La carica delle cinesi.

Le recensioni: impressioni d'uso e valutazioni direttamente dagli utenti
Avatar utente
Alexander
Stantuffo
Stantuffo
Messaggi: 2606
Iscritto il: sabato 19 novembre 2011, 12:24
La mia penna preferita: Sailor 1911 Standard Black HT
Il mio inchiostro preferito: Diamine Royal Blue
Misura preferita del pennino: Extra Fine
Località: Catania

Re: La carica delle cinesi.

Messaggio da Alexander » domenica 17 giugno 2012, 19:23

Pennini fini ne sanno fare queste Jinhao?
"Ho dei gusti semplicissimi: mi accontento sempre del meglio"
O. Wilde

Avatar utente
Keplero
Touchdown
Touchdown
Messaggi: 73
Iscritto il: mercoledì 26 marzo 2014, 21:01
La mia penna preferita: Pelikan Souveran M400
Il mio inchiostro preferito: Aurora & Pelikan Black
Misura preferita del pennino: Fine
Località: Oltrepò Pavese
Sesso:

La carica delle cinesi.

Messaggio da Keplero » martedì 15 aprile 2014, 21:53

Tempo fa incuriosito da questo vecchio post mi sono comprato una Baoer 501 , bhe è quasi un mese che la uso quotidianamente a lavoro e non ho nulla di che lamentarmi, anzi e considerando che spedita mi è costata meno di dieci euro, bhe come penna da usare in giro va più che bene... la trovo veramente scorrevole, il pennino direi un F abbondante forse, per ora dopo un mese le finiture tengono e anche il converter fa il suo dovere... personalmente da una penna da 6 euro mi aspettavo meno e ne sono piacevolmente sorpreso. :)

Avatar utente
Irishtales
Moderatrice
Moderatrice
Messaggi: 8781
Iscritto il: lunedì 5 novembre 2012, 18:34
La mia penna preferita: Wahl-Eversharp Doric
Il mio inchiostro preferito: Levenger - Forest
Misura preferita del pennino: Flessibile
FountainPen.it 500 Forum n.: 087
Arte Italiana FP.IT M: 044
Fp.it ℵ: 011
Fp.it 霊気: 018
Fp.it Vera: 033
Sesso:

La carica delle cinesi.

Messaggio da Irishtales » mercoledì 16 aprile 2014, 8:43

Da giorni ho un nuovo "muletto" colore ottanio, è una Hero 616 con tappo in metallo ed è molto simile (a prima vista, da lontano, sembra lei!) alla Parker 51. Diciamo una copia quasi esatta. Pesa però di meno. Ha il caricamento aerometrico e un serbatoio ultracapiente. L'ho acquistata leggendo ottime cose su questo modello, e anche se il pennino non è in oro come sull'originale, questo è fine e scorre benissimo. L'anello fra fusto e sezione che sulla P51 è in metallo, qui è trasparente, cosa che permette di tenere d'occhio il livello di inchiostro. La consapevolezza di scrivere con una copia economica di uno dei miei modelli preferiti, lasciando l'originale a casa, mi condizionava all'inizio. Ma ieri, dopo che me l'hanno fatta decollare con atterraggio di fortuna sull'asfalto, e ne è uscita indenne senza una goccia di inchiostro perduto nel tappo e senza danni alla carrozzeria, ho cominciato a guardarla con un rispetto maggiore, che per qualità globale e di scrittura, merita ampiamente.
Il tratto è fine, e per chi ama i tratti sottili come me è perfetto. Inoltre come l'originale, scrive anche con il pennino capovolto, con un tratto sempre scorrevole e ancora più fine. Un muletto di tutto rispetto, adatto anche ai ..."tracciati urbani"!!!
"Scrittura e pittura sono le due estremità della stessa arte e la loro realizzazione è identica" - Aforisma di Shitao
Daniela

Avatar utente
Pettirosso
Crescent Filler
Crescent Filler
Messaggi: 1019
Iscritto il: martedì 6 novembre 2012, 21:54
La mia penna preferita: Aurora, per tradizione
Il mio inchiostro preferito: Aurora blu
Misura preferita del pennino: Fine
Località: Traves (TO)
Sesso:

La carica delle cinesi.

Messaggio da Pettirosso » mercoledì 16 aprile 2014, 8:47

Sul prezzo (Celluloide) un mio amico orefice (ma penso il discorso possa venire generalizzato) mi diceva questo: i cinesi (come gli indiani, ed in generale l'Est asiatico) producono per quello che li paghi: se dai loro pochi Euro ti faranno una stilografica (ma anche un orologio, un monile, e chi più ne ha più ne metta) da pochi euro, perché la loro struttura produttiva lo consente (contrariamente alla nostra); se li paghi di più ti faranno un prodotto più che adeguato alla loro rispettabilissima tradizione culturale ed artigianale (un minimo di storia ci insegna che tantissime cose noi occidentali le abbiamo imparate da loro...).
Il problema è che, qui da noi, si trovano solamente prodotti cinesi di scarsissima qualità, tanto è vero che dire oggi "cinese" equivale più o meno a "scadente" (in tutti i settori).
Io poi non sono mai stato in Cina, e quindi non posso dire che cosa si trovi là.
Personalmente ho qualche stilografica cinese, ma non le uso: troppo pesanti, le ho in un cassetto e non ne compro più
Eccezione: una "Dux" (così è commercializzata"), clone della Parker 51, leggerissima, plasticaccia, assemblaggio più che discutibile, costo un paio di Euro, veramente da battaglia, ma ... ha un pennino favoloso medio/fine, scivola sulla carta, e scrive sempre! Forse ho beccato io l'esemplare fortunato...
Ho anche un paio di Jinhao che si salvano, le cloni della Lamy Safari: ma sono più pesanti dell'originale, ed alla fine costano una decina di Euro, per cui...
Buona giornata a tutti.
Giuseppe.

Avatar utente
courthand
Calligrafo
Calligrafo
Messaggi: 980
Iscritto il: venerdì 28 dicembre 2012, 17:37
La mia penna preferita: cannuccio e pennino
Il mio inchiostro preferito: Higgins Eternal Black
Misura preferita del pennino: Italico
Località: Prato

La carica delle cinesi.

Messaggio da courthand » mercoledì 16 aprile 2014, 10:19

Scusa Daniela ma il "colore ottanio" mi prende in contropiede e mi riporta alla mente il "color cane che scappa"
Bene qui latuit bene vixit

Avatar utente
Irishtales
Moderatrice
Moderatrice
Messaggi: 8781
Iscritto il: lunedì 5 novembre 2012, 18:34
La mia penna preferita: Wahl-Eversharp Doric
Il mio inchiostro preferito: Levenger - Forest
Misura preferita del pennino: Flessibile
FountainPen.it 500 Forum n.: 087
Arte Italiana FP.IT M: 044
Fp.it ℵ: 011
Fp.it 霊気: 018
Fp.it Vera: 033
Sesso:

La carica delle cinesi.

Messaggio da Irishtales » mercoledì 16 aprile 2014, 10:32

courthand ha scritto:Scusa Daniela ma il "colore ottanio" mi prende in contropiede e mi riporta alla mente il "color cane che scappa"
:lol: Hai ragione, ma non volevo usare l'inglese Teal..ottanio è un bel colore composto in parti più o meno variabili da verde, nero e blu. Io preparo un inchiostro color ottanio, che ora è nella penna, composto da Lamy blu, turchese e nero e un po' di verde smeraldo Osmiroid. Molto stabile e bello, ormai me lo preparo da tempo e con questa penna è favoloso. Stesso colore del fusto\sezione.

Ho anche un set calligrafico Hero, penna in plastica color lilla metallizzato ( :sick: ) e tre pennini favolosi. nel blister un mini flacone di inchiostro di marca ignota; colore e odore suggeriscono più che si tratti di un'arma batteriologica. Per dieci euro inclusa la spedizione, se mi lamentassi sarei ingiusta a dir poco.
"Scrittura e pittura sono le due estremità della stessa arte e la loro realizzazione è identica" - Aforisma di Shitao
Daniela

enky
Touchdown
Touchdown
Messaggi: 48
Iscritto il: domenica 30 marzo 2014, 15:56
La mia penna preferita: Mont Blanc 221
Il mio inchiostro preferito: Aurora Black
Misura preferita del pennino: Fine
Località: provincia di Fermo, Marche

La carica delle cinesi.

Messaggio da enky » giovedì 17 aprile 2014, 12:28

e quindi secondo voi se uno volesse provare una penna cinese cosa bisognerebbe cercare?

Non parlo di bidoni da 4 euro che durano il tempo di guardarle, o imitazioni di penne blasonate. Parlo di onesti prodotti cinesi; che costino il giusto ma che facciano capire come sono in grado di lavorare quando non li trattano solo come schiavi!
Mi pare parlavate bene di una certa marca "Duke" dico bene?

Avatar utente
Keplero
Touchdown
Touchdown
Messaggi: 73
Iscritto il: mercoledì 26 marzo 2014, 21:01
La mia penna preferita: Pelikan Souveran M400
Il mio inchiostro preferito: Aurora & Pelikan Black
Misura preferita del pennino: Fine
Località: Oltrepò Pavese
Sesso:

La carica delle cinesi.

Messaggio da Keplero » giovedì 17 aprile 2014, 17:56

Io sono soddisfatto della mia Baoer 501 e mi piacerebbe provare la 302 che non trovo ... la Jinhao presa non male ma il converter di dotazione :-\ metre quello della 501 va bene per ora... un amico ha preso tempo fa una Kaigelu (con simbolo del canguro) e me l'ha prestata ... bella anche lei... volevo comprarla ma non la trovo.
Comunque per esempio la mia Baoer di certo non ha le prestazioni della M400 che uso a casa ma si equivale a mio avviso alla Pelikan P40 che uso in ufficio solo che mi è costata un quinto :-)

enky ha scritto:e quindi secondo voi se uno volesse provare una penna cinese cosa bisognerebbe cercare?

Non parlo di bidoni da 4 euro che durano il tempo di guardarle, o imitazioni di penne blasonate. Parlo di onesti prodotti cinesi; che costino il giusto ma che facciano capire come sono in grado di lavorare quando non li trattano solo come schiavi!
Mi pare parlavate bene di una certa marca "Duke" dico bene?

Avatar utente
Silente
Pulsante di Fondo
Pulsante di Fondo
Messaggi: 418
Iscritto il: mercoledì 10 aprile 2013, 23:55
La mia penna preferita: Pelikan M800/M200
Il mio inchiostro preferito: Quink Parker nero
Misura preferita del pennino: Fine
Arte Italiana FP.IT M: 107
Località: Venezia
Sesso:

La carica delle cinesi.

Messaggio da Silente » martedì 22 aprile 2014, 1:01

Keplero ha scritto:un amico ha preso tempo fa una Kaigelu (con simbolo del canguro) e me l'ha prestata ... bella anche lei... volevo comprarla ma non la trovo.
E' una 316? Se ti interessa, l'ho anche recensita lo scorso anno: viewtopic.php?f=72&t=4021&hilit=+kaigelu
Dopo un po' di rodaggio, la mia scrive bene, tanto che ne ho comprata un'altra (quella più scura) che, dopo il "periodo di prova" ha iniziato a scrivere benone anche lei. Sono un po' pesanti, ma si appoggiano bene all'incavo della mano e non ti stancano, alla fine.
Dove si comprano? Per una cifra variabile tra le 15 e le 20 euro (comprese le spese di spedizione) le trovi in un notissimo sito internazionale di vendita... L'unico neo che ho riscontrato: 20 - 25 giorni di attesa, ma, d'altra parte, la strada che devono percorrere è tanta...
Twice the pride, double the fall [Count Dooku]

Avatar utente
Keplero
Touchdown
Touchdown
Messaggi: 73
Iscritto il: mercoledì 26 marzo 2014, 21:01
La mia penna preferita: Pelikan Souveran M400
Il mio inchiostro preferito: Aurora & Pelikan Black
Misura preferita del pennino: Fine
Località: Oltrepò Pavese
Sesso:

La carica delle cinesi.

Messaggio da Keplero » lunedì 28 aprile 2014, 15:33

Silente ha scritto:
Keplero ha scritto:un amico ha preso tempo fa una Kaigelu (con simbolo del canguro) e me l'ha prestata ... bella anche lei... volevo comprarla ma non la trovo.
E' una 316? Se ti interessa, l'ho anche recensita lo scorso anno: viewtopic.php?f=72&t=4021&hilit=+kaigelu
Dopo un po' di rodaggio, la mia scrive bene, tanto che ne ho comprata un'altra (quella più scura) che, dopo il "periodo di prova" ha iniziato a scrivere benone anche lei. Sono un po' pesanti, ma si appoggiano bene all'incavo della mano e non ti stancano, alla fine.
Dove si comprano? Per una cifra variabile tra le 15 e le 20 euro (comprese le spese di spedizione) le trovi in un notissimo sito internazionale di vendita... L'unico neo che ho riscontrato: 20 - 25 giorni di attesa, ma, d'altra parte, la strada che devono percorrere è tanta...
Letta, bella recensione, anche la mia Baoer devo dire che più scrivo e più va bene, provata sia con il Plikan Nero che con il Nero Aurora ed il converter tiene bene :thumbup: , mentre quello della Jinhao :thumbdown:.
Cavoli io le Kaigelu non le ho trovate e sono finito sulla Baoer ... ricerco meglio.

Kevan
Snorkel
Snorkel
Messaggi: 226
Iscritto il: sabato 27 dicembre 2014, 21:55
Il mio inchiostro preferito: Pilot Namiki Black
Misura preferita del pennino: Fine
Sesso:

Re: La carica delle cinesi.

Messaggio da Kevan » lunedì 25 gennaio 2016, 16:00

come pennino F , che cinese mi consigliate?
scriverò su carte non eccelse quindi che non sia troppo abbondante...

e trovarla a prezzo basso basso, meglio se a pacchi da 2-3 penne..

moonchild96
Snorkel
Snorkel
Messaggi: 156
Iscritto il: lunedì 26 maggio 2014, 23:53
La mia penna preferita: Esterbrook LJ
Il mio inchiostro preferito: Aurora Nero
Misura preferita del pennino: Fine

Re: La carica delle cinesi.

Messaggio da moonchild96 » lunedì 25 gennaio 2016, 20:51

La Hero 9296 ha un pennino fine e un flusso piuttosto controllato: l'unico problema è che ha il pennino carenato e all'inizio dovrai prestare molta attenzione a non far ruotare la penna sull'asse maggiore e capire qual è la giusta angolazione con cui scrivere a colpo d'occhio. Poi ci si fa la mano, comunque ^^

Avatar utente
Rosso Corsa
Snorkel
Snorkel
Messaggi: 235
Iscritto il: lunedì 7 maggio 2012, 0:00
La mia penna preferita: Tutte purchè dotate di pennino
Misura preferita del pennino: Fine
FountainPen.it 500 Forum n.: 041
Arte Italiana FP.IT M: 078
Fp.it ℵ: 119
Località: Milano
Sesso:

Re: La carica delle cinesi.

Messaggio da Rosso Corsa » domenica 31 gennaio 2016, 18:14

Kevan ha scritto:come pennino F , che cinese mi consigliate? ...
Ti consiglierei quello della Jinhao 599, sia nella versione "demonstrator della mutua" in plastica trasparente che in quella in metallo, che ho utilizzato Di recente e con soddisfazione per alcuni cicli di ricariche.

Avevo scritto qualcosa su questi modelli qui: viewtopic.php?f=8&t=9178#p114827

Ciao :wave:
Mauro

Kevan
Snorkel
Snorkel
Messaggi: 226
Iscritto il: sabato 27 dicembre 2014, 21:55
Il mio inchiostro preferito: Pilot Namiki Black
Misura preferita del pennino: Fine
Sesso:

Re: La carica delle cinesi.

Messaggio da Kevan » domenica 31 gennaio 2016, 18:27

Purtroppo la avevo esclusa già per via della sezione triangolare, che odio nella safari che possiedo mio malgrado

Avatar utente
ciro
Siringa Rovesciata
Siringa Rovesciata
Messaggi: 3032
Iscritto il: martedì 7 aprile 2015, 15:12
La mia penna preferita: Montblanc Noblesse VIP
Il mio inchiostro preferito: Quel Montblanc verde
Misura preferita del pennino: Fine
Località: Londra, UK
Sesso:

Re: La carica delle cinesi.

Messaggio da ciro » mercoledì 3 febbraio 2016, 7:01

Se vuoi per forza una cinese le varie hero 616 vanno splendidamente.
Ciro
(Io sono per le firme a colori, sapevatelo!)
“La vita è come una fresella, s'è troppo dura sponzala.”
- Nonna
Immagine

Rispondi