Slim anni 80-90: Parker 95 Flighter

Le recensioni: impressioni d'uso e valutazioni direttamente dagli utenti
Rispondi
Avatar utente
Rosso Corsa
Snorkel
Snorkel
Messaggi: 192
Iscritto il: lunedì 7 maggio 2012, 0:00
La mia penna preferita: Tutte purchè dotate di pennino
Misura preferita del pennino: Fine
FountainPen.it 500 Forum n.: 041
Arte Italiana FP.IT M: 078
Fp.it ℵ: 119
Località: Milano
Sesso: Uomo

Slim anni 80-90: Parker 95 Flighter

Messaggio da Rosso Corsa » domenica 10 dicembre 2017, 23:37

Ho trovato in un mercatino questa stilografica Parker risalente agli ultimi anni 80. Era in una scatola Parker moderna per simulare il fatto che fosse nuova.
Anche se la confezione non era sicuramente quella originale, al lavaggio la penna ha rilasciato solo una minima traccia d'inchiostro dalla sezione, mentre il converter mi sembra non essere mai stato utilizzato. Deduco dal lavaggio che questa Parker, se non nuova, abbia scritto davvero pochissimo.

Il modello 95 rappresenta lo sviluppo della Parker Arrow anni ottanta. Si ha l'impressione che l'evoluzione sia andata verso una maggiore cura dello stile, forse per ottenere un prodotto di fascia un poco più alta.
Ad esempio, la clip della 95 é molto più elegante di quella che equipaggia la Arrow, appare meno "grezza". Le ali della clip, particolarmente pronunciate in entrambi i modelli, sulla 95 non sono lisce ma incise con una fitta serie di linee oblique.
Parker95_Arrow.jpg
Confronto Parker Arrow e 95
La 95 é stata prodotta dal 1988 al 1994 in diverse versioni, da quelle laccate su ottone a quelle placcate in argento e in oro 2 ct. Quella che posseggo appartiene alla grande famiglia delle Parker Flighter, caratterizzate dal fatto di avere fusto e cappuccio in acciaio satinato. E' questo a mio parere uno degli stili più caratteristici delle Parker moderne.
In questo caso clip e anelli a fine cappuccio e fusto sono placcati oro 23 ct., ad evitare la completa uniformità dell'acciaio che spesso caratterizza le Parker di questo periodo. In UK fu comunque prodotta una 95 completamente priva di placcature oro: acciaio uniforme.

La dimensione della stilografica é nella media, circa 132 mm chiusa, e la rende adatta ad ogni scrittore.
Il diametro massimo di circa 9,8 mm conferma lo stile di quegli anni: una stilografica piuttosto sottile, una linea snella e molto pulita.
A mio parere il rapporto tra diametro e lunghezza mantiene delle proporzioni accettabili anche per chi non sia un ammiratore delle penne slim. Siamo abbastanza lontani, ad esempio, dalle proporzioni anoressiche di una Aurora Marco Polo stilo (per non parlare della sfera....).
Parker95_01.jpg
Parker 95 e Aurora Marco Polo - 1
Parker95_02.jpg
Parker 95 e Aurora Marco Polo - 2
Parker95_03.jpg
Parker 95 e Aurora Marco Polo - 3
Parker95_04.jpg
Parker 95 e Aurora Marco Polo - 4
Personalmente apprezzo la pulizia e la semplicità delle forme di questa tipica stilo anni 80-90, per nulla compromesse da alcuni particolari un poco più ricercati come il top di cappuccio e fusto con anelli placcati oro (a doppio diametro sul cappuccio) a circondare un disco in nero lucido.

La chiusura del cappuccio é a pressione, in perfetta coerenza con lo stile del tempo. Il meccanismo di scatto mi pare piuttosto duro, ma comunque accettabile. Forse é un altro indizio del fatto che la mia stilo sia praticamente nuova.

La struttura in acciaio conferisce alla 95 un peso di una certa consistenza, senza però renderla scomoda per utilizzi prolungati. Il peso complessivo (con converter vuoto) é di 19 grammi scarsi, di cui circa 8 dovuti al cappuccio.

L'alimentazione é a converter o cartuccia standard Parker. Devo dire che la cartuccia é molto più comoda in quanto il converter a pompetta non carica una quantità di inchiostro particolarmente elevata. Per lo meno, quando provo ad utilizzarlo io...
Probabilmente ho qualche idiosincrasia con questi sistemi di carica, sarà una mia lacuna ma anche con l'aerometric non mi sono mai sentito a mio agio.

Il pennino é in acciaio placcato oro 23 ct. ed ha una forma abbastanza originale. Mi ricorda da lontano il mitico Triumph, uno dei simboli della Sheaffer, ma la sua parte finale pur essendo a sezione circolare non si chiude completamente.
Scrive in modo piuttosto rigido e non presenta la minima flessibilità, ciò nonostante mi regala una buona sensazione di scrittura grazie all'ottima scorrevolezza.
Il tratto mi pare un tipico F Europeo, anche se dall'ampiezza delle punte avrei pensato si trattasse di un M (non é incisa alcuna scritta ne sul pennino ne sull'alimentatore).

Non riuscendo a vincere la mia naturale pigrizia e volendo mantenere la penna nel suo stato di "probabilmente nuovo" ho provato la scrittura solo per intinzione, quindi non posso dare giudizi sul flusso. Il mio giudizio su pennino e scrittura é comunque ampiamente positivo.

Ecco una semplice prova di scrittura.
Parker95_testWrite_01.JPG
Prova di scrittura
In definitiva, una stilografica di buon livello, prodotta con cura e piacevole sia alla vista che all'uso.

Trovate ulteriori informazioni su questa stilografica in un bell'articolo di Pen Hero a questo indirizzo:
Pen Hero: Parker 95

Ciao, alla prossima! :wave:
Mauro

Avatar utente
didons
Snorkel
Snorkel
Messaggi: 111
Iscritto il: martedì 23 luglio 2013, 13:00
Il mio inchiostro preferito: J. Herbin Perle Noire
Misura preferita del pennino: Extra Fine
Località: Firenze
Sesso: Donna

Slim anni 80-90: Parker 95 Flighter

Messaggio da didons » martedì 12 dicembre 2017, 9:10

Ne ho una in versione laccata marrone dal tratto fine, è stata una delle mie prime penne e ci scrissi tantissimo al liceo, ora è da un po’ che non la uso ma me la ricordo come un’ottima penna.

Avatar utente
Rosso Corsa
Snorkel
Snorkel
Messaggi: 192
Iscritto il: lunedì 7 maggio 2012, 0:00
La mia penna preferita: Tutte purchè dotate di pennino
Misura preferita del pennino: Fine
FountainPen.it 500 Forum n.: 041
Arte Italiana FP.IT M: 078
Fp.it ℵ: 119
Località: Milano
Sesso: Uomo

Slim anni 80-90: Parker 95 Flighter

Messaggio da Rosso Corsa » domenica 17 dicembre 2017, 14:29

Breve commento aggiuntivo a conferma della qualità del pennino. Avevo dimenticato di lavarlo dopo i test di scrittura per intinzione.

A circa una settimana dai test dovevo prendere un paio di appunti e ho utilizzato la 95, ancora abbandonata sulla scrivania.
Tolto il cappuccio, si é messa a scrivere immediatamente con grande scorrevolezza, sfruttando quel poco di inchiostro rimasto tra pennino e sezione dalla settimana scorsa....

Non é certo un prezioso modello da collezione, ma come strumento di scrittura mi pare notevole!

Ciao :wave:
Mauro

Avatar utente
Siberia
Levetta
Levetta
Messaggi: 551
Iscritto il: martedì 10 febbraio 2009, 20:34
La mia penna preferita: La Parker 51?
Il mio inchiostro preferito: Aurora Nero, Pelikan Blu-Black
Misura preferita del pennino: Medio
Località: L'Aquila-Pescara
Sesso: Uomo
Contatta:

Slim anni 80-90: Parker 95 Flighter

Messaggio da Siberia » domenica 17 dicembre 2017, 15:55

A me le slim anni 80 piacciono, così come la forma del pennino della 95. In fondo sono le linee minimaliste che vanno di moda anche oggi, ma non sopporto le placcature dorate! :wave:

ps
Per la forma del pennino della 95, mi viene in mente anche la Waterman Concorde
Luca (renitente alla sfera, sempre)

Avatar utente
Rosso Corsa
Snorkel
Snorkel
Messaggi: 192
Iscritto il: lunedì 7 maggio 2012, 0:00
La mia penna preferita: Tutte purchè dotate di pennino
Misura preferita del pennino: Fine
FountainPen.it 500 Forum n.: 041
Arte Italiana FP.IT M: 078
Fp.it ℵ: 119
Località: Milano
Sesso: Uomo

Slim anni 80-90: Parker 95 Flighter

Messaggio da Rosso Corsa » domenica 17 dicembre 2017, 23:18

Siberia ha scritto:
domenica 17 dicembre 2017, 15:55
....
Per la forma del pennino della 95, mi viene in mente anche la Waterman Concorde
Bellissima la Waterman Concorde!!! :o :o
Non sono ancora riuscito a trovarne una come voglio io, ma appena ci riesco.. vi beccherete un'altra pseudo-recensione delle mie.

Con la Concorde andiamo però ai primi anni 70, lo stile é un poco diverso dalle slim anni 80-90. E anche riguardo al pennino vedo poche analogie con quello della 95.
Parere strettamente personale, ovviamente.

Ma che stile ragazzi!!
WatConcorde.jpg
Sembra che debba .. decollare!
E poi, solo il nome é da brividi per qualunque appassionato di aeronautica....
concorde.jpg
Una leggenda.. volante
Ciao :wave:
Mauro

Avatar utente
Siberia
Levetta
Levetta
Messaggi: 551
Iscritto il: martedì 10 febbraio 2009, 20:34
La mia penna preferita: La Parker 51?
Il mio inchiostro preferito: Aurora Nero, Pelikan Blu-Black
Misura preferita del pennino: Medio
Località: L'Aquila-Pescara
Sesso: Uomo
Contatta:

Slim anni 80-90: Parker 95 Flighter

Messaggio da Siberia » domenica 17 dicembre 2017, 23:32

Si, in effetti, il pennino lo ricordavo male :wtf: . Comunque... sarebbe stato meglio non vedere la Concorde nella foto che hai inserito. Bellissima! La voglio pure io! Se ti capita prendile due al volo :mrgreen:
Ciao Mauro :thumbup:
Luca (renitente alla sfera, sempre)

Rispondi