Un Cigno regale

Le recensioni: impressioni d'uso e valutazioni direttamente dagli utenti
Rispondi
A Casirati
Crescent Filler
Crescent Filler
Messaggi: 1158
Iscritto il: giovedì 23 agosto 2012, 16:39
La mia penna preferita: Summit S. 175 mk1, 1930s
Il mio inchiostro preferito: Pelikan 4001 nero
Misura preferita del pennino: Stub
FountainPen.it 500 Forum n.: 005
Sesso:

Un Cigno regale

Messaggio da A Casirati » mercoledì 21 marzo 2018, 9:58

Swan 300.JPG
Swan è senza dubbio uno dei marchi più conosciuti nell’universo delle stilografiche storiche, ed a buon diritto. Le penne prodotte da Mabie Todd & Co. Ltd e commercializzate sotto questo marchio sono fra le migliori del loro periodo: eleganti e raffinate, non temevano confronti neppure sotto il profilo qualitativo.
La stilografica che vi presento oggi è una Swan 300 con caricamento a contagocce, prodotta, secondo gli studi di Stephen Hull, Jim Marshall, Laurence Oldfield e Paul Leclerq, fra il 1910 ed il 1920. Si tratta, dunque, di uno strumento di scrittura centenario, ancora in ottima forma, utilizzato senza dubbio per molto tempo, ma con tatto ed attenzione.
Swan 300 open.JPG
Swan 300 nib.JPG
La particolarità di questa stilografica risiede soprattutto sia nelle due bande d’oro a 18 carati, impreziosite da un piacevole motivo Liberty e caratteristiche della versione di lusso, sia nel pennino, del tipo “Posting”, realizzato per consentire una scrittura veloce, con tratto fine, e che non costringesse all’uso della carta assorbente.
5.jpg
La prova di scrittura, realizzata con inchiostro Pelikan 4001 nero, conferma che queste caratteristiche sono ben presenti ancora oggi:
SDC16562.JPG
L’architettura della stilografica è molto semplice, trattandosi di una “eyedropper”: il corpo funge da serbatoio ed il gruppo si monta avvitandolo. Nonostante l’età, la penna non perde inchiostro neppure quando utilizzata senza particolari accorgimenti e per lungo tempo. Mi ha servito tranquillamente in ufficio per molto tempo.

Ho avuto la fortuna di acquisire questo esemplare completo di scatola
SDC16292.JPG
SDC16295.JPG
sul fondo della quale, dettaglio molto interessante, è riportato il nome del proprietario: H. Fenton, residente al n. 10 di Ivy Cottages a Spotland, nel distretto di Rochdale, nella Contea del Great Manchester, in Inghilterra:
Rochdale Yorkshire Street.jpg
Chissà se il Sig. “H.” era un parente di Roger Fenton, considerato il primo fotografo di guerra e nato proprio a Rochdale il 20 Marzo 1819:
Roger_Fenton_self.jpg
Roger_Fenton_self.jpg (19.67 KiB) Visto 484 volte
Certamente, il precedente propietario di questa bellissima penna doveva essere una persona attenta e con gusti raffinati, se la utilizzò per lungo tempo consegnandola ai posteri in condizioni tanto buone.

Ma ecco le caratteristiche principali della stilografica:
- materiale del corpo, del cappuccio e dell’alimentatore: ebanite
- pennino: oro 14 ct, di misura 3
- peso (scaricata): 11 gr
- lunghezza chiusa: 138 mm
- lunghezza aperta senza cappuccio: 128 mm
- lunghezza aperta con cappuccio calzato: 178 mm
- lunghezza del cappuccio: 62,7 mm
- diametro del fusto: 10,3 mm
- diametro medio della sezione: 8,5 mm
- lunghezza della sezione: 22,5 mm

Il cappuccio porta tre fori d’aereazione: due ai lati, in posizione simmetrica ed uno in testa, probabilmente destinato ad evitare l’effetto di risucchiamento durante l’estrazione del cappuccio, che si calza a pressione.

La scrittura è molto piacevole, nonostante il pennino non sia flessibile, e la penna scrive regolarmente ed agevolmente anche in solo base al suo peso.

Un oggetto davvero nobile, nel miglior senso del termine, che ispira atmosfere eleganti e serene, così rare di questi tempi...
Rochdale -residence.jpg
Alberto Casirati
"Just my two pence, of course"

Avatar utente
maxpop 55
Tecnico
Tecnico
Messaggi: 9745
Iscritto il: venerdì 17 agosto 2012, 19:24
La mia penna preferita: perché una sola?
Il mio inchiostro preferito: Aurora BlacK
Misura preferita del pennino: Medio
FountainPen.it 500 Forum n.: 029
Fp.it ℵ: 016
Fp.it 霊気: 009
Fp.it Vera: 107
Località: Portici (NA)
Sesso:

Un Cigno regale

Messaggio da maxpop 55 » mercoledì 21 marzo 2018, 10:20

Molto bella soprattutto per le atmosfere che evoca.
Somiglia molto a quest'anonima.
Allegati
DSCF2041.jpg
DSCF2041.jpg (69.08 KiB) Visto 473 volte
Il valore di una stilografica non dipende dal costo, ma dal valore che noi le diamo.

A Casirati
Crescent Filler
Crescent Filler
Messaggi: 1158
Iscritto il: giovedì 23 agosto 2012, 16:39
La mia penna preferita: Summit S. 175 mk1, 1930s
Il mio inchiostro preferito: Pelikan 4001 nero
Misura preferita del pennino: Stub
FountainPen.it 500 Forum n.: 005
Sesso:

Un Cigno regale

Messaggio da A Casirati » mercoledì 21 marzo 2018, 10:39

Verissimo, Max. In effetti, lo stile delle stilografiche con caricamento a contagocce segue spesso un insieme di canoni abbastanza rigido. Ciononostante, a mio parere, l'eleganza delle Swan rimane insuperata. Ma ovviamente è solo questione di gusti.
La 300 che ho presentato oggi fu accompagnata, nel catalogo Swan, dal modello 320, molto simile ma con bande dorate e liscie anziché d'oro massiccio e decorate:
Allegati
Swan 320 Mid - on book close up.jpg
Swan 320 Mid - open posted.jpg
Alberto Casirati
"Just my two pence, of course"

Avatar utente
maxpop 55
Tecnico
Tecnico
Messaggi: 9745
Iscritto il: venerdì 17 agosto 2012, 19:24
La mia penna preferita: perché una sola?
Il mio inchiostro preferito: Aurora BlacK
Misura preferita del pennino: Medio
FountainPen.it 500 Forum n.: 029
Fp.it ℵ: 016
Fp.it 霊気: 009
Fp.it Vera: 107
Località: Portici (NA)
Sesso:

Un Cigno regale

Messaggio da maxpop 55 » mercoledì 21 marzo 2018, 11:01

La Swan è la Swan, si differenzia da altre dell'epoca in piccoli particolari, che le danno un eleganza unica. :thumbup:
Il valore di una stilografica non dipende dal costo, ma dal valore che noi le diamo.

Avatar utente
Irishtales
Moderatrice
Moderatrice
Messaggi: 8807
Iscritto il: lunedì 5 novembre 2012, 18:34
La mia penna preferita: Wahl-Eversharp Doric
Il mio inchiostro preferito: Levenger - Forest
Misura preferita del pennino: Flessibile
FountainPen.it 500 Forum n.: 087
Arte Italiana FP.IT M: 044
Fp.it ℵ: 011
Fp.it 霊気: 018
Fp.it Vera: 033
Sesso:

Un Cigno regale

Messaggio da Irishtales » mercoledì 21 marzo 2018, 11:23

Non posso che concordare, sono penne di insuperata eleganza.
Del resto Alberto ci ha abituati bene! Bellissima recensione come sempre.

Comincio a leggere, con l'intento di dare solo un'occhiata furtiva per poi tornare con calma e tempo sulla recensione. Invece finisce sempre che leggo tutto subito e con attenzione e il tempo si impone da sé!

Notate come non ci sia mai una variazione brusca di diametro lungo il fusto della penna?! Stilografiche nate per scrivere, per facilitare la scrittura e renderla piacevole ed agevole. Funzionalità accuratamente studiata, coronata poi da un'estetica ricercata ma essenziale, sobria, mai troppo appariscente.
"Scrittura e pittura sono le due estremità della stessa arte e la loro realizzazione è identica" - Aforisma di Shitao
Daniela

A Casirati
Crescent Filler
Crescent Filler
Messaggi: 1158
Iscritto il: giovedì 23 agosto 2012, 16:39
La mia penna preferita: Summit S. 175 mk1, 1930s
Il mio inchiostro preferito: Pelikan 4001 nero
Misura preferita del pennino: Stub
FountainPen.it 500 Forum n.: 005
Sesso:

Un Cigno regale

Messaggio da A Casirati » mercoledì 21 marzo 2018, 11:32

Irishtales ha scritto:
mercoledì 21 marzo 2018, 11:23
Notate come non ci sia mai una variazione brusca di diametro lungo il fusto della penna?! Stilografiche nate per scrivere, per facilitare la scrittura e renderla piacevole ed agevole. Funzionalità accuratamente studiata, coronata poi da un'estetica ricercata ma essenziale, sobria, mai troppo appariscente.
Perfetta sintesi, Daniela! E l'uso della penna la conferma appieno. L'ho riposta, per rotazione, diverse volte, ma la nostalgia me la fa sempre ripescare.
Alberto Casirati
"Just my two pence, of course"

Avatar utente
Ottorino
Tecnico - Moderatore
Tecnico - Moderatore
Messaggi: 7241
Iscritto il: lunedì 24 novembre 2008, 9:21
La mia penna preferita: Doric donatami da Fab66
Il mio inchiostro preferito: colorato brillante o neronero
Misura preferita del pennino: Stub
FountainPen.it 500 Forum n.: 096
Fp.it ℵ: 022
Fp.it 霊気: 022
Località: Firenze
Sesso:

Un Cigno regale

Messaggio da Ottorino » mercoledì 21 marzo 2018, 13:14

Irishtales ha scritto:
mercoledì 21 marzo 2018, 11:23
Notate come non ci sia mai una variazione brusca di diametro lungo il fusto della penna?!
Che vuoi dire ? Una cosa così ?
C'è rimedio ? Perché preoccuparsi ? Non c'è rimedio ? Perché preoccuparsi ?

Avatar utente
Irishtales
Moderatrice
Moderatrice
Messaggi: 8807
Iscritto il: lunedì 5 novembre 2012, 18:34
La mia penna preferita: Wahl-Eversharp Doric
Il mio inchiostro preferito: Levenger - Forest
Misura preferita del pennino: Flessibile
FountainPen.it 500 Forum n.: 087
Arte Italiana FP.IT M: 044
Fp.it ℵ: 011
Fp.it 霊気: 018
Fp.it Vera: 033
Sesso:

Un Cigno regale

Messaggio da Irishtales » mercoledì 21 marzo 2018, 14:10

Esattamente. Ormai si scrive a mano poco o nulla e raramente per vera necessità. Perciò ci sono aspetti che contano sempre un po' di più rispetto all'ergonomia dello strumento da scrittura. Ma allora era tutto diverso e la progettazione di una penna doveva obbligatoriamente passare per i canoni della funzionalità, dell'ergonomia, della praticità.

Non credo sia un caso se continuiamo ad usare ed apprezzare le stilografiche vintage senza limitarci a collezionarle, nonostante la loro età, la rarità e i materiali spesso preziosi, rendano talune penne quasi un pezzo unico al mondo.
"Scrittura e pittura sono le due estremità della stessa arte e la loro realizzazione è identica" - Aforisma di Shitao
Daniela

Avatar utente
piccardi
Fp.it Admin
Fp.it Admin
Messaggi: 10234
Iscritto il: domenica 23 novembre 2008, 18:17
La mia penna preferita: Troppe...
Misura preferita del pennino: Extra Fine
FountainPen.it 500 Forum n.: 001
Arte Italiana FP.IT M: 001
Fp.it ℵ: 001
Fp.it 霊気: 001
Località: Firenze
Sesso:
Contatta:

Un Cigno regale

Messaggio da piccardi » mercoledì 21 marzo 2018, 21:46

Complimenti per la bellissima penna e l'altrettanto bella presentazione, ha una semplicità ed eleganza straordinarie.

Simone
Questo è un forum in italiano, per pietà evitiamo certi obbrobri linguistici:
viewtopic.php?f=19&t=3123
e per aiutare chi non trova un termine:
viewtopic.php?f=19&t=1758

Rispondi