaggi: 476
Iscritto il: martedì 19 dicembre 2017, 23:29
La mia penna preferita: OMAS Extra Arco Brown
Il mio inchiostro preferito: P.W. Akkerman #5 Shocking Blue
Misura preferita del pennino: Medio
Località: Capitale del Regno delle Due Sicilie
Sesso:

The Summit Pen

Messaggio da francoiacc » martedì 11 settembre 2018, 14:03

La penna è molto bella.... ma quella 8c :clap: :clap: :clap:
Francesco

"E' sempre meglio vivere di rimorsi che di rimpianti"

A Casirati
Crescent Filler
Crescent Filler
Messaggi: 1158
Iscritto il: giovedì 23 agosto 2012, 16:39
La mia penna preferita: Summit S. 175 mk1, 1930s
Il mio inchiostro preferito: Pelikan 4001 nero
Misura preferita del pennino: Stub
FountainPen.it 500 Forum n.: 005
Sesso:

The Summit Pen

Messaggio da A Casirati » martedì 11 settembre 2018, 14:51

Grazie a tutti!
Alberto Casirati
"Just my two pence, of course"

Avatar utente
ASTROLUX
Vacumatic
Vacumatic
Messaggi: 919
Iscritto il: sabato 21 aprile 2018, 12:18
La mia penna preferita: La prossima
Il mio inchiostro preferito: Il prossimo
Località: Napoli
Sesso:

The Summit Pen

Messaggio da ASTROLUX » martedì 11 settembre 2018, 20:48

Il penny nella prima foto non è coevo...è del '37. :mrgreen:

A Casirati
Crescent Filler
Crescent Filler
Messaggi: 1158
Iscritto il: giovedì 23 agosto 2012, 16:39
La mia penna preferita: Summit S. 175 mk1, 1930s
Il mio inchiostro preferito: Pelikan 4001 nero
Misura preferita del pennino: Stub
FountainPen.it 500 Forum n.: 005
Sesso:

The Summit Pen

Messaggio da A Casirati » martedì 11 settembre 2018, 23:13

ASTROLUX ha scritto:
martedì 11 settembre 2018, 20:48
Il penny nella prima foto non è coevo...è del '37. :mrgreen:
Vero... :D Ma la penna sopravvive anche oggi!
FB_IMG_15346844102070049.jpg
Alberto Casirati
"Just my two pence, of course"

Rispondi