Pagina 2 di 3

Jinhao 992

Inviato: lunedì 24 giugno 2019, 10:31
da StePen
In cosa si differenzia, costruttivamente e qualitativamente, rispetto alla X750, sempre di Jinhao ?

Jinhao 992

Inviato: lunedì 24 giugno 2019, 10:48
da Rodelinda
StePen ha scritto:
lunedì 24 giugno 2019, 10:31
In cosa si differenzia, costruttivamente e qualitativamente, rispetto alla X750, sempre di Jinhao ?
Pesa meno della metà. Questa è in plastica, la X750 in metallo laccato. Il pennino inoltre è più piccolo, ma l'alimentatore della X750 più efficiente.

Jinhao 992

Inviato: lunedì 24 giugno 2019, 10:55
da StePen
Rodelinda ha scritto:
lunedì 24 giugno 2019, 10:48
StePen ha scritto:
lunedì 24 giugno 2019, 10:31
In cosa si differenzia, costruttivamente e qualitativamente, rispetto alla X750, sempre di Jinhao ?
Pesa meno della metà. Questa è in plastica, la X750 in metallo laccato. Il pennino inoltre è più piccolo, ma l'alimentatore della X750 più efficiente.
Pennino nello stesso materiale per entrambe ?
A livello di scorrevolezza e flusso siamo sullo stesso piano ?

Jinhao 992

Inviato: lunedì 24 giugno 2019, 12:39
da francoiacc
StePen ha scritto:
lunedì 24 giugno 2019, 10:55
Rodelinda ha scritto:
lunedì 24 giugno 2019, 10:48


Pesa meno della metà. Questa è in plastica, la X750 in metallo laccato. Il pennino inoltre è più piccolo, ma l'alimentatore della X750 più efficiente.
Pennino nello stesso materiale per entrambe ?
A livello di scorrevolezza e flusso siamo sullo stesso piano ?
I pennini delle cinesi su questa fascia di prezzo sono tutti in acciaio, per un paio di euro non vedo che altri materiali possano usare.
La scorrevolezza e il flusso è una grande incognita, considera che non esiste QC, quindi se sei fortunato e la penna ha i rebbi allineati il pennino è scorrevole, il flusso è mediamente scarso ma ribadisco che varia molto da un esemplare a un'altro.

Jinhao 992

Inviato: sabato 29 giugno 2019, 15:54
da StePen
Mi par di capire che per avere un QC decente si debba salire un poco di pezzo e andare su marchi tipo Wing Sung (per restare sui prodotti d'importazione).

Vabbè vediamo se per meno di 3.50 con la x750 mi andrà bene.
Che poi è già tanto se mi arriva... :D :D

Jinhao 992

Inviato: sabato 29 giugno 2019, 22:45
da Invernomuto
StePen ha scritto:
sabato 29 giugno 2019, 15:54
Mi par di capire che per avere un QC decente si debba salire un poco di pezzo e andare su marchi tipo Wing Sung (per restare sui prodotti d'importazione).
In generale:
  • Cina e QC fanno a cazzotti, non solo per le stilografiche
  • Non ti aspettare qualità "giapponese" per roba economica
Wing Sung fa penne da 1,60 euro spedite per cui mi sembra un produttore del tutto equivalente a Jinhao

Jinhao 992

Inviato: sabato 29 giugno 2019, 23:40
da DRJEKILL
La 992 ha il tappo a vite,
La d750 tappo a scatto

Jinhao 992

Inviato: domenica 30 giugno 2019, 2:05
da StePen
Invernomuto ha scritto:
sabato 29 giugno 2019, 22:45
StePen ha scritto:
sabato 29 giugno 2019, 15:54
Mi par di capire che per avere un QC decente si debba salire un poco di pezzo e andare su marchi tipo Wing Sung (per restare sui prodotti d'importazione).
In generale:
  • Cina e QC fanno a cazzotti, non solo per le stilografiche
  • Non ti aspettare qualità "giapponese" per roba economica
Wing Sung fa penne da 1,60 euro spedite per cui mi sembra un produttore del tutto equivalente a Jinhao
Sulla Wing Sung 698 I feedback da chi le ha (provate) sono di ben altro livello rispetto a jinhao.
Così come per la Moonman.

E infatti si parla di modelli che costano dai 18 euro in su.

Jinhao 992

Inviato: domenica 30 giugno 2019, 7:43
da jebstuart
Insomma, esiste una relazione diretta tra quel che si paga e quel che si riceve a casa. Come è ovvio.

Io non posseggo penne cinesi, cosí come cerco di evitare di acquistare manufatti di quella provenienza, se sono in grado di accorgermene prima dell'acquisto (e purtroppo non è affatto detto che sia facile farlo).
Le politiche industriali cinesi hanno fatto regredire il mercato a cinquanta e più anni fa in termini di qualità, sicurezza sul lavoro, welfare e quant’altro. Non mi sembra giusto avallarle comprandone i prodotti, anche se comprendo come l’estrema economicità possa indurre talvolta in tentazione.
Ma è una mia solitaria battaglia, e non pretendo di trovare tutti d’accordo sull’argomento :)

Jinhao 992

Inviato: domenica 30 giugno 2019, 11:05
da Pettirosso
Nota: Wing Sung è stata acquisita una paio di anni fa da Hero, e mi pare ne sia diventato il marchio di lusso (sperando che non faccia la stessa fine di Lancia con Fiat :evil: ).
Per quanto riguarda la totale mancanza di QC e quindi l'assoluta aleatorietà delle penne che arrivano concordo perfettamente con Jebstuart.
Fra le cinesi un posto a parte merita Penbbs (le "penne del forum", passatemi l'azzardo): ed infatti il salto di prezzo si nota.
Poi nella fascia di prezzo bassa ci sono le indiane e quelle di derivazione o evoluzione indiana, con il noto sito ora con sede negli USA che ne propone un'ampia scelta, da poche decine a qualche centinaio di €.

Jinhao 992

Inviato: domenica 30 giugno 2019, 14:16
da Monet63
Pettirosso ha scritto:
domenica 30 giugno 2019, 11:05
Nota: Wing Sung è stata acquisita una paio di anni fa da Hero, e mi pare ne sia diventato il marchio di lusso (sperando che non faccia la stessa fine di Lancia con Fiat :evil: ).
Per quanto riguarda la totale mancanza di QC e quindi l'assoluta aleatorietà delle penne che arrivano concordo perfettamente con Jebstuart.
Più che il controllo qualità, il problema in molte Wing Sung attuali è il pennino costruito in materiale non adeguato, per il quale non c'é QC che tenga. Me ne sono capitate due tra le mani, una clone della Prera (ma appena più grande, non so come si chiami) e il pennino si è piegato, alla minima pressione, come fosse prodotto con la latta di una Red Bull, restando in quel modo. Avevo un pennino Pilot recuperato da una MR, e l'ho montato, essendo perfettamente intercambiabili. Ora la penna va benissimo (bella forza, ha un pennino di acciaio firmato Pilot), ma per conto mio dovrebbero rivedere la propria concezione di "lusso".
:wave:

Jinhao 992

Inviato: domenica 30 giugno 2019, 15:27
da Renatobossi
jebstuart ha scritto:
domenica 30 giugno 2019, 7:43
Insomma, esiste una relazione diretta tra quel che si paga e quel che si riceve a casa. Come è ovvio.

Io non posseggo penne cinesi, cosí come cerco di evitare di acquistare manufatti di quella provenienza, se sono in grado di accorgermene prima dell'acquisto (e purtroppo non è affatto detto che sia facile farlo).
Le politiche industriali cinesi hanno fatto regredire il mercato a cinquanta e più anni fa in termini di qualità, sicurezza sul lavoro, welfare e quant’altro. Non mi sembra giusto avallarle comprandone i prodotti, anche se comprendo come l’estrema economicità possa indurre talvolta in tentazione.
Ma è una mia solitaria battaglia, e non pretendo di trovare tutti d’accordo sull’argomento :)
Jebstuart sono con te.
Finché da parte cinese non cambieranno impostazioni e parametri non acquisterò prodotti di tale provenienza.
Mi spiace fra l'altro che la qualità delle proposte di alcuni marchi sia scaduta da quando la produzione delle stesse sia stata dirottata in certi Paesi.

Jinhao 992

Inviato: domenica 30 giugno 2019, 17:59
da jebstuart
Renatobossi ha scritto:
domenica 30 giugno 2019, 15:27
Jebstuart sono con te.
:thumbup:

Purtroppo, almeno in campo stilografico, lo sfizio di vedersi a casa un mazzo di stilografiche al prezzo di una Jotter è una tentazione forte. Poi, e basta leggere il post qui sopra per averne conferma, si scopre che i pochi spiccioli investiti sono destinati alla pattumiera nello spazio di qualche mese.

Mi indigna la tracotanza con cui questo stile produttivo sacrifica tutto, ma proprio tutto, al guadagno.
Oi barbaroi ...

Jinhao 992

Inviato: domenica 30 giugno 2019, 20:22
da Vito68
Mah, leggo recensioni negative della Jinhao 992. Io mi sono trovato benissimo finora. Nessun problema. L'unica cosa che a me piace poco è il pennino F. Non ci sono quelle con il pennino M. Per il resto, comode, leggere, scrivono bene. Sarò stato fortunato, che vi posso dire.

Jinhao 992

Inviato: domenica 30 giugno 2019, 22:13
da Invernomuto
Pettirosso ha scritto:
domenica 30 giugno 2019, 11:05
Poi nella fascia di prezzo bassa ci sono le indiane e quelle di derivazione o evoluzione indiana, con il noto sito ora con sede negli USA che ne propone un'ampia scelta, da poche decine a qualche centinaio di €.
Quale sarebbe il noto sito?