36 Scellini ed 8 pence: la Summit S.175 liscia

Le recensioni: impressioni d'uso e valutazioni direttamente dagli utenti
A Casirati
Crescent Filler
Crescent Filler
Messaggi: 1037
Iscritto il: giovedì 23 agosto 2012, 16:39
La mia penna preferita: Summit S. 175 mk1 1935
Il mio inchiostro preferito: Pelikan 4001 nero
Misura preferita del pennino: Medio
FountainPen.it 500 Forum n.: 005
Sesso: Uomo

36 Scellini ed 8 pence: la Summit S.175 liscia

Messaggio da A Casirati » lunedì 3 ottobre 2016, 8:22

SDC15015.JPG
Mi perdonerete se propongo, per quella che qualcuno potrà forse considerare “l’ennesima volta”, una stilografica britannica degli anni ’30, nera con finiture dorate. Non ci posso fare nulla: le considero le più eleganti e piacevoli, così rappresentative del migliore stile inglese; l’unico, forse, in grado di rivaleggiare in termini di vera eleganza con quello italiano, seppur con molta meno fantasia.
3007C6AC00000578-3394140-image-a-9_1452593066730.jpg
Summit non è uno dei marchi storici più conosciuti, soprattutto fuori dal Regno Unito.
L’azienda, con sede principale e stabilimenti a Liverpool, produceva stilografiche di qualità ottima, ben curate ed in grado di rivaleggiare anche con i prodotti più in vista, come Parker, Shaeffer o Waterman.
Persino quando si trovò a fronteggiare l’avvento della penna a sfera il marchio inglese decise di mantenere i propri standard qualitativi, preferendo chiudere tranquillamente i battenti invece di tentare la via dello svilimento del prodotto.
liverpool-history-l1-overhead-railway-1935.jpg
Negli anni ’30, il modello di punta di Summit era la 175, che nella sua versione più lussuosa, con corpo cesellato in “Eternite” (una variante della celluloide) e pennino grande d’oro a 14 carati, puntava alla clientela più esigente ( https://forum.fountainpen.it/viewtopic.php?t=11292).
Naturalmente, per evidenti economie di scala, la 175 venne prodotta in diverse varianti, anche meno ricercate esteticamente ma sempre molto curate, con pennini di grandezza variabile. L’esemplare che vedete porta ancora gli adesivi originali che caratterizzavano le penne nuove ed è in ottime condizioni.
SDC15013.JPG
Il rivenditore garantisce che questa stilografica fu fabbricata fra il 1935 ed il 1939. Ritengo possibile che sia stata prodotta fra il 1937 ed il 1939, perché porta la veretta dorata sul fondello, usualmente assente fino alla metà degli anni ’30 e molto simile a quella di una Summit 100 del 1937 che mi è capitato d’osservare (l’anno era riportato sulla garanzia originale e mi sembra possa essere considerato un buon elemento di datazione). Lo stesso tipo di veretta posteriore caratterizzava anche alcuni esemplari di 175 in finitura “lucertola” prodotti nello stesso periodo. D’altronde, le variazioni nei dettagli erano davvero numerose. Basti pensare al fatto che non sempre il cappuccio della 175 esibiva due verette alla base: qualche volta ne aveva soltanto una.

Pur prodotto negli anni ’30, l’esemplare oggetto di questa recensione è stato sicuramente commercializzato dopo l’Ottobre 1940. La prova sta nella piccolissima scritta riportata alla base dell’adesivo in coda, che recita “Inc. Pur. Tax”; la “Purchase Tax”, o tassa sull’acquisto, fu introdotta nell’Ottobre 1940 sui beni di lusso, complici anche le necessità belliche.
SDC15001.JPG
Gli adesivi forniscono altre informazioni interessanti sulla penna: la sigla “S.175” dichiara marca e modello, la scritta “medium” definisce ovviamente il tipo di pennino, mentre le cifre “36’ 8“ informano sul costo al dettaglio (36 scellini e 8 pence, equivalenti a circa 104 euro di oggi). E’ evidente che si tratta di un prezzo che rimanda agli anni gloriosi dell’impero britannico, quando una sterlina valeva venti scellini ed uno scellino dodici pence. Ben prima della decimalizzazione della valuta, intervenuta nel 1971.

Noterete che, a differenza del modello di punta, il corpo di questa penna è liscio, il pennino è leggermente più piccolo e la clip è di forme decisamente più semplici. Si tratta di dettagli che parlano di una maggior economicità nella produzione e che rendono questa stilografica meno lussuosa ma adatta ad un pubblico più vasto, portato a spendere meno (anche se non poco) ma desideroso di possedere una penna affidabile, elegante, pratica e d’ottima qualità.
SDC15006.JPG
Ecco le dimensioni principali:
- Lunghezza: 132 mm chiusa, 120 mm aperta,162 mm con il cappuccio calzato;
- diametro del fusto: 13,5 mm
- diametro del cappuccio: da 14 mm a 13 mm;
- diametro medio della sezione: 9 mm;
- lunghezza della sezione: 15 mm.

Il pennino, morbido ma non propriamente flessibile, è un medio tagliato dritto, molto in voga nel Regno Unito in quel periodo storico, per la comodità e la piacevolezza estetica del tratto. La penna si impugna molto bene, grazie anche alla sezione ben svasata, ed è ottimamente bilanciata, confortevole anche con il cappuccio calzato. Ecco una prova di scrittura:
SDC15019.JPG
L’alimentazione a levetta laterale, semplice e pratica, garantisce un’ottima durata nel tempo e ben pochi problemi.
La clip è adeguatamente flessibile e riporta, in bello stile “art deco”, il nome del marchio. Si rimuove facilmente svitandola dalla sua sede metallica, costituita da un anello filettato annegato nella testa del cappuccio. Quest’ultimo si serra in un giro completo. Anche relativamente a questo aspetto ci furono variazioni; posseggo tre S.175 del medesimo periodo e ciascuna di loro serra il cappuccio in modo differente: si va dal giro al giro e tre quarti.
Due i fori d’aereazione sul cappuccio, in posizione simmetrica, che mantengono il pennino al giusto grado d’umidità.
Il corpo riporta la classica scritta Summit degli anni ’30, disposta su tre righe: “SUMMIT - S.175 - made in England”.
SDC14999.JPG
SDC15005.JPG
SDC15005.JPG (61.18 KiB) Visto 754 volte
Nel complesso, si tratta d’una stilografica d’ottimo livello, non solo molto piacevole per la sua eleganza sobria e dignitosa, ma anche in grado di donare tante soddisfazioni in termini di scrittura, anche 80 anni dopo la sua fabbricazione, quando Londra era così...
bank-london-1930s.jpg
bank-london-1930s.jpg (59.69 KiB) Visto 754 volte
E per chi desiderasse godersi un breve filmato coevo: http://www.gettyimages.co.uk/detail/vid ... /594660471
Alberto Casirati
"Just my two pence, of course"

Avatar utente
Irishtales
Moderatrice
Moderatrice
Messaggi: 8660
Iscritto il: lunedì 5 novembre 2012, 18:34
La mia penna preferita: Wahl-Eversharp Doric
Il mio inchiostro preferito: Levenger - Forest
Misura preferita del pennino: Flessibile
FountainPen.it 500 Forum n.: 087
Arte Italiana FP.IT M: 044
Fp.it ℵ: 011
Fp.it 霊気: 018
Fp.it Vera: 033
Sesso: Donna

36 Scellini ed 8 pence: la Summit S.175 liscia

Messaggio da Irishtales » lunedì 3 ottobre 2016, 10:48

Recensione magistrale come sempre :clap:
L'abilità nella ricerca e l'accuratezza nella descrizione della stilografica e del suo contesto storico, aiutano ad apprezzarne ancora di più design ed eleganza. Linee essenziali, sempre attuali, che mantengono immutato il loro fascino nel tempo.
Grazie, Alberto!
"Scrittura e pittura sono le due estremità della stessa arte e la loro realizzazione è identica" - Aforisma di Shitao
Daniela

Avatar utente
Medicus
Crescent Filler
Crescent Filler
Messaggi: 1543
Iscritto il: venerdì 8 novembre 2013, 7:35
La mia penna preferita: Montblanc Le Grand
Il mio inchiostro preferito: Diamine Blue-Black
Misura preferita del pennino: Fine
Fp.it 霊気: 005
Località: Sassari
Sesso: Uomo

36 Scellini ed 8 pence: la Summit S.175 liscia

Messaggio da Medicus » lunedì 3 ottobre 2016, 11:11

Bella recensione e bella penna, complimenti ( lasciando perdere lo "stile inglese", ma queste sono considerazioni personalissime che se dovessero essere scritte susciterei le ire di molti , forse :evil: ).
"Je suis Bartali".
"L' è tutto da rifare"

A Casirati
Crescent Filler
Crescent Filler
Messaggi: 1037
Iscritto il: giovedì 23 agosto 2012, 16:39
La mia penna preferita: Summit S. 175 mk1 1935
Il mio inchiostro preferito: Pelikan 4001 nero
Misura preferita del pennino: Medio
FountainPen.it 500 Forum n.: 005
Sesso: Uomo

36 Scellini ed 8 pence: la Summit S.175 liscia

Messaggio da A Casirati » lunedì 3 ottobre 2016, 11:50

Grazie per i commenti lusinghieri! :D
Per quanto concerne lo "stile inglese", sono stato attento a scrivere "il migliore" stile inglese... :mrgreen:
Ma si tratta di argomento OT... :angel:
Ultima modifica di A Casirati il lunedì 3 ottobre 2016, 12:03, modificato 1 volta in totale.
Alberto Casirati
"Just my two pence, of course"

johnRbray
Touchdown
Touchdown
Messaggi: 97
Iscritto il: martedì 6 settembre 2016, 18:33
Località: VALDICHINA
Sesso: Uomo

36 Scellini ed 8 pence: la Summit S.175 liscia

Messaggio da johnRbray » lunedì 3 ottobre 2016, 11:55

Una penna molto elegante, essenziale che dire! complimenti!
Se posso, dove l'hai trovata?

A Casirati
Crescent Filler
Crescent Filler
Messaggi: 1037
Iscritto il: giovedì 23 agosto 2012, 16:39
La mia penna preferita: Summit S. 175 mk1 1935
Il mio inchiostro preferito: Pelikan 4001 nero
Misura preferita del pennino: Medio
FountainPen.it 500 Forum n.: 005
Sesso: Uomo

36 Scellini ed 8 pence: la Summit S.175 liscia

Messaggio da A Casirati » lunedì 3 ottobre 2016, 12:02

johnRbray ha scritto:Una penna molto elegante, essenziale che dire! complimenti!
Se posso, dove l'hai trovata?
Ciao, grazie per le parole gentili. Ti rispondo mediante messaggio privato. :)
Alberto Casirati
"Just my two pence, of course"

Avatar utente
nacanco
Snorkel
Snorkel
Messaggi: 174
Iscritto il: domenica 22 maggio 2016, 12:06
La mia penna preferita: Perry
Misura preferita del pennino: Fine
Località: Milano
Sesso: Uomo

36 Scellini ed 8 pence: la Summit S.175 liscia

Messaggio da nacanco » lunedì 3 ottobre 2016, 14:33

Grazie per la bella recensione e per avermi fatto conoscere da vicino una bella penna.
Ottime le illustrazioni e anche il testo a corredo.
Mi sono accorto di altre tue recensioni sulla Summit: più tardi le leggerò con calma.
Ciao.
Michele

Avatar utente
Ottorino
Tecnico - Moderatore
Tecnico - Moderatore
Messaggi: 7048
Iscritto il: lunedì 24 novembre 2008, 9:21
La mia penna preferita: Doric donatami da Fab66
Il mio inchiostro preferito: colorato brillante o neronero
Misura preferita del pennino: Stub
FountainPen.it 500 Forum n.: 096
Fp.it ℵ: 022
Fp.it 霊気: 022
Località: Firenze
Sesso: Uomo

36 Scellini ed 8 pence: la Summit S.175 liscia

Messaggio da Ottorino » lunedì 3 ottobre 2016, 14:47

Alberto ? E' sempre un paicere leggere i tuoi interventi. Impareggiabile come sempre nella collocazione temporale
Aggiungo roba. Tempi cupi, purtroppo.

https://it.wikipedia.org/wiki/1937
https://it.wikipedia.org/wiki/1938
https://it.wikipedia.org/wiki/1939
C'è rimedio ? Perché preoccuparsi ? Non c'è rimedio ? Perché preoccuparsi ?

Cex71
Pulsante di Fondo
Pulsante di Fondo
Messaggi: 386
Iscritto il: domenica 12 ottobre 2014, 19:06
La mia penna preferita: wahl eversharp doric
Il mio inchiostro preferito: Aurora black
Misura preferita del pennino: Extra Fine
Fp.it 霊気: 071
Fp.it Vera: 071
Località: Thiene (VI)
Sesso: Uomo

36 Scellini ed 8 pence: la Summit S.175 liscia

Messaggio da Cex71 » lunedì 3 ottobre 2016, 15:03

Grazie Alberto,
Come sempre una recensione molto godibile e perfetta! Un piacere leggerti :clap:
Bella penna, come molte inglesi dell'epoca che, grazie a te, sto scoprendo
Cesare

Avatar utente
ciro
Siringa Rovesciata
Siringa Rovesciata
Messaggi: 3031
Iscritto il: martedì 7 aprile 2015, 15:12
La mia penna preferita: Montblanc Noblesse VIP
Il mio inchiostro preferito: Quel Montblanc verde
Misura preferita del pennino: Fine
Località: Londra, UK
Sesso: Uomo

36 Scellini ed 8 pence: la Summit S.175 liscia

Messaggio da ciro » lunedì 3 ottobre 2016, 15:20

Alberto, grazie per fare il lavoro sporco al posto mio. :lol:

Ieri c'è stato il London Writing instruments and Pen Show e di inglesine me ne son passate davanti davvero tante, tutte molto interessanti anche di colori variopinti.

Grazie per aver presentato quest'altra meraviglia dai domini di sua maestà: dilettevole ed interessante. :)
Ciro
(Io sono per le firme a colori, sapevatelo!)
“La vita è come una fresella, s'è troppo dura sponzala.”
- Nonna
Immagine

johnRbray
Touchdown
Touchdown
Messaggi: 97
Iscritto il: martedì 6 settembre 2016, 18:33
Località: VALDICHINA
Sesso: Uomo

36 Scellini ed 8 pence: la Summit S.175 liscia

Messaggio da johnRbray » lunedì 3 ottobre 2016, 15:52

A Casirati ha scritto:
johnRbray ha scritto:Una penna molto elegante, essenziale che dire! complimenti!
Se posso, dove l'hai trovata?
Ciao, grazie per le parole gentili. Ti rispondo mediante messaggio privato. :)
mille grazie, non posso rispondere con MP ma ho molto apprezzato!
:wave:

muristenes
Vacumatic
Vacumatic
Messaggi: 911
Iscritto il: lunedì 13 maggio 2013, 22:42
La mia penna preferita: Pelikan M215
Il mio inchiostro preferito: Pelikan Edelstein Topaz
Misura preferita del pennino: Fine
Località: Cagliari
Sesso: Non Specificato

36 Scellini ed 8 pence: la Summit S.175 liscia

Messaggio da muristenes » lunedì 3 ottobre 2016, 16:00

Proprio bella, complimenti :thumbup:

Avatar utente
Irishtales
Moderatrice
Moderatrice
Messaggi: 8660
Iscritto il: lunedì 5 novembre 2012, 18:34
La mia penna preferita: Wahl-Eversharp Doric
Il mio inchiostro preferito: Levenger - Forest
Misura preferita del pennino: Flessibile
FountainPen.it 500 Forum n.: 087
Arte Italiana FP.IT M: 044
Fp.it ℵ: 011
Fp.it 霊気: 018
Fp.it Vera: 033
Sesso: Donna

36 Scellini ed 8 pence: la Summit S.175 liscia

Messaggio da Irishtales » lunedì 3 ottobre 2016, 16:07

johnRbray ha scritto:non posso rispondere con MP
Se hai qualche problema con gli MP, segnalalo pure allo Staff :)

Vorrei sottolineare la intrigante prima fotografia, molto evocativa, che sembra raccontare una storia nella storia...
"Scrittura e pittura sono le due estremità della stessa arte e la loro realizzazione è identica" - Aforisma di Shitao
Daniela

A Casirati
Crescent Filler
Crescent Filler
Messaggi: 1037
Iscritto il: giovedì 23 agosto 2012, 16:39
La mia penna preferita: Summit S. 175 mk1 1935
Il mio inchiostro preferito: Pelikan 4001 nero
Misura preferita del pennino: Medio
FountainPen.it 500 Forum n.: 005
Sesso: Uomo

36 Scellini ed 8 pence: la Summit S.175 liscia

Messaggio da A Casirati » lunedì 3 ottobre 2016, 16:58

Grazie a tutti per le parole gentili.
Daniela: nella fotografia d'apertura (grazie per averla apprezzata in modo particolare) sia la scatola Sheffield sia i gemelli in argento e rubini sono coevi. Amo particolarmente questi ultimi.
Alberto Casirati
"Just my two pence, of course"

Avatar utente
lucre
Levetta
Levetta
Messaggi: 502
Iscritto il: lunedì 29 febbraio 2016, 15:10
La mia penna preferita: Una Wahl Doric prima serie
Il mio inchiostro preferito: Pelikan 4001
Misura preferita del pennino: Flessibile
Località: roma
Sesso: Uomo

36 Scellini ed 8 pence: la Summit S.175 liscia

Messaggio da lucre » lunedì 3 ottobre 2016, 18:58

Consentimi di aggiungere a quelli di tutti anche i miei complimenti, penna bellissima ed in grandi condizioni, presentazione interessante e piacevole :clap: Luigi

Rispondi