Non-recensione di una OMAS Extra

Le recensioni: impressioni d'uso e valutazioni direttamente dagli utenti
Avatar utente
francoiacc
Stantuffo
Stantuffo
Messaggi: 2535
Iscritto il: martedì 19 dicembre 2017, 23:29
La mia penna preferita: OMAS Extra Paragon Arco Bronze
Il mio inchiostro preferito: P.W. Akkerman #5 Shocking Blue
Misura preferita del pennino: Medio
Località: Capitale del Regno delle Due Sicilie
Sesso:

Non-recensione di una OMAS Extra

Messaggio da francoiacc »

"I have a dream", ma non è il mio sogno oggetto di questa non-recensione, è qualcosa che è andato al di là di un desiderio che accarezzo da tempo. Il mio sogno è una penna con cui vivo un contrastante rapporto di odio/amore, stavolta sono abbastanza deciso a realizzarlo ma le risorse richieste sono ingenti, e ciò ovviamente richiede un notevole sacrificio che mi obbliga a stare lontano da tentazioni ed acquisti. Il posto meno adatto dove andare in questo caso è un pen show, ovviamente io ci sono andato, ma con tutte le buone intenzioni di vedere qualche amico, appassionato come me di stilografiche, e fare il bravo. E ci ero pure quasi riuscito, ma a un certo punto è successo l'irreparabile :roll: Purtroppo (o per fortuna :mrgreen: ), mi è venuta a tiro una di quelle penne di fronte alla quale è impossibile dire no, specialmente per quanti come me, OMAS è stato ed è il primo grande amore. Da uno dei tanti raccoglitori di meraviglie mi sono saltati agli occhi i riflessi di una meravigliosa celluloide, che peraltro mi è già nota possedendo tre extra ogiva di taglia media e grande dello stesso materiale: una incantevole celluloide grigio perla. Questa volta però non una ogiva, bensì una elegantissima faccettata di taglia media ossia una Milord.
IMG_3030.JPG
IMG_3026.JPG
IMG_3021.JPG
La penna aveva un pennino non originale, un bel Rover, ma ho volentieri sacrificato un'altra Milord nera che avevo recuperando il pennino Extra Lucens che normalmente equipaggiava questo modello, credo che nessuna OMAS meriti più di questa un pennino così "Lussurioso". Ovviamente aspetto che il GM uno di questi giorni si palesi con un pennino Extra Lucens per risistemare anche la Milord nera :mrgreen:
IMG_3021.JPG
IMG_3034.JPG
Come dicevo questa non è una recensione, non snocciolerò pertanto misure ne quanti giri necessitano per rimuovere il cappuccio, tanto meno se la penna è bilanciata e se la clip è funzionale, secondo me non lo merita questo capolavoro perché la sua bellezza renderebbe "triste" qualsiasi giudizio tecnico. Il pennino Extra Lucens è un favoloso semi-flessibile e questo è quanto basta.
Per il resto questo post vuole essere solo un tributo alla bellezza di questa bellezza, un'eleganza senza tempo.
IMG_3013.JPG
Allegati
IMG_3035.JPG
Ultima modifica di francoiacc il venerdì 16 ottobre 2020, 21:50, modificato 1 volta in totale.
"E' sempre meglio vivere di rimorsi che di rimpianti"
Francesco
Immagine

Avatar utente
Giorgio1955
Vacumatic
Vacumatic
Messaggi: 770
Iscritto il: sabato 28 settembre 2013, 16:06
La mia penna preferita: ←Ancora --- Zerollo→
Il mio inchiostro preferito: Pelikan 4001 black
Misura preferita del pennino: Medio
Fp.it ℵ: 030
Località: Galatina (LE)
Sesso:

Non-recensione di una OMAS Extra

Messaggio da Giorgio1955 »

Il fascino elegante e discreto delle care vecchie Omas... :thumbup:
Giorgio

netosaf
Pulsante di Fondo
Pulsante di Fondo
Messaggi: 474
Iscritto il: giovedì 31 dicembre 2015, 9:04
La mia penna preferita: Omas extra lucens
Il mio inchiostro preferito: tutti i blue
Misura preferita del pennino: Medio
Fp.it 霊気: 054
Località: Pistoia
Sesso:

Non-recensione di una OMAS Extra

Messaggio da netosaf »

Vero.
Nessun altro marchio ha quel fascino che ti attrae anche se la vedi da lontano.
Francesco complimenti oltre che per la penna anche per la calligrafia.
Il fantastico pennino extra lucens aiuta tanto ma non va da solo

Stefano
Si chiama penna. È come una stampante, collegata direttamente al mio cervello.
(Dale Dauten)

Avatar utente
Automedonte
Vacumatic
Vacumatic
Messaggi: 848
Iscritto il: martedì 25 febbraio 2020, 16:33
La mia penna preferita: Aurora 88 big
Misura preferita del pennino: Fine
Località: Milano
Sesso:

Non-recensione di una OMAS Extra

Messaggio da Automedonte »

netosaf ha scritto:
venerdì 16 ottobre 2020, 20:42
Vero.
Nessun altro marchio ha quel fascino che ti attrae anche se la vedi da lontano.
Francesco complimenti oltre che per la penna anche per la calligrafia.
Il fantastico pennino extra lucens aiuta tanto ma non va da solo

Stefano
Il biglietto se l’è fatto scrivere da Helin :D

Complimenti però per la penna, è veramente uno spettacolo :clap:
Cesare Augusto

Avatar utente
maxpop 55
Tecnico
Tecnico
Messaggi: 13442
Iscritto il: venerdì 17 agosto 2012, 19:24
La mia penna preferita: perché una sola?
Il mio inchiostro preferito: Aurora BlacK
Misura preferita del pennino: Medio
FountainPen.it 500 Forum n.: 029
Fp.it ℵ: 016
Fp.it 霊気: 009
Fp.it Vera: 107
FP.it 5000: 000
Località: Portici (NA)
Sesso:

Non-recensione di una OMAS Extra

Messaggio da maxpop 55 »

Non so se è più bella la penna o la scrittura. :clap: :clap:
Il valore di una stilografica non dipende dal costo, ma dal valore che noi le diamo.

Myrmica
Touchdown
Touchdown
Messaggi: 94
Iscritto il: sabato 12 ottobre 2019, 2:49
La mia penna preferita: Omas extra lucens
Il mio inchiostro preferito: Waterman black
Misura preferita del pennino: Flessibile
Sesso:

Non-recensione di una OMAS Extra

Messaggio da Myrmica »

È una penna incantevole! Le extra faccettate con la clip prismatica e la veretta liscia sono un meraviglioso connubio di semplicità e raffinatezza. Il pennino poi è la ciliegina sulla torta, a mio avviso uno dei più belli di sempre. È bellissima anche la versione tutta nera, ma questa, concordo con te, è un sogno! Complimenti

Avatar utente
francoiacc
Stantuffo
Stantuffo
Messaggi: 2535
Iscritto il: martedì 19 dicembre 2017, 23:29
La mia penna preferita: OMAS Extra Paragon Arco Bronze
Il mio inchiostro preferito: P.W. Akkerman #5 Shocking Blue
Misura preferita del pennino: Medio
Località: Capitale del Regno delle Due Sicilie
Sesso:

Non-recensione di una OMAS Extra

Messaggio da francoiacc »

Giorgio1955 ha scritto:
venerdì 16 ottobre 2020, 20:10
Il fascino elegante e discreto delle care vecchie Omas...
Che io purtroppo trovo irresistibile, al contrario ormai delle moderne.
netosaf ha scritto:
venerdì 16 ottobre 2020, 20:42
Vero.
Nessun altro marchio ha quel fascino che ti attrae anche se la vedi da lontano.
Francesco complimenti oltre che per la penna anche per la calligrafia.
Il fantastico pennino extra lucens aiuta tanto ma non va da solo

Stefano
Grazie per i complimenti, c’è ancora tanto da lavorare sulla grafia. Sicuramente questo pennino fa bene il suo lavoro nell’ aiutarmi a migliorare.

Automedonte ha scritto:
venerdì 16 ottobre 2020, 21:28

Il biglietto se l’è fatto scrivere da Helin

Complimenti però per la penna, è veramente uno spettacolo
La tua è tutta invidia!! :evil:
Comunque se lo scriveva Heflin sarebbe stata tutta un’altra cosa.

Grazie per i complimenti. :thumbup:
maxpop 55 ha scritto:
sabato 17 ottobre 2020, 0:46
Non so se è più bella la penna o la scrittura. :clap: :clap:
La penna Max
"E' sempre meglio vivere di rimorsi che di rimpianti"
Francesco
Immagine

Avatar utente
francoiacc
Stantuffo
Stantuffo
Messaggi: 2535
Iscritto il: martedì 19 dicembre 2017, 23:29
La mia penna preferita: OMAS Extra Paragon Arco Bronze
Il mio inchiostro preferito: P.W. Akkerman #5 Shocking Blue
Misura preferita del pennino: Medio
Località: Capitale del Regno delle Due Sicilie
Sesso:

Non-recensione di una OMAS Extra

Messaggio da francoiacc »

Myrmica ha scritto:
sabato 17 ottobre 2020, 3:58
È una penna incantevole! Le extra faccettate con la clip prismatica e la veretta liscia sono un meraviglioso connubio di semplicità e raffinatezza. Il pennino poi è la ciliegina sulla torta, a mio avviso uno dei più belli di sempre. È bellissima anche la versione tutta nera, ma questa, concordo con te, è un sogno! Complimenti
Concordo in pieno, trovo che queste milord con la veretta liscia siano l’icona della raffinatezza nella loro semplicità. Ma quel che davvero incanta è la celluloide grigio perla, ha una luminosità e una profondità che rapisce.
Grazie mille :thumbup: :wave:
"E' sempre meglio vivere di rimorsi che di rimpianti"
Francesco
Immagine

Avatar utente
Automedonte
Vacumatic
Vacumatic
Messaggi: 848
Iscritto il: martedì 25 febbraio 2020, 16:33
La mia penna preferita: Aurora 88 big
Misura preferita del pennino: Fine
Località: Milano
Sesso:

Non-recensione di una OMAS Extra

Messaggio da Automedonte »

francoiacc ha scritto:
sabato 17 ottobre 2020, 7:47

Automedonte ha scritto:
venerdì 16 ottobre 2020, 21:28

Il biglietto se l’è fatto scrivere da Helin

Complimenti però per la penna, è veramente uno spettacolo
La tua è tutta invidia!! :evil:
Comunque se lo scriveva Heflin sarebbe stata tutta un’altra cosa.

Grazie per i complimenti. :thumbup:
Sana Invidia per la penna sicuramente perchè vorrei averla io :D

Per la scrittura no perchè è un livello per me inimmaginabile al quale non potrei ma arrivare ma che posso solo ammirare :silent:

Come se avessi invidiato Maradona per come giocava a pallone :o
Cesare Augusto

Spiller84
Pulsante di Fondo
Pulsante di Fondo
Messaggi: 374
Iscritto il: mercoledì 28 novembre 2018, 23:38
Località: Isernia
Sesso:

Non-recensione di una OMAS Extra

Messaggio da Spiller84 »

Bellissima la penna, e altrettanto la scrittura. In questo post invidio tutto, ma senza astio. Complimenti per entrambe le cose 😁

Avatar utente
fufluns
Artista
Artista
Messaggi: 573
Iscritto il: domenica 16 novembre 2014, 19:23

Non-recensione di una OMAS Extra

Messaggio da fufluns »

Complimenti, Francesco!

Queste penne rappresentano un connubio veramente ben riuscito tra bellezza e funzionalità. Scrivono benissimo, e sono bellissime.

Io ne ho alcune, una coeva e le altre di un decennio più tardive, una in celluloide nera e le altre in grigioperla. Tutte hanno pennini straordinari. E sono d’accordo con te che la celluloide grigioperla di OMAS è irresistibile, ed estendo il giudizio anche anche alle penne moderne, che ne hanno usata di molto simile, se non identica.

Nel frattempo, un saluto “tra compagni” alla tua nuova arrivata. Quella sulla destra, una Milord, ha le stesse dimensioni della tua 556-F. Le altre due sono GentlemEn, leggermente più grandi, tutte degli anni ‘60.


131E9F2F-C0A8-4918-9962-0014DF544E81.jpeg

Avatar utente
francoiacc
Stantuffo
Stantuffo
Messaggi: 2535
Iscritto il: martedì 19 dicembre 2017, 23:29
La mia penna preferita: OMAS Extra Paragon Arco Bronze
Il mio inchiostro preferito: P.W. Akkerman #5 Shocking Blue
Misura preferita del pennino: Medio
Località: Capitale del Regno delle Due Sicilie
Sesso:

Non-recensione di una OMAS Extra

Messaggio da francoiacc »

Spiller84 ha scritto:
sabato 17 ottobre 2020, 14:50
Bellissima la penna, e altrettanto la scrittura. In questo post invidio tutto, ma senza astio. Complimenti per entrambe le cose 😁
Grazie mille :wave:
fufluns ha scritto:
sabato 17 ottobre 2020, 17:01
Complimenti, Francesco!

Queste penne rappresentano un connubio veramente ben riuscito tra bellezza e funzionalità. Scrivono benissimo, e sono bellissime.

Io ne ho alcune, una coeva e le altre di un decennio più tardive, una in celluloide nera e le altre in grigioperla. Tutte hanno pennini straordinari. E sono d’accordo con te che la celluloide grigioperla di OMAS è irresistibile, ed estendo il giudizio anche anche alle penne moderne, che ne hanno usata di molto simile, se non identica.

Nel frattempo, un saluto “tra compagni” alla tua nuova arrivata. Quella sulla destra, una Milord, ha le stesse dimensioni della tua 556-F. Le altre due sono GentlemEn, leggermente più grandi, tutte degli anni ‘60.
131E9F2F-C0A8-4918-9962-0014DF544E81.jpeg
Un'altra penna a cui non resisterei, la GentlemEn grigio perla :clap: :clap:
"E' sempre meglio vivere di rimorsi che di rimpianti"
Francesco
Immagine

Avatar utente
fufluns
Artista
Artista
Messaggi: 573
Iscritto il: domenica 16 novembre 2014, 19:23

Non-recensione di una OMAS Extra

Messaggio da fufluns »

francoiacc ha scritto:
sabato 17 ottobre 2020, 17:23
Un'altra penna a cui non resisterei, la GentlemEn grigio perla :clap: :clap:
Rara avis, questa GentlemEn in grigioperla. Non ti mento al dirti che, anche dopo lunghe ricerche in rete, non ne conosco che tre esempi, ed uno è la mia! Io la scovai rocambolescamente nelle pagine di un signore in Polonia, che l’aveva avuta in vendita per chissà quanto tempo, a un prezzo non irrisorio ma neppure caro, senza che fosse mai interessata a nessuno.

Curiosamente, pochi giorni dopo l’acquisto, il venditore diede il mio contatto a un altro compratore, che mi contattó per comprare la mia penna... Ma come vedi, è ancora con me!

Dory
Pulsante di Fondo
Pulsante di Fondo
Messaggi: 420
Iscritto il: lunedì 12 novembre 2018, 11:53
Misura preferita del pennino: Medio
Località: Fiumicello (UD)
Sesso:

Non-recensione di una OMAS Extra

Messaggio da Dory »

Bellissima ed elegante.
Dovremmo avere tutti una vita vista mare.
Immagine

netosaf
Pulsante di Fondo
Pulsante di Fondo
Messaggi: 474
Iscritto il: giovedì 31 dicembre 2015, 9:04
La mia penna preferita: Omas extra lucens
Il mio inchiostro preferito: tutti i blue
Misura preferita del pennino: Medio
Fp.it 霊気: 054
Località: Pistoia
Sesso:

Non-recensione di una OMAS Extra

Messaggio da netosaf »

Prendo spunto dalla bella recensione di Francesco per riproporre il tema della classificazione delle Omas.
Diamo per scontato che in questo caso stiamo parlando di 556/F che riportano la scritta extra ed hanno una sola veretta e la tipica clip.
Nella foto fatta col cellulare che allego, particolare di un mio vassoio, ho messo accanto a tre sorelline (una grigio perla e due nere) e un'altra 556/F, stesse dimensioni ma cappuccio con greca che riporta la scritta Milord.
IMG_0060.jpg

Anche se ci sono diverse discussioni che negli anni hanno affrontato l'argomento, lo rilancio per fare chiarezza (principalmente a me) e pongo i seguenti interrogativi utili a tutti i numerosi "sbavatori Omas" per ripassare la complessa lezione delle produzioni Omas negli anni:

Le Milord furono prodotte successivamente alla 556/F extra?

E le Gentleman (o gentlman?) erano delle 557/F quindi di dimensioni maggiori delle Milord?

Lo so che tante notizie si leggono e si deducono da i testi Dolcini e Iacopini ma in questo forum ci sono dei veri professori in merito ed io li esorto a condividere una volta di più una lezioncina sull'argomento tanto caro a molti.

stefano
Si chiama penna. È come una stampante, collegata direttamente al mio cervello.
(Dale Dauten)

Rispondi

Torna a “Recensioni”