Pelikan M600 nero/verde pennino F

Le recensioni: impressioni d'uso e valutazioni direttamente dagli utenti
Avatar utente
XFer
Vacumatic
Vacumatic
Messaggi: 771
Iscritto il: giovedì 22 maggio 2014, 21:35
La mia penna preferita: Montblanc Meisterstuck 146
Il mio inchiostro preferito: Noodler's Borealis Black
Misura preferita del pennino: Fine
Località: Roma
Sesso: Uomo

Pelikan M600 nero/verde pennino F

Messaggio da XFer » giovedì 11 gennaio 2018, 1:36

Ho iniziato ad usare stilografiche Pelikan alle elementari, eoni fa (anni '70: gli pterodattili erano una vista comune guardando fuori dalla finestra, altro che piccioni, cornacchie e pappagalli!).

E' dunque un marchio a cui sono affezionato, anche per l'affidabilità dimostrata negli anni.
Dopo aver acquistato una M150 e una M200, mi era rimasta la voglia di provare modelli più grandi e raffinati; la scelta è caduta su una bella M600 nel colore, per me classico, nero/verde.
Ho scelto un pennino F perché amo i tratti fini e l'F della M200 mi soddisfa perfettamente; vedremo che ho commesso un errore di valutazione.

La penna, almeno secondo me, è decisamente bella, con il fusto semitrasparente e ottime finiture:

Immagine

Immagine

Le dimensioni possono definirsi medie, o forse medio-piccole. La penna è solo leggermente più grande della M200.

Chiusa misura 132 mm; aperta, 123 mm. Con il cappuccio calzato si allunga a 153 mm.
Il diametro del fusto è 12 mm.

Ecco due confronti proprio con la M200:

Immagine

Immagine

Le finiture sono di buon livello; eleganti ma non sfarzose.
Sul cappuccio c'è il famoso logo:

Immagine

Il pennino è in oro 14 carati (585/1000), bicolore, con una decorazione e il logo Pelikan inciso:

Immagine

Le dimensioni del pennino sono ben rapportate al corpo della penna.

Il caricamento a pistone è morbidissimo. E' possibile controllare il livello dell'inchiostro grazie al fusto semitrasparente.

La penna si tiene bene in mano, specie con il cappuccio calzato; è leggera senza però dare un'impressione economica.

Come scrive?
Beh, tutto ruota attorno ad una caratteristica che salta subito all'occhio: il flusso abbondantissimo.
La penna è quasi un innaffiatoio, specie con l'inchiostro molto fluido con cui l'ho caricata (Noodler's Green Marine, di cui trovate la recensione qui: viewtopic.php?f=73&t=15848.
Complice il flusso quasi esagerato il pennino, pur essendo F, ha un tratto decisamente largo.
E' almeno di un grado più largo degli F Pelikan in acciaio, e senz'altro più largo dell'F della mia Montblanc 146.

Ripropongo le prove di scrittura già utilizzate per la recensione dell'inchiostro prima citato:

Immagine

Immagine

Come si vede, il flusso molto abbondante provoca problemi di allargamento del tratto, di spiumaggio e di attraversamento della carta.
Questo riduce la scelta delle carte, che devono essere poco assorbenti, e consiglia l'uso di inchiostri densi.
Di contro, la scorrevolezza è incredibile: sembra di scrivere con il sapone che si usa per le bolle!
Il pennino vola, letteralmente, su qualsiasi carta, rendendo la scrittura molto riposante (anche se più difficile da controllare).

Nessuna falsa partenza neanche dopo qualche minuto senza cappuccio, nessun salto, nessuna incertezza.
Il pennino è piuttosto rigido, ma non preclude una certa variazione di tratto premendo un po'.

In conclusione, una penna bella, elegante ma sobria, ben rifinita; che piacerà senz'altro agli amanti dei flussi molto generosi e dei tratti ben visibili.

Io avrei dovuto scegliere un pennino EF anziché F: sono stato tratto in inganno dalla mia M200 F, che però ha il pennino in acciaio (ho poi saputo che hanno punte più sottili dei pari grado in oro).

Pazienza: vedrò se sostituire il pennino con un EF (ma non costa poco: come metà penna), se puntare su inchiostri molto densi (esiste un verde scuro molto denso, a proposito?) o se cercare di sfruttare il tratto largo e bagnato per certi impieghi particolari. O venderla e cercare altro... ma mi dispiacerebbe molto perché è una penna bellissima! :)

Fernando

Avatar utente
Monet63
Artista
Artista
Messaggi: 752
Iscritto il: sabato 5 ottobre 2013, 22:34
La mia penna preferita: Delta Goldpen Mezzanotte n°52
Il mio inchiostro preferito: Nero Aurora
Misura preferita del pennino: Fine
Località: Cassino
Sesso: Uomo
Contatta:

Pelikan M600 nero/verde pennino F

Messaggio da Monet63 » giovedì 11 gennaio 2018, 12:37

Tra le mie preferite, ma va saputa domare col giusto inchiostro.
Io, se fossi in te, proverei a farle bere il Pelikan 4001 dark green (da non confondere col brilliant green), che, secondo me, è un inchiostro fuoriclasse proprio per le Pelikan "abbondanti". Anzi, le farei prima una carica di nero brillante, sempre 4001, per vedere di quanto migliora la situazione con un inchiostro un pò più denso, facendomi un'idea abbastanza precisa sull'opportunità di cambiare pennino.
L’opera d’arte è sempre una confessione.
Umberto Saba

Avatar utente
XFer
Vacumatic
Vacumatic
Messaggi: 771
Iscritto il: giovedì 22 maggio 2014, 21:35
La mia penna preferita: Montblanc Meisterstuck 146
Il mio inchiostro preferito: Noodler's Borealis Black
Misura preferita del pennino: Fine
Località: Roma
Sesso: Uomo

Pelikan M600 nero/verde pennino F

Messaggio da XFer » giovedì 11 gennaio 2018, 12:47

Grazie Monet.
Il Dark Green quindi è più denso del Brilliant Green? Lo chiedo perché quest'ultimo l'ho già provato e la situazione purtroppo non migliora. :|
Devo senz'altro provare anche il Brilliant Black, che è il più denso che ho. Mi scoccia un po' perché poi ci vuole tanto a togliere l'ombra scura dai colori successivi.

Avatar utente
Monet63
Artista
Artista
Messaggi: 752
Iscritto il: sabato 5 ottobre 2013, 22:34
La mia penna preferita: Delta Goldpen Mezzanotte n°52
Il mio inchiostro preferito: Nero Aurora
Misura preferita del pennino: Fine
Località: Cassino
Sesso: Uomo
Contatta:

Pelikan M600 nero/verde pennino F

Messaggio da Monet63 » giovedì 11 gennaio 2018, 17:01

Non è che sia più denso, o almeno non mi pare. Di certo nella mia Talentum ha attenuato visibilmente la tendenza a metter giù quantità mostruose di inchiostro, con conseguente assottigliamento di tratto, che ho quantificato in una misura scarsa (o mezza misura abbondante). Il costo basso di una boccetta di 4001 rende la prova fattibile. Oltretutto è un bel verde, più scuro e meno brillante del brilliant green, che puoi comunque usare (io amo aggiungerci qualche goccia di nero 4001 per "rinforzarlo"), specialmente se ami i verdi.
Proverei anche una carta non porosa, come Fabriano Ecoqua o anche Rhodia (se piace il genere). Esistono carte talmente inadatte da poter allargare anche il tratto EF di una Sailor. Ricordati che si tratta di trovare l'equilibrio giusto tra penna-inchiostro-carta. Tu parti svantaggiato con una penna abbondante di suo, e quindi non potrai fare miracoli.
L’opera d’arte è sempre una confessione.
Umberto Saba

Avatar utente
XFer
Vacumatic
Vacumatic
Messaggi: 771
Iscritto il: giovedì 22 maggio 2014, 21:35
La mia penna preferita: Montblanc Meisterstuck 146
Il mio inchiostro preferito: Noodler's Borealis Black
Misura preferita del pennino: Fine
Località: Roma
Sesso: Uomo

Pelikan M600 nero/verde pennino F

Messaggio da XFer » giovedì 11 gennaio 2018, 17:06

Ottimo, è una prova da fare, non conoscevo il Dark Green e un verde in più non mi dispiace di sicuro.
Per inciso anche io ho una Talentum che si crede un idrante...!

Avatar utente
Monet63
Artista
Artista
Messaggi: 752
Iscritto il: sabato 5 ottobre 2013, 22:34
La mia penna preferita: Delta Goldpen Mezzanotte n°52
Il mio inchiostro preferito: Nero Aurora
Misura preferita del pennino: Fine
Località: Cassino
Sesso: Uomo
Contatta:

Pelikan M600 nero/verde pennino F

Messaggio da Monet63 » giovedì 11 gennaio 2018, 17:14

XFer ha scritto:
giovedì 11 gennaio 2018, 17:06
Ottimo, è una prova da fare, non conoscevo il Dark Green e un verde in più non mi dispiace di sicuro.
Per inciso anche io ho una Talentum che si crede un idrante...!
La mia Talentum, oltretutto, ha pennino M, perché quando la presi navigavo ancora e ci facevo le firme. Però con il Waterman Havana modificato (attuale absolute brown) l'avevo messa in riga. :D

edit: a proposito del Dark Green non ho ancora capito se Pelikan vuole usarlo per sostituire il Brilliant green o per affiancarlo. Ieri a Roma mi è stato detto che si tratta di una sostituzione.
L’opera d’arte è sempre una confessione.
Umberto Saba

Avatar utente
XFer
Vacumatic
Vacumatic
Messaggi: 771
Iscritto il: giovedì 22 maggio 2014, 21:35
La mia penna preferita: Montblanc Meisterstuck 146
Il mio inchiostro preferito: Noodler's Borealis Black
Misura preferita del pennino: Fine
Località: Roma
Sesso: Uomo

Pelikan M600 nero/verde pennino F

Messaggio da XFer » giovedì 11 gennaio 2018, 18:34

Monet63 ha scritto:
giovedì 11 gennaio 2018, 17:14
La mia Talentum, oltretutto, ha pennino M
Anche la mia! E' stato un regalo, l'ho tenuta così. Bella penna, per inciso! Solo che ci potrei spegnere il barbecue...
C'è un elenco di inchiostri densi come la melassa, da qualche parte? :)

Avatar utente
maxpop 55
Tecnico
Tecnico
Messaggi: 8874
Iscritto il: venerdì 17 agosto 2012, 19:24
La mia penna preferita: perché una sola?
Il mio inchiostro preferito: Aurora BlacK
Misura preferita del pennino: Medio
FountainPen.it 500 Forum n.: 029
Fp.it ℵ: 016
Fp.it 霊気: 009
Fp.it Vera: 107
Località: Portici (NA)
Sesso: Uomo

Pelikan M600 nero/verde pennino F

Messaggio da maxpop 55 » giovedì 11 gennaio 2018, 19:56

Monet63 ha scritto:
giovedì 11 gennaio 2018, 17:14
.......................
...................... a proposito del Dark Green non ho ancora capito se Pelikan vuole usarlo per sostituire il Brilliant green o per affiancarlo. Ieri a Roma mi è stato detto che si tratta di una sostituzione.
E' la stessa risposta che ho avuto io dalla "Casa della penna" a Napoli
Il valore di una stilografica non dipende dal costo, ma dal valore che noi le diamo.

Avatar utente
Monet63
Artista
Artista
Messaggi: 752
Iscritto il: sabato 5 ottobre 2013, 22:34
La mia penna preferita: Delta Goldpen Mezzanotte n°52
Il mio inchiostro preferito: Nero Aurora
Misura preferita del pennino: Fine
Località: Cassino
Sesso: Uomo
Contatta:

Pelikan M600 nero/verde pennino F

Messaggio da Monet63 » giovedì 11 gennaio 2018, 23:22

maxpop 55 ha scritto:
giovedì 11 gennaio 2018, 19:56
Monet63 ha scritto:
giovedì 11 gennaio 2018, 17:14
.......................
...................... a proposito del Dark Green non ho ancora capito se Pelikan vuole usarlo per sostituire il Brilliant green o per affiancarlo. Ieri a Roma mi è stato detto che si tratta di una sostituzione.
E' la stessa risposta che ho avuto io dalla "Casa della penna" a Napoli
Ottimo. Allora devo prendere un boccetto di Brilliant Green come "memoria storica" prima che sparisca del tutto.
XFer ha scritto:
giovedì 11 gennaio 2018, 18:34
C'è un elenco di inchiostri densi come la melassa, da qualche parte? :)
Ahiahiahi :D
L’opera d’arte è sempre una confessione.
Umberto Saba

Avatar utente
maxpop 55
Tecnico
Tecnico
Messaggi: 8874
Iscritto il: venerdì 17 agosto 2012, 19:24
La mia penna preferita: perché una sola?
Il mio inchiostro preferito: Aurora BlacK
Misura preferita del pennino: Medio
FountainPen.it 500 Forum n.: 029
Fp.it ℵ: 016
Fp.it 霊気: 009
Fp.it Vera: 107
Località: Portici (NA)
Sesso: Uomo

Pelikan M600 nero/verde pennino F

Messaggio da maxpop 55 » giovedì 11 gennaio 2018, 23:28

Monet63 ha scritto:
giovedì 11 gennaio 2018, 23:22

Ottimo. Allora devo prendere un boccetto di Brilliant Green come "memoria storica" prima che sparisca del tutto.

Io purtroppo non sono capace più di trovarlo. :(
Il valore di una stilografica non dipende dal costo, ma dal valore che noi le diamo.

Davidex
Converter
Converter
Messaggi: 3
Iscritto il: lunedì 11 maggio 2015, 22:32
Sesso: Non Specificato

Pelikan M600 nero/verde pennino F

Messaggio da Davidex » venerdì 23 marzo 2018, 14:41

Scrivo qui perchè sono in procinto anch'io dell'acquisto di una M600, quali sono alcuni inchiostri densi che posso provare ad usare per non ritrovarmi con i problemi descritti sopra?

Grazie a chiunque mi voglia dare qualche dritta

Davide

Avatar utente
XFer
Vacumatic
Vacumatic
Messaggi: 771
Iscritto il: giovedì 22 maggio 2014, 21:35
La mia penna preferita: Montblanc Meisterstuck 146
Il mio inchiostro preferito: Noodler's Borealis Black
Misura preferita del pennino: Fine
Località: Roma
Sesso: Uomo

Pelikan M600 nero/verde pennino F

Messaggio da XFer » venerdì 23 marzo 2018, 15:02

Davidex ha scritto:
venerdì 23 marzo 2018, 14:41
quali sono alcuni inchiostri densi che posso provare ad usare
Ecco una lista parziale, basata sulla mia esperienza personale (di alcuni trovi anche le relative recensioni):

Pelikan 4001 Brilliant Black
Pelikan 4001 Blue Black
Lamy Blue Black
R & K Salix
Noodler's Black (bulletproof). Non è "denso" come gli altri ma meglio di tutti gli altri Noodler's che ho provato

Purtroppo non ce n'è nessuno verde (il colore che cercavo io).

Peraltro, nel frattempo ho fatto sostituire il pennino con un EF, e come diceva il mitico Ottorino (che ha SEMPRE ragione! E' una costante universale, come il numero di Avogadro o il Pi Greco) non è cambiato praticamente niente: tratto sempre troppo largo e abbondante. :roll:

Fernando

Avatar utente
MaPe
Crescent Filler
Crescent Filler
Messaggi: 1262
Iscritto il: giovedì 24 marzo 2016, 2:32
La mia penna preferita: un giorno, forse, la troverò
Il mio inchiostro preferito: R&K Sepia
Misura preferita del pennino: Extra Fine
Sesso: Uomo

Pelikan M600 nero/verde pennino F

Messaggio da MaPe » venerdì 23 marzo 2018, 18:34

XFer ha scritto:
venerdì 23 marzo 2018, 15:02
Davidex ha scritto:
venerdì 23 marzo 2018, 14:41
quali sono alcuni inchiostri densi che posso provare ad usare
Ecco una lista parziale, basata sulla mia esperienza personale (di alcuni trovi anche le relative recensioni):

Pelikan 4001 Brilliant Black
Pelikan 4001 Blue Black
Lamy Blue Black
R & K Salix
Noodler's Black (bulletproof). Non è "denso" come gli altri ma meglio di tutti gli altri Noodler's che ho provato

Purtroppo non ce n'è nessuno verde (il colore che cercavo io).

Peraltro, nel frattempo ho fatto sostituire il pennino con un EF, e come diceva il mitico Ottorino (che ha SEMPRE ragione! E' una costante universale, come il numero di Avogadro o il Pi Greco) non è cambiato praticamente niente: tratto sempre troppo largo e abbondante. :roll:

Fernando
L'EF Pelikan ha ben poco di EF (nel vintage però, con un po' di fortuna, si riescono a trovare degli EF [addirittura una volta esisteva anche l'EEF] abbastanza decenti)

In generale gli inchiostri ferrogallici per stilografiche sono abbastanza densi (più che densi li definirei "secchi")
Massimo

Avatar utente
XFer
Vacumatic
Vacumatic
Messaggi: 771
Iscritto il: giovedì 22 maggio 2014, 21:35
La mia penna preferita: Montblanc Meisterstuck 146
Il mio inchiostro preferito: Noodler's Borealis Black
Misura preferita del pennino: Fine
Località: Roma
Sesso: Uomo

Pelikan M600 nero/verde pennino F

Messaggio da XFer » venerdì 23 marzo 2018, 18:56

MaPe ha scritto:
venerdì 23 marzo 2018, 18:34
L'EF Pelikan ha ben poco di EF
Nel mio caso è assolutamente uguale all'F che avevo prima (e che a sua volta pareva un B, neanche un M...). Indistinguibile. Cambia la scritta, perché effettivamente sul pennino c'è inciso EF, ma a parte quello...
In generale gli inchiostri ferrogallici per stilografiche sono abbastanza densi (più che densi li definirei "secchi")
Sì, ma io lo cerco verde, e inchiostri densi/secchi verdi (che siano di provata affidabilità) non ne conosco. :(
Il Pelikan 4001 Dark Green è semi-usabile ma comunque troppo liquido per questa penna. :(

Fernando

Avatar utente
piccardi
Fp.it Admin
Fp.it Admin
Messaggi: 9918
Iscritto il: domenica 23 novembre 2008, 18:17
La mia penna preferita: Troppe...
Misura preferita del pennino: Extra Fine
FountainPen.it 500 Forum n.: 001
Arte Italiana FP.IT M: 001
Fp.it ℵ: 001
Fp.it 霊気: 001
Località: Firenze
Sesso: Uomo
Contatta:

Pelikan M600 nero/verde pennino F

Messaggio da piccardi » sabato 24 marzo 2018, 18:48

XFer ha scritto:
venerdì 23 marzo 2018, 18:56
Nel mio caso è assolutamente uguale all'F che avevo prima (e che a sua volta pareva un B, neanche un M...). Indistinguibile. Cambia la scritta, perché effettivamente sul pennino c'è inciso EF, ma a parte quello...
Temo che se vuoi in fine con la Pelikan o cambi epoca o cambi marca... Se non altro il tuo scrive bene, l'EF che misi io sulla M400 della laurea era una schifezza (grattava da paura), meno male che nel frattempo (ero partito come te con un F e me lo feci cambiare) avevo preso una Pilot e capito dove stava il problema...

Simone
Questo è un forum in italiano, per pietà evitiamo certi obbrobri linguistici:
viewtopic.php?f=19&t=3123
e per aiutare chi non trova un termine:
viewtopic.php?f=19&t=1758

Rispondi